BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

DIRETTA / Manchester City-Monaco (risultato finale 5-3) info streaming video e tv: indigestione di gol all'Etihad! (Champions League 2017 Canale 5)

Diretta Manchester City-Monaco: info streaming video e tv, probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita che si gioca per l'andata degli ottavi di Champions League

Diretta Manchester City-Monaco (LaPresse)Diretta Manchester City-Monaco (LaPresse)

Tempo scaduto all'Etihad Stadium, il Manchester City si aggiudica il primo round contro il Monaco, la squadra di Guardiola vince per 5 a 3 ma non ipoteca affatto il passaggio ai quarti di Champions League, stasera gli uomini di Jardim hanno giocato benissimo dando spettacolo a tratti con Falcao e al ritorno nel Principato basterà loro vincere con due gol di scarto per qualificarsi. Nei minuti finali, nonostante la stanchezza, le due squadre non rinunciano a giocare a mille, anche se giustamente i padroni di casa avanti di due gol pensano ad abbassare un po' i ritmi e a tenere palla per non dar modo agli ospiti di rifarsi sotto e magari accorciare le distanze proprio nel recupero, dopo tutti gli sforzi compiuti da Aguero e compagni per ribaltare una situazione a loro sfavorevole. 

Quando mancano solamente cinque minuti al novantesimo continuano a sprecarsi i colpi di scena all'Etihad Stadium, adesso il Manchester City è avanti sul Monaco per 5 a 3. Anche in quest'ultimo quarto d'ora di gioco si sprecano i capovolgimenti di fronte e le occasioni da gol per entrambe le squadre. Al 71' Aguero fa doppietta calciando al volo il pallone sugli sviluppi di un calcio d'angolo, l'argentino fa partire un destro imprendibile per Subasic che questa volta non ha proprio nessuna responsabilità e non poteva fare assolutamente niente per bloccare la conclusione del Kun. E a proposito di gente che stasera ha qualcosa da farsi dimenticare, al 77' Stones - che in velocità è stato letteralmente sovrastato da Aguero - completa la rimonta firmando la rete del 4 a 3 con la quale i padroni di casa tornano a condurre. All'80' Subasic con un grande intervento nega la tripletta ad Aguero, ma due minuti più tardi i citizens mettono definitivamente la freccia con il quinto gol che porta la firma di Sané, aumentano esponenzialmente i rimpianti per gli ospiti per il rigore sbagliato da Falcao sul 2 a 1. All'84' altro intervento decisivo di Caballero su Falcao, il portiere del Manchester City impedisce al colombiano di portarsi il pallone a casa. 

Al venticinquesimo minuto del secondo tempo il punteggio di Manchester City-Monaco vede la formazione di Jardim avanti per 3 a 2. Partita non adatta ai deboli di cuore, è successo praticamente di tutto finora e mancano ancora oltre venti minuti al novantesimo. Al 58' gli ospiti perdono palla favorendo la ripartenza micidiale dei padroni di casa finalizzata da Aguero che gonfia la rete con l'evidente complicità di Subasic che si fa scappare il pallone tra le mani come un principiante. Tuttavia il nuovo equilibrio dura appena 3 minuti, al 61' Falcao si fa perdonare per il rigore sbagliato poco fa lasciando sul posto Stones e poi si vendica di Caballero che gli aveva neutralizzato il tiro dagli undici metri con un bellissimo pallonetto che lascia tutti di sasso per il nuovo vantaggio del Monaco. Al 69' il Manchester City reclama un nuovo calcio di rigore per un presunto contatto di area, anche questa volta il direttore di gara lascia correre, sul capovolgimento di fronte successivo Mbappe dà a tutti l'illusione del gol col pallone che scuote l'esterno della rete. 

All'Etihad Stadium è ricominciato dopo l'intervallo il match valido per l'andata degli ottavi di Champions League 2016-2017 tra Manchester City e Monaco, al decimo minuto del secondo tempo il punteggio vede sempre la formazione di Jardim avanti per 2 a 1. Sul finire della prima frazione di gioco Falcao era andato vicino alla doppietta scuotendo l'esterno della rete, ospiti a tratti incontenibili per gli uomini di Guardiola che nell'ultimo quarto d'ora sono andati in confusione. Al rientro in campo i padroni di casa si riversano immediatamente in avanti alla ricerca del pareggio, ma sono sempre i giocatori del Monaco a rendersi pericolosi e al 50' Falcao si procura un calcio di rigore (in un primo momento l'arbitro Lahoz aveva lasciato correre salvo poi essere corretto dal giudice di porta) dopo essere stato atterrato da Otamendi all'interno dell'area, tuttavia dagli undici metri il centravanti colombiano si fa ipnotizzare da Caballero che blocca il pallone salvando il City dall'1-3, un episodio che potrebbe essere decisivo in chiave qualificazione. 

Manchester City-Monaco 1-2 al quarantesimo minuto del primo tempo. Dopo aver subito la rete di Sterling in un primo momento gli ospiti accusano il colpo con un paio di sbandate pericolose in difesa, dopodiché gli uomini di Jardim si riorganizzano in mezzo al campo e si ripropongono in avanti cercando di mettere pressione ai padroni di casa e di indurli all'errore. Cosa che effettivamente avviene al 32' quando gli ospiti pareggiano i conti con Caballero che sbaglia clamorosamente il rinvio, ne approfitta Falaco che in tuffo colpisce di testa il pallone depositandolo in rete alle spalle del portiere avversario. Tutto da rifare per l'undici di Guardiola che al 35' reclamano un calcio di rigore quando Subasic abbatte Aguero all'interno dell'area di rigore, in realtà l'arbitro Lahoz ammonisce il centravanti argentino per una simulazione inesistente, inutili le proteste di Guardiola e degli altri componenti il Manchester City. Un minuto più tardi il Monaco sfiora il 2 a 1 con Mbappe che angola troppo il sinistro, nel frattempo è stato ammonito Sterling, anche lui come Glik era diffidato e dunque non si sarà al ritorno nel Principato. Al 40' a sorpresa i monegaschi ribaltano addirittura il risultato con Mbappe che lascia rimbalzare il pallone e poi lo colpisce con un destro potentissimo che non lascia scampo a Caballero. 

Al venticinquesimo minuto del primo tempo il Manchester City è in vantaggio sul Monaco per 1 a 0. Partita spettacolare all'Etihad Stadium, e non potrebbe essere altimenti considerando gli interpreti in campo, anche se non abbiamo ancora superato il primo terzo di gara i capovolgimenti di fronte già non si contano più. Al 14' Falcao che si stava involando verso la porta di Caballero viene chiuso all'ultimo istante da Otamendi che con un gran recupero scippa il pallone all'attaccante colombiano, squadre lunghissime sul terreno di gioco per la gioia dei appassionati neutrali che davanti al televisore hanno più di un motivo per sobbalzare sul divano. Al 19' sugli sviluppi di un calcio d'angolo Glik sfiora il gol sull'errata valutazione di Yaya Touré che liscia il pallone. Al 23' altro pericolo per il Monaco, De Bruyne mette il pallone in mezzo per Aguero che manca l'impatto con la sfera di pochissimo davanti a Subasic. Al 26' il Manchester City passa in vantaggio, assist di Sané per Sterling che - sul filo del fuorigioco - gonfia la rete portando avanti la squadra di Guardiola. 

All'Etihad Stadium l'arbitro spagnolo Mateu Lahoz ha dato il via alle ostilità tra Manchester City e Monaco che si affrontano per l'andata degli ottavi di Champions League 2016-2017, al decimo minuto del primo tempo il punteggio è fermo sullo 0-0. Sin dal fischio d'inizio le due squadre giocano a viso aperto, gli uomini di Jardim non intendono farsi intimorire dagli avversari e si propongono subito in avanti senza badare più di tanto alle ripartenze dei padroni di casa. Al 3' Subasic salva su Sterling che viene però pizzicato in fuorigioco dal guardalinee, al 6' gli ospiti battono un calcio d'angolo con Yaya Touré che sugli sviluppi del corner colpisce di testa il pallone liberando la propria area di rigore, sul prosieguo dell'azione Lemar cerca la porta di Caballero (che oggi sostituisce Bravo tra i pali) mancando il bersaglio. Da segnalare all'8' l'ammonizione di Glik che era diffidato e dunque salterà il match di ritorno. 

All’Etihad è tutto pronto per Manchester City-Monaco: andiamo subito a vedere quali sono le formazioni ufficiali della partita di Champions League. Pep Guardiola conferma il 4-1-4-1 nel quale Yaya Touré fa lo schermo davanti alla difesa; De Bruyne e David Silva sono gli interni sulla linea di trequarti con Sterling e Leroy Sané che idealmente accompagnano Aguero, in porta Caballero ha la meglio su Claudio Bravo. Nel Monaco è 4-2-3-1: Radamel Falcao unica punta, ce la fa Raggi che affianca Glik in difesa, campo anche per il classe ’98 Mbappé che agirà da esterno sinistro. Il calcio d’inizio è alle ore 20:45, staremo a vedere come andranno le cose tra queste due squadre. 13 Caballero; 25 Fernandinho, 30 Otamendi, 24 Stones, 3 Sagna; 42 Yaya Touré; 19 L. Sané, 17 De Bruyne, 21 David Silva, 7 Sterling; 10 Aguero. A disposizione: 1 Claudio Bravo, 5 Zabaleta, 6 Fernando, 18 Delph, 15 Jesus Navas, 9 Nolito, 72 Iheanacho. Allenatore: Josep Guardiola 1 Subasic; 19 Sidibé, 25 Glik, 24 Raggi, 23 Mendy; 2 Fabinho, 14 Bakayoko; 10 Bernardo Silva, 27 Lemar, 29 Mbappé; 9 R. Falcao. A disposizione: 16 De Sanctis, 38 A. Touré, 34 Diallo, 11 G. Carrillo, 7 Dirar, 8 Joao Moutinho, 18 Germain. Allenatore: Leonardo Jardim 

Sergio Aguero sarà chiamato ad una prestazione da protagonista, nella partita di Champions League tra il suo Manchester City e il Monaco. El Kun risulta il miglior marcatore stagione dei Citizens con 18 gol, suddivisi tra gli 11 di Premier League, i 6 di Champions (3 nei preliminari) e quello firmato in FA Cup. Di recente il presente ed il futuro di Aguero sono stati messi in discussione, dall’ascesa di Gabriel Jesus che però si è infortunato e dalle solite voci della stampa, che vede l’argentino come un possibile partente in estate. Ora però conta solo il campo, se Aguero farà parlare i fatti come suo solito sarà difficile che il Manchester City possa pensare di fare a meno di lui. Anche Yaya Touré sta vivendo una stagione per certi versi contraddittoria: inizialmente fuori rosa, il centrocampista ivoriano è tornato in campo da metà novembre realizzando 6 gol tra campionato ed FA Cup; Touré è peraltro un ex di Manchester City Monaco, avendo giocato con i monegaschi nella stagione 2006-2007. Tanti possibili protagonisti anche tra le fila biancorosse: citiamo Radamel Falcao che quest’anno è tornato su ottimi livelli realizzativi. Per El Tigre 21 reti in 27 presenze complessive, anche al City of Manchester Stadium ci si aspetta da lui una prova maiuscola. 

Sta per arrivare il momento di Manchester City-Monaco: come già detto i transalpini si trovano agli ottavi di Champions League per la seconda volta in tre anni. Nel 2015 il Monaco era arrivato ancora una volta primo nel suo girone (curiosamente al secondo posto si era classificato il Bayer Leverkusen, come in questa edizione del torneo) e aveva incrociato la strada dell’Arsenal. La qualificazione era stata centrata grazie al 3-1 dell’Emirates: in gol erano andati Geoffrey Kondogbia, Dimitar Berbatov e Yannick Ferreira-Carrasco che aveva arrotondato il risultato dopo la rete di Oxlade-Chamberlain per i Gunners. Forti del grande vantaggio, i monegaschi avevano comunque rischiato tantissimo al Louis II: non per la prima volta l’Arsenal aveva giocato un ritorno straordinario e con Olivier Giroud e Aaron Ramsey aveva sfiorato il colpaccio, senza tuttavia riuscire a qualificarsi. Il Manchester City lo scorso anno aveva vinto il suo girone davanti alla Juventus; agli ottavi aveva battuto la Dinamo Kiev in trasferta per 3-1 grazie a Sergio Aguero, David Silva e Yaya Touré (anche qui 0-2, poi gol avversario e terza rete nel finale). Al ritorno era finita 0-0, risultato utile a spingere i Citizens ai quarti. 

Non ci sono precedenti in competizioni UEFA tra il Manchester City e il Monaco. La formazione inglese ha disputato solo 3 partite contro avversari francesi: la prima nel 2008 nella fase a gironi della Coppa UEFA, pareggiata a reti bianche contro il PSG. L’altro doppio incrocio è quello dello scorso aprile, sempre contro i parigini: nei quarti di Champions League il Manchester City pareggiò 2-2 in Francia prima di strappare la qualificazione al ritorno, grazie all’1-0 casalingo firmato da Kevin De Bruyne. 16 sono invece i precedenti tra il Monaco e le squadre inglesi: il primo, anche in questo caso doppio, risale alla stagione 1995-1996; nel primo turno di Coppa UEFA i monegaschi furono eliminati dal Leeds con il punteggio complessivo di 3-1. In questa stagione invece il Monaco si è ritrovato nello stesso girone di Champions League con il Tottenham, battuto per 2-1 sia nella prima sfida a White Hart Lane che nella seconda tra le mura amiche del Louis II. Il bilancio del Monaco contro le inglesi registra 8 vittorie, 4 pareggi e 4 ko con 21 gol segnati e 19 subiti.  

Siamo sempre più vicini a Manchester City-Monaco: per la seconda volta in tre stagioni la formazione del Principato si trova agli ottavi di Champions League. “Abbiamo cambiato molti giocatori da allora ma siamo ancora qui” ha detto il tecnico portoghese, che ha sottolineato come nonostante le variazioni nella rosa il Monaco sia rimasto competitivo a grandi livelli. Rispetto alla squadra che aveva eliminato l’Arsenal infatti “abbiamo soltanto due o tre giocatori rimasti, abbiamo costruito un progetto con giovani calciatori che stanno dimostrando il loro valore”. Jardim ha anche parlato del Manchester City, un’altra inglese sul cammino del Monaco per arrivare ai quarti di Champions: “Sono molto forti nelle ripartenze, quando attaccano hanno cinque giocatori che guardano la porta ma sono anche validi in difesa”. Per avere ragione della squadra di Guardiola dunque il Monaco, secondo il diktat del suo allenatore, dovrà essere in grado di “crear loro situazioni di difficoltà e metterli sotto pressioni. Siamo preparati: li abbiamo studiati nelle loro ultime cinque o sei partite”. 

, diretta dall'arbitro spagnolo Antonio Mateu Lahoz, si gioca alle ore 20:45 di martedì 21 febbraio; presso l'Etihad Stadium va in scena la partita valida per l'andata degli ottavi di finale della Champions League 2016-2017. In campionato i Citizens sono lontani dal titolo e vedono in bilico anche la qualificazione alla prossima Champions. In Coppa d'Inghilterra è arrivato uno zero a zero contro una formazione di serie inferiore, l'Huddersfield, che costringerà il City al replay. Il sorteggio nella massima competizione europea poteva essere però oggettivamente più difficile, anche se il Monaco non sarà di certo un avversario abbordabile. La formazione del Principato, dopo i quarti di finale raggiunti due anni fa in Champions, è riuscita a tornare tra le regine d'Europa ed anche in campionato, nella Ligue 1, sta lottando strenuamente per interrompere il dominio del Paris Saint Germain. 

L'ultimo pareggio sul campo del Bastia ha rappresentato però un mezzo passo falso, considerando il ritmo indiavolato che è necessario mantenere ai monegaschi per sperare davvero di interrompere l'egemonia della squadra della Capitale. Il City dalla sua cerca un acuto in Champions dopo la semifinale raggiunta nella scorsa stagione: l'arrivo di Guardiola in panchina era stato progettato infatti proprio per provare a far assumere al club quella dimensione internazionale che rappresenta l'ultimo tassello mancante dopo l'insediamento della proprietà araba, che ha già messo in cascina due vittorie in Premier League.

All'Etihad Stadium di Manchester si fronteggeranno queste probabili formazioni: City in campo con l'argentino Caballero a difesa della porta, il francese Sagna schierato in coppia con Stones al centro della difesa, mentre come terzino destro sarà impiegato il brasiliano Fernandinho e come terzino sinistro il serbo Kolarov. L'ivoriano Yaya Touré a centrocampo coprirà le spalle al belga De Bruyne e allo spagnolo David Silva chiamati a muoversi per vie centrali, mentre il tedesco Leroy Sané a destra e Sterling a sinistra saranno gli esterni di fascia sulla mediana. In attacco, out il brasiliano Gabriel Jesus dopo un grave infortunio, sarà l'argentino Aguero a prendere il posto di unica punta.

Risponderà il Monaco con il portiere croato Subasic alle spalle di una linea difensiva a quattro con Almamy Touré a destra e Mendy a sinistra come esterni di fascia e il brasiliano Jemerson e il polacco Glik impiegati come centrali. Il portoghese Bernardo Silva a destra e Lemar a sinistra occuperanno invece le fasce a centrocampo, con Bakayoko e l'altro portoghese Joao Moutinho che saranno i centrali sulla mediana. In attacco, Germain farà coppia col bomber colombiano Radamel Falcao.

Per Guardiola 4-1-4-1 confermato, ma il gioco fatto di fitto possesso palla e di trame di passaggi avvolgenti finora non si è pienamente adattato alla realtà inglese, col Manchester City che quasi mai in questa stagione è riuscito a tenere il passo del Chelsea di Conte, che pare destinato alla vittoria. 4-4-2 per il Monaco di Jardim, con l'allenatore portoghese che dopo due stagioni molto faticose è riuscito a centrare con la sua squadra un salto di qualità che ha resto la formazione del Principato competitiva non solo in Europa, ma anche in Francia dove la volata a tre per il titolo della Ligue 1 con Paris Saint Germain e Nizza continua ad essere appassionante. Entrambe le squadre sognano di affacciarsi tra le prime otto d'Europa, ma è chiaro che gli investimenti del City sono stati più massicci, anche se l'infortunio di Gabriel Jesus è stata senz'altro una brutta tegola per Guardiola.

Il Manchester City, soprattutto in questo confronto tra le mura amiche, parte favorito per i bookmaker, con vittoria inglese quotata 1.62 da William Hill, mentre Bwin offre a 5.50 la quota per il blitz esterno monegasco all'Etihad e Bet365 alza fino a 4.20 la quota per l'eventuale pareggio.

La diretta Manchester City-Monaco, martedì 21 febbraio 2017 alle ore 20.45, potrà essere seguita in tv dagli abbonati al digitale terrestre pay sui canali Premium Sport e Premium Sport HD, ma il match sarà trasmesso anche in chiaro per tutti su Canale 5 e in diretta streaming video collegandosi al sito play.mediasetpremium.it per attivare l'applicazione Premium Play che non comporta costi aggiuntivi.

© Riproduzione Riservata.