BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

PAGELLE / Real Madrid-Napoli (3-1): Fantacalcio, i voti della partita (Champions League 2016-2017, andata ottavi)

Pagelle Real Madrid-Napoli: i voti della partita di Champions League 2016-2017, andata ottavi. I protagonisti, i migliori e i peggiori al Bernabeu: tutti i giudizi (15 febbraio)

LaPresse - immagine di repertorioLaPresse - immagine di repertorio

Non poteva mancare l'appuntamento con i voti ai ventidue protagonisti in campo nella sfida al Bernabeu tra Real Madrid e Napoli valida per l'andata degli ottavi di Champions League. I blancos si aggiudicano il primo round battendo i partenopei per 3 a 1, un punteggio che non chiude la porta alla qualificazione della squadra di Sarri, ma di certo al San Paolo servirà l'impresa epica per ribaltare questo risultato. E dire che la serata era cominciata alla grande per gli ospiti con il gol in avvio di Mertens che dalla lunga distanza aveva sorpreso Navas (inspiegabilmente posizionato male lontano dai pali) con un delizioso pallonetto che aveva illuso tutti per una decina di minuti. A rimettere le cose a posto per i madrileni ci pensa Benzema che pareggia i conti e prima dell'intervallo colpisce anche il palo. A inizio ripresa i padroni di casa affondano il colpo e nel giro di cinque minuti chiudono la pratica prima con Kroos e poi con Casemiro, autore di un gol a dir poco spettacolare, che fissano il punteggio sul definitivo 3-1. Nell'ultimo terzo di gara il Napoli prova ad accorciare le distanze, con Mertens che si divora un gol grosso come una casa sprecando l'occasione di segnare il 2-3 che avrebbe dato molte più speranze agli uomini di Sarri in vista del ritorno. In ogni caso ha vinto la squadra più forte che alla vigilia godeva dei favori del pronostico.

Non è stato un match brutto, anche se il Real Madrid non ha dato fondo a tutte le sue energie per battere il Napoli (che sul piano del gioco poteva fare decisamente di più) evitando di infierire sugli avversari oggi inferiori sotto tutti i punti di vista, comunque le emozioni non sono mancate con il momentaneo vantaggio degli ospiti che ha illuso i partenopei.

Dopo aver concesso il gol agli avversari in avvio, i padroni di casa fanno sul serio e dopo aver pareggiato i conti nella ripresa mettono la freccia con l'uno-due di Kroos e Casemiro nel momento più nevralgico della gara. Alla fine la maggiore esperienza dei blancos ha fatto decisamente la differenza. 

Premesso che per la formazione di Sarri giocare al Bernabeu rappresentasse un successo di suo, gli ospiti hanno pagato la troppa emozione sfoggiando una prestazione che non ha rispecchiato le tante aspettative della vigilia, a questi livelli l'inesperienza si fa ancora sentire. 

Internazionale di lungo corso con centinaia di partite alle spalle, il direttore di gara sloveno ha cercato di non influenzare l'andamento del match arbitrando nella maniera più equilibrata possibile. Assolutamente da annullare il gol di Callejon che al momento di ricevere il pallone da Insigne era nettamente oltre la linea difensiva del Real Madrid.

Al fischio finale sulle nostre pagelle diamo un voto del peggiore di Real Madrid Napoli. Sapendo di suscitare non poche polemiche abbiamo deciso di dare nella nostre pagelle VOTO 4 a Maurizio Sarri, allenatore del napoli. La colpa della sconfitta è sua e se non fosse intervenuto San Gennaro, o se preferite il fattore "C", il passivo sarebbe stato almeno di 5-1 per il Real Madrid. Ma gli dei del calcio hanno voluto mostrarsi clementi col Napoli: mai visti tanti errori sotto porta degli attaccanti del Real Madrid, gente che si chiama Cristiano Ronaldo o Benzema. Per non parlare della papera del portiere del Real ad inizio partita sul tiraccio di Insigne. Però gli dei non potevano far passare liscia la tracotanza del mister toscanaccio che ha schierato un Napoli scriteriato, senza filtro a metà campo, con due mezze punte e tre attaccanti. E il solo Diawara a fare da diga alle folate madrilene. Giusto dare un segnale all'avversario e non partire psicologicamente sconfitti, ma c'è modo e modo, e quello scelto da Sarri è sicuramente la via diretta che ti porta alla sconfitta. Anche se ti chiami Napoli e se hai come Santi protettori San Gennaro (e Maradona).

Ecco i voti del primo tempo di Real Madrid-Napoli, andata degli ottavi di Champions League 2016-2017. Le due squadre vanno al riposo sul punteggio di 1 a 1, con gli uomini di Sarri pienamente in partita e che sono passati per primi in vantaggio quando all'8' Insigne (7) sorprende Navas (5) lontano dai pali e lo sorprende con un pallonetto beffardo che si deposita nel sette, Napoli a sorpresa avanti ma i blancos impiegano non più di dieci minuti per ristabilire la parità, cross di Carvajal (6,5) per Benzema (7) che aggira le marcature di Albiol (5,5) e Koulibaly (5) e trafigge Reina (6) pareggiando i conti. Nei minuti successivi i padroni di casa, che avevano cominciato forte, tornano ad alzare il baricentro e a mettere sotto pressione la difesa partenopea, prima dell'intervallo Cristiano Ronaldo (6), imbeccato da Modric (6,5) spara il pallone sopra la traversa a poca distanza da Reina, con Benzema che manca l'appuntamento con la doppietta stampando il pallone sul palo, l'ultima azione del primo tempo vede protagonista Marcelo che non trova la porta. I blancos partono forte, poi subiscono il gol a freddo di Insigne e per qualche minuto non danno segni di reazione, ma da grandi campioni trovano subito il gol del pari tornando rapidamente in carreggiata. Oltre ad aver firmato la rete dell'1-1, il francese a inizio gara spaventa subito Reina e per poco non trova la doppietta che solamente il palo gli nega. Sull'azione del gol di Insigne il portiere si allontana colpevolmente dai pali e il numero 24 del Napoli con un pallonetto di alta scuola. Dopo aver trovato a sorpresa il gol del momentaneo vantaggio, gli uomini di Sarri danno la sensazione di potersela giocare alla pari, ma quando subiscono l'1-1 di Benzema rischiano di andare nel pallone. Si toglie la grandissima soddisfazione di segnare al Santiago Bernabeu con un gran pallonetto che lascia tutti senza fiato, a cominciare da Navas che lo prende. Sul gol di Benzema non va a chiudere come dovrebbe sul francese, inoltre si perde Cristiano Ronaldo che può così involarsi sulla fascia destra. (Stefano Belli)