BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Risultati Premier League/ Classifica aggiornata, partite e marcatori (25^ giornata, 11-12 febbraio 2017)

Risultati Premier League: la classifica aggiornata, tutte le partite e i marcatori protagonisti nella 25^ giornata del massimo campionato inglese, in campo il 11 e 12 febbraio 2017.

(LaPresse)(LaPresse)

La Premier League è stata di nuovo protagonista in questo weekend di febbraio con la sua 25^ giornata di campionato. In attesa del posticipo di lunedì sera che vedrà il Manchester City affrontare in trasferta il Bournemouth, dopo il pareggio ottenuto sul campo Burnely, il Chelsea si trova con 10 punti di vantaggio sulle immediate inseguitrici Arsenal e Tottenham, e con 11 sulla coppia Liverpool – Manchester City, con la squadra di Guardiola che teoricamente potrebbe portarsi in seconda posizione da sola con 8 punti di svantaggio. Nelle posizioni immediatamente seguenti continua il bel momento del Manchester United che si vendica della sconfitta dell’andata da parte del Watford battendo la squadra di Mazzarri con il classico punteggio di 2 – 0. Sempre peggio il Leicester di Ranieri; la formazione campione in carica cade sul campo dello Swansea e si ritrova al quartultimo posto, mantenendo comunque 1 punto di vantaggio sull’Ull City e due su Crystal Palace e Sunderland, tre formazioni che come il Leicester hanno chiuso con una sconfitta la 25esima giornata.

Davanti al proprio pubblico l’Arsenal di Wenger, ancora in tribuna per la squalifica, batte l’Hull City per 2 – 0, ma non c’era un grande clima sulle tribune dell’Emirates con grande parte del pubblico che ha lasciato vuoti i propri posti per protesta proprio contro l’allenatore francese. La formazione londinese ha trovato la vittoria con una prima rete segnata da Sanchez dopo un evidente fallo di mano che è sfuggito alla terna arbitrale ed il raddoppio dello stesso centravanti cileno dei "Gunners", che è arrivato su rigore nei minuti di recupero. In questa gara, nelle file dell’Hull City, c’è stata la buona prova dell’ex interista Ranocchia, che è partito nell’undici titolare.  Per Mourinho e per il suo Manchester United continua il momento positivo con un successo netto sul Watford di Mazzarri, che cercava di ripetere la prestazione che gli era valsa la vittoria contro la squadra del portoghese nella partita del girone d’andata ma che non ci è riuscito. La gara si è sbloccata in favore dei Red Devils al 32esimo del primo tempo con la rete messa a segno da Mata, poi il raddoppio è arrivato nella ripresa, al 60esimo, con un goal del francese Martial, che ha così festeggiato il suo ritorno nell’undici titolare. Per lui oltre alla seconda rete anche l’assist per la prima di Mata. Da parte del Watford, Mazzarri ha potuto contare su una grande prestazione del portiere Gomes, che ha evitato ai suoi un maggiore distacco sulle occasioni di Pogba ed Ibrahimovic. I Red Devils hanno dimostrato anche in questa occasione di aver trovato un buon equilibrio e, complici anche i risultati delle altre, sono in corsa per conquistarsi un posto nella prossima Champions League.

Oltre al buon momento di Ranocchia nell’Hull City, seppur non suffragato dai risultati, in Premier sta andando molto bene anche Manolo Gabbiadini. L’ex centravanti del Napoli ha segnato due reti nel primo tempo della partita contro il Sunderland, che poi si è conclusa con il punteggio di 4 – 0 per la formazione ospite. Per il Southampton si è trattato di un ritorno al successo che mancava dallo scorso 22 gennaio quando si impose sul Leicester per 3-0. Il poker a favore della quadra ospite è completato dalle altre due reti che arrivano nel finale di partita, con Denayer che segna un’autorete al minuto 89, e quarta rete di Long al secondo minuto di recupero. Tra le formazioni in lotta per non retrocedere perdono anche i londinesi del Crystal Palace, che non hanno tratto nessun giovamento dall’arrivo di Sam Allardyce sulla loro panchina. La vittoria dello Stoke City arriva grazie ad una rete segnata dal gallese Allen. Nella gara tra il West Ham United ed il West Bromwich Albion si è assistito ad un finale pirotecnico; la prima rete è arrivata al sesto minuto del primo tempo quando una rete di Chadli ha dato il vantaggio agli ospiti, con gli Hammers che si si sono buttati quindi all’attacco per cercare di riequilibrare la gara. Il pareggio è arrivato al 63esimo., con Feghouli, e sullo slancio il Wesh Ham ha continuato ad attaccare e dopo aver creato diverse occasioni da rete è riuscito a ribaltare il risultato quando mancavano solo 4 minuti alla fine, con la rete di Lanzini. La gara però non è finita e quando ormai era il quarto di recupero il WBA è riuscito a pareggiare segnando con McAuley. L’unica partita della giornata che si è chiusa senza reti è stata quella tra il Middlesbrough e l’Everton, che non ha fatto nemmeno registrare clamorose occasione.

Il match più importante della giornata era quello che si giocava ad Anfield con il Liverpool che riceveva il Tottenham. La formazione allenata da Jurgen Klopp ha vinto per 2 – 0 con una doppietta di Manè, in un match che ha visto in pratica una sola formazione in campo, i Reds del Liverpool, che con questo successo si portano ad un solo punto dai rivali, nella corsa alle posizioni Champions che si sta facendo sempre più incerta ed aspra giornata dopo giornata. Il Senegalese, dopo la sua avventura in Coppa d’Africa forma una bella doppietta, andando a rete la prima volta su un lancio effettuato da Wijnaldum e la seconda battendo Lloris dopo aver recuperato un pallone vagante nell’area dell’Arsenal.

Dopo una bella serie di vittorie il Chelsea vede il suo cammino fermato in campo esterno dal Burnley, formazione che in Premier staziona a metà classifica. I blues erano andati in vantaggio quasi subito, con una rete dello spagnolo Pedro, segnata dopo 7 minuti di gioco, ma sempre nel primo tempo il Chelsea ha subito il pareggio del Burnley, segnato dall’irlandese Brady, che ha messo alle spalle ci Courtois un bel calcio di punizione dal limite. Per il Chelsea secondo tempo costantemente all’attacco, sotto la pioggia battente ed il nevischio che rendeva anche più difficili i fraseggi e nessuna possibilità di tornare in vantaggio. Il tecnico italiano ha provato come suo solito a dare una svolta alla gara con i cambi, ma in questa occasione anche questa mossa non ha portato frutti. Del resto la partita era veramente difficile in quanto la formazione avversaria ha conquistato 29 dei 30 punti totali proprio sul campo di casa. La domenica della Premier si è chiusa con un’altra sconfitta per il Leicester di Ranieri che sta continuando a trovare difficoltà turno dopo turno. Sul campo dello Swansea la formazione del tecnico italiano in pratica è caduta già nella prima frazione, che si è chiusa 2 – 0 con le reti segnate da Mawson, che ha sfruttato un tiro di destro dopo il colpo di testa di Fernandez, e da Olsson nel recupero dopo un perfetto assist da parte di Sigurdsson. Nella ripresa Ranieri mischia le carte con gli ingressi di Slimani e Chilwell, ma il bel Leicester dello scorso anno è davvero sparito e la pressione della squadra di Ranieri porta ad un solo tiro, sbagliato, verso la porta avversaria.