BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

DIRETTA / Pisa Benevento (risultato finale 0-3) info streaming video e tv:Il Benevento si regala i playoff

Diretta Pisa-Benevento: info streaming video e tv, probabili formazioni, quote, orario, risultato live. La partita di Serie B è in programma giovedì 18 maggio 2017 alle ore 20.30

Diretta Pisa-Benevento, Foto LaPresse Diretta Pisa-Benevento, Foto LaPresse

Si è conclusa da pochissimi minuti l'incontro tra Pisa e Benevento sul punteggio di 0 a 3, la squadra di Baroni si è cosi regalata la possibilità di partecipare ai playoff grazie a questo successo maturato nella ripresa. Dopo la chiusura a reti bianche della prima frazione di gioco, difatti sono stati Puscas, Falco e Ceravolo a regalare questo importante successo ai campani. Dopo il vantaggio firmato con un colpo di testa di Puscas, Falco ha segnato con una stupenda conclusione dal limite dell'area così come Ceravolo che ha segnato concludendo alla grande una spettacolare azione personale. I padroni di casa già retrocessi non avevano più niente da chiedere ma hanno comunque provato quanto meno a segnare il gol della bandiera con Manaj, negato solamente da uno strepitoso Cragno.

Siamo giunti al 75' della gara tra  Pisa e Benevento ed il punteggio è ora di 0 a 2, il raddoppio degli ospiti è arrivato al 63' che ha segnato con uno stupendo e potente tiro che ha fatto partire dal limite dell'area e che si è infilato imparabilmente sotto l'incrocio dei pali. I padroni di casa nonostante il doppio svantaggio, hanno trovato la forza di reagire sfiorando il gol al 67' quando Mannini è stato bravo a mettere in area un cross che ha permesso a Manaj di colpire tutto solo di testa da distanza ravvicinata, ma il tentativo aereo dell'attaccante albanese è stato respinto d'istinto da un super intervento d'istinto di Cragno. 

Siamo ormai giunti al 60' della sfida tra Pisa e Benevento ed il punteggio è cambiato ed ora si trova sullo 0 a 1, a sbloccare la gara del Romeo Ancotenani è stato al 51' Puscas che ha potuto segnare con un colpo di testa effettuato all'interno dell'area di rigore dove la retroguardia di casa ha lasciato colpevolmente solo l'attaccante ospite s. La squadra di casa non aveva iniziato male visto che Varela al 49' si era reso pericoloso liberandosi sulla sinistra ed entrando in area di rigore ha fatto partire un cross rasoterra pericoloso che la retroguardia campana è riuscita in qualche modo ad allontanare. 

Si è concluso da pochissimi minuti il primo tempo della sfida tra Pisa e Benevento ed il punteggio è ancora bloccato sullo 0 a 0. Partita deludente soprattutto per gli ospiti che sta facendo infuriare il proprio allenatore Baroni, finora i campani sono riusciti a rendersi pericolosi nell'area avversaria solo sugli sviluppi di calci d'angolo che i due difensori Camporese e Lucioni per poco non sono riusciti a trasformare in rete. I padroni di casa invece si sono limitati a difendersi con ordine riuscendo a concludere per la prima volta verso Cragno solamente al 35' con un tiro centrale e debole tentato da Manaj. Vedremo nella ripresa se l'allenatore del Benevento riuscirà a dare una svolta ad un incontro che finora è stato bloccato.

Allo Stadio Arena Garibaldi Romeo Anconetani di Pisa i padroni di casa stanno affrontando il Benevento nella sfida per l'ultima giornata di Serie B e, quando sono ormai trascorsi quindici minuti di gioco, il risultato è ancora sullo 0 a 0. Partita importantissima per gli ospiti che devono conquistare i tre punti per conquistarsi definitivamente i playoff contro una formazione che ormai non ha più nulla da dire ad un torneo che li ha visti retrocedere in Lega Pro. Il Benevento ha iniziato come ci si aspettava all'attacco cercando di imporre subito il proprio ritmo trascinata da bomber Ceravolo che al 7' ha guadagnato una punizione dal limite dell'area ma la conclusione di Viola è stata respinta dalla barriera. Un minuto dopo la grande occasione: stacco imperioso di Camporese sul corner calciato da Viola ma il colpo di testa del difensore è deviato da Cardelli sulla parte alta della traversa mandando la palla in calcio d'angolo. 

Prima del fischio d’inizio tra Pisa e Benevento andiamo a scoprire assieme i possibili protagonisti della partita attesa in terra toscana nella 42^giornata di Serie B. Nella compagine di Gattuso il nome atteso è quello di Daniele Mannini, che come Gaetano Masucci ha messo a segno 4 reti personali: oltre a loro segnaliamo anche il terzino sinistro Alessandro Longhi tra i più affidabili in rosa con 38 presenze in campionato e 3283 minuti di gioco disputati. Tra gli stregoni invece ricordiamo i nomi di  Fabio Ceravolo (116 tiri e 19 gol, capocannoniere della squadra), Filippo Falco (65 assist e 5 reti) e Amato Ciciretti (9 assist vincenti e 6 gol secondo miglior marcatore del Benevento). Tra gli uomini più affidabili della formazione giallorossa spicca poi il nome di Fabio Lucioni, difensore centrale con 41 presenze nella cadetteria, 3720 minuti nelle gambe e 3 reti. Ecco dunque le formazioni ufficiali di Pisa-Benevento. Cardelli; Longhi; Di Tacchio; Mannini; Verna; Lores; Manaj; De Fabro; Golubovic; Milanovic; Zammarini. Allenatore: Gennaro Gattuso Cragno; Lucioni; Lopez; Ceravolo; Pajac; Chibsah; Camporese; Gyamfi; Puscas; Eramo; Viola. Allenatore: Marco Baroni (agg Michela Colombo)

Pisa Benevento mette di fronte i toscani già retrocessi e i campani all’inseguimento di un posto nei playoff di Serie B - se si faranno - dunque mette sotto i riflettori soprattutto gli ospiti. Come potrebbe finire all’Arena Garibaldi? Cerchiamo di capirlo mediante un’analisi dei precedenti: per la prima volta Pisa e Benevento in questo campionato si incrociano in Serie B - all’andata in Campania vinsero per 1-0 i padroni di casa -, ma ci sono numerosi confronti negli scorsi campionati in Lega Pro, dunque il bilancio complessivo è di nove incontri, di cui ben quattro vinti dal Benevento, poi tre pareggi e due successi del Pisa. Infine il bilancio delle reti, che è per un soffio favorevole al Benevento: 10 gol segnati a fronte dei 9 per il Pisa. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza) 

Nella 42^giornata di Serie B il Pisa ospiterà il Benevento: vediamo quindi assieme quali sono le statistiche che le due formazioni portano in campo questa sera. I toscani hanno già salutato la cadetteria, ma vogliono la sesta vittoria interna per chiudere al meglio questa disastrata stagione. I nerazzurri hanno sempre il peggior attacco interno con dieci gol fatti e la miglior difesa con quattordici reti subite. Il Benevento in trasferta non riesce ad esprimersi, come dimostrano le sole quattro vittorie ottenute finora: i sanniti infatti hanno realizzato 22 reti esterne, ma hanno raccolto il pallone dalla porta in 28 occasioni. Va però precisato che la compagine degli stregoni, nel confronto porta numeri più incoraggianti per quanto riguarda  lo stato di forma: negli ultimi 5 match disputati il Benevento ha raccolto 8 punti con 2 vittorie e un pari, mentre il Pisa ne ha messi a bilancio solo 3 con 3 pareggi. (agg Michela colombo)  

Verrà diretta dall’arbitro Daniele Minelli della sezione di Varese: sono 18 gli incontri arbitrati fino a questo momento, di cui 17 in serie B. Un arbitro severo per quanto riguarda le ammonizioni: 92 gialli ma solamente tre i rossi. Pochi rigori assegnati: sono solamente quattro i tiri dal dischetto in 18 gare. Due precedenti con i nerazzurri del Pisa dove i toscani hanno vinto per 4-2 contro l'Ascoli e pareggiato per 0-0 contro il Frosinone. Un precedente stagionale con il Benevento: il direttore di gara diresse la sfida contro il Vicenza, terminata 0-0. La curiosità è legata al fatto che Minelli ha arbitrato la partita del Sant’Elia tra Cagliari e Pescara, nella quale impedì a Sulley Muntari di lasciare il campo in seguito a presunti cori razzisti nei suoi confronti. Nell’intervista post partita il centrocampista ghanese ebbe a dire “Minelli è fortunato che ci sia il  regolamento che impone di non toccare l’arbitro, altrimenti adesso sarebbe già sotto terra”. Un episodio che l’avrà certamente temprato… (agg. di Claudio Franceschini)

Dall'arbitro Daniele Minelli della sezione di Varese che sarà coadiuvato dai guardalinee Chiocchi e Lanotte e dal quarto uomo De Santis, si disputerà presso lo stadio Romeo Anconetani-Arena Garibaldi giovedì 18 maggio 2017 con il fischio d'inizio programmato per le ore 20.30: tra le partite dell'ultima giornata di Serie B 2016-2017 sarà quella da tenere maggiormente d'occhio, perché in caso di vittoria la formazione ospite (reduce dall'importantissimo successo nello scontro diretto con il Frosinone) garantirebbe lo svolgimento dei play-off limitando a -9 il gap nei confronti del club allenato da Pasquale Marino (ammesso che batta la Pro Vercelli), in caso contrario gli uomini di Baroni dovranno sperare che Perugia e Cittadella facciano il loro dovere rispettivamente contro Salernitana e Virtus Entella.

Di conseguenza i sanniti se vogliono essere artefici del loro destino hanno un solo risultato a disposizione, la vittoria, e dovranno farlo conquistando i tre punti contro la squadra che, al netto delle penalità, è quella che assieme al Latina ha totalizzato il minor numero di punti e vittorie. Sicuramente la formazione di Gattuso intenderà congedarsi dai cadetti con una prestazione onorevole e dignitosa di fronte al loro pubblico, magari mettendo i bastoni tra le ruote a una squadra impegnata nell'estenuante lotta per i play-off.

Non sarebbe uno scenario inconsueto, la settimana scorsa infatti il Latina, già retrocesso e quindi senza obiettivi di classifica, ha fermato il Perugia rispettando nel migliore dei modi l'impegno invece di regalare i tre punti alla squadra che in quella circostanza ne aveva assolutamente più bisogno, e lo stesso Pisa ha rallentato lo Spezia costringendolo allo 0-0.

Sulla carta la rosa del Benevento è più forte rispetto a quella del Pisa per cui con una prestazione positiva dei suoi interpreti la formazione sannita non dovrebbe avere problemi a racimolare tutta la posta in palio, anche se il Pisa nel corso dell'annata ha dimostrato di essere l'avversario più coriaceo da affrontare, e non è frutto di una coincidenza se la compagine toscana ha la miglior difesa e il peggior attacco della categoria. P

Er farla breve, il verdetto non è scontato e saranno 90 minuti di passione per entrambe le squadre protagoniste, i motivi di interesse non mancano e anzi si sprecano, non dimentichiamo infatti che il Benevento cercherà a tutti i costi di migliorare la posizione in classifica, finire tra le prime quattro significherebbe saltare il turno preliminare dei play-off e accedere direttamente alla seconda fase, a fine stagione disputare una partita in più o in meno può fare drammaticamente (in senso sportivo, per carità) la differenza.

Con la retrocessione in Lega Pro ormai ufficiale, Gattuso ne approfitterà per effettuare un ampio turnover come già accaduto nella precedente gara di campionato contro lo Spezia, e se una settimana fa a difendere la porta al posto di Ujkani c'era Cardelli, stavolta tra i pali potremmo vedere addirittura il terzo portiere, Giacobbe; tra i quattro di difesa dovrebbe essere confermato Birindelli come terzino assieme al suo omologo Avogadri che affiancheranno i centrali Longhi e Lisuzzo; Di Tacchio, Zonta e Lazzari occuperanno la fascia mediana del campo mentre per il tridente d'attacco Gattuso avrà l'imbarazzo della scelta e potrebbe far ruotare gli elementi, per cui Peralta, Cani e Gatto farebbero meglio a tenersi pronti.

Per quanto riguarda Baroni, per quella che potrebbe essere la gara più importante nella stagione del Benevento, si va verso l'ennesima riconferma del modulo 4-2-3-1 con Cragno a difendere la porta e davanti a lui la linea difensiva composta da Camporesi e Gyamfi sulle corsie esterne e Camporese e Lucioni al centro; i mediani Chibsah e Viola guarderanno le spalle ai trequartisti Puscas, Falco e Pajac, davanti l'unica punta sarà Ceravolo che con i suoi 19 gol ha letteralmente trascinato la squadra nei piani alti della classifica nonostante il punto di penalità.

I bookmaker non hanno dubbi sulle chance di successo del Benevento, il 2 dei sanniti su WilliamHill è quotato ad appena 1,50, vincite decisamente più alte per gli scommettitori che punteranno sul risultato di parità (4,10 su Bwin) o di vittoria a sorpresa del Pisa (6,75 su PaddyPower). In tutto il campionato solamente in 5 delle 41 gare disputate dalla squadra di Gattuso si sono segnati più di due gol, per cui non deve stupire se su Bet365 l'Under venga dato a 1,75 mentre su PaddyPower l'Over viene pagato 2,05 la posta in palio.

Per chi vuole azzardare il risultato esatto vi segnaliamo la quota di 6,50 su Betclic per il 2 a 0 in favore del Benevento. Infine vi ricordiamo che sarà possibile seguire Pisa-Benevento su Sky Sport, diretta tv sul canale 259 (niente alta definizione) e diretta streaming video collegandosi al portale Sky Go disponibile su smartphone e tablet scaricando gratuitamente l'app oppure accedendo all'url http://skygo.sky.it da browser. 

© Riproduzione Riservata.