BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Diretta / Borussia Monchengladbach-Fiorentina (risultato finale 0-1), info streaming video-tv: decide una gemma di Bernardeschi (oggi, Europa League)

Diretta Borussia Monchengladbach-Fiorentina: info streaming video e tv, probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita valida per l'andata dei sedicesimi di Europa League

Foto LaPresse Foto LaPresse

Vittoria importante per la Fiorentina, che vince 0-1 sul campo del Borussia Monchengladbach e si avvantaggia per la qualificazione agli ottavi di Europa League. Una partita di sofferenza per i viola, che però escono con il successo in tasca: decisivo uno splendido calcio di punizione di Federico Bernardeschi al 44’ minuto. Nel return match di settimana prossima i tedeschi dovranno vincere 0-2 oppure con un gol di scarto, segnandone almeno due (quindi 1-2, 2-3 ecc.). Appuntamento a giovedì 23 febbraio 2017: il primo round intanto si è colorato di viola. Quanto ai provvedimenti disciplinari, l’arbitro Gil Manzano ha ammonito Bernardeschi (59’), Badelj (64’) e Kramer (92’): nessuno di questi giocatori era diffidato. 

Di nuovo pericoloso al 69’ minuto: l’iniziativa di Hazard viene conclusa da Wendt, che nel lato sinistro dell’area prova la conclusione mancina ma passa solo vicino al primo palo. Al 77’ altre sostituzioni: nella Fiorentina esce Kalinic ed entra il senegalese Babacar, tra i tedeschi invece fuori Herrmann e Johnson rimpiazzati rispettivamente da Hahn e Korb. All’80’ un brivido per la Viola: Kramer trova un bel corridoio per Stindl, che dal lato destro anticipa l’uscita di Tatarusanu e mette al centro, Astori è ben posizionato e devia in angolo. Quattro minuti dopo è la Fiorentina ad avere una chance. Borja Valero spinge la palla nella trequarti avversaria, non trova movimenti smarcanti e allora decide di provare il tiro da lontano: bel destro dai 25 metri che Sommer respinge tuffandosi sulla destra.

L’inizio del secondo tempo ha confermato la falsariga del primo: Borussia Monchengladbach all’attacco, Fiorentina più sulla difensiva. I tedeschi provano a spingere con costanza per schiacciare all’indietro gli avversari, nel primo quarto d’ora però non si registrano occasioni pulite. Si arriva quindi all’ora di gioco ed ecco una chance per il Borussia Monchengladbach: cross basso dalla fascia destra, in mezzo all’area Gonzalo Rodriguez devia ma non allontana, raccoglie Fabian Johnson che prova il destro a giro ma non inquadra lo specchio della porta viola. La Fiorentina prova a scuotersi: al 63’ Kalinic si libera sulla fascia destra e serve a centro area l’accorrente Borja Valero, che s’inserisce bene ma calcia alto di prima intenzione. Una buona occasione per il raddoppio. Appena dopo sostituzione per Paulo Sousa, che richiama in panchina Bernardeschi ed inserisce al suo posto l’uruguaiano Cristoforo. Tra le fila del Borussia invece fuori Jantscke e dentro l'attaccante svizzero Josip Drmic.

Dopo la mezz’ora ecco i primi guizzi offensivi da parte della Fiorentina. Ci prova Vecino: l’uruguaiano conclude di destro dai 25 metri, traiettoria però ad uscire che termina larga di un paio di metri alla destra di Sommer. Poco dopo ancora Vecino protagonista: il suo lancio imbecca lo scatto in profondità di Kalinic, anticipato dalla tempestiva uscita fuori dall’area di Sommer che di testa sventa il pericolo. E’ però un fuoco di paglia perché il Borussia Monchengladbach riprende a macinare gioco. Al 40’ una combinazione tra Hazard ed Herrmann porta quest’ultimo al cross basso dalla destra, a centro area sopraggiunge Stindl che però alza troppo la mira con il destro. Non è finita perché un minuto dopo i tedeschi colpiscono un palo: altra buona azione in velocità, Harzard effettua il cross a mezz’altezza dalla destra e nell’area piccola Johnson anticipa Sanchez, ma la sua deviazione viene respinta dal palo alla sinistra di Tatarusanu; poi è ancora Stindl a sprecare calciando di poco a lato col sinistro. Dopo un primo tempo dominato o quasi dal Borussia Monchengladbach, arriva il gol che non t’aspetti: quello della Fiorentina che colpisce al 44’ con Federico Bernardeschi, a segno nel giorno del suo 23esimo compleanno. Il numero 10 viola calcia magistralmente una punizione dai 20 metri guadagnata da Borja Valero: sinistro a giro potente e preciso, palla una spanna sotto l’incrocio dei pali e nulla da fare per il portiere Sommer. Per Bernardeschi si tratta del tredicesimo gol stagionale e dell’ottavo in carriera in Europa League. All’intervallo il risultato vede quindi la Fiorentina in vantaggio per 0-1 sul campo del Borussia Monchengladbach. 

Come detto, poco prima del quarto d’ora il Borussia Monchengladbach ha sfiorato il gol dell’1-0 contro la Fiorentina. Due minuti dopo un altro brivido per la squadra di Paulo Sousa: Dahoud passa a sinistra per l’accorrente Wendt che può effettuare il cross in libertà, pallone basso verso il secondo palo dove arrivano a contrasto Herrmann e Maxi Oliveira; l’impressione è che l’attaccante tocchi per primo la palla subendo poi la scivolata del terzino viola, episodio quindi dubbio nell’area della Fiorentina che l’arbitro spagnolo Gil Manzano. La pressione del Borussia Monchengladbach continua e al 27’ i tedeschi hanno un’altra chance: Herrmann prova il tiro ma viene respinto, sopraggiunge Fabian Johnson la cui battuta termina alta sopra la traversa. La Fiorentina fatica a rialzare il proprio baricentro, per il momento però la fase difensiva sembra reggere pur con qualche sofferenza.

La partita tra Borussia Monchengladbach e Fiorentina è equilibrata nelle prime battute, per i viola un corner insidioso al 3’ minuto con il portiere avversario Sommer costretto a smanacciare il cross di Borja Valero. Con il passare dei minuti il Borussia Monchengladbach prende coraggio: al 10’ ci prova il centrocampista Dahoud, che riceve palla dopo un calcio d’angolo e prova il destro dai 25 metri, conclusione tesa ma abbondantemente alta sopra la porta di Tatarusanu. Poco dopo (14’) il portiere viola deve impegnarsi seriamente per evitare il gol: bell’azione dei tedeschi, Johnson passa ad Herrmann che dal limite serve Thorgan Hazard; nel lato sinistro dell’area, il belga non tira ma con un colpo di tacco chiude il triangolo con Herrmann, che da due passi tocca d’esterno destro ma trova l’ottima respinta di Tatarusanu in uscita. Grande occasione per il Borussia Monchengladbach, sospiro di sollievo per la Fiorentina.

Tutto pronto al Borussia Park per la sfida di Europa League tra i tedeschi del Monchengladbach e la Fiorentina. Le squadre si affrontano per l’andata dei sedicesimi di Europa League, vediamo di seguito le formazioni ufficiali con le scelte dei due allenatori per i rispettivi undici titolari. Nella Viola difesa a tre, gli esterni di centrocampo sono Tello e Maxi Oliveira mentre davanti c’è Kalinic, superato da Borja Valero e Bernardeschi. 1 Sommer; 24 Jantschke, 3 A.Christensen, 4 Vestergaard, 17 Wendt; 7 Hermann, 6 Kramer, 8 Dahoud, 19 F.Johnson; 10 T.Hazard, 13 Stindl In panchina: 21 Sippel, 2 Kolodziejczak, 5 Strobl, 9 Drmic, 14 Schulz, 27 Korb, 28 Hahn Allenatore: Dieter Hecking 12 Tatarusanu; 6 C.Sanchez, 2 G.Rodriguez, 13 Astori; 16 Tello, 8 Vecino, 5 Badelj, 15 M.Oliveira; 20 B.Valero, 10 Bernardeschi; 9 Kalinic In panchina: 57 Sportello, 4 De Maio, 19 Cristoforo, 21 Saponara, 30 Babacar, 40 Tomovic, 72 Ilicic Allenatore: Paulo Sousa Arbitro: Jesus Gil Manzano (Spagna)

Borussia Monchengladbach-Fiorentina, in programma per l'andata dei sedicesimi di finale di Europa League, è una gara completamente inedita. Mai nella loro storia le due squadre si erano affrontate prima d'ora. Vale però la pena spendere alcune parole sui precedenti del Borussia Monchengladbach contro squadre italiane: nessuna di queste è riuscita a vincere tra le mura del Borussia Park. Il bilancio complessivo dei tedeschi contro i club della Serie A in 14 partite è di 4 vittorie, 7 pareggi e 3 sconfitte. Pessimo, invece, lo score della Fiorentina con squadre della Germania (che in questo paese non ha mai vinto): in 10 partite i viola hanno collezionato 2 soli successi, 3 pareggi e 5 ko. Bisogna comunque dire che il percorso della Fiorentina in Europa League è stato piuttosto convincente. La fase a gironi si è conclusa con il primo posto nel gruppo J, davanti al PAOK. I toscani hanno ottenuto 10 punti, frutto di 4 vittorie, 1 pareggio e 1 sola sconfitta. Dall'altra parte, il Borussia Monchengladbach arriva in Europa League dopo il terzo posto nel girone C, quello con Barcellona, Manchester City e Celtic. In Europa i tedeschi hanno ottenuto 5 punti, frutto di 1 vittoria, 2 pareggi e 3 ko.

In attesa del calcio d'inizio di Borussia Monchengladbach e Fiorentina andiamo a dare uno sguardo allo stato di forma delle due squadre, impegnate nell'andata dei sedicesimi di finale di Europa League. I padroni di casa occupano la decima posizione in Bundesliga con 26 punti all'attivo ma arrivano da un filotto di tre vittorie consecutive in campionato; l'ultima sconfitta risale al 20 dicembre 2016, in casa contro il Wolfsburg. Il Gladbach ha fin qui messo a segno 22 gol, subendone 27. Il cammino della Fiorentina è più irregolare. I viola, in Serie A, hanno riscattato il pesante ko contro la Roma (4-0 per i giallorossi all'Olimpico) con un convincente 3-0 casalingo sull'Udinese. In precedenza, i toscani avevano ottenuto una vittoria in extremis e in rimonta contro il Pescara (2-1) e un pareggio interno contro il Genoa (3-3). Se la difesa della Fiorentina concede diverse occasioni agli avversari, l'attacco è uno dei migliori in circolazione, grazie a Kalinic, Bernardeschi e Chiesa: in campionato sono 33 le reti subite, contro le 41 realizzate.

In attesa del calcio d'inizio tra Borussia Monchengladbach e Fiorentina andiamo a dare uno sguardo allo stato di forma delle due squadre, impegnate nell'andata dei sedicesimi di finale di Europa League. I padroni di casa occupano la decima posizione in Bundesliga con 26 punti all'attivo ma arrivano da un filotto di tre vittorie consecutive in campionato; l'ultima sconfitta risale al 20 dicembre 2016, in casa contro il Wolfsburg. Il Gladbach ha fin qui messo a segno 22 gol, subendone 27. Il cammino della Fiorentina è più irregolare. I viola, in Serie A, hanno riscattato il pesante ko contro la Roma (4-0 per i giallorossi all'Olimpico) con un convincente 3-0 casalingo sull'Udinese. In precedenza, i toscani avevano ottenuto una vittoria in extremis e in rimonta contro il Pescara (2-1) e un pareggio interno contro il Genoa (3-3). Se la difesa della Fiorentina concede diverse occasioni agli avversari, l'attacco è uno dei migliori in circolazione, grazie a Kalinic, Bernardeschi e Chiesa: in campionato sono 33 le reti subite, contro le 41 realizzate. 

Borussia Monchengladbach e Fiorentina sono due squadre che possono contare su attaccanti davvero molto interessanti. Quali sono i bomber da tenere d'occhio? La formazione ospite può contare su Nikola Kalinic, centravanti croato che ha appena rifiutato un'enorme offerta proveniente dalla Cina per restare a Firenze. Kalinic ha realizzato in Serie A 10 gol in 21 presenze, che si somnano alle 4 messe a segno in Europa League in 5 gettoni. I viola possono contare anche su Federico Bernardeschi, jolly da 10 centri in campionato, 1 in Coppa Italia e 1 in competizini europee. Attenzione inoltre a Khouma Babacar, riserva naturale di Kalinic che può vantare fino a questo momento 5 centri in Serie A e 4 in Europa League. Nel Borussia Monchengladbach due sono i principali bomber a disposizione del tecnico Dieter Hecking: Thorgan Hazard e Lars Stindl. Il primo è il fratello dell'Hazard del Chelsea, che in Bundesliga ha realizzato 5 reti in 17 match disputati. Il capocannoniere del club è tuttavia Stindl, con 6 centri in 18 gettoni. Nel conteggio va inserito ovviamente anche Raffael (5 gol) ma l'attaccante brasiliano salterà quasi sicuramente l'andata contro la Fiorentina.

, in programma per l'andata dei sedicesimi di finale di Europa League, è una gara completamente inedita. Mai nella loro storia le due squadre si erano affrontate prima d'ora. Vale però la pena spendere alcune parole sui precedenti del Borussia Monchengladbach contro squadre italiane: nessuna di queste è riuscita a vincere tra le mura del Borussia Park. Il bilancio complessivo dei tedeschi contro i club della Serie A in 14 partite è di 4 vittorie, 7 pareggi e 3 sconfitte. Pessimo, invece, lo score della Fiorentina con squadre della Germania (che in questo paese non ha mai vinto): in 10 partite i viola hanno collezionato 2 soli successi, 3 pareggi e 5 ko. Bisogna comunque dire che il percorso della Fiorentina in Europa League è stato piuttosto convincente. La fase a gironi si è conclusa con il primo posto nel gruppo J, davanti al PAOK. I toscani hanno ottenuto 10 punti, frutto di 4 vittorie, 1 pareggio e 1 sola sconfitta. Dall'altra parte, il Borussia Monchengladbach arriva in Europa League dopo il terzo posto nel girone C, quello con Barcellona, Manchester City e Celtic. In Europa i tedeschi hanno ottenuto 5 punti, frutto di 1 vittoria, 2 pareggi e 3 ko. 

Sarà diretta dall'arbitro spagnolo Jesus Gil Manzano e, per l'andata dei sedicesimi di finale di Europa League 2016-2017, va in scena giovedì 16 febbraio alle ore 19. La Fiorentina gioca in trasferta l’incontro di andata essendosi classificata al primo posto nel girone di qualificazione, nel quale ha ottenuto 13 punti, con 4 successi, un pareggio ed una sconfitta, con 15 reti realizzate e 6 subite.

La formazione tedesca, allenata da Hecking arriva invece da una prima fase di stagione nella quel ha giocato la Champions League, inserita nel girone che comprendeva il Barcellona ed il Manchester City, ed è riuscita a conquistare il terzo posto che dà diritto al ripescaggio in Europa League, con 5 punti, frutto di 1 vittoria, due pareggi e 3 sconfitte, con il suo attacco che è stato capace di segnare 5 reti, subendone 12.

Nei rispettivi campionati nazionali le due formazioni non sono in questo momento tra le qualificate per le coppe, con la Fiorentina che occupa l’ottava posizione con 40 punti dopo la vittoria netta, 3 – 0 con l’Udinese nell’anticipo di sabato scorso, ed il Borussia che in Bundesliga occupa il decimo posto con 26 punti, con un ruolino di marcia che parla di 8 sconfitte a fronte di 5 pareggi e 7 vittorie, compresa quella nell’ultimo turno di campionato ottenuta in trasferta sul campo del Werder Brema.

Una gara che per la Fiorentina si presenta difficile, vista la grande esperienza internazionale della formazione tedesca, ed il fatto di giocare in uno stadio solitamente molto caloroso e nella quale sarà molto importante per i viola cercare di andare a rete in vista poi del ritorno al Franchi nella settimana successiva. Dopo la gara persa nettamente a Roma, la formazione di Paulo Sousa si è ampiamente rifatta contro l’Udinese nell’ultimo turno, con un netto 3 – 0 firmato dalle reti di Borja Valero, Babacar e Bernardeschi su rigore, con quest’ultimo che è stato anche il migliore nelle fila dei gigliati. La risposta che l’allenatore portoghese cercava dai suoi ragazzi e che ha convinto anche il pubblico accorso al Franchi.

Nell’ultima gara disputata in Bundesliga il Borussia Monchengladbach ha espugnato il terreno del Werder Brema con il risultato finale di 1 – 0 grazie ad una rete messa a segno dopo soli 12 minuti di gioco da Thorgan Hazard, che ha sfruttato con un tiro terminato all’angolino sinistro un passaggio di Kramer. La partita non è stata di eccezionale livello, ed i padroni di casa dopo essere passati in svantaggio hanno cercato in tutti i modi di pareggiare, ma la difesa del Borussia ha tenuto, non concedendo grosse occasioni da rete agli avversari. Al Borussia Park i padroni di casa scendono in campo con il 4-2-3-1 nel quale davanti al portiere Sommer si schierano Wendt e Jantschke sulle fasce, con Cristensen e Vestergaard centrali. La line di centrocampo è formata da Herrmann, Dahoud, Kramer e Johnson, a sostegno delle due punte che sono Hazard, autore della rete contro il Werder Brema, e Hahn.

La risposta della Fiorentina di Paulo Sousa con il consueto 3-4-1-2 nel quale Kalinic torna a prendersi il posto di titolare come punta avanzata. In difesa dovrebbe rivedersi Sanchez, escluso in campionato per squalifica, e l’allenatore portoghese spera che la botta rimediata da Vecino contro l’Udinese non sia niente di grave, ma in alternativa ha pronto l’ultimo arrivato, l’ex Empoli Saponara, che ha esordito a partita in corso contro i friulani.

Per quanto riguarda le quote delle scommesse relative a questo incontro, l’agenzia Snai propone il successo della formazione tedesca a 2,05, con la quota del pareggio fissata a 3.40 e quella del successo della formazione viola a 3,70. Eguali le quote proposte per le scommesse sull’under e sull’over, entrambe fissate a quota 1,85.

Borussia Monchengladbach-Fiorentina sarà trasmessa in diretta tv dai canali della pay tv del satellite: dovete andare su Sky Sport 1 o Sky Calcio 1, con la possibilità di assistere alla partita anche in diretta streaming video attivando senza costi aggiuntivi l'applicazione Sky Go. Ricordiamo inoltre che su Sky Super Calcio va in onda il programma Diretta Gol Europa League, che trasmette in tempo reale highlights e gol da tutti i campi collegati. 

© Riproduzione Riservata.