BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Probabili formazioni Serie B/ News, gli schieramenti delle partite: attenzione ai diffidati (17-18-19-20 febbraio 2017, 26^ giornata)

Probabili formazioni Serie B news, gli schieramenti delle partite della 26^ giornata: le scelte degli allenatori, i moduli e i titolari (17-18-19-20 febbraio 2017)

LaPresse LaPresse

Le probabili formazioni della Serie B sono condizionate anche dalle diffide che mettono in crisi gli allenatori. Certi giocatori infatti di fronte a un cartellino giallo potrebbero saltare la prossima partita. Il dubbio quindi è se pensare all'immediato oppure preservare diversi calciatori in vista di appuntamenti più importanti. La situazione è piuttosto complicata per il Cesena di Andrea Camplone che nella gara dell'Arechi contro la Salernitana ha diffidati Balzano, Cascione, Laribi, Perticone, Renzetti e Schiavone con quest'ultimo che è squalificato. L'unica squadra a non avere nessun diffidato è il Frosinone che nella gara dell'Arena Garibaldi contro il Pisa dove invece rischiano in due: Crescenzi e Di Tacchio. E' andata bene invece per l'Hellas Verona che ha diffidati Romulo e Siligardi ma entrambi fuori per problemi fisici. Sono molti i diffidati anche del Benevento: Ceravolo, Chibsah, Ciciretti, Cissè e Lucioni. Staremo a vedere chi con un giallo sarà costretto a stare fermo.

Andiamo a dare un'occhiata ai giocatori squalificati e che quindi non potranno trovare spazio nelle probabili formazioni di Serie B. Il giudice sportivo ha fermato per ben tre turni Mbakogu del Carpi: l'attaccante era stato espulso in seguito a una doppia ammonizione ma la sua posizione è peggiorata a causa di espressioni ingiuriose rivolte ai danni dell'arbitro. Stop di un turno a Baraye e Catellani (Entella), Di Matteo (Latina), Cani e Masucci (Pisa), Palumbo (Ternana), Mengoni (Ascoli) e Vita (Vicenza). Da segnalare inoltre un'ammenda di 10.000 euro per il Bari e una di 2.000 per il Brescia.

Nel fine settimana torna il campionato di Serie B con la 26^ giornata, quinta del girone di ritorno. Andremo ad analizzare partita per partita le probabili formazioni che scenderanno in campo per questa giornata, con focus sugli indisponibili e su come potranno condizionare l'andamento della gara.

L’anticipo di questa giornata è Latina-Novara. Dopo l'espulsione subita a Benevento per somma di ammonizioni, il laterale sinistro Di Matteo non sarà a disposizione del tecnico del Latina Vivarini in vista di questa gara. Pronto un 3-4-3 con Brosco, Dellafiore e Coppolaro confermati davanti a Pinsoglio, con unica novità a centrocampo lo schieramento di Nica per coprire il buco lasciato da Di Matteo. Nel Novara, invece, Boscaglia è indeciso se schierare la difesa a 3 con conseguente centrocampo a 5, o un 4-4-2. In ogni caso la novità rispetto all'ultima gara di campionato dovrebbe essere il rientro di Sansone al posto di Macheda nel ruolo di attaccante al fianco di Galabinov.

Sabato alle 15:00 c'è Bari-Ternana. La formazione di casa, grazie agli acquisti della campagna invernale di calciomercato, ha rinforzato la rosa soprattutto nel reparto avanzato. Il tecnico Colantuono è pronto, infatti, a rilanciare il neo-acquisto Floro-Flores, già in gol a Cesena, ed affiancargli bomber Maniero. Probabile partenza dalla panchina, invece, per Raicevic, anch'egli appena arrivato in terra pugliese. Per quanto concerne il modulo, la soluzione prevista dovrebbe coincidere con il 4-3-1-2. Dopo il K.O. indigesto nel derby, la Ternana è pronta a ripartire con Gautieri con un modulo a specchio rispetto al Bari che dovrebbe vedere la conferma di Falletti e Pettinari dietro all'unica punta Avenatti. Non sono da escludere delle modifiche anche in difesa, con Contini e Masi che scalpitano per ritrovare la maglia da titolare.

Il Brescia affronta in trasferta il Carpi di Castori. I lombardi, reduci da un 1-1 insoddisfacente contro il Pisa, ripartono con un 3-5-2 che vede la conferma di Caracciolo in avanti, con il probabile rientro di Torregrossa a fargli da spalla al posto di Bonazzoli, apparso poco concreto nelle ultime giornate. In casa Carpi, invece, la squalifica per 3 giornate di Mbakogu costringe Castori a riformulare il suo schema, che potrebbe passare dal 4-4-2 al 4-5-1 con Lasagna lasciato unica punta e con l'inserimento di un esterno offensivo come Di Gaudio, escluso nella trasferta di Frosinone.

Il Cittadella è invece atteso dalla sfida casalinga contro l'Avellino. Dopo il buon punto di Novara, i veneti potrebbero schierarsi con un sistema più offensivo davanti ai propri tifosi, magari con il 4-3-1-2 visto per gran parte del girone di andata. In questo caso Schenetti recupererebbe una posizione da trequartista, con Arrighini che recupera la maglia da titolare accanto a Litteri al posto di Iunco. Nell'Avellino, invece, sono giunte indicazioni importanti al tecnico Novellino dal successo contro la capolista Verona: Djimsiti e Jidayi sono una coppia affidabile al centro della difesa, così come è apparsa buona la soluzione di Perrotta a sinistra come terzino. In avanti dovrebbe giocare come unica punta Ardemagni, poco abituato al lavoro in coppia, con alle sue spalle Verde e Belloni alti in un centrocampo a 5.

E’ sfida importante anche a Perugia, dove i locali di Bucchi attendono l'Entella. Dopo il successo nel derby, il tecnico umbro confermerà il 4-3-3 con tutto l'11 in blocco. Il giovane Francesco Forte, autore di due reti contro il Brescia, potrebbe contendersi una maglia da titolare con Samuel Di Carmine, mentre Mustacchio e Guberti saranno al loro posto come esterni offensivi. Dall'altra parte, l'allenatore dei liguri Breda sarà costretto a rinunciare per squalifica a Catellani, sostituito in attacco da Davide Diaw, punta di origini senegalesi. A centrocampo, accanto all'inamobivile capitano Troiano, potrebbe trovare posto Jadid al posto di Moscati.

La Pro Vercelli affronta il Benevento in un delicato testa-coda in termini di classifica. I piemontesi saranno costretti a rivedere il proporio 3-5-2 che ha fatto acqua contro lo Spezia; in porta lo squalificato Provedel sarà rimpiazzato da Zaccagno, mentre in difesa potrebbe uscire Luperto e dare spazio a Konatè. In attacco La Mantia è quasi sicuro di una maglia da titolare, mentre molti più dubbi ci sono sul suo partner di reparto, che dovrebbe alla fine essere Comi e non Morra. Baroni, invece, schiera il suo Benevento con il classico 4-2-3-1: in avanti lo scatenato Ciciretti proverà ad essere la spina nel fianco sul lato destro della Pro Vercelli, mentre Ceravolo si contende con Cissè il posto da prima punta.

Match difficile per la Salernitana, attesa dall'impegno casalingo contro un Cesena ringalluzzito dalla partita in coppa contro la Roma. Nei campani spazio ad un 4-3-3 con unica novità l'inserimento di Odjer al posto di Minala in mediana, con Ronaldo e l'ottimo Busellato al suo fianco. In difesa potrebbe scontare un turno di riposo anche Luca Bittante, al cui posto sulla sinistra rientra Vitale. Nel Cesena la novità è il passaggio al 3-5-2, con Ciano che dovrebbe fare coppia con Cocco in attacco e non più partire dalla fascia.

Al Picco si gioca Spezia-Trapani. I liguri, reduci dal successo a Vercelli, dovrebbe avere la conferma di Di Carlo per il 4-3-3: in difesa il capitano Terzi è pronto a rilevare Ceccarono al fianco di Valentini, mentre nella mediana a 3 Pulzetti potrebbe rilevare Errasti. In attacco spazio a Fabbrini, Piccolo e Granoche da unica punta. Nelle fila del Trapani, probabile la conferma del 3-5-2 da parte di Calori, con Nizzetto pronto a rientrare a centrocampo al posto di Maracchi, e Manconi che potrebbe esordire con Curiale in attacco.

Il Vicenza attende al Menti l'Ascoli di Aglietti. Per contrastare la spinta degli esterni marchigiani, Bisoli potrebbe schierare un 4-4-2 di contenimento e rinunciare ad un esterno offensivo; in attacco giocherebbero, così, in coppia, sia Ebagua che il nuovo arrivato De Luca. Nell'Ascoli, non sono passate inosservate le ottime prestazioni di Orsolini e Manconi, che dovrebbero avere il consenso di Aglietti per un'altra gara da titolari, anche se ciò significherebbe lasciare fuori nuovamente Daniele Cacia.

Il Pisa di Gattuso gioca contro il Frosinone. L'ex giocatore rosso-nero dovrebbe optare per la conferma del 4-2-3-1, ma dovrà fare a mano di Masucci e Cani squalificati; al loro posto pronti in attacco Manaj e Gatto, con Golubovic che scala ad esterno di attacco. Nel Frosinone, Marino potrebbe ritornare al 4-4-2 e dare spazio nuovamente a Paganini in posizione di esterno destro al posto di Fiamozzi. In attacco confermata la solida coppia Ciofani-Dionisi.

Chiude questa giornata di B il posticipo fra Verona e Spal. La squadra allenata da Pecchia, dopo la brutta prestazione offerta ad Avellino, si affida al rientro di Pazzini al centro dell'attacco con Gomez e Luppi ad agire da esterni, mentre Siligardi dovrebbe partire di nuovo dalla panchina. Nella Spal, che deve cancellare la sconfitta dell'andata, il 3-0 di Entella ha dato ottimi riscontri al 3-5-2 di Semplici, pronto alla sua conferma con Floccari ed Antenucci scelti nel ruolo di attaccanti. A centrocampo l'unica possibile novità potrebbe essere offerta da Del Grosso, pronto a giocare a sinistra al posto di Costa.

© Riproduzione Riservata.