BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

MIAMI OPEN 2017 / Diretta Errani Bencic (6-3 4-6 6-3) streaming video Supertennis.tv: Sara al 2^ turno!

Diretta Miami Open 2017: info streaming video e tv. A Key Biscaine si apre lunedì 21 marzo il primo turno femminile di un importante torneo che vedrà impegnati anche gli uomini

Karolina Pliskova, 25 anni oggi (Foto LaPresse) Karolina Pliskova, 25 anni oggi (Foto LaPresse)

Dopo due ore e sei minuti di gioco la tennista bolognese si qualifica per il secondo turno del Miami Open 2017. Ottima reazione di Sara Errani che, dopo aver perso il secondo set venendo rimontata con un break di vantaggio, ha saputo controllare l'avversaria che viene così battuta per la prima volta in tre incroci. Continua il periodo nero della Bencic, che dopo essersi issata al settimo posto del ranking Wta dell'inverno 2016, non è più riuscita a giocare con costanza e ora deve di fatto ricominciare daccapo, avendo una classifica che non le permette di qualificarsi ai tornei importanti. La Errani invece prosegue il suo cammino nel Premier Mandatory di Key Biscaine: la sua prossima avversaria sarà Shuai Zhang, la cinese che è testa di serie numero 30 del tabellone e dunque, come tutte le prime 32 giocatrici del seeding, ha saltato il primo turno. (agg. di Claudio Franceschini) 

Siamo arrivati al terzo set nel match di primo turno al Miami Open 2017. Purtroppo Sara Errani non è riuscita a chiudere e così, dopo quasi un’ora e mezza di gioco, la bolognese e la giovane svizzera proseguono il loro match con un set che diventa decisivo. La Errani era in vantaggio di un set e un break sul 3-1 nel secondo parziale; qui purtroppo ha subito il contro break da parte della Bencic che è poi riuscita a rimanere incollata all’avversario fino al decimo game. Dove la Bencic ha accelerato, portandosi sullo 0-40 e costruendosi tre palle break sulla battuta della Errani: alla prima opportunità ha chiuso i conti ed è volata a prendersi il terzo set. Adesso si continua, con l’inerzia a favore della Bencic ma la Errani che se la può ampiamente giocare e volare così al secondo turno del Miami Open 2017. (agg. di Claudio Franceschini) 

Diretta Errani-Bencic: al torneo Miami Open 2017 arriva finalmente il momento dell’esordio di Sara Errani, che affronta il suo primo turno contro la svizzera che da pochi giorni ha compiuto 20 anni e va a caccia di risalita nel ranking Wta dopo essere uscita dalle prime 100 della classifica mondiale. Il fatto che la Errani scenda in campo - sul centrale - significa che si è conclusa la prima partita, che si giocava su un altro campo ma si doveva chiudere prima di aprire il programma sul terreno principale: Mandy Minella ha battuto, dopo due ore e 38 minuti, la ceca Kristyna Pliskova che oggi peraltro compiva 25 anni - ovviamente come la gemella Karolina, che qui è testa di serie numero 3. Risultato 7-6 5-7 7-5; terminati altri match del primo turno, vittoria (7-6 6-3) per la cinese Ying-Ying Duan su Laura Siegemund, affermazioni nette anche per Naomi Osaka (6-2 6-3 contro Kristina Kucova) e Lara Arruabarrena, che ha battuto per 7-5 6-1 la giovane Natalia Vikhlyantseva. Ha invece perso Francesca Schiavone: 3-6 0-6 contro la giapponese Kurumi Nara e dunque, a meno di un ripescaggio come lucky loser, termina qui il Miami Open 2017 per la Leonessa che era invece riuscita a entrare nel tabellone principale di Indian Wells (venendo eliminata al primo turno). (agg. di Claudio Franceschini) 

Il torneo Miami Open 2017 inizia ufficialmente: sono le ore 10 in Florida e presso il complesso di Key Biscaine prende il via il primo turno del tabellone femminile. Si gioca su tre campi: il GrandStand ospita il match tra Mandy Minella e Kristyna Pliskova, gemella della più famosa Karolina ma lei pure in risalita nel ranking Wta. Sul campo numero 1 gioca invece la cinese Ying-Ying Duan, impegnata contro Laura Siegemund; sul campo numero 2 tocca invece a Lara Arruabarrena che sfida la russa Natalia Vikhlyantseva, che ha ricevuto una wild card per entrare nel tabellone principale e, oggi numero 81 del ranking Wta, potrebbe essere una delle nuove leve in grado di fare strada in classifica (è una ’97, per intenderci coetanea della connazionale Daria Kasatkina, di Ana Konjuh e di Belinda Bencic). Ricordiamo che Sara Errani giocherà, proprio contro la Bencic, sul campo centrale: il match è previsto interno alle ore 11 locali, dunque manca ormai poco per vedere l’esordio della bolognese in questo Miami Open 2017. (agg. di Claudio Franceschini) 

A poche ore dall’inizio dei match del Miami Open 2017, che riguardano oggi il primo turno del tabellone Wta, andiamo a dare uno sguardo all’albo d’oro del torneo. Curiosamente saranno assenti da Key Biscaine le vincitrici delle ultime quattro edizioni: Viktoria Azarenka, alle prese con la maternità, e Serena Williams che aveva dato forfait con largo anticipo, rinunciando a Indian Wells allo stesso modo (l’americana ha vinto a Miami tra il 2013 e il 2015). Williams che è anche al comando per numero di vittorie: ne ha ben 8 (con due tris e una doppietta) davanti a Steffi Graf (5), la sorella Venus e la stessa Azarenka (entrambe con 3). Come già detto in sede di presentazione del torneo, non va a statistica ma rappresenta comunque un traguardo prestigioso e significativo la doppietta Indian Wells-Miami: quest’anno Elena Vesnina potrebbe centrarla e sarebbe un grande risultato per una giocatrice che si era presentata in California con la testa di serie numero 14. Proprio lo scorso anno l’impresa era riuscita alla Azarenka; prima della bielorussa a stupire tutti era stata Kim Clijsters. Infortunatasi al polso proprio a Indian Wells (2004) era rimasta fuori a lungo e, l’anno seguente, era entrata nel quinto Slam con la 133esima posizione nel ranking. Aveva finito con il vincere il torneo battendo Lindsay Davenport, e due settimane più tardi si era incredibilmente ripetuta a Miami, eliminando Sandra Klosel, Amy Frazier (testa di serie numero 24), Nathalie Dechy (numero 12), Anastasija Myskina (numero 5), Elena Dementieva (numero 4) e Amélie Mauresmo, la numero 2 del mondo, arrivando in finale perdendo un totale di 19 game in sei partite. In finale aveva superato Maria Sharapova, testa di serie numero 2, con il risultato di 6-3 7-5. Clijsters che, tornata a giocare dopo una sosta di quasi due anni (nella quale si era sposata e aveva dato alla luce la figlia), aveva vinto gli Us Open a sei mesi dal rientro ripetendosi peraltro l'anno seguente. 

Per gli italiani il torneo Miami Open 2017 si apre sul campo centrale: alle ore 11 locali (le 16 in Italia) avremo Mandy Minella-Kristyna Pliskova, a seguire la nostra Sara Errani se la vedrà con Belinda Bencic. Abbiamo già presentato il match: i precedenti sono 2-0 in favore della svizzera (l’ultimo un anno fa a Brisbane), un incontro particolarmente interessante perchè mette di fronte due giocatrici che sono state nella Top Ten del ranking Wta. La nostra Errani ha giocato una finale al Roland Garros (2012) e per due volte è stata alle Finals, ma ha da tempo superato il momento migliore della carriera; per la Bencic il discorso è diverso, nel senso che la giovane svizzera è al quarto anno da professionista e al suo esordio era riuscita a prendersi un quarto di finale agli Us Open, vincendo poi l’anno seguente il torneo di Toronto. Lanciata verso una luminosa carriera (a neanche 19 anni era numero 7 Wta) e sulle tracce della connazionale Martina Hingis (con la cui madre si allena), Belinda ha però avuto tanti problemi fisici (soprattutto alla schiena) che hanno portato a un calo strutturale delle sue prestazioni in campo; sorte simile era toccata ad Eugenie Bouchard l’anno precedente. Oggi la Bencic è addirittura la numero 135 della classifica mondiale, ma è una posizione che ha poco a che fare con le sue capacità tecniche; per questo motivo il match per la Errani si preannuncia più complicato del previsto, pure se naturalmente bisognerà valutare quale sia la condizione con cui la svizzera di Flawil si presenterà in campo. Oggi gioca anche Francesca Schiavone: dopo il netto successo sulla Kozlova, la Leonessa affronta il secondo e ultimo turno di qualificazione per entrare nel tabellone principale. Il suo match, il terzo sul campo numero 9 - ma qui si parte alle 15 italiane - la vedrà opposta alla giapponese Kurumi Nara: un solo precedente, tre anni fa a Baku, con vittoria della Schiavone per 6-2 6-2. Anche la Nara è una giocatrice che ha avuto un netto calo: nell’agosto del 2014 (anno in cui ha vinto a Rio de Janeiro il suo unico titolo Wta) era arrivata al numero 32 del ranking, oggi è 103. 

Archiviato il grande appuntamento di Indian Wells, il tennis mondiale vive nelle due settimane immediatamente successive un altro torneo che si svolge nel Nord America, e che ancora una volta è un Atp Master 1000 e un Wta Premier Mandatory. Lunedì 21 marzo si parte alle ore 15 italiane con il torneo femminile: prima parte del primo turno, la campionessa in carica è Viktoria Azarenka che però, avendo dato alla luce il suo primogenito lo scorso dicembre, non può difendere il titolo che aveva conquistato subito dopo quello di Indian Wells.

Assente anche Serena Williams, che negli ultimi anni aveva sempre preferito Key Biscaine tra i due Mandatory di marzo, ci sarà Angelique Kerber che è tornata numero 1 del ranking mondiale ma deve difendere una semifinale conquistata un anno fa, senza avere troppe certezze visto che da gennaio a oggi il suo tennis non è stato certo a livello di quello del 2016, che l'aveva portata a giocare tre finali Slam - vincendone due - e a essere medaglia d'argento alle Olimpiadi e finalista alle Wta Finals. 

Le avversarie sono sempre le stesse: da Karolina Pliskova, che parte ancora con i crismi della favorita perchè a oggi è la più costante su questo tipo di superfici, a Simona Halep e Agnieszka Radwanska attualmente in calo, passando per Garbine Muguruza e arrivando alle outsider Elina Svitolina, Dominika Cibulkova e Svetlana Kuznetsova, finalista a Indian Wells. Senza dimenticarsi, naturalmente, della campionessa della California: è difficile immaginare ancora Elena Vesnina all'ultimo atto di questo torneo, eppure al momento ha ragione lei.

Per quanto riguarda le italiane, Sara Errani è uscita dalle 100 della classifica Wta e per di più non ha pescato bene nel sorteggio: sfiderà infatti Belinda Bencic, una giocatrice che oggi è oltre la posizione 130 ma che nella sua giovanissima carriera è già stata una Top Ten, ha giocato i quarti di uno Slam (Us Open) e vinto un Premier V, e inoltre al netto dei tanti problemi fisici avuti ha confermato, entrando tra le professioniste, ha confermato la fama di predestinata che la accompagna da quando era una bambina. 

La diretta tv del torneo Miami Open 2017, almeno per quanto riguarda la Wta, è affidata a SuperTennis: la web-tv della federazione è disponibile per tutti al canale 64, e ovviamente si potrà assistere ai match del torneo anche in diretta streaming video visitando il sito www.supertennis.tv. A proposito: per quanto riguarda le informazioni utili su questo torneo vi invitiamo a consultare la pagina ufficiale www.miamiopen.com. (Claudio Franceschini)

© Riproduzione Riservata.