BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

DIRETTA/ Fenerbahçe-Krasnodar (risultato finale 1-1) info streaming video e tv: finita! Fenerbahce, sei fuori (oggi, Europa League 2017)

Diretta Fenerbahçe-Krasnodar: info streaming video e tv, probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita valida per il ritorno dei sedicesimi di Europa League

Foto LaPresseFoto LaPresse

Al 71esimo Dick Advocaat è costretto a sostituire il portiere Volkan Demirel, infortunato. Al suo posto entra Fabiano. Nella stessa occasione il tecnico olandese decide di confermare i due cambi prenotati in precedenza, esaurendo dunque tutte le sostituzioni a disposizione in una sola circostanza. Fanno il loro ingresso in campo Volkan Sen e Fernandao mentre escono Ozabayrakli e Sow. Nonostante la mini-rivoluzione i turchi continuano a esprimere le stesse difficoltà mostrate in precedenza. Kaborè viene ammonito. Fernandao ci prova con un mancino potente ma impreciso. Cambio intanto per il Krasnodar: entra Mauricio Pereyra, esce Podberezkyn. Il giocatore appena entrato si fa ammonire dopo pochissimi minuti. Lens trova Fernandao con un cross da calcio piazzato ma il colpo di testa che segue è troppo centrale. Lens va al tiro dal liite ma non inquadra lo specchio. Non c'è più tempo, agli ottavi ci va il Krasnodar.

Squadre di nuovo in campo dopo l'intervallo. Ti aspetti il Fenerbahce ma è il Krasnodar a sfiorare immediatamente il gol. Ramirez fa irruzione in area e da posizione angolata conclude incrociando. Troppo. La palla esce a lato. Il Fenerbahce esce allo scoperto ben presto. Potuk suona la carica con un tiro potente ma impreciso. Qualche istante dopo però attenzione a Smolov. L'autore del momentaneo vantaggio ospite impegna ancora Demirel, bravissimo a uscire con tempismo. Al 58esimo cartellino giallo per un giocatore del Krasnodar. Se lo prende Gazinskiy. Al 60esimo riecco i turchi in zona offensiva. Koybasi sfrutta un assist di Potuk calciando con forza verso l'angolo alto. Kritsyuk vola e devia in angolo. Cambio per gli ospiti: esce Wanderson, entra Laborde. Ammoniti poco dopo Sow e Kaleshin per reciproche scorrettezze. Il tempo scorre, le speranze di qualificazione del Fenerbahce sembrano ridimensionarsi.
Il Fenerbahce fatica parecchio a creare chance. Il Krasnodar si presenta ben organizzato e per nulla intimorito. Van Persie ci prova dai 25 metri da calcio di punizione. Il mancino è il solito dell'olandese. Teso e a giro ma questa volta la palla esce alta di poco, non inquadrando lo specchio. Alle prese con l'aggressività degli avversari i turchi rischiano di perdere la pazienza. Tanti falli, l'arbitro a fatica prova a contenere gli spiriti più bollenti. Al 41esimo però il Fenerbahce trova il gol riaprendo il discorso qualificazione. Un cross dalla bandierina accende una mischia in area russa. Il pallone termina sul palo e danza sulla linea. Skrtel è il più veloce di tutti a insaccare la palla in rete. Subito dopo ancora Fenerbahce. Van Persie ci prova dal limite ma stavolta Kritsyuk respinge. Nel finale di tempo ammonizioni per Souza e Lens. Al Fenerbahce ora servono ancora 2 gol per passare...
Dopo il gol subito i turchi si riversano in attacco cercando con insistenza la via del gol. La pressione offensiva produce diversi corner. Su uno di questi sfiora il gol Souza con un colpo di testa leggermente impreciso. Il Fenerbahce tiene bene il campo cercando di evadere dalla pressione avversaria. Le azioni però latitano e così sono gli ospiti a rendersi nuovamente pericolosi. Ancora con Smolov. Il 90 del Krasnodar anticipa in spaccata la difesa avversaria ma si vede parare il suo tentativo da Volkan Demirel. Arriva intanto il primo ammonito del match: si tratta di Koybasi (Fenerbahce). Ci prova anche Sow. L'esterno riceve da Souza e calcia verso la porta non trovando affatto lo specchio. Ozbayrakli cerca invece la conclusione da fuori area ma il suo destro esce a lato. I turchi insistono mantenendo il possesso della sfera in attesa dell'occasione giusta in grado di riaprire il match. Ai gialloblù servirebbero 3 gol per passare...

Fenerbahce in campo con il 4-3-3. In porta Demirel, zona difensiva pattugliata da Ozbayrakli, Kjaer, Skrtel e Koybasi. In mediana Topal, Potuk e Souza, mentre il tridente d'attacco è formato da Lens, van Persie e Sow. Il Krasnodar si schiera a specchio. Kritsyuk è il portiere, Kaleshin, Naldo, Granqvist e Ramirez i 4 di difesa. In mediana Gazinskiy, Kabore e Podberezkin, mentre in avanti ci sono Wanderson, Smolov e Claesson. Partenza positiva dei turschi, Il prima a provarci è Potuk. Il centrocampista riceve e calcia dal limite non riuscendo però a inquadrare lo specchio. Poco dopo è Koybasi a rendersi pericoloso: una sua incursione costringe il portiere avversario a rifugiarsi in angolo. Sul corner che segue Sow risolve una mischia cercando il tiro ma calcia con troppa forza e poca precisione. Il Fenerbahce attacca ma è il Krasnodar a colpire. Skrtel sbaglia il disimpegno regalando palla a Gazinskiy. Tocco in avanti per Smolov che dal limite insacca. Risultato subito sbloccato. 

Eccoci arrivati al calcio d’inizio di Fenerbahçe-Krasnodar: allo stadio Sukru Saracoglu di Istanbul le due squadre si affrontano nel ritorno dei sedicesimi di Europa League e, come noto, i turchi devono ribaltare il gol di svantaggio con cui si era chiusa la partita di una settimana fa. Al Krasnodar servirà insomma non subire gol, ma una squadra che si presenta con Lens, Moussa Sow e Van Persie in attacco potrebbe non essere semplice da affrontare; il compito spetterà soprattutto all’esperienza di Naldo e dell’ex Genoa Granqvist. Ecco allora nel dettaglio le formazioni ufficiali della partita, il calcio d’inizio è alle ore 18 italiane. 1 Volkan Demirel; 19 Ozbayrakli, 4 Kjaer, 37 Skrtel, 22 Koybasi; 5 Mehmet Topal, 7 Potuk, 6 Souza; 77 Lens, 10 Van Persie, 17 M. Sow. Allenatore: Dick Advocaat 1 Krytsyuk; 17 Kaleshin, 3 Naldo, 6 Granqvist, 12 C. Ramirez; 8 Gazinski, 77 Kaboré, 11 Podberezkin; 14 Wanderson, 90 Smolov, 16 Claesson. Allenatore: Igor Shalimov

Il Fenerbahce affronta il Krasnodar nel ritorno dei sedicesimi di finale di Europa League. I turchi, usciti sconfitti nel match di andata, in 7 gare hanno realizzato 8 gol subendone 7, con una differenza reti di +1. Con questi numeri la formazione di Advocaat si è presentata a questi sedicesimi, ma sul cammino ora c'è un Krasnodar determinato, che concede qualcosa all'avversario (8 gol subiti), ma che sa attaccare principalmente con Joazinho e Komlichenko, 6 reti in due fino ad ora. Un dato curioso è quello relativo ai cartellini: le due squadre sono fra le più cattive della manifestazione con oltre 15 cartellini a testa, addirittura 19 con 2 rossi per i russi. Il Fenerbahçe è imbattuto da 9 partite casalinghe in campo europeo: la serie comprende 1 pareggio e 8 vittorie, 7 delle quali consecutive. Il Krasnodar invece ha interrotto, grazie alla vittoria per 1-0 nella gara d’andata, una serie di 4 gare europee senza successo: 1 pareggio e 3 sconfitte che non hanno impedito ai russi di qualificarsi ai sedicesimi dal gruppo I. 

La partita di Europa League tra Fenerbahce e Krasnodar sarà diretta dal fischietto polacco Pawel Raczkowski, assistito dai guardialinee Tomasz Listkiewicz e Michal Obukowicz, dagli assistenti di porta Tomasz Musial e Tomasz Kwiatkowski e dal quarto uomo Radoslaw Siejka. L’arbitro polacco, 33enne, ha diretto prima di questa gara sette gare di Europa League ed è già stato impegnato 3 volte in direzioni di partite della fase di qualificazione della Champions League. Nel totale delle sette gare ci sono stati 38 giocatori ammoniti, uno dei quali poi è stato allontanato dal campo per doppia ammonizione, mentre non ha mostrato cartellini rossi, ed ha assegnato un solo calcio di rigore. Nella stagione in corso tre le gare arbitrate finora, compresa una del Sassuolo, giocata in casa contro l’Athletic Bilbao e terminata con il punteggio di 3 – 0 per la formazione allenata da Eusebio Di Francesco. Nelle altre due un successo interno, per l’Ajax contro il Celta Vigo, ed uno esterno, per l’Astra Giurgu, sul terreno dell’Austria Vienna. Per l’arbitro polacco in precedenza nessun incrocio con le due formazioni impegnate in questa sfida, Fenerbache e Krasnodar, e nemmeno con formazioni connazionali. In totale il ruolino di marcia dell’arbitro Pawel Raczkowski nella manifestazione continentale parla di quattro successi per le formazioni di casa a fronte di due successi esterni, e di un solo pareggio. 

La diretta Fenerbahçe-Krasnodar, arbitrata dall'arbitro polacco Pawel Raczkowski, è in programma alle ore 18 di mercoledì 21 febbraio, è uno dei tre anticipi nel ritorno dei sedicesimi di Europa League 2016-2017 e la sfida di andata si è conclusa sul risultato di 1-0 in favore dei russi, grazie ad un gol realizzato dopo soli 4 minuti. 

Nella fase a gruppi la formazione turca ha concluso al primo posto il girone A, con 13 punti all’attivo, lasciando sorprendentemente al secondo posto, con 1 punto di distanza il Manchester United di Mourinho ed Ibrahimovic, concludendo con 4 vittorie 1 pareggio ed una sconfitta. Sconfitta che è arrivata proprio nel match disputato ad Old Trafford, con il punteggio di 4-1. 

In quell’occasione il Fenerbahçe ha subito ben 4 reti, mentre nelle retanti 4 gare ne ha subiti solo altri 2. Per il Krasnodar invece, la fase a gruppi si è conclusa con il secondo posto con 7 punti all’attivo. Il girone è stato dominato dai tedeschi dello Schalke 04, che hanno concluso a quota 15, mentre i russi hanno ottenuto gli stessi punti degli austriaci del Salisburgo, ma sono risultati secondi per gli scontri diretti tra le due formazioni, che si sono conclusi con il successo del Krasnodar per 1-0 in trasferta ed in pareggio per 1-1 nella gara di ritorno in Russia.

Andando a verificare il cammino delle due formazioni nei rispettivi campionati nazionali, il Fenerbahçe si trova attualmente al quarto posto, con 36 punti in 20 partite e 8 di svantaggio nei confronti della capolista, Besiktas Istanbul. Il suo ruolino di marcia fino a questo momento parla di 10 successi a fronte di sei pareggi e 4 sconfitte con una differenza reti positiva notevole, 39 fatti e 19 subiti, con un attacco molto forte, che segna una media di quasi 2 reti a partita. Nella lega russa il Krasnodar si trova attualmente in quinta posizione, con 28 punti, alla pari con la squadra che occupa il quarto posto, il Terek, ed a –12 dalla capolista del campionato, lo Spartak Mosca. Per il Krasnodar ruolino di marcia da 7 vittorie, altrettanti pareggi e 3 sconfitte. 

Il primo round del doppio incontro tra la formazione di Advocaat e quella di Shalimov si è chiuso con il risultato di 1-0, con la rete dei turchi che è arrivata in apertura, dopo soli 4 minuti, ad opera di Viktor Claesson, che il Krasnodar ha tesserato proprio nell’ultima sessione di calciomercato, ed è risultato quindi importantissimo per i suoi. La formazione russa non si è poi lititata a controllare il vantaggio, ma ha continuato ad attaccare alla ricerca di ulteriori segnature, trovando però sulla sua strada un portiere turco, Volkan Demirel, che ha giocato una partita eccellente, salvando la sua rete con diverse parate, tra le quali due importantissime, nel primo tempo su un tiro di Gazinsky e nel finale di partita su una conclusione di Pereyra.

Per la formazione di Shalimov anche la sfortuna di un palo colpito al 79esimo da parte di Smolov con una grande conclusione al volo. Un punteggio finale che rende molto interessante la gara di ritorno, che vede ancora favorita la formazione turca, per la maggiore caratura tecnica della sua rosa, ma che deve fare molta attenzione in quanto deve segnare almeno due reti, avendo cura però di non subirne alcuna dopo lo zero nelle reti segnate in trasferta. 

Nella gara di Istanbul la squadra di Advocaat dovrebbe ripetere lo schieramento 4-3-3 visto nell’andata e che è speculare a quello con il quale Shalimov schiera il suo Krasnodar. Il Fenerbahçe scenderà dunque in campo con il portiere Demirel, una linea difensiva con l’ex Palermo Kjaer e Neustadter al centro, con Kaldirim e Nazarov a spingere sulle fasce; il centrocampo con Souza affiancato da Potuk ed Emenike, mentre Lens, Sow e Topal saranno i componenti del tridente d’attacco.

La scelta di Igor Shalimov è per una linea d’attacco con il goleador Claesson confermato al centro ed ai suoi lati Smolov e Wanderson, centrocampo con Gazinski affiancato da Podberezink e Kabore, e difesa davanti a Kriusyuk con Kaleshin e Ramirez sulle fasce, con Martynovich e Naldo in posizione centrale.

La Snai ha fornito le quote per scommettere su questa partita di Europa League: secondo l’agenzia di scommesse il Fenerbahçe è favorito (segno 1 a 1,75) con il 2-0 (che significherebbe qualificazione per la squadra turca) quotato 7,50. Il pareggio (segno X) vale 3,50 mentre la vittoria esterna del Krasnodar, segno 2, vale 5,25 la somma che avrete deciso di mettere sul piatto.

Fenerbahçe-Krasnodar non sarà trasmessa in diretta tv; tuttavia sul canale Sky Super Calcio andrà in onda Diretta Gol Europa League, con highlights e gol in tempo reale da tutti i campi collegati. Gli abbonati al bouquet satellitare potranno seguire la trasmissione anche in diretta streaming video, attivando senza costi aggiuntivi l'applicazione Sky Go su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone.

© Riproduzione Riservata.