BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

SPUTI SUL BARCELLONA/ Per Dani Alves "dirigenti falsi e ingrati", Piqué difende Luis Enrique: "Prima di lui eravamo nella m...!"

Veleni Barcellona: la crisi blaugrana porta alla luce diverse situazioni di conflitto. Dani Alves da Torino attacca i suoi ex dirigenti, Pique se la prende con il pubblico del Camp Nou...

Pique e Arda Turan in azione (Foto: Lapresse)Pique e Arda Turan in azione (Foto: Lapresse)

La situazione di difficoltà del Barcellona, lontano dalla vetta nella Liga e reduce dal 4 a 0 in Champions League subito agli ottavi dal Psg, sta portando alla luce una parte di quei veleni che i successi blaugrana sembravano essere riusciti a seppellire. Un esempio? Prendiamo Dani Alves, il terzino della Juventus che non le ha mandate a dire all'ex dirigenza, colpevole di non aver rispettato la sua storia catalana: "I dirigenti furono falsi e ingrati, non mi rispettarono. Loro non sanno trattare con i giocatori". Allo stesso tempo, però, c'è chi è ancora ben addentrato nelle questioni del Barca, come Gerard Piquè, il difensore blaugrana che non sembra avere preso bene il comportamento del pubblico del Camp Nou dopo le recenti sconfitte: "Quando è arrivato il mister eravamo nella m... e con lui abbiamo vinto il triplete. Mi piacerebbe che si guardasse indietro e si vedesse tutto il lavoro che ha fatto con noi. Stiamo cercando, tutti insieme, di superare questo momento. Io ho fiducia, con la squadra che abbiamo mi risulta difficile pensare che questa stagione non finirà bene. Capisco che i tifosi non siano contenti ma non sono d'accordo col modo in cui lo esprimono. Questa squadra e questo allenatore hanno vinto otto titoli. Non riesco a credere che la memoria sia così corta". L'ingratitudine umana riguarda anche il calcio e persino le squadre più vincenti: e non è un caso che i veleni a Barcellona stiano venendo fuori quando uno dei cicli più importanti della storia sembra essere giunto al capolinea.

© Riproduzione Riservata.