BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Le partite di calcio dureranno 60 minuti?/ La rivoluzione del tempo effettivo: ecco come cambia

Calcio: la rivoluzione del tempo effettivo, presto partite da 60 minuti? L'IFAB studia la modifica che potrebbe rivoluzionare il football dopo la novità del VAR

Calcio, pronta la rivoluzione del tempo effettivo? (foto LaPresse) Calcio, pronta la rivoluzione del tempo effettivo? (foto LaPresse)

L’IFAB, il comitato della FIFA che gestisce, modifica e si propone di introdurre novità nelle regole del calcio, potrebbe avere in serbo una vera e propria rivoluzione per il mondo del football. Da tempo si parla infatti nel calcio di introduzione del tempo effettivo, che avrebbe la qualità di cambiare il modo in cui si interpreta il gioco a favore dello spettacolo e limitando il più possibile le scorrettezze e le perdite di tempo. L’idea sarebbe quella di salutare la durata di novanta minuti di gioco che accompagna il calcio sin dai suoi albori, e passare a due tempi da trenta minuti ciascuno, per partite da sessanta minuti effettivi, con l’introduzione del blocco del cronometro ogni qual volta il gioco sia fermo. Lo studio dell’IFAB sarebbe solo alla fase embrionale e sarà presentata una relazione in cui innanzitutto si fa già capire che il tempo effettivo nelle partite si assesta più o meno su un’ora di gioco, per suggerire come la rivoluzione sarebbe in realtà “morbida” rispetto ai ritmi di gioco già esistenti.

Il calcio sta attraversando un periodo di profonde trasformazioni e novità. Il VAR, con la moviola in campo che dalla prossima stagione sarà inserita anche nel campionato italiano, promette di rivoluzionare il modo di arbitrare. Dalla pallanuoto è già stato importato il time out a metà partita quando le condizioni climatiche sono particolarmente calde e dal tennis si sta provando la sequenza di rigori tipo tie-break, con la sequenza di tiri non più ABABAB ma ABBAABBA per evitare che la squadra che batte per prima, come dimostrato dalle statistiche, possa essere avvantaggiata. Ma il tempo effettivo cambierebbe completamente il modo di intendere il gioco, la gestione della palla, dei movimenti e dei tempi delle partite di calcio. L’IFAB ritiene come i comportamenti in campo raramente siano vicini ai valori di rispetto e sportività richiesti da tecnici e calciatori: con partire da 60 minuti effettivi sparirebbero rinvii prolungati, giocatori a terra e gioco spezzettato artificiosamente, ma lo spirito del gioco ne risentirebbe? Se ne parlerà a lungo in futuro.

© Riproduzione Riservata.