BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Pagelle/ Pescara-Genoa (5-0): Fantacalcio, i voti della partita (Serie A 2016-2017, 25^ giornata)

Pagelle Pescara-Genoa: Fantacalcio, i voti della partita che si è giocata domenica 19 febbraio ed è stata valida per la venticinquesima giornata del campionato di Serie A 2016-2017

Foto LaPresseFoto LaPresse

Ecco le pagelle finali di Pescara-Genoa: i voti a tutti i protagonisti nella partita dello stadio Adriatico. Il Pescara rinasce con Zeman e travolge il Genoa con un pesantissimo cinque a zero. La squadra del boemo si diverte in campo, attacca a ripetizione seminando il panico tra le maglie rossoblu. Caprari firma una doppietta, Benali, Cerri e l'autorete di Orban completano il quadro.

I biancazzurri entusiasmano il poco pubblico dell'Adriatico. Una cinquina che ridà qualche speranza di salvezza agli uomini di Zeman. La prestazione ha imbarazzato parecchio Ivan Juric e i tifosi del grifone. Difesa in ginocchio, manovra offensiva totalmente inesistente. Arbitra una gara di facile lettura. Forse troppo severo in alcune situazioni con i cartellini.

Il Pescara inchioda il Genoa nel primo tempo dell'Adriatico, con tre gol all'attivo. La squadra di Juric deve raccogliere il pallone in fondo al sacco dopo appena quattro minuti di gioco, quando Cerri infila Lamanna e Orban con una conclusione che finisce sotto le gambe del difensore. I liguri provano a scuotersi, ma attorno al ventesimo arriva il raddoppio con Caprari che beffa Lamanna con un tocco di punta velenoso. I ragazzi di Zeman si esaltano e continuano a macinare gioco. Nel Genoa entra Goran Pandev, ma la musica non cambia. Al trentunesimo combinazione splendida dei delfini in velocità, Benali si fa trovare solo davanti a Lamanna e con una giocata ravvicinata infila in fondo al sacco. Intervallo allo stadio Adriatico, dove si sta scaldando anche Mauricio Pinilla. I tifosi del Genoa, intanto, hanno abbandonato lo stadio delusi dalla prestaizone della squadra.

La truppa di Zeman cerca di superare i propri limiti con la forza dell'entusiasmo. Il risultato del primo tempo è sorprendente, ma meritato. In attacco sta facendo ciò che gli pare. E' lui ad aprire le danze, mettendo in discesa il pomeriggio all'Adriatico.

Non è stato quasi mai impegnato, primo tempo da spettatore.

Grifone non pervenuto in questo primo tempo. Si fa notare solo per gravissimi errori in fase difensiva. Lotta su ogni pallone, ma non riesce ad emergere nel grigiore generale. Prestazione da dimenticare, un po' come per tutta la difesa rossoblu. Non esce, sembra distratto. Tre gol pesanti sul groppone. (Jacopo D'Antuono)