BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

PROBABILI FORMAZIONI BAYER LEVERKUSEN-ATLETICO MADRID/ Leon Bailey atteso in panchina?. Quote, le ultime novità live (Champions League)

Probabili formazioni Bayer Leverkusen-Atletico Madrid: quote e ultime novità live sulla partita che si gioca alla BayArena ed è valida per l'andata degli ottavi di Champions League

Probabili formazioni Bayer Leverkusen-Atletico Madrid (LaPresse)Probabili formazioni Bayer Leverkusen-Atletico Madrid (LaPresse)

Sempre per le probabili formazioni di Bayer Leverkusen-Atletico Madrid, ricordiamo la composizione delle panchine con i giocatori che dovrebbero accomodarsi a disposizione dei due mister. Per il Bayer Leverkusen saranno probabilmente il portiere di riserva Ozçan, i difensori Hilbert e Jedvaj (ex Roma), i centrocampisti Baumgartlinger e Volland e gli attaccanti Kiessling e Bailey. Attenzione in particolare a Stephan Kiessling, centravanti esperto (33 anni) che in carriera ha segnato 141 gol in Bundesliga (solo 1 però quest’anno). Anche Leon Bailey sarà uno dei jolly che Roger Schmidt potrà gettare nella mischia in caso di necessità: classe 1997, il giovane giamaicano ha ben impressionato con la maglia del Genk, inducendo il Bayer Leverkusen ad anticipare la concorrenza e sborsare oltre 13 milioni di euro nel mercato di gennaio. I panchinari previsti per l’Atletico Madrid sono invece il portiere Moreira, il difensore Gimenez, i centrocampisti Caio Henrique (brasiliano classe 1997), Thomas e Gaitan e gli attaccanti Angel Correa e Fernando Torres. L’argentino Gaitan, arrivato in estate dal Benfica, ha l’esperienza e le qualità tecniche per incidere in qualsiasi momento della partita, mentre Fernando Torres rimane un attaccante capace di diventare letale negli ultimi metri avversari.  

Ricapitoliamo la situazione indisponibili per Bayer Leverkusen ed Atletico Madrid, che si affrontano alla BayArena nell’andata degli ottavi di Champions League. Tra i padroni di casa mancherà il fantasista e numero 10 Hakan Calhanoglu, che la FIFA ha squalificato fino a giugno a causa di un’irregolarità burocratica risalente a qualche anno fa; nel 2011 infatti, il turco classe 1994 firmò un contratto con i turchi del Trabzonspor salvo poi rimanere nella sua squadra di allora ovvero i tedeschi del Karlsruhe. Sei anni dopo, Calhanoglu paga l’episodio con la sospensione fino al prossimo giugno, che ha concluso anzitempo la sua stagione (non può giocare nemmeno in Budesliga). Un assenza pesante per il Bayer Leverkusen che deve rinunciare anche al difensore Jonathan Tah, infortunato ad una coscia. In più il centrocampista e capitano Lars Bender non è al meglio, per una contusione rimediata nell’ultima di campionato contro l’Augsburg (vittoria 1-3). L’Atletico Madrid invece non può schierare due dei suoi difensori titolari: il centrale uruguaiano Diego Godin, out per un problema inguinale e il terzino destro Juanfran, anche lui alle prese con un infortunio alla coscia. Out anche i centrocampisti Thiago (ex Juventus) ed Augusto Fernandez, entrambi infortunati ad un ginocchio. I giocatori diffidati sono infine Henrichs per il Bayer Leverkusen, Filipe Luis e Gabi per l’Atletico Madrid. 

Qualche dubbio di formazione sia per il Bayer Leverkusen che per l’Atletico Madrid. Cominciando dai tedeschi, i ballottaggi riguardano centrocampo ed attacco. Mister Roger Schmidt dovrebbe schierare il cileno Aranguiz e Kampl in mezzo al campo, con Bellarabi e Brandt sulle fasce e coppia offensiva formata da Hernandez e dal giovanissimo Kai Havertz, classe 1999. Un’altra ipotesi è un 4-2-3-1 con Lars Bender inserito a centrocampo al fianco di Aranguiz, Kampl avanzato sulla trequarti e il Chicharito unica punta. Il dubbio principale sembra quindi riguardare l’impiego di Havertz: se il diciottenne dovesse partire titolare, Lars Bender dovrebbe cominciare in panchina. Attenzione però ad un altro dubbio relativo al partner di Hernandez, che come detto potrà essere Havertz ma anche un altro baby: il giamaicano Leon Bailey, arrivato a gennaio dal Genk per oltre 13 milioni di euro. Nell’Atletico Madrid invece un dubbio anche in difesa: riguarda il francese Lucas Hernandez e l’uruguaiano José Gimenez, a far coppia con Savic dovrebbe essere il primo. Per quanto riguarda il centrocampo, Ferreira-Carrasco sembra in vantaggio sull’argentino Gaitan per giocare sulla fascia sinistra, intoccabili invece Saul Niguez e il capitano Gabi. Davanti tutto ruota attorno a Griezmann: chi sarà il suo compagno di reparto: se la giocano Fernando Torres e Kevin Gameiro, quest’ultimo è reduce da tripletta in campionato e sembra aver qualche possibilità in più.  

Si gioca alle ore 20:45 di martedì 21 febbraio; partita valida per l’andata degli ottavi di Champions League 2016-2017. Alla BayArena tornano a sfidarsi due squadre che si erano incrociate a questo esatto punto del torneo due stagioni fa; l’Atletico ne era uscito con una vittoria ai calci di rigore e dunque il Bayer, che raggiunge gli ottavi per il terzo anno consecutivo, va a caccia di riscatto e rivincita. Non sarà facile: le due finali in tre anni hanno dato esperienza e fiducia ad un Atletico che continua a essere una delle squadre più solide in Europa. L’arbitro della partita sarà lo scozzese William Collum; andiamo dunque a dare uno sguardo più approfondito alle probabili formazioni di Bayer Leverkusen-Atletico Madrid.

Per Bayer Leverkusen-Atletico Madrid, valida per l’andata degli ottavi di finale di Champions League 2016-2017, le quote previste dalla Snai ci danno le seguenti informazioni: la vittoria del Bayer Leverkusen (segno 1) vale 3,40, il pareggio (segno X) è quotato 3,15, mentre la vittoria dell’Atletico Madrid (segno 2) vi permetterà di vincere 2,30 volte la somma che avrete deciso di investire.

Buone notizie per Roger Schmidt, che arriva da due vittorie consecutive in campionato e ha recuperato alcuni dei suoi infortunati; nel 4-2-3-1 di partenza dunque ci sarà l’imbarazzo della scelta in alcuni reparti. La tegola è la squalifica di Calhanoglu fino a giugno, per un’assurda vicenda di doppia firma sui contratti risalente al 2011: senza il fantasista turco la qualità sulla trequarti diminuisce. Quello che Schmidt potrebbe fare è avanzare la posizione di Kampl, facendolo giocare alle spalle di Javier Hernandez; in alternativa in quella zona potrebbe giocare Aranguiz, che in ogni caso si candida ad una maglia da titolare al posto dello sloveno o di Bender, appena rientrato da un infortunio. A destra invece agirà Bellarabi, lui pure tornato da un problema fisco; difesa che sembra fatta, con Henrichs che agirà sulla corsia destra e Wendell a sinistra, in mezzo invece Dragovic dovrebbe fare coppia con Omer Toprak.

Diego Simeone è volato in Germania con 19 giocatori: Oblak, fermo da dicembre, ha recuperato ma non è stato ancora convocato, insieme a lui sono rimasti a casa - tra gli altri - Tiago, Godin e Juanfran. Difesa che dunque prevederà ancora Vrsaljko sulla corsia destra, con Lucas Hernandez che dovrebbe essere favorito per agire al centro insieme a Savic (ma c’è un ballottaggio aperto con José Gimenez) mentre a sinistra senza alcun dubbio andrà Filipe Luis. A centrocampo in mezzo dovrebbero esserci Gabi e Koke; a destra pronto a giocare Saul Niguez, a sinistra possibilità per Gaitan anche se a sorpresa il titolare in mediana potrebbe essere Thomas, cosa che naturalmente manderebbe Koke ad agire da finto esterno come accadeva prevalentemente qualche stagione fa. Davanti non ci sono dubbi: al fianco di Griezmann agirà Gameiro che è reduce da una tripletta in campionato, ma attenzione a Fernando Torres che nel secondo tempo potrebbe essere l’arma in più.