BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Diretta / Inter Betis Siviglia (risultato finale 1-0) streaming video e tv: nerazzurri ancora vincenti!

Diretta Inter-Betis Siviglia: streaming video e tv, probabili formazioni, orario, risultato live. L’amichevole precampionato si gioca sabato 12 agosto 2017 a Lecce, inizio ore 20:30

Diretta Inter-Betis (LAPRESSE)Diretta Inter-Betis (LAPRESSE)

DIRETTA INTER BETIS SIVIGLIA (RISULTATO FINALE 1-0): ANCORA UNA VITTORIA PER SPALLETTI

L'Inter vince, dopo un secondo tempo in flessione, l'ultima amichevole del suo precampionato, la quinta consecutiva contro avversari di livello europeo. Gol decisivo di Icardi alla mezzora del primo tempo, su rigore, unica giocata (penalty conquistato su erroraccio della difesa avversaria e poi ben realizzato) dal capitano interista, poi uscito all'intervallo. Può sorridere, nonostante il calo alla distanza dei suoi, Spalletti: la sua Inter sembra ben centrata sulla partenza della nuova stagione, che la vedrà esordire la prossima settimana in campionato a San Siro, contro la Fiorentina. Nel finale resistenza piuttosto passiva dei nerazzurri, chiusi in difesa, con il Real Betis tutto protesto in attacco ma incapace di creare veri pericoli soprattutto causa errori di mira e concretezza in zona Handanovic. Luci e ombre dopo il suo ingresso per Gabigol, prima dannoso con un pallone regalato agli avversari fuori dalla propria area (assist non sfruttato per sua fortuna...) e poi geniale, nel recupero, nel mettere in porta Eder. Chiuso però dalla difesa spagnola. Insomma la rincorsa dell'Inter  all'inizio ufficiale dell'era-Spalletti è finita; ora bisogna solo aspettare qualche giorno e poi sarà calcio vero, con i primi verdetti a referto!

INTER-BETIS SIVIGLIA: RIVIVI CON LA NOSTRA CRONACA LA PARTITA! 

Siamo entrati nei minuti finali di Inter-Betis, al Via del Mare, con i nerazzurri sempre in vantaggio; si è incattivita la partita nel secondo tempo, con diversi contatti e soprattutto qualche mischia e parecchie ammonizioni, da parte dell'arbitro Di Bello. A livello di pericoli per i due portieri, è stato Handanovic a rischiare maggiormente, con la grande opportunità per Sergio Leon al minuto 65: grande giocata di Joaquin, a liberare il compagno in piena area nerazzurra; tiro alto da ottima posizione per il numero 7 in maglia biancoverde, che sciupa tutto! La differenza, con il passare dei minuti, è marcata dall'indietreggiare della squadra di Spalletti e dalla manovra continua e via via più insidiosa di quella di Setien, anche grazie alle forze fresche inserite dal tecnico spagnolo: in campo tra gli altri anche l'ex Roma Sanabria. Mancano però gli "stoccatori" al Betis, che schiaccia sull'acceleratore ma non inquadra lo specchio di porta. L'ultimo a provarci è stato Narváez, che ha sfiorato la traversa con il destro al minuto 80; via al gran finale ora, l'Inter cerca di resistere!

Inter-Betis Siviglia è ripartita con due cambi immediati da parte di Spalletti: in campo Eder e Gagliardini, out Icardi e Joao Mario. Subito scintille al 46° tra Nahuel (ammonito) e Perisic, per una trattenuta dell'attaccante del Betis sul croato. Poi azione avvolgente dei nerazzurri con assist perfetto di Vecino per Eder, in fuorigioco per questione di centimetri e che sarebbe stato tutto solo davanti ad Adan... Dall'altra parte destro rasoterra, sfruttando anche il campo bagnato per la pioggia, di Nahuel al minuto 50: parata sicura di Handanovic in tuffo, nessuno problema per il portiere sloveno, sempre affidabile. Nel complesso il copione è piuttosto chiaro in questo avvio di ripresa, con i biancoverdi a fare la partita ma rischiando sulle ripartenze interiste: poco fa chiusura decisiva, in scivolata, di Mandi su Eder in piena area Betis e poi anche un calcio di punizione ben calciato dallo stesso Eder - subito dopo - con palla a sfiorare il palo della porta di Adan!

A fine primo tempo, a Lecce, Inter in vantaggio per 1-0 sul Real Betis: decide per il momento il calcio di rigore realizzato da Mauro Icardi! Poco da segnalare riguardo al finale di frazione, con gli spagnoli più convinti nel cercare la manovra offensiva ma privi di pericolosità al tiro. La migliore occasione è stato quindi ancora una volta costruita dall'Inter, con palla rubata in mezzo al campo da Joao Mario e lancio in profondità per la ripartenza dello stesso Icardi, recuperato in velocità da Feddal. Condizione d'altronde ancora tutta da "costruire" per l'argentino, che ha vissuto un precampionato quasi interamente in solitaria. Uno dei più attivi in attacco, per il Betis, è risultato Joaquin: l'ex Fiorentina, al 44°, ha conquistato una buona punizione dal limite per i suoi, sugli sviluppi della quale la difesa interista ha risposto in maniera confusa ai tentativi biancoverdi, trovando infine Miranda a spazzare via il pericolo ed evitare guai per Handanovic. Risultato tutto sommato giusto a metà gara, dunque; ci aspettiamo un secondo tempo con diversi cambi, magari per capire anche se Jovetic è parte del progetto di Spalletti e verrà testato nuovamente dal tecnico toscano...

Inter-Betis Siviglia è entrata nel vivo e proprio alla mezzora il punteggio si è sbloccato al Via del Mare di Lecce: gol dell'Inter, con Icardi, su rigore! Tante le opportunità per sbloccare il pari, però, anche in precedenza in questo spezzone di match: al minuto 18 Sergio Leon ha sprecato la migliore occasione per gli spagnoli, quando - servito ottimamente da Nahuel - ha tirato alto una sorta di calcio di rigore in movimento. Con difesa interista bloccata sulla gambe... Poi la risposta dell'Inter, con un fallaccio di Adan in uscita su Joao Mario (ammonito l'estremo difensore) e sulla punizione seguente la rovesciata di Perisic, respinta in angolo proprio da un buon intervento di Adan. Poi al minuto 29 erroraccio della retroguardia del Betis, ad azionare un Icardi fin lì praticamente invisibile: è bastato il primo pallone vagante in area all'argentino, con secondo fallo nel giro di pochi minuti di Adan (in partita ufficiale sarebbe stato espulso senza dubbi), per conquistare un calcio di rigore sacrosanto. Realizzato con freddezza dal capitano interista, al primo gol della sua stagione, partita in ritardo causa infortunio ereditato dalla passata annata. Cerca di rispondere subito ora la squadra di Setien ma è l'Inter a condurre le danze!

Inter-Betis Siviglia è partita con i nerazzurri più convinti degli avversari in impostazione ed il debuttante Dalbert subito in buona evidenza sulla fascia sinistra, assieme a Perisic. La squadra di Spalletti si muove già bene - come si era notato nelle precedenti amichevoli, le ultime 4 vinte consecutivamente - gioca corta tra i reparti ed ha in Borja Valero il regista in mezzo al campo, affiancato da Vecino. Per una coppia interamente "esportata" da Firenze a Milano... La prima vera occasione da gol è arrivata al minuto 6, con affondo di Perisic palla al piede e assist perfetto per Joao Mario: lento il portoghese nella soluzione finale, un tiro rimasto nel mancino dell'ex Sporting, recuperato all'ultimo dal rientro di Mandi. Dall'altra parte finora solo un mancino alto di Fabian Ruiz, protagonista invece di un grandissimo gol nel match contro il Milan di mercoledì sera; poca precisione per lui, poca pericolosità offensiva per la squadra di mister Quique Setien. E si resta dunque sul pari senza reti dopo questo avvio, cerca di fare la partita l'Inter!

Siamo ormai in prossimità del calcio d’inizio di Inter-Betis Siviglia, e sono appena state comunicate le formazioni ufficiali. Entriamo però ancora meglio nel clima della partita, nell’attesa del calcio di inizio. Dopo l’ultimo test contro gli spagnoli del Villarreal, l’allenatore nerazzurro Luciano Spalletti ha espresso una moderata soddisfazione parlando ai microfoni di Inter Channel: “Non siamo stati sempre costanti e continui nel far circolare la palla, possiamo fare di più perché abbiamo delle potenzialità importanti. Sono convinto di avere a disposizione una buona squadra: quando ci sono le qualità, bisogna andare oltre e non stare sotto le proprie possibilità”. Qualche parola anche per Milan Skriniar, difensore slovacco che sembra già ben inserito nell’intelaiatura di squadra: “E' un giocatore forte, molto attento, non abbassa mai la guardia. E' molto bravo a giocare in anticipo e fisicamente è una belva”. Il mister ha poi confermato che Mauro Icardi sarà pronto per la prima di campionato contro la Fiorentina, soffermandosi poi sul prossimo step da raggiungere come squadra: “L'obiettivo è continuare a lavorare in questa maniera, in alcuni momenti c'è stata un po' di sufficienza nel giocare, dobbiamo insistere e essere bravi a cercare di stimolare i giocatori. Gli obiettivi sono quelli di comportarsi da squadra ed essere in lotta per posizioni più importanti”.

Le formazioni ufficiali:

INTER: 1 Handanovic; 33 D’Ambrosio, 37 Skriniar, 25 Miranda, 29 Dalbert; 6 Vecino, 20 Borja Valero; 87 Candreva, 10 Joao Mario, 44 Perisic; 9 Icardi A disposizione: 27 Padelli, 46 Berni, 5 Gagliardini, 8 Jovetic, 13 Ranocchia, 15 Ansaldi, 23 Eder, 63 Rivas, 77 Brozovic, 96 Barbosa Allenatore: Luciano Spalletti

REAL BETIS SIVIGLIA: 13 Adan, 4 Feddal, 6 Fabian, 7 Sergio Leon, 10 Guardado, 11 Nahuel, 17 Joaquin, 19 Barragan, 21 Tosca, 23 Mandi, 29 Narvaez A disposizione: 1 Dani Gimenez, 2 Rafa, 5 Amat, 8 Camarasa, 9 Sanabria, 14 Durmisi, 20 Pezzella, 22 Darko, 28 Redru, 33 Loren, 34 Cesar, 35 Julio, 36 Francis (Agg. di Carlo Necchi)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV, COME VEDERE LA PARTITA

L’amichevole precampionato tra Inter e Betis Siviglia sarà trasmessa in diretta tv da Sky sui canali Sport 1 HD (il numero 201), Super Calcio HD (n.206) e Calcio 1 HD (251): telecronaca dalle ore 20:30. I clienti Sky abbonati al pacchetto Sport o al pacchetto Calcio potranno seguire la partita anche in diretta streaming video, tramite l’applicazione SkyGo disponibile per pc, tablet e smartphone; per i non abbonati ai due pacchetti il codice per l’acquisto in pay-per-view è 406011.

RISULTATI DELL'INTER NELLE AMICHEVOLI

Prima di arrivare all’appuntamento con il Betis Siviglial’Inter ha cominciato il suo precampionato il 9 luglio, battendo gli austriaci del Wattens nel ritiro di Brunico (2-1 il risultato finale, a segno i giovani Pinamonti e Rover). Il 15 luglio invece i nerazzurri hanno affrontato i tedeschi del Norimberga, perdendo 1-2 (non è bastata la rete di Eder). Dall’International Champions Cup, che ha portato l’Inter in Cina e a Singapore, sono arrivate sorprese positive: dopo il pari per 1-1 con lo Schalke 04 (eurogol di Murillo) i ragazzi di mister Spalletti hanno battuto nell’ordine Lione (1-0 firmato Jovetic), Bayern Monaco (2-0 con doppietta di Eder) e Chelsea (2-1 ma solo per un pazzesco autogol di Kondogbia, che ha riaperto il match dopo l’uno due balcanico Jovetic-Perisic). Domenica scorsa (6 agosto) il precampionato dell’Inter ha fatto tappa a San Benedetto del Tronto: altro giro ed altra vittoria, contro gli spagnoli del Villarreal per 3-1 con Eder, Jovetic e Brozovic a timbrare il tabellino. Ora il Betis a Lecce, mentre nelle prime 5 giornate di campionato i nerazzurri affronteranno Fiorentina (domenica 20 agosto), Roma (trasferta sabato 26/8), SPAL (a San Siro domenica 10 settembre), Crotone (17/9 allo Scida) e Bologna (ancora in trasferta e in infrasettimanale, mercoledì 20 settembre). (Agg. di Carlo Necchi)

LE TATTICHE DI... SABATINI

Mentre ci avvicinaimo a piccoli passi all'amichevole Inter Betis Siviglia, diamo uno sguardo a quanto sta avvenendo dietro le quinte del mondo nerazzurro. Dalbert è stato il sesto acquisto ufficializzato dall’Inter: in precedenza la società nerazzurra si è assicurata le prestazioni del portiere Daniele Padelli, il difensore Milan Skriniar, i centrocampisti Borja Valero e Matias Vecino e il giovane attaccante argentino Facundo Colidio, classe 2000 lasciato in prestito al Boca Juniors. Ceduti invece Marco Andreolli (svincolato e poi passato al Cagliari), Ever Banega al Siviglia, Jonathan Biabiany allo Sparta Praga, Gianluca Caprari alla Sampdoria nell’ambito dell’operazione Skriniar e i giovani Bright Gyamfi (Benevento), Senna Miangue (Cagliari), Fabio Eguelfi (Atalanta) e Federico Dimarco (Sion). Ora è difficile carpire le intenzioni di Walter Sabatini e Piero Ausilio per le ultime settimane di mercato: si parla di un difensore non appena sarà ufficializzata la cessione di Murillo al Valencia, e in tal senso si continuano a fare i nomi di Issa Diop (20 anni, Tolosa), Presnel Kimpempe (21, PSG) e Davinson Sanchez (21, Ajax), tutti valutati molto dalle rispettive società. Per il centrocampo difficile arrivare ad Arturo Vidal che il Bayern Monaco ritiene un punto fermo, se però dovesse partire Geoffrey Kondogbia (il Valencia è interessato anche a lui) non sarà da escludere un altro innesto in questa zona del campo. All’uscita di Perisic, sempre seguito dal Manchester United, è legato invece l’acquisto di un nuovo esterno d’attacco: Keita Balde Diao (Lazio) sembra essersi promesso alla Juventus, mentre il francese Anthony Martial (21 anni, del Manchester United) potrebbe rientrare nell’eventuale affare-Perisic. Attenzione anche a Patrick Schick della Sampdoria, che gli ultimi controlli medici hanno definito arruolabile. (Agg. di Carlo Necchi)

ORARIO E PRESENTAZIONE PARTITA

Inter-Betis Siviglia è una delle amichevoli in programma sabato 12 agosto 2017: le due squadre si affrontano allo stadio Via del Mare di Lecce a partire dalle ore 20:30. Per l’Inter ultimo test del precampionato 2017: gli avversari sono gli spagnoli del Betis Siviglia che in settimana hanno affrontato anche il Milan a Catania.  L’amichevole di questa sera contro il Betis Siviglia si presenta come un test probante, quando manca poco più di una settimana all’inizio della nuova Serie A targata 2017-2018. L’appuntamento è per domenica 20 agosto, quando a San Siro arriverà una Fiorentina desiderosa a sua volta di scoprirsi ed allenata da Stefano Pioli, che solo pochi mesi fa sedeva sulla panchina nerazzurra. In un’annata che vedrà i nerazzurri solo spettatori delle competizioni europee, la squadra potrà concentrarsi unicamente sul campionato e l’obiettivo minimo saranno i primi quattro posti che assegneranno i piazzamenti Champions.

PROBABILI FORMAZIONI E MODULI

Nell’amichevole di Lecce, Spalletti dovrebbe proporre una formazione simile a quella titolare contro il Villarreal: davanti al portiere Handanovic i difensori centrali saranno Miranda e Skriniar, quest’ultimo autore sin qui di un precampionato convincente; a completare la retroguardia i terzini D’Ambrosio e Nagatomo, mentre Dalbert potrebbe subentrare nel corso della ripresa. A centrocampo previsti Gagliardini e Borja Valero, mentre Joao Mario sarà probabilmente confermato nei panni d’incursore centrale.

Esterni alti Candreva e Perisic, mentre il centravanti titolare potrebbe essere Icardi per la prima volta in questa estate, altrimenti spazio a Eder. Per il Betis invece annunciato un 4-3-3 con Adan in porta, Rafa Navarro e Tosca terzini, Mandi e German Pezzella (accostato proprio all’Inter dagli ultimi rumors di mercato) difensori centrali. A centrocampo Camarasa, il serbo Brasanac e il messicano Guardado e in attacco il tridente formato dagli esterni Joaquin e Nahuel e dalla punta centrale Sanabria.

L'ULTIMO ARRIVATO IN CASA INTER

Sul pianeta Inter è appena sbarcato un nuovo amico brasiliano: si tratta di Dalbert (nome completo Dalbert Henrique Chagas Estavao), mancino classe 1993 che gioca in Europa dall’estate 2013, quando fu acquistato dai portoghesi dell’Accademico Viseu. Nel 2015 il passaggio al Vitoria Guimaraes, con cui Dalbert ha disputato una stagione prima di trasferirsi al Nizza l’anno successivo: 38 presenze ufficiali dopo (in Ligue 1 ed Europa League) è arrivata la chiamata dell’Inter, che ha prelevato il ventitreenne verdeoro in cambio di 20 milioni di euro più bonus. Nato l’8 settembre 1993 a Barra Mansa, comune nello stato di Rio de Janeiro, e cresciuto calcisticamente nelle giovanili del Flamengo, il ragazzo ha rilanciato le sei prime dichiarazioni da giocatore nerazzurro al canale tematico Inter Channel: “È un giorno molto importante non solo per me ma anche per la mia famiglia. Sto realizzando un sogno che avevo fin da bambino, e sono molto felice per questo traguardo raggiunto. (…) È stata una trattativa complicata ma ci tenevo a concretizzarla e a raggiungere questo obiettivo personale molto importante”. E poi: “I tifosi mi hanno aspettato tanto e scritto molti messaggi, facendo pressione perché venissi all'Inter”. (aggiornamento di Carlo Necchi)

I RISULTATI DELL'INTER NELLE AMICHEVOLI ESTIVE

Sinora l’estate ha riportato speranza in casa nerazzurra: la squadra allenata da Luciano Spalletti ha perso solo un’amichevole su 7 superando anche ostacoli prestigiosi come Lione, Bayern Monaco, Chelsea e Villarreal. Nell’ultimo test contro il ‘Sottomarino Giallo’, disputato allo stadio Riviera delle Palme di San Benedetto del Tronto, si è rivisto in campo anche Mauro Icardi che aveva saltato i test-match precedenti per smaltire il problema muscolare accusato nel finale della stagione scorsa. Il capitano è apparso in buona condizione ed è stato autore di un bell’assist per il definitivo 3-1 firmato da Marcelo Brozovic, mentre le altre due reti interista sono state messe a segno dal ‘solito’ Eder, vero mattatore di questo precampionato e da Stevan Jovetic, che sembra volersi ricandidare ad un ruolo da protagonista con la maglia nerazzurra.

Nel frattempo impazza il calciomercato ed anche l’Inter, che ha passato luglio ad osservare i fuochi d’artificio dei cugini, sembra ben intenzionata a sparare i suoi ‘botti’; dal Nizza è appena arrivato il terzino brasiliano Dalbert Henrique mentre la trattativa per il giovane attaccante Emre Mor, turco classe 1997 in forza al Borussia Dortmund, pare in dirittura d’arrivo.

© Riproduzione Riservata.