BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Classifica Giro d’Italia 2017 / Maglia rosa e altre graduatorie: Nibali 'solo' quinto (12^ tappa, oggi)

Classifica Giro d’Italia 2017: la maglia rosa e le altre graduatorie del Giro che vive la 12^ tappa Forlì-Reggio Emilia: giorno tranquillo per Tom Dumoulin?  Oggi 18 maggio

Classifica Giro d'Italia: Tom Dumoulin è in rosa grazie alla cronometro (LaPresse) Classifica Giro d'Italia: Tom Dumoulin è in rosa grazie alla cronometro (LaPresse)

Vincenzo Nibali è ''solo'' quinto nella classifica del Giro d'Italia 2017. La maglia rosa al momento è sulle spalle dell'olandese Dumoulin del Team Sunweb e sono molte le possibilità di vedere crescere le quotazioni dell'italiano che al momento ha però davanti in ordine Quintana (Movistar Team), Mollema (Trek-Segafredo) e Pinot (FDJ). Un Giro d'Italia 2017 che è anche il centesimo della storia e che dopo la dodicesima tappa vede Vincenzo Nibali ancora dietro a rincorrere. Serve del tempo per provare ad ottenere dei risultati importanti, ma tutti sanno come il ciclista della Bahrain Merida Pro CT è pronto a dare il meglio proprio nella seconda parte della competizione. Serve dare fiducia a un atleta di grandissimo successo che nel tempo ha sempre dimostrato di avere spessore sia mentale che fisico. Ci sarà tempo per dire poi chi trionferà anche se Dumoulin al momento si può godere il moneto e sperare che questo non finisca. (agg. di Matteo Fantozzi)

Come era prevedibile, oggi nulla è cambiato nella classifica del Giro d’Italia 2017, che vede sempre al comando l’olandese Tom Dumoulin. Nessun problema per il Team Sunweb in questa frazione quasi completamente pianeggiante, nella quale la squadra della maglia rosa ha lasciato l’onere di tirare alle formazioni dei velocisti e che si è risolta appunto in volata con la terza vittoria di Fernando Gaviria, il colombiano che è sempre più in maglia ciclamino di leader della classifica a punti. Curiosamente - come potete leggere nel paragrafo sottostante - è invece cambiato proprio oggi il leader della maglia azzurra, che stasera è sulle spalle dello spagnolo Omar Fraile. Tornando alla classifica generale, sono naturalmente rimasti immutati i distacchi fra i big, di conseguenza Nairo Quintana è sempre secondo a 2’23”, Bauke Mollema terzo a 2’38”, Thibaut Pinot quarto a 2’40” e Vincenzo Nibali quinto a 2’47”. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

Questa sera indosserà la maglia azzurra: cambia dunque il leader di una classifica particolarmente importante del Giro d’Italia 2017, quella degli scalatori. Allo spagnolo della Dimension Data è bastato classificarsi al quarto posto in entrambi i Gran Premi della Montagna di giornata, naturalmente sempre alle spalle dei tre fuggitivi, per raccogliere quei pochi punti che gli hanno consentito di completare l’opera cominciata ieri nel tappone appenninico con il quale Fraile si era portato a quota 44 punti, pari merito con Jan Polanc che però aveva conservato la maglia azzurra. Oggi Fraile hanno fatto una vera e propria volata per il quarto posto alla Colla di Casaglia, vinta da Fraile che poi si è ripetuto piazzandosi quarto anche sul Valico Appenninico. Così il leader della classifica scalatori cambierà proprio in occasione di una delle tappe più pianeggianti dell’intero Giro d’Italia. Sembra un paradosso, ma nei prossimi giorni arriveranno le grandi montagne a dare un nuovo volto a questa graduatoria. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

Dopo alcuni giorni decisamente vivaci, è interessante fare il punto anche sulla classifica a squadre del Giro d’Italia 2017, che vede al comando la Movistar. La formazione spagnola in effetti ha dato finora l’impressione di essere la più forte di questo Giro d’Italia, soprattutto in salita, e può contare su un capitano come Nairo Quintana ma anche su una seconda punta di ottimo livello quale Andrey Amador. Nella classifica che viene formata prendendo in ogni tappa i tempi dei tre migliori corridori di ciascuna squadra, la Movistar ha ben 3’39” di vantaggio sula Astana, formazione di fatto rimasta senza capitani ma molto forte globalmente. Terza la UAE Team Emirates, staccata però già di 9’42”, poi i ritardi si fanno davvero pesantissimi dal momento che al quarto posto c’è la Cannondale-Drapac, il cui ritardo dalla Movistar è però già di 20’05”. Concludiamo osservando che al quinto posto c’è la Bahrain-Merida di Vincenzo Nibali con un ritardo di 21’25” mentre il Team Sunweb della maglia rosa Tom Dumoulin è ottavo con 25’17” di ritardo. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

Continuando la nostra panoramica sulla classifica del Giro d’Italia 2017, parliamo adesso della maglia azzurra: naturalmente ieri è stata una giornata molto importante per la classifica degli scalatori, dal momento che sugli Appennini c’erano ben quattro Gran Premi della Montagna. Il grande protagonista è stato lo spagnolo Omar Fraile, poi anche vincitore della tappa a Bagno di Romagna: per il corridore della Dimension Data adesso sono 44 i punti in classifica, esattamente come il leader Jan Polanc. Lo sloveno della UAE Team Emirates resta però al comando avendo conquistato un Gpm di prima categoria, cioè l’Etna, in occasione del suo successo di tappa in Sicilia. Al terzo posto resta Nairo Quintana con 35 punti, frutto naturalmente della vittoria sul Blockhaus. Oggi ci saranno meno punti in palio - un Gpm di seconda e una di terza categoria, entrambi pure lontani dal traguardo - ma basterebbe poco a Polanc e Fraile per cambiare la situazione, dunque staremo a vedere che cosa potrà succedere… (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

Parlando di classifica per il Giro d’Italia 2017, è doveroso fare per prima cosa il punto sulla classifica a punti, che vede in maglia ciclamino il colombiano Fernando Gaviria della Quick-Step Floors con 191 punti. Oggi e domani sono le ultime due tappe dedicate ai velocisti in questa edizione del Giro d’Italia, di conseguenza i protagonisti più attesi sono proprio Gaviria e soci. Al secondo posto troviamo il belga Jasper Stuyven con 160 punti, terzo il tedesco André Greipel con 129 punti, ma il velocista della Lotto-Soudal ha già annunciato che domani sera si ritirerà e naturalmente le decisioni dei velocisti circa l’ultima parte di questo Giro 100, che non darà loro nemmeno un’occasione da sabato in poi, avranno un peso molto importante sulla classifica a punti. Per completare la top 5, ricordiamo che l’australiano Caleb Ewan è quarto con 100 punti, quinto l’austriaco Lukas Postlberger a quota 98 punti. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

La classifica del Giro d’Italia 2017 ha davvero cambiato faccia nei giorni scorsi, ma adesso sulla carta dovremmo vivere due giornate abbastanza tranquille per la maglia rosa di Tom Dumoulin. Infatti la dodicesima tappa dovrebbe essere consacrata ai velocisti sul traguardo di Reggio Emilia e così pure domani a Tortona. Doveroso però fare il punto sulle tante emozioni che abbiamo vissuto nei giorni scorsi, dal Blockhaus fino a Bagno di Romagna passando per la cronometro del Sagrantino, e sui loro effetti sulla classifica generale. Il primato di Tom Dumoulin appare abbastanza solido, anche se naturalmente 2’23” di vantaggio non possono bastare al capitano del Team Sunweb per stare tranquillo quando manca ancora la metà più difficile di questo Giro d’Italia - almeno a partire da sabato in poi, probabilmente non oggi e domani.

Ieri gli attacchi sulle quattro salite appenniniche verso l’arrivo di Bagno di Romagna hanno portato alcune interessanti novità: ad esempio Andrey Amador è salito al sesto posto con 3’05” di ritardo da Dumoulin e adesso la Movistar potrebbe davvero schierare una sorta di attacco a due punte (prendendo in prestito la terminologia calcistica) in cui Amador potrebbe essere una preziosa alternativa tattica a Nairo Quintana, che occupa sempre la piazza d’onore. Ha guadagnato ben quattro posizioni l’estone Tanel Kangert, adesso ottavo a 3’59” dalla maglia rosa, senza dimenticare che la squadra kazaka ha anche Dario Cataldo undicesimo a 5’19”. I due sconfitti di ieri sono stati Steven Kruijswijk e Geraint Thomas, adesso rispettivamente dodicesimo a 6’07” e quattordicesimo a 6’21”, mentre nulla è cambiato nelle prime cinque posizioni, dal momento che Tom Dumoulin, Nairo Quintana, Bauke Mollema, Thibaut Pinot e Vincenzo Nibali sono arrivati tutti insieme.

Infine un accenno alle altre classifiche del Giro d’Italia 2017: ieri molto è cambiato nella classifica dei Gran Premi della Montagna, anche se la maglia azzurra è rimasta sulle spalle dello sloveno Jan Polanc. Il corridore della UAE Team Emirates è stato agganciato a quota 44 punti dallo spagnolo Omar Fraile, ma resta davanti per avere vinto sull’Etna un Gpm di prima categoria. Qualche ritocco anche alla classifica del miglior giovane, ma la maglia bianca resta sempre sulle spalle del lussemburghese Bob Jungels della Quick-Step Floors con 2’23” di vantaggio sul nostro Davide Formolo. Nulla è cambiato invece nella classifica a punti, cioè per quanto riguarda la maglia ciclamino che è sempre indossata dal colombiano Fernando Gaviria (anche lui della Quick-Step Floors) con 191 punti: proprio questa però è l’unica graduatoria che sulla carta dovrebbe cambiare in modo significativo fra oggi e domani, cioè nelle ultime due tappe che il centesimo Giro d’Italia dedicherà ai velocisti.

1. Tom Dumoulin (NED) 52h 41' 02"

2. Nairo Quintana (COL) +2'23"

3. Bauke Mollema (NED) +2'38"

4. Thibaut Pinot (FRA) +2'40"

5. Vincenzo Nibali (ITA) +2'47"

6. Andrey Amador (CRC) +3'05"

7. Bob Jungels (LUX)+3'56"

8. Domenico Pozzovivo (ITA)+3'59"

9. Tanel Kangert (EST) +3'59"

10. Ilnur Zakarin (RUS)+4'17"

© Riproduzione Riservata.