BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Diretta/ Italia Russia (risultato finale 1-2): le Azzurre cadono all'esordio (Europei donne 2017)

Diretta Italia-Russia: risultato finale 1-2. Le Azzurre di Antonio Cabrini cadono all'esordio dgli Europei 2017. Due gol subiti nel primo tempo rendono inutile la rete di Ilaria Mauro

Diretta Italia-Russia, Europei calcio femminile (Foto LaPresse) Diretta Italia-Russia, Europei calcio femminile (Foto LaPresse)

Arriva subito una sconfitta negli Europei 2017 di calcio femminile. La nazionale di Antonio Cabrini cade sotto i colpi della Russia, a causa dei gol subiti nel corso del primo tempo da Elena Danilova ed Elena Morozova. Non hanno sortito effetto i cambi del CT, che già al 27’ aveva perso Sara Gama e l’aveva sostituita con Linda Tucceri Cimini; nella ripresa Marta Carissimi ha lasciato il posto a Cristiana Girelli (61’), poi è stato il turno di Barbara Bonansea che è entrato in luogo di Alia Guagni, che nel primo tempo era stata forse la più positiva per l’Italia. La nostra Nazionale ha alzato il ritmo delle sue azioni e ha creato qualche grattacapo a Tatyana Shcherbak, che però ha sempre risposto presente soprattutto nelle uscite; il portiere russo ha capitolato solo all’89’ minuto, quando Girelli ha messo dentro un bel cross sul quale Ilaria Mauro è arrivata giusto in tempo per colpire a rete. Una reazione tardiva per le azzurre, che a quel punto si sono catapultate verso la porta avversaria forti dei cinque minuti di recupero concessi dall’arbitro dunque brutta partita da parte dell’Italia, e adesso viste le avversarie nel girone si mette davvero male perché solo le prime due si qualificano alla fase finale. Il prossimo appuntamento ci vedrà sfidare l’imbattibile Germania, che da sei edizioni vince il titolo europeo e ha 8 ori continentali; giocheremo venerdì 21 luglio a Tilburg, calcio d’inizio alle ore 20:45. (agg. di Claudio Franceschini)

Comincia male l’avventura della Nazionale di calcio femminile agli Europei 2017. La rete che porta in vantaggio la nazionale russa è del numero 9 Elena Danilova e arriva dopo 9 minuti: bravissima Ekaterina Sochneva che traghetta la palla nella nostra trequarti, statiche le azzurre che permettono alla centrocampista russa di avanzare e servire Danilova che, rapida come una volpe, si gira in area e spara un pallone imprendibile per Marchitelli. Il gol se non altro ha l’effetto di svegliare la nazionale azzurra: poco dopo Alia Guagni cerca la via della rete ma non trova il bersaglio, però l’Italia di Antonio Cabrini reagisce bene allo ; purtroppo al 26’ arriva una tremenda mazzata per le nostre ragazze, perché ancora Sochneva è protagonista calciando un angolo che viene impattato da Elena Morozova. Il mediano della Russia, che gioca da schermo davanti alla difesa, non sbaglia il colpo di testa sul secondo palo: siamo sotto di due gol e adesso diventa davvero difficile. (agg. di Claudio Franceschini)

Sta per avere inizio Italia-Russia, partita di esordio per le azzurre di Cabrini in questa edizione olandese degli Europei 2017 di calcio femminile. La sfida si annuncia particolarmente calda per la compagine azzurra che punta fin da oggi a un buon piazzamento nel tabellone finale e soprattutto a farsi una buona pubblicità anche nel nostro paese a favore dell’intero momento sportivo tutto al femminile. Difficile che ero le azzurre possano puntare più in alto: la tradizione di certo non ci è favorevole in una competizione che dal 1995 pare dominio assoluto dalla Germania, campionessa in carica e stra favorita per l’ennesima riconferma del titolo continentale. Storico a  parte l’emozione in cada Italia è tanta, come ha affermato anche Silvia Gabbiadini (sorella del forse più famoso Manolo): “siamo qui per dimostrare quanto valiamo”. Ecco allora le formazioni ufficiali di Italia-Russia. 12 Marchitelli; 3 Gama, 2 Salvai, 5 Linari, 13 Bartoli; 7 Guagni, 4 Stracchi, 16 Giugliano, 21 Carissimi; 9 Mauro, 8 Gabbiadini. Allenatore: Antonio Cabrini 1 Shcherbak; 18 Ziyastinova, 8 Makarenko, 3 Kozhnikova, 2 Solodkaya; 23 Morozova; 11 Sochneva, 10 Smirnova, 9 Cholovyaga, 20 Chernomyrdina; 15 Danilova. Allenatore: Elena Fomina (agg Michela Colombo)

Si avvicina in fischio d’inizio del match tra Italia e Russia, primo banco di prova per la nostra nazionale di calcio femminile per questi Europeo, dove a guidarla sarà il ct Antonio Cabrini.  Proprio lo stesso tecnico azzurro poco prima di partire per l’Olanda aveva dichiarato ai microfoni della Ficg, raccontando come le nostre giocatrici avevano vissuto il ritiro pre torneo: “Questo per noi è un momento delicato perché è normale che, dopo tre settimane di preparazione, emergano gli acciacchi, la stanchezza e la fatica di tutto il lavoro svolto durante i vari allenamenti. e ragazze però hanno lavorato molto bene e, come si dice in gergo, ‘hanno tenuto botta’: la preparazione sta proseguendo nella normalità. Già aver raggiunto la fase finale della massima competizione continentale è un grande traguardo ma dobbiamo affrontare le altre nazionali senza alcun timore reverenziale. Partire bene nella gara d’esordio sarebbe veramente importante”. (agg Michela Colombo)

Italia e Russia sono pronte a sfidarsi nell’esordio degli Europei 2017 di calcio femminile. La nostra Nazionale, come già detto, si è qualificata come seconda nel girone 6: la formula prevedeva che sei delle otto seconde accedessero direttamente alla fase finale e le azzurre si sono piazzate al terzo posto in questa speciale classifica. E’ stato sostanzialmente un girone senza scossoni: l’Italia ha sempre vinto ad eccezione delle due partite contro la Svizzera, che si è aggiudicata 24 punti sui 24 disponibili. Azzurre che hanno segnato 26 gol a fronte degli 8 subiti; in entrambi i casi secondo attacco e seconda difesa, alle spalle delle imprendibili elvetiche. La Russia era invece nel girone 5, quello della Germania: ha ottenuto 14 punti, frutto di 4 vittorie, 2 pareggi e 2 sconfitte (entrambe contro le tedesche, che hanno sempre vinto). I gol segnati sono stati pochissimi (14) ma la difesa tutto sommato ha retto bene (9 gol incassati), nel raffronto tra le seconde la Russia è riuscita a rimanere davanti alla Romania soltanto in virtù di un gol realizzato in più, visto che i punti e la differenza reti erano pari. In questo modo è riuscita ad evitare il playoff contro il Portogallo, nel quale peraltro le rumene hanno avuto la peggio. (agg. di Claudio Franceschini)

C’è un oro europeo nel palmarès dell’Italia di calcio femminile, che apre oggi gli Europei 2017 contro la Russia: risale al 1969, prima edizione di un torneo che poi non si è disputato per ben dieci anni e che nel corso del tempo ha cambiato più volte il suo arco temporale (biennale fino al 1997, poi quadriennale come oggi). Nei primi anni degli Europei, la nostra Nazionale ha fatto scuola: le quattro edizioni di apertura hanno visto l’Italia arrivare sempre a podio, anche se peggiorando gradualmente la sua classifica. Seconda nel 1979, poi i due bronzi del 1984 e del 1987; da lì un periodo di “magra” ma comunque con le semifinali raggiunte nel 1989 e 1991 (quarta classificata), nel 1993 è arrivato il secondo argento bissato poi nel 1997, quando abbiamo battuto la Spagna in semifinale ma ci siamo arresi, nella finale di Oslo, alla Germania contro cui avevamo ottenuto un pareggio nella fase a gironi. Resta quello l’ultimo anno in cui la nostra Nazionale sia riuscita ad andare sul podio: da allora infatti sono arrivate due eliminazioni consecutive al girone (2001 e 2005) e due quarti di finale (2009 e 2013). Quattro anni fa, in Svezia, l’Italia era giunta seconda alle spalle delle padrone di casa per poi venire eliminata ancora dalla Germania. (agg. di Claudio Franceschini)

Sarà diretta dall’arbitro ceco Jana Adamkova; alle ore 18 di lunedì 17 luglio la nostra Nazionale di calcio femminile fa il suo esordio agli Europei 2017 che si disputano in Olanda. Le nostre avversarie saranno, oltre alle russe, Germania e Svezia: non potevamo capitare in gruppo peggiore, ma partivamo in terza fascia con il sorteggio e dunque non potevamo aspettarci qualcosa di molto meglio. Sia come sia, ci sono quattro gironi da quattro nazionali ciascuno; soltanto le prime due accederanno ai quarti di finale e dunque il compito si prospetta ancora più arduo per la nostra nazionale.

L’Italia si è qualificata con il secondo posto nel suo girone di qualificazione (alle spalle della Svizzera). L’esordio contro la Russia rischia già di essere decisivo: questa è una partita da vincere senza se e senza ma, perchè bisognerà avere una base di tre punti da utilizzare al meglio verso le due grandi sfide che ci attenderanno. Antonio Cabrini è comunque fiducioso: sa di avere a disposizione un gruppo di qualità, guidato a centrocampo dal talento di Barbara Bonansea e dai gol di Melania Gabbiadini (sorella di Manolo) e di Daniela Sabatino, reduce da stagioni straordinarie con il Brescia con cui è stata protagonista anche in Champions League.

Ricordiamo che l’Italia non centra una semifinale degli Europei di calcio femminile da dieci anni esatti, ma nelle ultime due edizioni è riuscita a superare il girone; un fattore in più per sperare in un grande risultato in questo torneo olandese e, chissà, per provare a vincere un oro che manca da tanto tempo ma che è lì a dimostrare come il nostro movimento sia in grado di produrre giocatrici che fanno la differenza anche in ambito internazionale.

La Snai ci dice per di più che l’Italia parte favorita per l’esordio europeo: il segno 1 per la sua vittoria vale 1,30 contro il 9,50 che accompagna invece il segno 2 per la vittoria della Russia. Il pareggio, che è contraddistinto ovviamente dal segno X, vi permetterà di guadagnare 4,75 volte la somma che avrete deciso di mettere su piatto.

Italia-Russia sarà trasmessa in diretta tv su Eurosport: è questo il canale di riferimento per la partita, che dunque potrà essere seguita in diretta streaming video – senza costi aggiuntivi – da tutti gli abbonati al pacchetto satellitare grazie all’applicazione Sky Go, oppure su Eurosport Player per il quale è però necessario il pagamento di una quota in abbonamento.

© Riproduzione Riservata.