BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Diretta/ Italia Danimarca Under 21 (risultato finale 2-0) streaming video raiplay.it: debutto ok per Di Biagio

Diretta Danimarca-Italia Under 21: streaming video raiplay.it, probabili formazioni, quote, orario, risultato live. Europei 2017: si gioca domenica 18 giugno alle ore 20:45

Europei Under 21 2017: diretta Danimarca-Italia (LAPRESSE)Europei Under 21 2017: diretta Danimarca-Italia (LAPRESSE)

Italia-Danimarca Under 21 termina 2-0, missione compiuta al debutto - non senza difficoltà - per la squadra di Di Biagio! E' arrivato al minuto 86 il gol della sicurezza, il primo in Under 21 per Petagna: doppia occasione nei due minuti precedenti, un destro-sinistro pericoloso che aveva impegnato due volte seriamente Hojbjerg; poi, spunto dello scatenato Chiesa a destra (impatto devastante sul match per lui), cross sul primo palo e deviazione volante del centravanti dell'Atalanta, con partita in archivio. Applausi per lo stesso Petagna, sostituito per gli ultimi scampoli di sfida da Cerri. Soddisfatto il ct degli azzurrini, che si tiene stretto il parziale, il medesimo ottenuto anche dalla Germania nell'altra gara del girone contro la Repubblica Ceca. Che sarà il prossimo avversario dell'Italia, mercoledì alle 18: probabilmente una partita già decisiva per assicurarsi punti importanti, in vista di un passaggio del turno che, ricordiamo, sarà solo per le prime 3 dei gironi, più la miglior seconda...

Italia-Danimarca Under 21 1-0 quando siamo entrati negli ultimi minuti di gioco a Cracovia e regge il vantaggio azzurro a firma Pellegrini! Di Biagio ha lanciato nella mischia Chiesa per Berardi, autore di un'ottima prova anche di sacrificio, tanto da uscire con i muscoli indolenziti e forse un principio di crampi; qualche rischio di troppo per Gagliardini e compagni dopo la rete del centrocampista del Sassuolo, con l'ex Atalanta ad azionare una ripartenza danese al minuto 59, salvato da un rientro provvidenziale di Barreca su Andersen. Danimarca pericolosa anche pochi istanti dopo, con una punizione di Hjulsager alta sulla traversa; è stato proprio lui il singolo più in luce per la squadra di Frederiksen, ben "gestito" però dalla difesa azzurra e contenuto anche da Donnarumma, sull'unico tiro in porta degno di nota, al 76°. In campo ora Grassi per Benassi e Zohore (ex Fiorentina) per Ingvartsen: ancora tutto aperto, punti pesanti in palio e l'Italia vuole rispondere 'presente'!

Italia-Danimarca Under 21 è ripartita senza cambi immediati da parte di Di Biagio e Frederiksen e con gli azzurrini sbilanciati fin da subito all'attacco! Occasioni in serie per Berardi, Petagna e Pellegrini, con difesa danese bassa e pronta a rintuzzare le iniziative azzurre... Sono iniziate anche le operazioni di riscaldamento sulla panchina italiana, con Chiesa e Cataldi assieme a Cerri, pronti all'ingresso in campo. L'inerzia della sfida è diventata favorevole per l'Italia al minuto 54, con un gol pazzesco di Pellegrini: rovesciata perfetta per il centrocampista del Sassuolo (che probabilmente tornerà alla Roma in estate), niente da fare per Hojbjerg e grande esultanza tra campo e staff tecnico! E' iniziata alla grande dunque la ripresa per gli azzurrini, ora bisogna dare continuità alla prestazione.

Italia-Danimarca Under 21 0-0 a fine primo tempo a Cracovia, gli azzurrini stanno trovando diverse difficoltà in questa gara contro i solidi danesi, viatico significativo per il resto della competizione continentale. Poco da segnalare nella parte finale di frazione se non un lancio di banconote false all'indirizzo di Donnarumma, con esposizione anche di uno striscione (DOLLARUMMA) richiamo evidente ai temi di mercato di questi giorni... I ritmi sono rimasti tendenzialmente bassi in particolare per quanto riguarda la metà campo italiana, con Gagliardini troppo periferico e Bernardeschi evanescente; pochi lampi e la sensazione che senza strappi da parte degli Under 21 azzurri difficilmente si potrà svoltare. Ci aspettiamo una ripresa in crescendo, una vittoria al debutto è fondamentale per alimentare le ambizioni di una nazionale così ricca di talenti!

Italia-Danimarca Under 21 0-0 alla mezzora del primo tempo, non si sblocca questa sfida di debutto per gli azzurrini agli Europei di categoria. Come da indicazioni della vigilia, la Danimarca è a dir poco quadrata e determinata in fase difensiva, con i soli 3 gol al passivo durante le qualificazioni a rappresentare un biglietto da visita di indubbio significato. La prima vera occasione da gol è arrivata al minuto 21: bel cross dalla fascia sinistra di Barreca, palla sul secondo palo buona per il tiro di prima di Conti, sull'esterno della rete! Dall'altra parte solo una punizione dal lato corto dell'area per i danesi, con cross allontanato bene dalla retroguardia azzurra. Il copione del match è piuttosto chiaro: Italia che attacca ma trova un muro rosso davanti a Hojbjerg; Danimarca che si difende ed affida a qualche sporadica ripartenza. L'effetto è uno stallo prolungato a livello di emozioni, che Benassi ha provato poco fa a "forzare": destro dai 30 metri per lui, respinta in tuffo dell'estremo difensore avversario.

È partita con gli azzurrini a fare il match ed intavolare diverse azioni d'attacco, prive però - per il momento - di pericolosità al tiro. In evidenza come regista offensivo Berardi, che come di consueto parte da destra ma si accentra costantemente; primo calcio d'angolo per l'Italia già al minuto 3, non sfruttato però con uno schema troppo complicato e mal eseguito dai ragazzi di Di Biagio. La Danimarca risponde con grande aggressività in mezzo al campo e con il veterano della squadra, Vigen Christensen, a guidare i propri compagni. Mai nemmeno vicini comunque ad impensierire Donnarumma... Si gioca a Cracovia, punteggio parziale sempre sul pari senza reti, attacca l'Under 21 italiana!

Sta per cominciare: episodio numero 8 nella rivalità ufficiale tra le due nazionali. Gli azzurrini non hanno mai perso: il bilancio storico registra 4 vittorie e 3 pareggi. L’ultima sfida diretta tra Danimarca ed Italia Under 21 si è giocata l’anno scorso, il 14 novembre 2016: risultato finale 0-0. Il 17 novembre 2014 invece la Danimarca ha avuto la meglio ma in amichevole, vincendo 0-1 allo stadio XXI Settembre-Franco Salerno di Matera; a decidere il match fu la rete di Nicolai Brock-Madsen, che oggi ha 24 anni (classe 1993) e non può quindi partecipare agli Europei Under 21. Il 24 maggio 2006 Danimarca ed Italia si sono affrontate negli Europei Under 21, che quell’anno furono organizzati da Portogallo e vinti dall’Olanda (3-0 all’Ucraina in finale). Azzurrini e scandinavi diedero vita ad uno spettacolare 3-3: nel primo tempo vantaggio azzurro con Alessandro Potenza (16’), pareggio di Rasmus Wurz (21’), vantaggio danese firmato da Thomas Kahlenberg (33’) ed allungo grazie a Leon Andreasen (41’); nella ripresa la rimonta italiana con Raffaele Palladino ad accorciare le distanze (61’) e Rolando Bianchi per il definitivo 3-3 in zona Cesarini (90’). Ecco allora le formazioni ufficiali di Italia-Danimarca. 1 G. Donnarumma; 12 A. Conti, 4 Rugani, 13 Caldara, 3 Barreca; 6 Lo. Pellegrini, 18 Gagliardini, 15 Benassi; 7 D. Berardi, 11 Petagna, 10 Bernardeschi. A disposizione: 17 Cragno, 19 Scuffet, 2 Calabria, 5 Cataldi, 8 A. Grassi, 9 Cerri, 14 Biraschi, 16 Garritano, 20 F. Chiesa, 21 Locatelli, 22 A. Ferrari, 23 Pezzella. Allenatore: Luigi Di Biagio 1 J. Hojbjerg; 2 Holst, 4 Banggaard, 3 Maxso, 5 Blabjerg; 7 Hjulsager, 6 Norgaard, 8 L. Christensen, 19 Borsting; 10 L. Andersen, 9 Ingvarsten. A disposizione: 16 Hagelskjaer, 22 D. Iversen, 11 Zohore, 12 Nissen, 13 J. Andersen, 14 C. Nielsen, 15 M. Pedersen, 17 M. Jensen, 18 Hansen, 20 Rasmussen, 21 Junker, 23 Duelund. Allenatore: Niels Frederiksen (aggiornamento di Carlo Necchi) 

Si avvicina il fischio d’inizio di Danimarca-Italia, match che apre gli Europei Under 21 degli azzurrini. L’ultimo trionfo della nostra nazionale in questo torneo risale all’edizione 2004, che fu organizzata dalla Germania: l’Italia allenata da Claudio Gentile superò il Gruppo A al primo posto pur perdendo all’esordio contro la Bielorussia (1-2, gol di Gilardino); nelle altre due sfide gli azzurrini si rifecero, battendo prima la Serbia-Montenegro per 2-1 (doppietta di Sculli) e poi la Croazia sempre di misura (1-0 firmato De Rossi). Il semifinale il 3-1 rifilato al Portogallo, con doppio Gilardino e gol di Pinzi, mentre nell’ultimo atto l’Italia Under 21 piegò un’altra volta la Serbia-Montenegro, con un bel 3-0 scandito dalle reti di De Rossi (32’), Cesare Bovo (83’) e Alberto Gilardino (85’). Quest’ultimo vinse il titolo di capocannoniere del torneo assieme allo svedese Johan Elmander (5 gol a testa). L’ultima volta in senso temporale è invece l’edizione di due anni fa tenutasi in Repubblica Ceca: già allenati da Di Biagio, gli azzurrini non riuscirono a superare il girone B perdendo all’esordio contro la Svezia (1-2), poi campione d’Europa, ed impattando con il Portogallo (0-0) poi finalista; inutile nel terzo match il 3-1 rifilato all’Inghilterra. (aggiornamento di Carlo Necchi) 

Gli Europei Under 21, che quest’anno hanno allargato i ranghi a 12 squadre, vivono l’edizione numero 21. La prima risale al 1972 e premiò la Cecoslovacchia, che piegò l’URSS nella doppia finale (pareggio 2-2 nel primo round, successo ceco per 3-1 nel return match). La Danimarca prese parte a quel primo torneo, ma fu eliminata dalla Grecia nei quarti di finale in maniera rocambolesca: dopo aver vinto 2-0 la prima gara, gli scandinavi si fecero travolgere nella seconda perdendo 0-5. Dal canto suo l’Italia risulta la nazionale più titolata negli Europei Under 21: gli azzurrini hanno trionfato in 5 occasioni, la prima delle quali nel 1992 con vittoria nella doppia finale contro un’altra selezione del Nord Europa, la Svezia (2-0 azzurro in casa, sconfitta indolore 0-1 al ritorno). Nell’albo d’oro della manifestazione giovanile seguono la Spagna con 4 medaglie d’oro e il trittico Inghilterra-Russia-Olanda a quota 2 successi. 1 Europeo a testa per Germania, Jugoslavia, Francia, Repubblica Ceca e Svezia. (aggiornamento di Carlo Necchi)

Vediamo come Italia e Danimarca hanno raggiunto la qualificazioni agli Europei Under 21. Gli azzurrini allenati da Luigi Di Biagio si sono classificati primi nel gruppo 2 con 24 punti, precedendo di una lunghezza la Serbia che rappresentato l’avversario più ostico; staccate le altre ovvero Slovenia (15 punti), Irlanda (12), Lituania (10) ed Andorra (3). Nelle 10 partite delle qualificazioni l’Italia Under 21 si è mantenuta imbattuta ottenendo 7 vittorie e 3 pareggi, inoltre ha subito solamente 3 reti registrando la retroguardia meno battuta, alla pari con l’Inghilterra e… proprio la Danimarca del ct Niels Frederiksen. I giovani scandinavi hanno letteralmente dominato il gruppo 5, vincendo 9 partite su 10 ed accumulando quindi 28 punti: in riga Bulgaria (17), Romania (16), Galles (16), Lussemburgo (6) ed Armenia (1). 24 i gol segnati dalla Danimarca nelle qualificazioni, mentre l’Italia realizzandone 17 è risultata una delle prime classificate meno prolifiche (peggio solo la sorpresona Macedonia, vincitrice del gruppo 3 davanti alla Francia). (aggiornamento di Carlo Necchi) 

Sarà diretta dall’arbitro slovacco Ivan Kruzliak, assistito dai guardalinee Tomas Somolani e Bratislava Hancko; addizionali di porta Peter Kralovic e Filip Glova, quarto uomo l’israeliano Roy Hassan. Il debutto degli azzurrini agli Europei Under 21 è in programma domenica 18 giugno 2017 allo Stadion Cracovia: calcio d’inizio alle ore 20:45. L’Italia allenata da Luigi Di Biagio è inserita nel gruppo C: oltre alla Danimarca, le avversarie saranno Repubblica Ceca (mercoledì 21 giugno, ore 18) e Germania (sabato 24 ore 20:45).

Per la prima volta gli Europei Under 21 comprendono tre gironi nella prima fase: ad accedere alle semifinali saranno le squadre prime classificate più la migliore seconda. Nel girone A sono inseriti i padroni di casa della Polonia, la Slovacchia, la Svezia e l’Inghilterra, il girone B invece comprende Portogallo, Serbia, Spagna e Macedonia. In una competizione del genere ogni partita può risultare decisiva: per gli azzurrini è importante cominciare bene contro la Danimarca, in un match che stando alle agenzie di scommesse ci vede nettamente favoriti. snai.it ad esempio abbassa il segno 2 per la vittoria dell’Italia, che apre come squadra in trasferta, a quota 1,80 mentre il segno 1 per il successo degli scandinavi è fissato a 4,25; a quota 3,60 invece il segno X per il pareggio finale. Opzione Under quotata 1,80, Over a 1,87, Gol 1,75 e NoGol 1,93. La Danimarca Under 21 è allenata da Niels Frederiksen, 48 anni, e non ha mai vinto nei 7 precedenti ufficiali contro gli azzurrini.

Nel match inaugurale degli Europei Under 21, la formazione degli scandinavi dovrebbe disegnarsi nel modulo 4-2-3-1. Tra i pali Jeppe Hojbjerg (in forza all’Esbjerg), in difesa da destra a sinistra previsti Frederik Holst (Brondby), Andreas Maxso (Nordsjaelland, accostato anche ad alcune squadre italiane nei mesi scorsi), Joachim Andersen (Twente) e Mads Pedersen (Nordsjaelland).

A centrocampo Christian Norgaaard (Brondby) e il capitano Lasse Vigen Christensen, uno dei giocatori più quotati della rosa che nel 2012 è passato dal Midtjylland agli inglesi del Fulham (ultima stagione in prestito al Burton Albion, in Championship). Sulla trequarti Emiliano Marcondes (Nordsjaelland), ventunenne di origini brasiliane, mentre gli esterni alti saranno probabilmente Andrew Hjulsager (Celta Vigo) a destra e Lucas Andersen (Grasshopper) sulla fascia sinistra. In avanti Kenneth Zohore (Cardiff City), classe 1994 passato anche dalla Fiorentina tra il 2012 e il 2015: fu girato in prestito due volte senza mai esordire con la maglia viola.

Per i nostri avversari possibile anche un 4-4-2 con un trequartista in meno (Marcondes) e nua punta in più (Marcus Ingvartsen, ventunenne del Nordsjaelland). Per l’Italia invece Gigi Di Biagio dovrebbe puntare sul modulo 4-3-3, il più impiegato nel corso della sua gestione. Tra i pali il milanista Gianluigi Donnarumma, uno dei ragazzi classe ’99 convocati per questi Europei Under 21: gli altri due sono gli svedesi Pontus Dahlberg e Joel Asoro, rispettivamente portiere ed attaccante. Per la retroguardia azzurra i favoriti sono Andrea Conti (Atalanta) per la corsia di destra, Antonio Barreca (Torino) per la fascia mancina e la coppia Mattia Caldara (Atalanta)-Daniele Rugani (Juventus) per la zona antistante l’area di rigore. In mezzo al campo Danilo Cataldi (Lazio) affiancato dalle mezzali Marco Benassi (Torino), capitano della selezione, e Lorenzo Pellegrini (Sassuolo); nel tridente d’attacco infine Domenico Berardi (Sassuolo) e Federico Bernardeschi (Fiorentina) supporteranno il centravanti Andrea Petagna (Atalanta).

La partita degli Europei Under 21 tra Danimarca ed Italia sarà trasmessa in diretta tv su Rai 1, quindi in chiaro per tutti: collegamento dalle ore 20:30 e telecronaca dalle 20:45. Diretta in streaming video sul sito internet ufficiale www.raiplay.it, alla sezione ‘Dirette’. Aggiornamenti in tempo reale sul sito ufficiale uefa.com, che metterà a disposizione una pagina azione per azione di tutte le partite.

© Riproduzione Riservata.