BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Diretta/ Slalom maschile Aspen. Vince Myhrer, Neureuther secondo e Matt terzo! Risultato live (oggi)

Diretta slalom maschile Aspen streaming video e tv, risultato live della gara della Coppa del Mondo di sci: orario, favoriti e azzurri (oggi domenica 19 marzo 2017)

Diretta slalom maschile Aspen streaming, Manfred Moelgg (LaPresse)Diretta slalom maschile Aspen streaming, Manfred Moelgg (LaPresse)

La vittoria della finalissima dello slalom maschile va allo svedese Andre Myhrer! Una bellissima prova la sua, che ha riscattato una stagione tormentata da diversi problemi alla schiena per lui. Myrher, secondo nella prima manche, ha chiuso la sua prova con il miglior crono totale, ovvero 1.27.97, approfittando di alcuni errori che l’austriaco Marcel Hirscher ha realizzato al proprio sul finale vicino al traguardo in questa ultima prestazione dello slalom  ad Aspen. (solo quinto crono per lui alla fine della gara) Il secondo gradino del podio va quindi al tedesco Felix Neureuther che segna un distacco di +0.14 rispetto la gradino più alto, con l’austriaco Michael Matt che chiude il podio dell’ultima prova della Coppa del Mondo di Sci.  Solo quinto posto per l’azzurro Manfred Moelgg, che ha chiuso il suo slalom con il tempo totale di 1.28.40: tra gli altri azzurri inoltre ricordiamo la nona posizione di Stefano Gross,oltre che 11^ crono di Razzoli e  il 19^ di Patrick Talher.

Siamo ormai entrati nel vivo di questa seconda manche dello slalom maschile, finalissima della Coppa del mondo 2017 di scena a Aspen,e ultimo atto della stagione mondiale. Sulla neve americana sono già passati sotto al traguardo circa la metà degli atletici iscritti, ma il meglio deve ancora venire. In attesa dei protagonisti più attesi in questa seconda manche di Slalom maschile facciamo il punto della classifica provvisoria per questa finalissima. In testa al momento troviamo il britannico Dave Ryding, che ha segnato un crono totale di 1.28.79: al secondo gradino del podio troviamo il nostro azzurro Giuliano Razzoli che ha segnato un ritardo complessivo di appena +0.12 rispetto al britannico: terzo gradino per il norvegese Sebastian Foss Selovaag,che ha fermato il crono metro sul 1.28.93. Solo un altro l’azzurro già passato sotto la traguardo: si tratta di Patrick Haler, al momento nono con  un ritardo complessivo di +0.58. 

Sta per avere inizio la seconda manche della finalissima dello slalom maschile, ultimo tato della Coppa del mondi di sci, che è protagonista assoluta nella neve di Aspen. Proprio la neve però rischia di dare il peggior spettacolo: le temperature si sono alzate e la tenuta della pista di fa davvero difficile, come era già evidente nel corso della prima manche. Con i primi atletici vicini al cancelletto facciamo un veloce punto su quanto successo solo poco fa, controllando i primi crono segnato. In testa troviamo l’austriaco Marcel Hirscher ha fermato il crono sul 43.12: segna un ritardo di appena +0.08 lo svedese Andre Myrher, forse il meno pronosticato per tale posizione, autore di una prestazione davvero entusiasmante. Terzo gradino del podio immaginario per l’azzurro Stefano Gross, che è riuscito a fissare il proprio tempo sul 43.47. Solo 4 gli italiani in gara in questo slalom maschile: oltre al già citato Gross ricordiamo il 7^ crono di Moelgg, il 13^ di Razzoli e il 23^ crono di Thaler.  

Si è appena chiusa la prima manche della finalissima dello slalom maschile, prova valida nella Coppa del Mondo di sci che fa tappa questa sera sulla neve statunitense di Aspen. La pista ha però registrato un ulteriore decadimento di condizione e senza dubbio la seconda manche il cui avvio è atteso alle ore 19.30 secondo il fuso italiano si appresta ad essere molto complessa. Ma andiamo subito a vedere la classifica dei tempi registrato in questa prima manche di slalom: in testa è rimasto Marcel Hirscher, che ha segnato il miglior crono di 43.12. Segue l’austriaco a sorpresa forse lo svedese Andre Myhrer che registra un ritardo rispetto alla testa delle graduatoria di appena 0.08: terzo gradino per il nostro Stefano Gross che ha chiuso con un tempo di 43.47 nella prima manche. Dietro l’azzurro si è qualificato col quarto miglior tempo Miheal Matt, seguito da Kristoffernsen e da Felix Neurather, con l’azzurro Manfred Moeggl solo settimo. Chiudono la top ten il russo Alexsander Khoroshilov e il tedesco Strasser, con lo svizzero Aerni con un crono di 43.99. Yra gli altri azzurri ricordiamo la 13^ posizione di Giuliano Razzoli, con un ritardo di 1.05 rispetto a Hirscher e il 23 crono Patrick Thaler.  

Siamo già entrati nel vivo della finale dello slamo maschile in corso a Aspen per la categoria maschile: sono 26 gli atleti iscritti e di questi già circa la metà è passata oltre al cancelletto di avvio. Diano quindi subito un occhio alla classifica parziale dei tempi della prima manche, che come ricordiamo sarà seguita dalla seconda a partire dalle ore 19.30. In testa troviamo l’austriaco Marcel Hirscher, che ha fermato il cronometro sul 43.12, seguito poi dal ottimo svedese Andre Myhrer, con un ritardo di +0.08 rispetto al leader: terzo gradino per il nostro Stefano Gross che ha fermato il cronometro sul 43.47. Al quarto gradino troviamo l’austriaco Matt, seguito dal norvegese Kristoffersen e dal tedesco Felix Neurather, con l’azzurro Manfred Moeggl settimo. Chiudono la top ten provvisoria della prima manche il russo Khoroshilov, lo svedese Hargin e  lo svizzero Daniel Yule. 

Sta per prendere il via lo slalom maschile di Aspen, valido per le Finali della Coppa del Mondo di sci che quest’anno si stanno disputando appunto in questa località del Colorado, negli Usa. Già assegnata a Marcel Hirscher la Coppa di specialità e anche la Coppa del Mondo generale, non mancano comunque gli elementi di interesse per questa gara. Innanzitutto vedremo cosa ci regalerà il campione, ma vedremo anche chi saprà sfidarlo. Il primo indiziato sarà senza ombra di dubbio il norvegese Henrik Kristoffersen: lo abbiamo già ribadito più volte, è proprio lui lo slalomista più vincente della stagione e vorrà chiudere con un nuovo successo per battere colui che lo ha “fregato” con la regolarità. Le ambizioni sono piuttosto alte anche per gli azzurri, che possono contare su almeno due nomi di altissimo livello come Manfred Moelgg e Stefano Gross: come chiuderanno la stagione? Per scoprirlo, cediamo la parola alla pista, perché la prima manche dello slalom maschile per le Finali di Coppa del Mondo ad Aspen sta per cominciare!  

Si avvicina lo slalom maschile di Aspen che chiuderà la stagione della Coppa del Mondo di sci, dunque è tempo di fare qualche bilancio. Abbiamo già ricordato che Henrik Kristoffersen è lo slalomista più vincente della stagione, anche se non conquisterà la Coppa di specialità: suoi però sono i successi in Val d’Isere, a Madonna di Campiglio, ad Adelboden, a Wengen e infine a Schladming, dunque quella del norvegese resta una stagione eccellente. Marcel Hirscher risponde con le vittorie a Levi e Kitzbuhel, che anche grazie a una maggiore regolarità gli hanno consentito di portare a casa la Coppetta, alla quale soprattutto aggiunge l’oro ai Mondiali di Sankt Moritz, quando il norvegese non è nemmeno salito sul podio. Restano fuori tre gare: a Zagabria vinse il nostro Manfred Moelgg, a Kranjska Gora si è imposto l’altro austriaco Michael Matt e ricordiamo pure il parallelo di Stoccolma vinto dal tedesco Linus Strasser a sorpresa. Per l’Italia sono in totale cinque i podi in slalom: per Moelgg anche un secondo e un terzo posto, che sono i due piazzamenti sul podio di Stefano Gross, al quale manca dunque solo la vittoria.

Lo slalom maschile di Aspen chiude la stagione di Coppa del Mondo di sci ma non assegnerà la Coppa di slalom, che è già stata matematicamente vinta da Marcel Hirscher per la quarta volta negli ultimi cinque anni, un dominio che fu spezzato solamente da Henrik Kristoffersen, vincitore un anno fa e quest’anno condizionato da qualche zero di troppo pur avendo vinto più gare rispetto ad Hirscher, il quale raggiunge così a quota quattro Coppe di slalom il nostro Alberto Tomba, che le conquistò nel 1988, 1992, 1994 e 1995. Tomba e Hirscher occupano il secondo posto, ma inarrivabile resta Ingemar Stenmark, perché per lo svedese sono state ben otto le Coppette fra i pali stretti, vinte in modo quasi consecutivo fra il 1975 e il 1983 con l’unica pausa nel 1982 quando si impose Phil Mahre. Per l’Italia oltre ai successi di Tomba ricordiamo anche le due vittorie di Gustav Thoeni nel 1973 e nel 1973 e poi le Coppe decisamente più recenti di Giorgio Rocca nel 2006 e di Manfred Moelgg nel 2008. Parlando invece degli slalomisti più vincenti, ecco che dobbiamo citare chi ha vinto tre Coppe di slalom, cioè il francese Jean-Noel Augert, il lussemburghese Marc Girardelli e infine l’austriaco Benjamin Raich, sicuramente fra i più forti dell’epoca più recente del Circo Bianco fra i pali stretti. 

Oggi la Coppa del mondo di sci alpino maschile chiude le Finali in corso ad Aspen, negli Stati Uniti, proponendo l'ultimo slalom speciale della stagione del Circo Bianco, sulla quale metterà la parola fine. In palio non c'è nulla di particolare, perché la Coppa di specialità è già stata assegnata a Marcel Hirscher, che per di più è anche già certo della conquista della Coppa del Mondo generale per il sesto anno consecutivo. Proprio per questo motivo ci aspettiamo però una bella gara, in cui pensare allo spettacolo, magari con un altri duello fra lo stesso Hirscher e il suo grande rivale Henrik Kristoffersen o con gli azzurri in lotta per il podio e per la vittoria, in particolare Manfred Moelgg e Stefano Gross, che ci hanno regalato non poche gioie in questi mesi. Ecco dunque tutte le informazioni utili per seguire nel migliore dei modi l’odierno slalom di Aspen.

La prima manche avrà inizio alle ore 17.00, che saranno le 10.00 locali considerate le sette ore di fuso orario fra l’Italia e il Colorado, mentre il via alla seconda manche è in programma per le ore 19.30 (le 12.30 di Aspen). Diciamo subito che l'appuntamento per tutti gli appassionati sarà in diretta tv sui canali che ormai da molti anni sono i punti di riferimento per lo sci: Rai Sport + HD (canale numero 57 del telecomando, disponibile anche al numero 5057 della piattaforma satellitare Sky) e il canale tematico Eurosport, disponibile sia su Sky sia sul digitale terrestre di Mediaset Premium.

Se non potrete mettervi davanti a un televisore, ci saranno anche le possibilità fornite dalla diretta streaming video, gratuita sul sito Internet ufficiale della Rai (www.raiplay.it), oppure riservato agli abbonati per quanto riguarda Eurosport Player ma anche Sky Go e Premium Play. Ricordiamo inoltre la possibilità di seguire il live timing sul sito ufficiale della Federazione internazionale per essere sempre aggiornati su come stanno andando le cose ad Aspen (www.fis-ski.com).

Ricordiamo che alle gare delle Finali partecipano solamente i primi 25 della classifica di specialità più il campione del Mondo juniores. Inoltre ha facoltà di prendere il via anche chi abbia più di 500 punti nella classifica generale di Coppa del Mondo, anche se non è fra i primi 25 della specialità. Altra particolarità delle Finali è che solo i primi 15 classificati prendono punti: fino al quindicesimo (16 punti) tutto è normale, ma dal sedicesimo posto in giù si resta a bocca asciutta.

Abbiamo già detto che la lotta per la Coppa di slalom è ormai chiusa, e questo nonostante Henrik Kristoffersen abbia vinto ben cinque gare mentre Hirscher “solo” due: l’austriaco è stato però il perfetto esempio della continuità di rendimento lungo tutta la stagione, mentre il norvegese paga qualche errore e pure la volontaria assenza a Levi, quando rinunciò a gareggiare per un litigio con la propria Federazione nazionale per motivi di sponsor. Assenza pesantissima, se si pensa che in Finlandia vinse proprio Hirscher: 110 punti di differenza, 100 sono maturati proprio nel primo slalom della stagione.

Quanto agli azzurri, Manfred Moelgg ci ha regalato una fantastica prima parte della stagione con la perla della vittoria a Zagabria in condizioni difficilissime: a volere essere pignoli poi è andato in calando, ma la stagione del veterano resta eccellente come testimoniato dal terzo posto nella classifica di specialità. Due podi anche per Stefano Gross, che è reduce dal secondo posto di Kranjska Gora e quindi certamente è in forma: contiamo anche sul passano per fare un grande risultato qui ad Aspen. Presenti pure Patrick Thaler e Giuliano Razzoli anche se, pure a causa di qualche acciacco di troppo, la loro stagione non è stata esaltante: complimenti però a Thaler, che fra pochi giorni compirà 39 anni ed è ancora fra i primi 25 slalomisti del mondo.

© Riproduzione Riservata.