BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Risultati Champions League / Diretta gol livescore, marcatori: Sarri perde ma resta in corsa, pokerissimo Ancelotti (oggi 15 febbraio, andata ottavi)

Pubblicazione:mercoledì 15 febbraio 2017 - Ultimo aggiornamento:mercoledì 15 febbraio 2017, 22.41

Foto LaPresse Foto LaPresse

RISULTATI CHAMPIONS LEAGUE: DIRETTA GOL LIVESCORE E MARCATORI (OGGI, 15 FEBBRAIO 2017). FINALI A MONACO E MADRID - Due vittorie casalinghe nella serata degli ottavi di Champions League: i risultati finali consegnano la vittoria al Bayern Monaco (5-1 sull’Arsenal) e al Real Madrid che batte il Napoli per 3-1. Discorso chiuso per chi ha perso? Non per il Napoli: come già detto in precedenza, i partenopei hanno bisogno di vincere 2-0 al San Paolo ed è un risultato sicuramente nelle corde della squadra di Maurizio Sarri. Che però questa sera non si sono esibiti nella loro versione schiacciasassi: lo hanno fatto all’inizio segnando un gol con una splendida azione tutta in verticale, ma una volta subito il recupero del Real Madrid hanno rischiato di capitolare più volte. Dopo il 3-1 James Rodriguez (ottima parata di Reina) e Marcelo (palla fuori di pochissimo) hanno avuto la palla giusta per arrotondare il punteggio e in generale i blancos hanno mantenuto il pallino del gioco. Un gol annullato a Callejon (79’) e un’occasione per Mertens sono le uniche occasioni avute dal Napoli nella ripresa; ciononostante l’ipotesi che i partenopei possano qualificarsi ai quarti di Champions League rimane viva. Non per l’Arsenal, o almeno così sembra: Thiago Alcantara segna una doppietta e il Bayern Monaco trova anche il quinto gol con Thomas Muller nel finale. Ai Gunners servirà un 4-0 per passare il turno; fra tre settimane scopriremo quale sarà il responso di queste due sfide. CLICCA QUI PER I RISULTATI DI CHAMPIONS LEAGUE

RISULTATI CHAMPIONS LEAGUE: DIRETTA GOL LIVESCORE E MARCATORI (OGGI, 15 FEBBRAIO 2017). ALLUNGO DELLE SQUADRE DI CASA - Uno-due terrificante del Real Madrid: Napoli al tappeto all’inizio del secondo tempo, o almeno così sembra. I blancos tornano in campo con la furia negli occhi: dopo aver sprecato due colossali occasioni – con Cristiano Ronaldo e Benzema – tra il 50’ e il 54’ mettono due gol di vantaggio tra loro e il Napoli. Il primo a bussare è Toni Kroos. Grande azione di Cristiano Ronaldo sulla destra, il portoghese lascia sul posto Koulibaly e tocca all’indietro per l’accorrente Kroos che dal limite dell’area con un colpo da biliardo prende in controtempo Pepe Reina. Passano quattro minuti e il Real fa il terzo gol: rete spettacolare da parte di Casemiro, che indovina un destro a incrociare dai venti metri calciando al volo sul geniale assist di James Rodriguez, che da terra tocca all’indietro riuscendo ad alzare la sfera. Anche all’Allianz Arena è 3-1, e si segna quasi in contemporanea rispetto a Madrid: Robert Lewandowski riporta in vantaggio il Bayern Monaco, subito dopo tocca a Thiago Alcantara. Per Arsenal e Napoli si fa dura: certo il gol che hanno segnato in trasferta lascia ampie speranze di qualificazione perché, se le partite finissero così, a Gunners e partenopei “basterebbe” un 2-0 per andare ai quarti. 

RISULTATI CHAMPIONS LEAGUE: DIRETTA GOL LIVESCORE E MARCATORI (OGGI, 15 FEBBRAIO 2017). INTERVALLO SUI CAMPI - Doppio pareggio nelle partite di Champions League: al Santiago Bernabeu e all’Allianz Arena l’intervallo dice 1-1 in entrambi i casi. Il Napoli parte fortissimo e segna con Lorenzo Insigne: la reazione del Real Madrid è rabbiosa e viene concretizzata dal pareggio di Karim Benzema. Al 32’ minuto Cristiano Ronaldo non inquadra la porta, al 42’ invece ancora Benzema centra il palo a Reina battuto. Pareggio anche a Monaco, dove il Bayern passa subito con Robben; alla mezz’ora però l’Arsenal ha a disposizione un calcio di rigore. Alexis Sanchez calcia male e si fa parare la conclusione da Neuer, ma è bravo – e fortunato – nel ribadire a rete con il tap-in. Le squadre in trasferta sono riuscite a segnare, cosa che non era successa nelle partite di ieri sera; Napoli e Arsenal dunque sono in leggero vantaggio nel conto della qualificazione ai quarti di finale, ma per chiudere la doppia sfida mancano 135 minuti e quindi tutto è ancora da definire. Per i partenopei in ogni caso si tratta di un ottimo risultato; staremo a vedere quello che succederà nella ripresa di queste due sfide. 

RISULTATI CHAMPIONS LEAGUE: DIRETTA GOL LIVESCORE E MARCATORI (OGGI, 15 FEBBRAIO 2017). GOL DI INSIGNE, ROBBEN E BENZEMA - Napoli subito in vantaggio a Madrid! Non poteva iniziare meglio la partita del Santiago Bernabeu, dopo soli 8 minuti Lorenzo Insigne colpisce i blancos e segna un gol che sarà comunque fondamentale nella doppia sfida di Champions League. Difesa del Real inguardabile: il Napoli recupera palla a centrocampo, Hamsik imbuca centralmente nella prateria lasciata dai due centrali e Lorenzo Insigne attacca lo spazio calciando di prima intenzione. Keylor Navas, ancora fuori dai pali, è del tutto sorpreso e non può intervenire: Napoli che dunque parte alla grandissima al Bernabeu, anche se al 19' il Real Madrid dimostra di essere grande squadra e pareggia: cross dalla destra di Carvajal, Karim Benzema svetta più in alto di tutti e segna di testa. Tutto da rifare, ma ricordiamo che il gol in trasferta vale doppio. Partita in salita per l’Arsenal all’Allianz Arena: 11 minuti e Arjen Robben, rientro preziosissimo per Carlo Ancelotti, segna il gol del vantaggio per il Bayern Monaco. Le premesse per una serata straordinaria ci sono tutte; quello del Napoli intanto è il primo gol segnato dalle squadre in trasferta nell’andata degli ottavi di Champions League. 

RISULTATI CHAMPIONS LEAGUE: DIRETTA GOL LIVESCORE E MARCATORI (OGGI, 15 FEBBRAIO 2017). SQUADRE IN CAMPO, SI GIOCA - Prendono il via le partite di Champions League di mercoledì: occhi puntati sul Bernabeu ovviamente, senza dimenticare la partita dell'Allianz Arena. Se Carlo Ancelotti corre per la quarta vittoria in Champions League (da allenatore), Arsène Wenger che questa sera lo affronta nell’andata degli ottavi deve ancora prendersi la prima vittoria di sempre. Abbiamo già parlato di come l’Arsenal abbia il maggior numero di presenze nella fase ad eliminazione diretta del torneo: ovvero, da quando esiste la fase a gironi i Gunners l’hanno sempre superata e ogni volta in panchina c’era il tecnico alsaziano, che lavora per il club dal lontano 1996. Il problema è che questa grandissima statistica non ha portato a nessuna vittoria: l’Arsenal è arrivato in finale soltanto nel 2006, quando al Parco dei Principi (proprio nella patria di Wenger) ha sfidato il Barcellona. Passato in vantaggio con Sol Campbell, l’Arsenal era però rimasto in dieci uomini per l’espulsione di Jens Lehmann; in porta andò il secondo portiere Manuel Almunia, e fu lui a non essere perfetto sul destro di Juliano Belletti che diede la Champions League al Barcellona, dopo che Samuel Eto’o aveva pareggiato. Da allora l’Arsenal non è più riuscito a tornare alla partita per il titolo: oggi sfida ancora il Bayern Monaco che lo ha eliminato due volte negli ultimi anni, staremo a vedere se la squadra di Arsène Wenger sarà in grado di superare l’ostacolo o se ancora una volta dovrà conoscere un’eliminazione precoce. 

RISULTATI CHAMPIONS LEAGUE: DIRETTA GOL LIVESCORE E MARCATORI (OGGI, 15 FEBBRAIO 2017). RITROVO TRA AMICI - Al Santiago Bernabeu si gioca Real Madrid-Napoli, e la partita di Champions League sarà una sorta di ritrovo tra vecchi amici: non solo Zinedine Zidane affronta la squadra di un Paese nel quale ha giocato per cinque stagioni (con la Juventus), ma a fare ritorno nella capitale spagnola sono José Callejon e Raul Albiol. Il primo, al Real tra il 2011 e il 2013, ha messo insieme 20 gol in 77 partite mentre Albiol, 119 presenze e due reti, ha giocato al Bernabeu tra il 2009 e il 2013. Non sono tantissimi a dire il vero i giocatori che ritroveranno, perchè negli ultimi anni il Real Madrid si è parecchio rinnovato; c’erano già all’epoca Cristiano Ronaldo, Benzema, Marcelo, Sergio Ramos e Pepe e dunque si può comunque parlare di tanti vecchi compagni di squadra che si ritroveranno sul manto erboso di uno stadio che hanno condiviso a lungo. Una curiosità: all’epoca del sorteggio, quando dall’urna di Nyon uscì questo accoppiamento, il quotidiano madrileno As citò il ritrovo tra ex compagni ma nella lista inserì anche Gonzalo Higuain. Evidentemente era sfuggito il suo passaggio estivo alla Juventus; strano, perchè nella foto  scelta da As il Pipita indossava proprio una maglia bianconera. 

RISULTATI CHAMPIONS LEAGUE: DIRETTA GOL LIVESCORE E MARCATORI (OGGI, 15 FEBBRAIO 2017). BLANCOS PER LA STORIA - Come abbiamo già detto ieri, nessuna squadra ha mai vinto due volte in fila la Champions League da quando esiste la nuova formula con la fase a gironi: il Real Madrid dunque va a caccia della storia essendo campione in carica. Non che i blancos abbiano troppo bisogno di mettere insieme altri record europei: detengono già quello per le vittorie totali (11) e per il numero di successi in fila. Sono cinque, risalenti alle prime cinque edizioni del torneo: tra il 1956 e il 1960 il Real Madrid sconfisse Stade Reims, Fiorentina, Milan, Stade Reims e Eintracht Francoforte (quel 18 maggio a Glasgow era presente anche Alex Ferguson). Un altro titolo nel 1966 (contro il Partizan Belgrado), poi più nulla fino al 1998, quando la formazione spagnola ha messo insieme un altro semi-filotto vincendo tre Champions League in cinque anni. Dal 2002 (curiosamente ancora a Glasgow) e quel gol meraviglioso dell’attuale allenatore Zinedine Zidane sono dovuti passare dodici anni per la Decima, due anni dopo è arrivata anche l’undicesima: adesso il Real Madrid sogna un altro traguardo, che lo porterebbe ad allungare ancor di più nell’albo d’oro del torneo (la seconda è il Milan che ha vinto 7 coppe).

RISULTATI CHAMPIONS LEAGUE: DIRETTA GOL LIVESCORE E MARCATORI (OGGI, 15 FEBBRAIO 2017). DA MAZZARRI A SARRI - Il Napoli che oggi gioca sul campo del Real Madrid può ricordare, almeno nelle suggestioni, a quello che cinque anni fa era arrivato agli ottavi di Champions League. Anche nel 2012 si trattava di una squadra allenata da un tecnico senza un chiaro profilo europeo: era Walter Mazzarri all’epoca, è Maurizio Sarri oggi. Rispetto ai grandi nomi che vanno per la maggiore sono due “outsider”, ma uno sapeva il fatto suo allora mentre l’altro oggi potrebbe essere la grande rivelazione dell’edizione del torneo. Mazzarri sfiorò i quarti con un Napoli che in difesa aveva giocatori non troppo abituati alla Champions League: al San Paolo battè il Chelsea 3-1 e al ritorno subì nel finale il gol che portò i Blues ai supplementari, nei quali arrivò la rete decisiva. Questo Napoli gioca un calcio meraviglioso, ed è diverso nella rosa: all’epoca i Callejon e i Mertens non c’erano (così come Raul Albiol), Hamsik non aveva tutta questa esperienza e le alternative erano meno. Sarri gli ha dato una tipologia di gioco che compete con le migliori squadre d’Europa e tutto lascia intendere che i partenopei possano fare il colpo grosso, qualificandosi ai quarti e continuando a segnare. Anche senza Gonzalo Higuain, la cui cessione in estate sembrava aver definitivamente spezzato le speranze di società e tifosi di fare strada in Champions League. 

RISULTATI CHAMPIONS LEAGUE: DIRETTA GOL LIVESCORE E MARCATORI (OGGI, 15 FEBBRAIO 2017) - Seconda giornata dedicata all’andata degli ottavi di Champions League 2016-2017: ancora una volta sono due le partite in programma, con orario sempre alle ore 20:45. Si gioca in Spagna e in Inghilterra, le due gare sono Real Madrid-Napoli e Bayern Monaco-Arsenal. E’ la grande notte del Napoli: i partenopei attendono questo momento da cinque anni, da quando cioè una squadra allenata da Walter Mazzarri e con in campo Lavezzi e Cavani andò ad un passo dall’eliminare il Chelsea che si sarebbe poi laureato campione d’Europa.

Oggi c’è la sensazione, e non solo quella, che questo Napoli sia decisamente più forte: gioca un calcio a tratti spettacolare, segna tantissimo e per la seconda stagione è in zona utile per vincere lo scudetto. Ha avuto vari problemi di percorso (l’infortunio di Milik e il tempo che ci è voluto per assestare il tipo di gioco senza una prima punta di peso) ma può davvero farcela. 

Questo perchè il Real Madrid che si avvia a vincere la Liga (non succede dallo stesso 2012) deve giocare anche contro la tradizione, che vuole che nessuna squadra riesca a vincere la Champions League per due anni consecutivi; essendo campione in carica, la banda di Zinedine Zidane sa che dovrà andare oltre questo dato e centrare un'impresa che sarebbe a suo modo storica.

Certo i blancos restano favoriti e questa sera si gioca al Bernabeu, ma Maurizio Sarri è convinto di poter passare il turno e ha ragione: servirà un risultato ribaltabile al San Paolo, dunque possibilmente un pareggio con gol o una sconfitta di misura che preveda sempre almeno una rete.

Dall’altra parte si affrontano Carlo Ancelotti e Arsène Wenger: uno ha vinto tre volte la Champions League da allenatore, l’altro non lo ha mai fatto ma è l’unico allenatore ad essere sempre arrivato agli ottavi del torneo da quando esiste la nuova formula, nel senso che i suoi Gunners ci sono sempre stati. Il pronostico potrebbe non essere sbilanciato: vero che l’Arsenal ha già perso contatto in campionato e rischia un’altra stagione senza vincere nulla, ma il Bayern Monaco della stagione in corso non sembra essere lo squadrone di un tempo e, se pure ha 7 punti di vantaggio in Bundesliga, sembra essere più per la crisi delle altre che per un dominio concreto.

Questa sfida è ormai diventata un classico negli ultimi anni; ad avere la meglio è sempre stato il club tedesco quando si è trattato di turni a eliminazione diretta, ma l’Arsenal si è sempre giocato ampiamente le sue carte sfiorando l’impresa. Naturalmente è quello che proverà a fare anche adesso; come sempre il fattore Allianz Arena potrebbe essere decisivo ed è per questo che i Gunners devono provare a segnare almeno un gol in questa partita di andata, così di aumentare le sue possibilità di passaggio del turno quando si andrà a giocare nel tempio dell’Emirates Stadium di Londra. CLICCA QUI PER I RISULTATI DI CHAMPIONS LEAGUE 


  PAG. SUCC. >