BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Diretta/ Vardar-Malmo (risultato finale 3-1) info streaming video e tv: clamoroso Vardar!

Diretta Vardar-Malmo: info streaming video e tv, probabili formazioni, quote, orario, risultato live. La partita del 2°turno di Champions League si gioca martedì 18 luglio 2017

Champions League 2018: diretta Vardar-Malmo (LAPRESSE)Champions League 2018: diretta Vardar-Malmo (LAPRESSE)


Il Malmo corre subito ai ripari: esce Konate, entra Rakip. Jonathan Balotelli intanto ci prova con un missile terra-aria che per poco non termina dentro la porta. Il portiere del Malmo osserva preoccupato la palla uscire di poco alla sinistra del palo. Sostituzione anche per il Vardar: entra Brdarovski al posto di Barseghyan. Il Malmo si riversa in attacco provando a evitare un'eliminazione che sarebbe abbastanza clamorosa. Wolff-Eikrem ci prova dai 25 metri ma il suo tiro termina fuori di poco. Per il resto la fase offensiva degli svedesi è poca roba. Ammonito all'89esimo Berget. Il Malmo spinge a più non posso e al 91esimo becca il gol che chiude i conti. In contropiede il Vardar punge. Blazevski sevre Nikolov che solo davanti al poritere non sbaglia. Il Vardar avanza e ora se la dovrà vedere contro una tra Zilina e Fc Copenaghen.

Al ritorno dagli spogliatoi le due squadre propongono due cambi. Per il Malmo Bengtsson entra al posto di Brorsson mentre il Vardar inserisce Blazevski per Gligorov. Il Vardar inzia con tutt'altro piglio rispetto alla prima frazione. Il baricentro si sposta notevolmente in avanti e i rossoneri si tuffano in attacco alla ricerca del gol. Lo sfiora al 48esimo Hambartsumyan. Il suo tiro a giro termina però a un soffio dal secondo palo. Il neo entrato Balzevski viene intanto ammonito. I padroni di casa spingono e al 56esimo trovano la rete del pareggio. Un rapido contropiede proietta in avanti Grncarov. Il terzino sfugge dall'intervento di due avversari e solo davanti al portiere non sbaglia. I macedoni non sazi continuano a offendere e poco dopo trovano il gol del clamoroso 2-1. Barseghyan stoppa il pallone spalle alla porta all'interno della lunetta. Testa bassa riesce a girarsi lasciando distante dal pallone un avversario. Si crea lo spazio per il tiro e angola bene portando il Vardar in vantaggio.

I padroni di casa provano a recuperare lo svantaggio ma è il Malmo a costruire le migliori occasioni. Alla mezzora Nielsen trova lo spazio per calciare dal cuore dell'area ma liscia la sfera mancando l'appuntamento con il gol. Qualche istante dopo ci prova Brorsson. L'attaccante si coordina bene in area ma il tiro sorvola la traversa di qualche metro. Al 37esimo Juan Felipe del Vardar si guadagna un cartellino giallo per fallo da dietro. I padroni di casa stanno incontrando molte difficoltà palla al piede, sbagliando tanti passaggi. Anche Pa Konate prima dell'intervallo viene ammonito. Fine primo tempo.

Al 15esimo calcio di rigore per il Malmo. Gacevski atterra in area Berget. Il giocatore del Vardar viene ammonito, l'arbitro indica il dischetto e ammonisce per proteste pure Novak. Dagli 11 metri si presenta Rosenberg che non sbaglia. I padroni di casa provano subito a reagire. Tra le fila del Vardar prova a mettersi in mostra Jonathan Balotelli, brasiliano che non ha mai nascosto la sua simpatia per Mario Balotelli, dal quale ha preso anche il nome d'arte. L'attaccante carioca prova a beffare la linea difensiva avversaria ma puntualmente viene pizzicato in fuorigioco. Poco dopo a provarci è Gligorov. La sua azione personale viene interrotta dalla difesa avversaria al momento del tiro.

Vardar in campo con il 4-2-3-1. Filip Gacevski è il portiere, difesa composta da Grncarov, Spirovski, Barseghyan e Gligorov. In mediana spazio a Hambartsumyan e Nikolov mentre in zona offensiva spazio a Novak, Demiri, Felipe alle spalle di Jonathan Balotelli. Il Malmo replica con il 4-4-2. Tra i pali Wiland, in difesa Pa Konate, Tinnerholm, Lewicki e Christiansen. Da destra verso sinistra a centrocampo troviamo Rosenberg, Wolff Eikrem, Yotún e Berget. In attacco ci sono invece Nielsen e Brorsson. Si riparte dall'1-1 dell'andata. Il Vardar ci prova per primo. Al terzo minuto potenziale occasione da calcio piazzato per Gligorov. La sua conclusione lascia parecchio a desiderare. La risposta del Malmo non si fa attendere. Sugli sviluppi di un altro calcio da fermo, questa volta dalla bandierina, cross per Lewicki che anticipa tutti senza trovar però la porta.

E’ tutto pronto per Vardar-Malmoe: la partita che si gioca a breve in Macedonia è una delle più interessanti nel quadro del secondo turno preliminare di Champions League, perchè siamo sul risultato di 1-1 come maturato nella partita di andata. Dunque, almeno tecnicamente, la formazione macedone parte favorita: con uno 0-0 si qualificherebbe al terzo turno preliminare, il Malmoe dunque deve vincere oppure sperare che arrivi un pareggio con almeno due gol segnati, così da far valere il maggior numero di reti segnate in trasferta. Ecco allora le formazioni ufficiali di Vardar-Malmoe, il calcio d’inizio è alle ore 18. 90 Gacevski; 19 Hambartsumyan, 6 Grncarov, 21 Novak, 23 Demiri; 16 Gligorov, 8 Spirovski; 20 Nikolov, 70 Juan Felipe, 11 Baseghyan; 89 J. Balotelli. 1 Wiland; 3 Tinnerholm, 24 L. Nielsen, 31 Brorsson, 2 Pa Konate; 10 Eikrem, 7 A. Christiansen, 6 Lewicki, 13 Yotun; 9 Rosenberg, 23 Berget. (agg. di Claudio Franceschini)

Verrà diretta dall’arbitro ucraino Anatoliy Zhabchenko; il trentottenne farà oggi il suo esordio internazionale, ma nella stagione 2017-2018 è già stato impiegato, dirigendo la vittoria dello Shakhtar Donetsk contro la Dinamo Kiev nella Supercoppa di Ucraina di tre giorni fa. Un arbitro dunque che in patria rappresenta l’eccellenza della categoria; lo scorso anno però non è riuscito a raggiungere le fasi finali delle coppe europee, e anzi è stato impiegato soltanto nei turni di qualificazione di Europa League, fermandosi ad un terzo preliminare tra HJK Helsinki e Goteborg. Zhabchenko ha anche arbitrato una partita di Youth League, il playoff tra Altinordu e Atletico Madrid (0-2) e poi ovviamente ha diretto soprattutto in patria, in ben tre occasioni la Dinamo Kiev, una di queste la sconfitta interna del 12 dicembre nello spettacolare 3-4 contro lo Shakhtar Donetsk. Le cifre dello scorso anno ci dicono che l’ucraino è stato impegnato in 16 partite, nelle quali ha messo insieme 108 ammonizioni e 11 espulsioni: un numero altissimo in entrambi i casi, praticamente 7 ammonizioni per gara. Sono invece 7 i calci di rigore fischiati, tutto sommato un numero normale. (agg. di Claudio Franceschini)

Vardar-Malmo si gioca oggi alle ore 18.00 ed è una delle partite di ritorno nel fitto programma del secondo turno preliminare di Champions League. Partita diretta dall'arbitro ucraino Anatoliy Zhabchenko ancora tutto da giocare, considerando che i campioni di Macedonia nella sfida d'andata sono riusciti ad imporre il pari casalingo ai campioni di Svezia.

Neanche in campionato il Malmo sta vivendo un momento particolarmente brillante, ma si pensava che in questo periodo dell’anno la squadra allenata da Pehrsson potesse farsi valere maggiormente, rispetto agli avversari. Non è stato così e allo Swedbank Stadion i macedoni hanno saputo mettere alle corde gli svedesi, fino a trovare il gol del vantaggio a metà ripresa grazie a Nikolov. Una rete che ha messo alle strette il Malmo capace di trovare comunque ad un quarto d'ora dalla fine la rete del pareggio con Brorsson.

Nella corsa al terzo turno preliminare di Champions League il Vardar partirà ora col vantaggio del pareggio con gol ottenuto in trasferta: un pari casalingo senza reti sarebbe ora sufficiente ai macedoni per passare il turno. Dopo le vittorie nell'Allsvenskan, il campionato nazionale, contro l'Eskilstuna e l'Hacken, il Malmo sembrava presentarsi nel migliore dei modi all'appuntamento internazionale, sognando una cavalcata come quella che in tempi recenti ha già portato i biancocelesti a disputare a fase a gironi della massima competizione europea. L'impresa sembra però ben più ostica.

Vediamo di seguito le probabili formazioni per il match dello Stadion Mladost di Sturmica. Il Vardar dovrebbe giocare con Gacevski tra i pali, l'armeno Hambardzumyan e Demiri terzini nella retroguardia a quattro completata dai due centrali, Novak ed il capitano Grncarov. Centrocampo a cinque con l'altro armeno Barseghyan impiegato come laterale di destra e Nikolov, in gol nella trasferta in Svezia, sulla fascia sinistra, mentre il brasiliano Felipe si muoverà come centrale sulla mediana affiancato da Spirovski e da Iseni. Il brasiliano Jonathan Balotelli sarà confermato nel ruolo di terminale offensivo.

Il Malmo dovrebbe rispondere con Wiland a difesa della porta, il danese Nielsen e Brorsson centrali difensivi, Tinnerholm nel ruolo di terzino destro e Konate come esterno basso a sinistra. Centrocampo a quattro con Rakip laterale di destra e il peruviano Yotun sulla fascia opposta, mentre i due centrali saranno l'altro danese Christiansen e il capitano Lewicki. In avanti il tandem composto da Cibicki e dal norvegese Berget. Così come si è visto all'andata, anche nel match di ritorno le due squadre dovrebbero avere un atteggiamento molto accorto. 4-5-1 per il Vardar allenato dal macedone Sedloski, 4-4-2 per il Malmo guidato dallo svedese Pehrsson.

La scuola scandinava negli ultimi anni ha perso quell'applicazione che aveva reso i tecnici svedesi, a partire da Liedholm ed Eriksson, maestri della zona. I macedoni dal canto loro hanno confermato però con i loro funamboli di poter dare molto fastidio agli avversari. Quote: su snail.it troviamo il segno 1 per la vittoria del Vardar a 5,50, il segno X per il pareggio a 3,25 e il segno 2 per il successo del Malmo a 2,15. La partita di Champions League tra Vardar e Malmo non sarà trasmessa in diretta tv né in diretta streaming video da canali in italiano. Aggiornamenti in tempo reale sul sito internet ufficiale www.uefa.com.

© Riproduzione Riservata.