BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Probabili Formazioni/ Monchengladbach-Fiorentina: gli assenti del match. Quote, le ultime novità live (oggi Europa League 2017)

Probabili formazioni Monchengladbach-Fiorentina: le quote e le ultime novità live sulla partita che si gioca al Borussia Park per l'andata dei sedicesimi di finale di Europa League

Foto LaPresseFoto LaPresse

Diamo un'occhiata ai probabili assenti di Borussia Monchengladbach-Fiorentina, cominciado dai padroni di casa. I tedeschi devono fare a meno di numerosi giocatori, alcuni dei quali pedine fondamentali nello scacchiere del tecnico Dieter Hecking. Il primo nome da sottolineare è quello di Raffael, attaccante 31enne alle prese con un problema alla coscia: difficilmente il tecnico Dieter Hecking riuscirà a recuperare il proprio centravanti. Ai box anche Mamadou Doucourè, operato da poco, ma in ogni caso non presente in lista UEFA, insieme a Nicolas Moritz e Gianluca Rizzo. Difficilmente ci sarà il difensore Timothée Kolodziejczak, in ritardo di condizione; out anche l'altro centrale Marvin Schulz per un problema agli adduttori. Nella Fiorentina non ci sarà Federico Chiesa, assente per squalifica, oltre al portiere Bartolomiej Dragowski. 

Borussia Monchengladbach e Fiorentina possono disporre all’interno delle rispettive rose di diversi giocatori di spessore ed esperienza internazionale. Ma quali sono i migliori per rendimento ed importanza tattica. Nelle file dei tedeschi è fondamentale l’apporto che è capace a dare il giovane mediano Kramer già campione nel Mondo nel mondiale brasiliano. Un giocatore che abbina forza fisica a visione di gioco e qualità tecnica. Imprescindibile è anche l’apporto che sta dando quest’anno il giovane Hazars: estro ma anche tanta efficacia sotto porta con assist e reti. In casa viola in questo momento sono i tre giocatori che si stanno dimostrando tra i migliori. Il giovane laterale Federico Chiesa sta dando brio, velocità ed anche una buona tecnica alla fase offensiva dei toscani. Altrettanto importante si sta rilevando Milan Badelj, catalizzatore e metronomo di tutte le giocate offensive. Infine fari puntati di Bernardeschi. Per lui in questa stagione sono decisamente importanti: 10 gol realizzati, tanti assist e giocate in grado di infiammare il pubblico.  

Sono diversi i giocatori attesi come annunciati protagonisti di questa sfida. Tra le fila del Borussia Monchengladbach è dato in grandissima forma il trequartista offensivo belga Thorgan Hazard che in questa stagione ha un ottimo bottino di 5 reti in 17 gare disputate. Altro giocatore molto atteso dai tifosi di casa è l’attaccante Lars Stindl autore di 6 gol in 18 gare. In casa Fiorentina le aspettative sono alte soprattutto nei confronti dell’attaccante croato Nikola Kalinic che nelle ultime settimane è apparso un po’ in affanno. Tuttavia resta elemento essenziale per il gioco viola. Assieme a lui c’è lo spagnolo Borja Valero che proprio la scorsa gara di campionato ha ritrovato la via della porta ad un anno di distanza dall’ultima volta e soprattutto il talentuoso Bernardeschi. Giocatore dotato di grande forza fisica e velocità di gamba che gli permette di essere pericoloso praticamente da tutte le zone del fronte d’attacco. Infine, va menzionato il giovane Federico Chiesa che sembra potere seguire le orme del padre Enrico. 

La Fiorentina di Sousa, affronterà oggi il Borussia Monchengladbach nei sedicesimi di finale dell’Europa League: il match è chiaramente di grande livello e per questo le probabili formazioni in campo questa era saranno composte, dove possibile dai titolari e dai migliori elementi che le due rose possono fornire. Se diamo un occhio al reparto difensivo notiamo come sia per Sousa he per il tecnico tedesco Hecking tra le certezze anno enumerate anche due terzini sinistri, ovvero il viola Davide Astori e il bianconeroverde Oscar Wendt. Il primo preso in considerazione è il difensore della Fiorentina classe 1987 e in maglia viola  solo lo scorso luglio dal Cagliari: per Astori il bilancio stagionale ci racconta di 21 presenze in campionato on un gol, 4 partecipazioni in Europa League da titolare e una sola in Coppa Italia. Oscar Wedt è invece il terzino sinistro originario della Svezia, classe 1985, approdato al Borussia Monchengladbach nel lontano 2011: per il difensore la stagione  calcistica 2016-2017 ha segnato a bilancio finora 18 presenze in Bundesliga con un gol e un assist, oltre a 5 partecipazioni in Champions League e 3 nella Coppa DFB.  

A meno di 12 ore dall’inizio del match valido per l’andata dei sedicesimi di finale di Europa League diversi dubbi assillano gli allenatori delle due formazioni. In particolare, nelle fila del Borussia Monchengladbach, non ha ancora deciso chi schierare al fianco di Kramer in mediana tra Schulz (55%) e Dahoud (45%) con il primo in vantaggio. Dubbio anche per la scelta del partner offensivo del belga Hazard: Stindl (65%) è in pole position ma non è da escludere l’opzione che porta alla svizzero Drmic (35%). In casa Fiorentina sono diversi i ballottaggi che assillano mister Paulo Sousa partendo dal ruolo di estremo difensore con Sportiello (55%) che potrebbe anche esordire. In difesa Sanchez (65%) è ancora favorito su Tomovic (35%) mentre Kalinic (55%) dovrebbe tornare al centro dell’attacco al posto di Babacar (45%) che quindi si andrebbe ad accomodare in panchina.  

, partita valida per l’andata dei sedicesimi di finale di Europa League 2016-2017, va in scena giovedì 16 febbraio alle ore 19. Al Borussia Park si sfidano due squadre che sono in ritardo nei rispettivi campionati, ma che hanno una rosa tra le più competitive in questo torneo; per i tedeschi il momento è certamente migliore e dal cambio in panchina le cose sono andate sempre più in crescendo, ma anche i viola arrivano da una convincente vittoria in Serie A e adesso ritrovano una dimensione nella quale sono sempre stati protagonisti nelle ultime stagioni. Jesus Gil Manzano, arbitro spagnolo, dirigerà la partita del Borussia Park; in attesa del calcio d’inizio diamo allora uno sguardo più approfondito alle probabili formazioni di Borussia Monchengladbach-Fiorentina.

Per Borussia Monchengladbach-Fiorentina, andata dei sedicesimi di finale di Europa League 2016-2017, le quote proposte dall’agenzia di scommesse Snai ci forniscono i seguenti dati: la vittoria del Borussia Monchengladbach (segno 1) vale 2,05; il pareggio (segno X) è quotato 3,40 mentre la vittoria della Fiorentina (segno 2) vi permetterà di guadagnare 3,70 volte la somma che avrete deciso di puntare.

Il Gladbach è passato stabilmente al 4-2-3-1: abbandonati gli esperimenti di difesa a tre di inizio stagione, adesso la squadra si fonda sulla coppia di mediani formata da Dahoud e Kramer, due giocatori che hanno tanta qualità. Il secondo è di fatto un titolare aggiunto in nazionale, il secondo a dispetto della sua giovane età ha già esperienza e si sta facendo notare a livelli più alti (la Juventus pare lo stia monitorando con attenzione). Ci sono poi due giocatori offensivi che allargano benissimo il gioco: Herrmann, che ha finalmente risolto i suoi problemi fisici, e Stindl che questa sera dovrebbe tornare titolare in luogo di Fabian Johnson, in una staffetta che comunque potrebbe vedere un avvicendamento a partita in corso. Con il nuovo modulo sono esaltati anche i valori di Thorgan Hazard, finalmente non più soltanto “il fratello di Eden” ma anche un giocatore che sa far fare il salto di qualità ai compagni che beneficiano dei suoi assist, per esempio la prima punta Hahn (che si gioca il posto con Drmic). In difesa, l’anima è scandinava: Vestergaard e Christensen sono i due centrali, sulle fasce potrebbe esserci un avvicendamento sulle fasce con Korb e Schulz pronti a giocare dal primo minuto. Anche in porta c’è il valore aggiunto: Yann Sommer, portiere titolare della nazionale svizzera, è uno dei migliori nel suo ruolo anche se spesso sottovalutato.

Senza Federico Chiesa, Paulo Sousa può affidarsi a Cristian Tello per la corsia: sarebbe una soluzione offensiva, ci può stare per la necessità di aggredire la gara ma in questo senso il tecnico portoghese dovrà chiedere tanto lavoro di copertura ai due mediani, che dovrebbero essere Badelj e Vecino (dunque Borja Valero dovrebbe giocare regolarmente sulla trequarti, insieme a Bernardeschi). Tello comunque dovrebbe partire dalla sinistra, dove è più efficace; dall’altra parte è possibile che il titolare scelto sia Cristoforo, l’alternativa è quella di portare l’ex Barcellona a destra e far così giocare sulla fascia mancina uno tra Milic e Maxi Olivera (e questa sarebbe certamente una soluzione che bada maggiormente a contenere). Si vedrà, mentre è certo il fatto che in attacco ci sarà il recuperato Nikola Kalinic, che ha già avuto modo di testare il campo nella partita di campionato contro l’Udinese. In difesa invece sono certi della maglia dal primo minuto Gonzalo Rodriguez e Astori, a protezione di Tatarusanu; resta da definire il terzo ruolo, in vantaggio Carlos Sanchez che era squalificato in campionato ma potrebbe esserci spazio anche per uno tra Tomovic e Salcedo (meno possibilità per De Maio).