BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

DIRETTA/ Foggia Cremonese (risultato finale 3-1) info streaming video diretta Sportube: tripletta di Mazzeo!

Diretta Foggia-Cremonese: streaming video Sportube.tv, probabili formazioni, quote, orario, risultato live. La partita di Supercoppa Lega Pro è in programma sabato 20 maggio 2017 

Supercoppa Lega Pro 2017: diretta Foggia-Cremonese (LAPRESSE)Supercoppa Lega Pro 2017: diretta Foggia-Cremonese (LAPRESSE)

Al 78esimo Sarno ci prova da calcio di punizione. Tentativo interessante, Ravaglia c'è, vola e smanaccia. Cambio nel Foggia: fuori Sarno, dentro Chiricò. Qualche istante dopo arriva l'ultimo cambio per mister Stroppa: esce Di Piazza, entra Maza. Si mette in mostra il neo entrato Chiricò. Conclusione a giro ma ancora una volta Ravaglia si mostra insuperabile con un intervento plastico ed efficace. Anche l'altro giocatore appena entrato in campo ci prova. Conclusione a giro direttamente da calcio di punizione dello spagnolo, ancora Ravaglia a opporsi. Nei minuti di recupero la Cremonese non riesce a esprimersi come vorrebbe, il Foggia allora prova ad approfittarne andando a caccia del terzo gol. Palla magnifica in profondità di Gerbo: incomprensione tra Mazzeo e Chiricò e l'azione sfuma tra il disappunto degli spettatori. Poco dopo però il Foggia trova il tris. Al 94esimo Maza brucia la fascia e serve Mazzeo che in area non sbaglia firmando la sua personale tripletta.

Al 55esimo accenno di rissa tra Ferretti e Agnelli. L'arbitro li ammonisce entrambi. Il Foggia fa la partita. Cross al bacio di Agazzi per Di Piazza, solo e smarcato sul secondo palo: l'impatto con la sfera di testa non è dei migliori e la palla finisce clamorosamente fuori. Primo cambio per mister Stroppa: fuori capitan Agnelli, dentro Deli. Riecco Sarno. Tiro potente di mancino ma Ravaglia si oppone con efficacia. Il Foggia preme e al 69esimo trova un altro calcio di rigore. Rubin si inserisce bene in area e viene sgambettato da Ferretti. Nessun dubbio per Fiorini: è calcio di rigore. Dal dischetto si ripresente Mazzeo che anche questa volta non sbaglia. Ravaglia intuisce ma non ci arriva. Primo cambio anche per mister Tesser: fuori Ferretti, dentro Salviato. Poco dopo viene ammonito Marconi per un brutto fallo su Sarno. Negli ospiti fuori Talamo, dentro Scarsella. Al 77esimo piove sul bagnato per Tesser. Bastrini, già ammonito, commette un altro brutto fallo e guadagna anzitempo la via degli spogliatoi. Sostituzione riparatoria: esce Maiorino, entra Lucchini.

Nessuna sostituzione a inizio ripresa. Si riparte con in campo gli stessi 22 del primo tempo. Inizio propositivo da parte di entrambe le squadre. Ci prova per primo il Foggia. Di Piazza sfonda a sinistra e guadagna un calcio d'angolo. Nulla di fatto sugli sviluppi. Rispondono i lombardi. Maiorino punta Gerbo, lo salta e calcia in porta: conclusione troppo schiacciata. Nessun problema per Guarna. Al 50esimo ospiti sorprendentemente in vantaggio. La difesa rossonera si perde Brighenti lanciato in profondità e il 9 grigiorosso va al tu per tu con Guarna. L'ex portiere del Bari è bravo a respingere la prima conclusione ma nulla può sul secondo tiro dell'attaccante che porta in vantaggio gli ospiti. La reazione del Foggia è furente. Di Piazza fa irruzione in area, Ravaglia esce male e lo stecca. Rigore e ammonizione per il portiere. Dal dischetto Mazzeo non sbaglia superando Ravaglia con un rasoterra preciso.

Alla mezzora ci riprova il Foggia. Vacca prova ad inventare per Rubin, ma sbaglia il passaggio. L'azione sfuma. Poco dopo ancora i pugliesi. Sarno serve Mazzeo in area che gira in porta: Ravaglia devia in corner. Poco dopo Di Piazza offre un buon cross in area, la difesa grigiorossa allontana male e il capitano rossonero, Mazzeo riceve da posizione invitante. La conclusione viene, però, murata in angolo. Sugli sviluppi del corner seguente ci prova Martinelli di testa: palla alta. Al 43esimo Vincenzo Sarno si rimette in mostra. Duetto con Vacca al limite dopo aver superato due avversari, cross verso l'area piccola ma Ravaglia capisce tutto e fa sua la sfera. La risposta della Cremonese è affidata a Maiorino. Tiro dai 20 metri impreciso. La palla si perde sul fondo. Fine primo tempo allo Zaccheria, reti inviolate.

L'uomo più pericoloso tra le fila rossonere in questo inizio di partita è Vincenzo Sarno. Al decimo minuto riceve sulla destra da Rubin, punta la porta, si accentra e ci prova col mancino. Agnelli è sulla traiettoria e si oppone involontariamente. Risponde la Cremonese con un centrocampista. Conclusione dai 25 metri di Cavion: palla abbondantemente fuori misura. Al 20esimo il Foggia se ne va in contropiede. Gerbo serve in profondità Di Piazza, che arriva in area ma viene rallentato bene da Ferretti. Poco dopo Guarna esce male respingendo palla sui piedi di Cavion che subito ci prova dalla distanza. Tentantivo fuori misura. La sfera esce di molto. Ancora Sarno. Al 23esimo riceve sulla destra e calcia violentemente verso la porta: la palla termina di poco sopra la traversa. Ammonito nel frattempo Bastrini. Sarno insiste. Fa fuori due avversari, palla dentro per Agnelli che cade in area: il direttore di gara lascia proseguire.

E' iniziata la seconda gara valevole per la Supercoppa di Lega Pro. Nel primo turno si sono sfidati allo "Zini" Cremonese e Venezia, con gli uomini di Pippo Inzaghi usciti vincitori per 1-2 (gol decisivo di Bentivoglio). Il Foggia di Stroppa si schiera con il 4-3-3. Guarna    in porta, difesa composta da Gerbo, Martinelli, Figliomeni e Rubin. In mediana Agnelli, Agazzi e Vacca. In zona offensiva ecco Sarno, Mazzeo e Di Piazza. Tesser risponde con il 4-3-1-2. Tra i pali Ravaglia, in difesa Redolfi, Bastrini, Marconi e Ferretti. In mediana Cavion, Porcari e Procopio. Sulla trequarti Maiorino pronto a supportare Talamo    e Brighenti. Arbitra l'incontro il sig. Vincenzo Fiorini della sezione di Frosinone, coadiuvato dagli assistenti sig. Felice Sante Marinenza di L'aquila e sig. Francesca Di Monte di Chieti. Subito Foggia in avanti con Di Piazza che va a guadagnarsi il primo corner del match. Nulla di fatto dalla bandierina. Le due squadre a inizio match propongono un ritmo molto alto: tanto pressing e gioco che si concentra a centrocampo. Il Foggia prova a impensierire il portiere avversario. Azione insistita dei rossoneri, Sarno perde palla al limite dell'area avversaria non riuscendo a concretizzare.

Sta per prendere il via Foggia-Cremonese, gara valida per la Supercoppa di Lega Pro. Nel match precedente la formazione ospite ha perso contro il Venezia e, in caso di nuova sconfitta, la Cremonese sarà tagliata fuori dal trofeo. Il Foggia è una delle favorite per la vittoria finale insieme al Venezia. Un ex dei Satanelli come Marco Sau ha voluto fare i complimenti alla sua vecchia squadra rilasciando le seguenti dichiarazioni a Gianlucadimarzio.com: “Foggia è stata un’esperienza fantastica, sono stato benissimo e da lì è nato tutto perché ho incrociato il maestro Zeman e ho iniziato a segnare tanti gol: gli devo molto. Sono molto felice per Foggia, è una piazza che considero molto prestigiosa. Vivono di calcio e hanno una passione incredibile per questo sport, felice di rivederli nel calcio che conta”. (agg. Giuliani Federico)

Foggia Cremonese, seconda partita del triangolare che assegnerà la Supercoppa di Lega Pro fra le squadre vincitrici dei tre gironi, potrebbe essere decisa dagli attaccanti delle due formazioni: vediamo dunque chi sono stati i bomber di Foggia e Cremonese lungo tutto l’anno. Per quanto riguarda i rossoneri pugliesi, usciti vincitori dal girone C, in copertina c’è sicuramente Fabio Mazzeo che con 21 gol - di cui quattro su calcio di rigore - è stato il capocannoniere del gruppo dell’Italia meridionale. La Cremonese invece non ha dominato nella classifica marcatori del girone A, ma ha comunque raggiunto la promozione diretta e in questo senso un grande merito va senza dubbio attribuito ad Andrea Brighenti, che in campionato è stato autore di 16 gol, di cui tre dal dischetto del rigore. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

In attesa del fischio d’inizio della partita di Supercoppa di Lega Pro tra Foggia e Cremonese, andiamo a mettere a confronto qualche statistica interessante delle due squadre. Primatista nel girone A la Cremonese ha chiuso la sua stagione nel campionato regolare di Lega Rapo sicura della promozione con 78 punti a bilancio ottenuti grazie a 24 vittorie e appena 8 sconfitte rimediate, oltre a una differenza reti fissata sul +28. Buono ma non perfetto il bilico dello stato di forma della cremonese nel tempo recente: negli ultimi 5 incontri infatti la compagine lombarda ha raccolto 3 vittorie e 2 sconfitte, l’ultima contro il Venezia nel primo turno della Supercoppa. Il Foggia, invece primatista nel girone C,  ha chiuso la sua stagione con 85 punti a bilancio ottenuti grazie a 25 vittorie e tre sole sconfitte, oltre ad aver a bilancio un a differenza reti fissata sul +41. Ottimo lo stato di forma dei Satanelli che tornano in campo avendo approfittato anche di un turno di riposo la scorsa settimana: nelle ultime 5 partite giocate hanno infatti raccolto 3 vittorie e 2 pareggi. (agg Michela Colombo)

Stando allo storico sono ben 18 i precedenti intercorsi tra Foggia e Cremonese, partita del secondo turno della Supercoppa di Lega Pro in programma oggi: di questi ricordiamo che 7 hanno arriso alla formazione dei satanelli e 4 invece sono andati a favore della compagine grigiorossa, autrice nello scontro diretto di 17 reti, contro le 21 firmate dai rossoneri. L’ultimo testa a testa tra Foggia e Cremonese appare molto dato visto che difficilmente le due squadre sono stata selezionate nel medesimo gruppo nel campionato di terza serie: l’occasione furono le semifinali dei play off di serie C1, dove all’andata il tabellone venne fermato sullo 0-0, mentre al ritorno si registrò un altro pareggio per 1-1 firmato da Del Core per i satanelli e da Temelin per la Cremonese. Nello scontro diretto ricordiamo che l’ultimo successo da parte della Cremonese risale alla 32^giornata della stagione 1996-1997 della serie C, dove i grigiorossi vinsero in trasferta per 2-1 firmato da Susic e Perovic: l’ultima affermazione dei satanelli invece è ancora più data e risale alla 5^ giornata della Serie A 1994-1995, dove il Foggia vinse in trasferta per 3-1 grazie alle reti di Biagioni, Kolyvanov e Sciacca. (agg Michela Colombo)

Sarà diretta dall’arbitro Vincenzo Fiorini della sezione di Frosinone: con lui i guardalinee Felice Sante Marinenza di L’Aquila e Francesca Di Monte di Chieti. Si gioca sabato 20 maggio 2017 allo stadio Pino Zacchera di Foggia, per la seconda partita della Supercoppa Lega Pro: calcio d’inizio alle ore 20:30. Il trofeo si gioca in un triangolare tra le tre squadre che hanno visto i rispettivi gironi di campionato: oltre a Foggia e Cremonese, capolista dei gruppi C e A, anche il Venezia di Pippo Inzaghi che ha dominato il girone B.

E che nella prima giornata della Supercoppa ha sconfitto per 1-2 la Cremonese, con il gol di Bentivoglio che all’86' ha risolto il botta e risposta del primo tempo tra il veneziano Geijo (4’) e il grigiorosso Talamo (34’). Avendo perso il match inaugurale, la Cremonese di mister Attilio Tesser torna in campo sette giorni dopo ma senza più speranze di vittoria. Il regolamento prevede infatti che, al termine del triangolare, sarà premiata la squadra che avrà ottenuto più punti; in caso di arrivo alla pari si terrà conto dei seguenti criteri: 1.differenza reti nel proprio girone di campionato, 2.gol segnati nel proprio girone, 3.gol segnati in trasferta.

A totale parità di punti il titolo andrebbe al Foggia di Giovanni Stroppa, che nel girone C ha registrato una differenza nettamente superiore: +41 contro il +28 della Cremonese e il +27 del Venezia; inoltre la squadra pugliese è in vantaggio sia per quanto riguarda le reti totali che per quelle in trasferta. Dal canto suo la Cremonese è avanti in tutte e tre le voci rispetto al Venezia, ma non può più sperare di fare più punti delle altre due. A prescindere dal risultato di oggi, la Supercoppa di Lega Pro 2017 si deciderà quindi sabato prossimo (27 maggio) allo stadio Penso, nella gara tra Venezia e Foggia: se la Cremonese dovesse battere i pugliesi, alla squadra di Inzaghi sarà sufficiente il pareggio per completare il ’triplette’ (ha già vinto girone B di campionato e Coppa Italia di categoria).

Ai i grigiorossi rimane comunque l’immensa soddisfazione per il ritorno in Serie B, ufficializzato al termine di un estenuante dello con l’Alessandria che fino a poche settimane dalla fine sembrava avere la promozione in pugno. Invece l’arrivo alla pari (entrambe a 78 punti) ha premiato la Cremonese per il vantaggio negli scontri diretti (pareggio 1-1 al Moccagatta, vittoria 1-0 in casa). I lombardi ritroveranno quindi la cadetteria dopo quasi vent’anni: l’ultima volta risaliva alla stagione 1998-1999. Discorso analogo per il Foggia, la cui ultima stagione in Serie B è quella targata 1997-1998. Vincendo il girone C con 85 punti, i Satanelli hanno sbaragliato la concorrenza del Lecce (secondo a meno 11) e riscattato la delusione dell’anno scorso, in cui erano stati sconfitti dal Pisa nella finale dei playoff.

Per la partita di Supercoppa contro la Cremonese, mister Stroppa riproporrà il consueto 4-3-3 con Guarna in porta, Martinelli e Colletti al centro della difesa, Loiacono in posizione di terzino destro e Rubin sulla corsia mancina. A centrocampo capitan Agnelli, Vacca e Gergo, mentre il tridente offensivo vedrà gli esterni Chiricò e Miguel Mazza a supporto dell’esperto centravanti Fabio Mazzeo, top scorer stagionale con 21 reti. La Cremonese dovrebbe rispondere con il 4-3-1-2: davanti all’estremo difensore Ravaglia retroguardia a quattro con Salviato a destra, Procopio a sinistra e coppia centrale Marconi-Canini. In mezzo al campo Porcari affiancato da Pesce e Scarsella, tra le linee Maiorino e in attacco il tandem formato da Brighenti e Scappini, che in campionato ha prodotto 28 gol (16 il primo, 12 il secondo).

Le principali agenzie di scommesse assegnano i favori del pronostico al Foggia, che quest’anno ha perso solo 2 volte in casa tra girone C e Coppa Italia Lega Pro. Su snai.it troviamo il segno 1 per la vittoria rossonera a quota 1,80, il segno X per il pareggio a 3,30 e il segno 2 per il successo esterno della Cremonese a 4,10. Opzione Under a quota 1,85, Over 1,78, Gol 1,70 e NoGol 1,95. La partita di Supercoppa Lega Pro tra Foggia e Cremonese sarà trasmessa in diretta streaming video dal portale a pagamento Sportube.tv.

© Riproduzione Riservata.