BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

RISULTATI CHAMPIONS LEAGUE/ Diretta gol live score, 2^ turno preliminare: Partizan avanti in scioltezza

Risultati Champions League, ritorno 2^ turno preliminare: diretta gol live score di martedì 18 luglio. La sorpresa è l'eliminazione del Malmoe per mano del Vardar, il Rijeka segna cinque gol

Risultati Champions League, ritorno 2^ turno preliminare (LaPresse) Risultati Champions League, ritorno 2^ turno preliminare (LaPresse)

L’ultima squadra che si qualifica al terzo turno preliminare di Champions League, almeno per questo martedì sera, è il Partizan Belgrado: i serbi difendono senza affanni il 2-0 dell’andata ed eliminano il Buducnost. Nel prossimo turno giocheranno contro l’Olympiacos, una delle squadre che grazie al piazzamento della loro federazione nel ranking UEFA sono andate direttamente al terzo turno; non sarà un’impresa semplice, i greci partono favoriti ma questa sarà una delle sfide più interessanti. E’ anche una delle sette già formate: cinque erano quelle stabilite dall’urna lo scorso venerdì (nel gruppo dei “piazzati”), l’altra è quella tra lo Slavia Praga e il Bate Borisov, che come abbiamo visto ha eliminato l’Alashkert vincendo in Armenia per 3-1. Domani assisteremo ad altre dieci partite, che determineranno l’intero quadro del secondo turno preliminare di Champions League; intanto dalla serata di martedì sono uscite tre squadre dell’ex blocco jugoslavo (Partizan Belgrado, Vardar e Rijeka), tre delle ex repubbliche sovietiche (Qarabag, Bate Borisov e Astana) e una islandese (FH Hafnarfjordur). Quale di queste troveremo anche ai playoff? Lo scopriremo presto. (agg. di Claudio Franceschini)

Tutto semplice per il Rijeka: i croati volano al terzo turno preliminare di Champions League grazie al 7-1 complessivo contro i gallesi del The New Saints. Non c’è partita nemmeno questa sera: il Rijeka sblocca nel finale di primo tempo e poi trova tre gol nel giro di dieci minuti che spezzano definitivamente le speranze del TNS. Con orgoglio i campioni del Galles segnano il gol della bandiera, ma anche così dovrebbero realizzare altre sei reti per qualificarsi; finisce che ad andare nuovamente in gol è il Rijeka, con Gavranovic che trova la doppietta personale. Il Rijeka giocherà - molto probabilmente - contro il Salisburgo; sarà invece una tra Zrinjski e Maribor l’avversaria dell’FH Hafnarfjordur, che pone fine al grande sogno del Vikingur di arrivare ai gironi di Champions League (o Europa League; arrivando al terzo turno preliminare sarebbe stato comunque in corsa). A Torsvollur la squadra delle Isole Far Oer resiste sullo 0-0, che l’avrebbe qualificata, fino al 79’; poi arriva il calcio di rigore di Steven Lennon e improvvisamente la formazione di casa avrebbe bisogno di tre gol per passare il turno. In pieno recupero arriva la mazzata definitiva: la rete di Thorarinn Valdimarsson che manda gli islandesi al terzo turno preliminare. Si gioca solo a Podgorica: ancora 0-0 tra Buducnost e Partizan, con questo risultato sarebbero i serbi a qualificarsi. (agg. di Claudio Franceschini)

Clamoroso a Strumica: il Vardar fa fuori il Malmoe e si qualifica per il terzo turno preliminare di Champions League. Sembrava tutto semplice per gli svedesi, che appena dopo il quarto d'ora avevano trovato il gol del vantaggio con un rigore di Rosenberg; poi però i macedoni hanno ripreso le redini della partita e segnato le tre reti che significano passaggio del turno, e la certezza di giocare gli spareggi di Europa League se dovesse arrivare l'eliminazione nel prossimo doppio impegno. Il Bate Borisov non cade nella stessa trappola: l'Alashkert parte forte e va in vantaggio, ma il solito Gordeichuk già al 25' rovescia tutto con una doppietta e poi i bielorussi trovano anche la terza rete, prendendosi la qualificazione al terzo turno preliminare. Fatta anche per il Qarabag, che pure deve ancora chiudere la partita: al 22' gol di Guerrier, il Samtredia per superare la formazione azera avrebbe bisogno di segnare sette reti in un solo tempo. Iniziano ora altre due partite: Vikingur-FH Hafnardfjordur e TNS-Rijeka. (agg. di Claudio Franceschini)

Cominciano due partite di Champions League, ma intanto l’Astana festeggia la qualificazione al terzo turno preliminare: la formazione kazaka pareggia 1-1 nella sua arena contro lo Spartaks Jurmala, segna il solito Patrick Twumasi e poi, dopo il pareggio di Vardanjans, l’Astana si difende in maniera positiva riuscendo a prendersi il passaggio del turno. I kazaki, che già lo scorso anno avevano centrato i gironi di Europa League e due anni fa erano in Champions, sfideranno con tutta probabilità il Legia Varsavia, che parte dal 3-0 esterno della scorsa settimana (contro il Mariehamn); le due partite che iniziano alle ore 18 sono invece molto più equilibrate, perchè in entrambi i casi l’andata è finita 1-1. Malmoe e Bate Borisov hanno ancora i favori del pronostico, ma Vardar e Alashkert hanno sicuramente le loro carte da giocarsi per superare il turno, a questo punto non sarebbe nemmeno troppo clamoroso. Godiamoci comunque le partite per stare a vedere come andranno le cose: una squadra si è qualificata, altre sei - almeno per oggi - lo faranno nelle prossime ore. (agg. di Claudio Franceschini)

Con Astana-Spartaks Jurmala si aprono le partite di ritorno nel secondo turno preliminare di Champions League 2017-2018. All’andata la formazione kazaka ha vinto 1-0 in trasferta e dunque è piuttosto vicina a continuare la sua corsa; due anni fa l’avevamo già vista protagonista nei gironi di Champions League, dove aveva destato grande sensazione rimanendo imbattuta nelle partite casalinghe. L’anno scorso invece l’Astana non era riuscito a superare il gruppo di Europa League; adesso ci riprova, sapendo che in caso di turno superato avrà comunque la certezza di proseguire la sua corsa, nella peggiore delle ipotesi con lo spareggio della stessa Europa League. A tale proposito, il tabellone dei preliminari ha piazzato la vincente della doppia sfida tra Astana e Spartaks Jurmala contro una tra Mariehamn e Legia Varsavia; i kazaki tifano per la formazione finlandese, che però all’andata ha perso 3-0 in casa e dunque ha un piede e mezzo fuori dall’Europa. Il Legia Varsavia partirebbe con i favori del pronostico nel terzo turno preliminare, ma come sempre le partite bisogna giocarle. Intanto l’Astana deve superare il ritorno del secondo turno e lo Spartaks Jurmala non ha la minima intenzione di uscire di scena senza averci provato; dunque diamo subito la parola al campo, perchè la prima partita del giorno in Champions League sta per cominciare. (agg. di Claudio Franceschini)

In virtù del 5-0 centrato nella partita di andata contro il Samtredia, il Qarabag ha un piede e mezzo nel terzo turno preliminare di Champions League 2017-2018 ma forse, a ben guardare, la formazione azera è già certa di proseguire la sua corsa. Il Qarabag è una realtà che negli ultimi anni ha sempre fatto bene: per tre anni consecutivi ha giocato la fase a gironi di Europa League, non si è mai qualificato per i sedicesimi ma ci è andato davvero vicino in almeno due occasioni. Adesso vuole il passo in più: il Qarabag si è sempre fermato al terzo turno preliminare di Champions League, lo stesso scenario che si troverà a vivere nei prossimi giorni. Il tabellone, già formato con il sorteggio della settimana scorsa, dice che in caso di qualificazione la squadra azera si troverà a giocare contro una tra Sheriff Tiraspol e Kukesi. Sulla carta dunque il Qarabag dovrebbe partire ancora favorito; dovesse superare il terzo turno avrebbe la sicurezza del “paracadute” perchè il playoff lo porterebbe comunque ai gironi di Europa League, ma per gli azeri il bersaglio grosso deve essere in questa stagione la fase a gironi di Champions League, al piano di sopra e con la possibilità, arrivando terzi, di andare a giocare i sedicesimi dell’Europa League e dunque arrivare dove mai la formazione è stata nella sua storia. Come detto il Samtredia sconfitto per 5-0 all’andata non rappresenta una minaccia; il Qarabag può già guardare al prossimo turno insomma. (agg. di Claudio Franceschini)

Rijeka e Partizan Belgrado sembrano volare a tutta velocità verso il terzo turno preliminare di Champions League 2017-2018: per entrambe la partita di andata si è conclusa con un 2-0 casalingo, dunque il ritorno si preannuncia piuttosto comodo anche se ovviamente non andranno sottovalutate The New Saints e Buducnost, le avversarie che vogliono provare a fare il colpo grosso. Negli anni le formazioni che fanno parte del blocco dell’ex Jugoslavia hanno sempre mostrato grande talento e sono riuscite a qualificare una o anche più rappresentanti alla fase a gironi. Il problema è riuscire ad arrivare in fondo: di fatto, da quando la Jugoslavia si è disgregata in vari stati non c’è più stata la possibilità di mettere le mani su un grande risultato, e dunque la Stella Rossa (campione d’Europa nel 1990) rimane l’ultima grande realtà capace di imporsi in ambito internazionale. Il Partizan Belgrado, così come la Dinamo Zagabria, non è nuovo alla fase a gironi ma queste due formazioni non sono mai riuscite a fare la differenza, tanto è vero che lo scorso anno la Dinamo Zagabria, che era inserita nel girone della Juventus, ha chiuso il primo turno con zero punti e soprattutto non ha segnato nemmeno un singolo gol. Vedremo se quest’anno le cose andranno eventualmente meglio; per Rijeka e Partizan il terzo turno preliminare sembra cosa fatta, ma poi ci saranno altri due scogli da superare per arrivare a metà settembre a giocare “sul serio” in ambito europeo. (agg. di Claudio Franceschini)

Il secondo turno preliminare di Champions League 2017-2018 si conclude questa settimana: martedì 18 e mercoledì 19 luglio si disputano le 17 partite che ci renderanno nota la composizione del tabellone per il terzo turno preliminare del torneo, penultimo ostacolo verso la fase a gironi. Martedì sono di scena le prime sette gare: si parte alle ore 16 con Astana-Spartaks Jurmala, alle ore 18 avremo poi Alashkert-Bate Borisov e Vardar-Malmoe, quindi alle ore 19 Samtredia-Qarabag e alle ore 20 Vikingur-FH Hafnardjordur e The New Saints-Rijeka, per chiudere alle ore 20:45 con Buducnost-Partizan Belgrado.

Di queste sfide, alcune sembrano già segnate: è il caso delle due balcaniche Partizan e Rijeka, che all’andata si sono imposte con un 2-0 casalingo e adesso difendono un doppio vantaggio che, almeno sulla carta, sembra essere piuttosto confortante soprattutto per il superiore livello tecnico delle due formazioni. Ovviamente è già certo del passaggio del turno il Qarabag, reduce da un 5-0 che non lascia dubbi sui rapporti di forza rispetto al Samtredia, chiamato a un miracolo che difficilmente riuscirà a mettere in campo. Anche l’Astana potrebbe essere con un piede nel terzo turno preliminare: ha vinto 1-0 sul campo dello Spartaks Jurmala e ora ha una partita casalinga nella quale ha a disposizione il pareggio come risultato utile per procedere nella corsa.

Altre partite sono più chiuse: il Bate Borisov ha pareggiato 1-1 contro l’Alashkert e va in Armenia per provare a prendersi la vittoria esterna, sulla carta è favorito ma attenzione alle sorprese. Stesso risultato quello con cui FH Hafnarfjordur e Vikingur hanno pareggiato in Islanda; adesso per la piccola squadra delle Isole Far Oer continua il sogno, come potrebbe essere per il Vardar che è sorprendentemente riuscito a pareggiare in casa del Malmoe (e si era anche portato in vantaggio), dunque nella partita che giocherà a Skopje potrà eventualmente ottenere uno 0-0 per qualificarsi. Ricordiamo che il tabellone per il terzo turno preliminare è stato sorteggiato la scorsa settimana: ciascuna squadra impegnata tra oggi e domani sa già contro chi dovrà giocare (almeno contro la vincente di quale sfida), ma questo chiaramente non cambierà le carte in tavola.

Il secondo turno preliminare di Champions League si sta rivelando piuttosto interessante: nelle partite di andata abbiamo assistito a tanti gol e parecchie emozioni, certe sfide hanno mostrato una differenza sostanziale tra le due avversarie ma altre invece stanno confermando un buon equilibrio sui campi, lasciando intendere dunque che arrivare a metà luglio e giocare sulla distanza dei 180 minuti può non essere così scontato, come purtroppo le varie italiane che negli ultimi anni sono state impegnate nei playoff hanno imparato a loro spese. Ora a noi non resta che metterci comodi e dare la parola al campo, per stare a vedere quello che succederà e quali formazioni proseguiranno la loro corsa nei turni preliminari di Champions League, avvicinando sempre più la fase a gironi.

RISULTATO FINALE  59' Twumasi (A), 72' Vardanjans (S) (andata 1-0)

RISULTATO FINALE Alashkert-BATE BORISOV 1-3 - 18' Nenadovic (A), 23' Gordeichuk (B), 25' Gordeichuk (B), 78' M. Volodko (B) (andata 1-1)

RISULTATO FINALE 16' rig. Rosenberg (M), 56' Grncarov (V), 61' Barseghyan (V), 91' Nikolov (V) (andata 1-1)

RISULTATO FINALE Samtredia-QARABAG 0-1 - 22' Guerrier (andata 0-5)

RISULTATO FINALE The New Saints-RIJEKA 1-5 - 41' Matei (R), 54' Gavranovic (R), 61' Gorgon (R), 64' Ristovski (R), 69' A. Cieslewicz (T), 79' Gavranovic (R) (andata 0-2)

RISULTATO FINALE Vikingur-FH HAFNARFJORDUR 0-2 - 79' rig. S. Lennon, 91' Valdimarsson (andata 1-1)

RISULTATO FINALE Buducnost-PARTIZAN BELGRADO 0-0 (andata 0-2)

© Riproduzione Riservata.