BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Video/ Juventus Lazio (2-3): highlights e gol. Il ballo di Simone Inzaghi sotto la nord (Supercoppa Italiana)

Video Juventus Lazio (risultato finale 2-3): gli highlights e i gol della partita quale finale della Supercoppa Italiana 2017 giocata allo Stadio Olimpico di Roma.

Video Juventus Lazio (LaPresse)Video Juventus Lazio (LaPresse)

E' stata una serata magica per Simone Inzaghi quella di ieri che ha portato la Lazio a vincere la Supercoppa Italiana. Tra le immagini più belle della giornata c'è proprio l'allenatore dei biancocelesti che balla sotto la Nord alla fine della partita dopo la vittoria contro la Juventus. Il successo ha visto trionfare il tecnico che ha dimostrato di avere grande intelligenza nel gestire la partita come quando ha deciso nel finale di far entrare Jordan Lukaku e Alessandro Murgia che hanno impacchettato il 3-2 dopo che Paulo Dybala aveva pareggiato il doppio svantaggio causato dalla doppietta di Ciro Immobile. Ora il tecnico non ha intenzione di fermarsi perché vuole centrare un risultato importante per entrare di diritto nella storia del club biancocelest dopo aver scritto il suo nome nell'albo d'oro grazie al successo in Supercoppa. Il rapporto poi con la curva è davvero meraviglioso e pensare che un anno fa di questi tempi Bielsa era diventato il nuovo allenatore dei biancocelesti con Inzaghi alla Salernitana. (agg. di Matteo Fantozzi) CLICCA QUI PER IL VIDEO DEL BALLO DI INZAGHI (da RaiSport)

MURGIA: FINALE INCREDIBILE

L’eroe della finale di Supercoppa Italiana 2017 tra Juventus  e Lazio è stata senza dubbio il giovane biancoceleste Alessandro Murgia, autore del gol della vittoria segnato al 93 minuto. Il centrale, al termine della partita ha poi dichiarato ai microfoni di Raisport: “si, è stato un finale incredibile: ce lo meritavamo, siamo una grande squadra con un grande mister  e un grande staff. L’abbiamo sudata tutti quanti, l’abbiamo voluta la coppa  e questa vittoria è per tutta la gente che è qui allo stadio. Tutti quanti. Sono ancora emozionato, ma soprattutto felice per la squadra che finalmente alziamo questa coppa. Andare ai supplementari? Si sarebbe stata difficile, ma noi siamo anche questo, non molliamo mai su ogni pallone e ci abbiamo creduto fino all’ultimo come ci chiede sempre il Mister e siamo contenti. L’assenza di Keita? noi sappiamo che squadra siamo e  chiunque scende in campo sa che deve dare tutto e questa e la nostra forza: che sia un giovane o uno più esperti siamo tutti un gruppo unito”. (agg Michela colombo) CLICCA QUI PER IL VIDEO CON  LE PAROLE DI MURGIA (da raisport) 

LULIC: ABBIAMO DATO IL 100%

Il successo ottenuto contro la Juventus nella finale della Supercoppa Italiana, ha chiaramente entusiasmato gli ambienti della Lazio, che ha iniziato nel miglior modo possibile la sua stagione. Il capitano biancoceleste Lulic, alla prima partita ufficiale con la fascia, intervistato dai microfoni di Raisport ha dichiarato a proposito del titolo vinto solo poche ore fa: “è una cosa bellissima: come ho detto anche io ieri in conferenza stampa, dando sempre il 100% si può battere anche la Juventus. Oggi abbiamo avuto una squadra che davanti tutto e quindi alla fine giocando così siamo riusciti a vincere contro i bianconeri. La vicenda Keita? Noi avevamo oggi 11 giocatori che si scarificavano: i singoli non ti risolvono la partita, avessimo avuto in campo stasera anche Keita non vi era la certezza che si poteva vincere. Devo fare i complimenti al mister che ha scelto il sistema e i giocatori giusti stasera contro la Juventus. Io mi trovo bene  sto qua da tanto: ognuno di noi fa poi le proprie scelte. Se uno si trova bene è giusto che rimanga: devono essere tutti contenti”. (agg Michela Colombo) CLICCA QUI PER VEDERE IL VIDEO CON LE PAROLE DI LULIC (da raisport)

DYBALA: LA MAI DOPPIETTA NON CAMBIA LA PARTITA

Nelle marcature della partita tra Juventus e Lazio, finale di Supercoppa Italiana 2017 dopo i gol di Ciro immobile spiccano le due reti anche di Paulo Dybala, che ieri all’Olimpico ha esordito con la nuova maglia numero 10 e all’ultimo ha provato a risollevare le sorte della partita. Al termine del match i microfoni di Sky Sport hanno intercettato l’argentino, che ha dichiarato: “penso che abbiamo cominciato e fatto bene nei primi dieci minuti e abbiamo avuto delle occasioni per fare gol, ma poi non siamo stati per 50 o 60 minuti in campo. Ci siamo trovati con due gol su palla ferma. Personalmente non penso di aver fatto una grande prestazione perché quei 50-60minuti non ho avuto la palla e poso dire che quei due gol che ho fatto non cambiano niente rispetto a quello che abbiamo fatto durante tutta la partita. Penso si che se fossimo andati ai supplementari sarebbe cambiato tutto: anche i giocatori della Lazio erano più preoccupati dopo il mio secondo gol.  Dobbiamo farci tutti un esame di coscienza, non abbiamo fatto una partita da grande squadra”.(agg Michela colombo) CLICCA QUI PER IL VIDEO CON LE PAROLE DI DYBALA (da video sky) 

IMMOBILE: CHE EMOZIONE!

Tra i grandi protagonisti della finale di Supercoppa Italiana 2017 vinta dalla Lazio vi è senza dubbio il bomber della compagine di Inzaghi Ciro Immobile, il primo marcatore della sfida e autore di una doppietta che fino all’80 minuto pareva aver chiuso il match in maniera inequivocabile. Al termine della partita lo stesso Immobile ha dichiarato a microfoni di Sky Sport: “sono davvero emozionato: sto ricevendo un migliaio di messaggi e ora faccio fatica a leggerli tutti. E’ stata davvero una partita eccezionale, contro una grandissima squadra: poi per come è arrivata, che ci hanno ripreso il 2-0 e poi abbiamo segnato alla fine, è stato davvero tutto bellissimo. Sapevamo che on la Juventus non puoi permetterti di sbagliare niente e gli ultimi 5 minuti sono stati la prova di ciò. Sono contento perché la squadra nonostante il 2-2 ha reagito bene anche dal punto di vista mentale e questo fa parte di un processo di crescita davvero importante. La gente ora si aspetta tanto: vi sono parecchie responsabilità ma solo con il lavoro che possiamo andare avanti così”. (agg michela colombo) CLICCA QUI PER VEDERE IL VIDEO CON LE PAROLE DI IMMOBILE (da video sky)

LA FESTA DEI TIFOSI BIANCOCELESTI

Migliaia di tifosi hanno accolto la Lazio a Formello e hanno festeggiato la vittoria della Supercoppa Italiana. Dopo l’impresa contro la Juventus, la squadra biancoceleste - favorita ovviamente dall’essere già in città - si è recata presso il centro sportivo nel quale si allena: ad attendere Simone Inzaghi, Senad Lulic e il resto della truppa c’erano almeno 3000 tifosi in festa che hanno intonato cori e celebrato il 3-2 con il quale la Lazio ha battuto la Juventus, aggiudicandosi il primo trofeo della stagione. Una coppa che alla Lazio mancava dal 2009 (la squadra, allora allenata da Davide Ballardini, aveva battuto l’Inter di José Mourinho); l’ultimo trofeo risaliva invece al 2013 e alla celebre finale di Coppa Italia, nella quale i biancocelesti di Vladimir Petkovic avevano superato la Roma grazie al gol dello stesso Lulic, un momento che viene ancora celebrato in ogni partita della formazione capitolina. Per Simone Inzaghi si tratta invece del primo titolo sulla panchina della prima squadra: dopo aver perso la finale di Coppa Italia lo scorso maggio e dopo i successi con la Primavera (due volte la coppa, una la Supercoppa), finalmente l’ex attaccante può festeggiare da allenatore di una squadra “maggiore”. (agg. di Claudio Franceschini) CLICCA QUI PER IL VIDEO CON LA FESTA DELLA LAZIO E I TIFOSI

ALLEGRI: DOUGLAS COSTA NON E' IN CONDIZIONE

Al termine della finale di Supercoppa Italia persa contro la Lazio, il tecnico della Juventus Massimiliano Allegri ha voluto analizzare nel dettaglio la prestazione dei suoi in conferenza stampa, incalzato dalle domande dei giornalisti convenuti. Il tecnico della Vecchia signora ha quindi dichiarato: “Douglas Costa? È ancora un pochi indietro nelle condizioni rispetto agli altri. E’ entrato in un momento in cui la partita abbisognava di un giocatore con le sue caratteristiche, diverse da Cuadrado: lui è molto più offensivo. Era un rischio, mancano le gambe e non c’era la condizione ottimale, soprattutto con il rischio che la partita potesse andare ai supplementari. Pagelle alla mano comunque la prestazione del volto nuovo della Juventus non è stata così opaca, anche se la prova generale del gruppo è rimasta comunque davvero insufficiente, come lo tesso allenatore ha già dichiarato nella medesima sede .  (agg Michela colombo) CLICCA QUI PER VEDERE IL VIDEO CON LE PAROLE DI ALLEGRI

INZAGHI: TROFEO PER I TIFOSI

Dopo la sconfitta in finale nel 2015 sempre contro la Juventus, la Lazio nella calda cornice dello Stadio Olimpico ha fatto l’impresa battendo la vecchia Signora per 3-2 e regalando ai propri tifosi un nuovo trofeo dopo un digiuno di successi che durava dalla stagione di Coppa Italia 2012-2013. La termine della partita in conferenza stampa il tecnico biancoceleste Inzaghi ha quindi dichiarato rivolgendosi a propri tifosi: “ll trofeo? Lo dedico ai tifosi perché so che c’è tanto affetto nei mie confronto e so che ho dovuto guadagnarmelo prima come giocatore  e poi da allenatore. A volte le Supercoppa si giocano all’estero, ma io ero contento della scelta dello stadio Olimpico perché sapevo che sarebbe stato qualcosa di straordinario alzare un trofeo contro la Juventus davanti ai nostri tifosi (agg Michela Colombo) CLICCA QUI PER IL VIDEO CON LE PAROLE DI INZAGHI

ALLEGRI: SERVE UN ESAME DI COSCIENZA

Se in casa Lazio c’è giustamnete orgoglio e euforia per la bella vittoria della Supercoppa Italiana, altrettanto ovviamente in casa Juventus c’è tanta rabbia per una rimonta sfiorata e persa solo al 93’. La termine della partita in conferenza stampa quindi Massimiliano Allegri non può che dirsi arrabbiato per quanto successo in campo ieri sera: “innanzitutto la Lazio ha meritato questa vittoria ha giocato meglio di noi, come impatto sulla partita. Noi siamo partiti anche discretamente bene nei primi dieci minuti, poi improvvisamente abbiamo cambiato modo di giocare, abbiamo cominciato a verticalizzare troppo e poi qui abbiamo preso a campo aperto il rigore. E non contenti ne abbiamo avuto un altro: questo ci deve essere da lezione perché abbiamo iniziato una nuova stagione e sicuramente stiamo lavorando, e bisogna subito attaccare la spina visto che domenica inizia il campionato. Serve farsi un esame di coscienza e ,mettere da parte quello che abbiamo fatto l’anno scorso: rimangono sulla carta ma quest’anno si apre una nuova stagione e come tutti gli anni dove siamo alla pari con tutti. Serve una cattiveria e un’attenzione diverse: stasera abbiamo subito tre gol e la Juventus di solito concede ben pochi tiri agli avversari” (agg Michela Colombo) CLICCA QUI PER IL VIDEO CON LE PAROLE DI ALLEGRI

INZAGHI: GIUSTO GODERSI LA VITTORIA

Il primo titolo della stagione, la Supercoppa Italia va alla Lazio, vincente sulla Juventus per 3-2, dopo match che è stato davvero deciso sul finale dato che ben tre reti  sono state firmate solo negli ultimi 10 minuti a disposizione. Di fronte alla prestazione esemplare al olimpico da parte della compagine biancoceleste il tecnico Inzaghi in conferenza stampa non può che essere più che soddisfatto: “senz’altro è un titolo che ci da tanta fiducia: ma io ero molto fiducioso anche prima. E’ dal 4 luglio che vedo lavorare questi ragazzi con il solo obbiettivo di alzare la Coppa. Sapevamo che avevano fare qualcosa di straordinario contro la Juventus e ci siamo riusciti: una vittoria davvero meritata. Ora godiamoci questo trofeo e poi penseremo alla Spal: ma dopo una serata del genere è giusto godersi il trionfo. (agg Michela Colombo) CLICCA QUI PER VEDERE IL VIDEO CON LE PAROLE DI INZAGHI

LA PARTITA

La Lazio interrompe la serie nera nei confronti diretti con la Juventus, mette fine alle 10 sconfitte consecutive contro i bianconeri e si gode una vittoria spettacolare, ottenuta con il gol di Murgia all'ultimo respiro. All'Olimpico finisce 3-2, dopo le doppiette di Immobile e Dybala e in virtù del punto decisivo del giovane centrocampista, cresciuto nel vivaio biancoceleste. Dal punto di vista dei numeri, la Juve termina il confronto con un possesso palla leggermente superiore (54-46%), con un bottino di tiri esattamente alla pari con gli avversari (11 per parte, 8 dei quali in porta) ma con la diffusa sensazione di una prestazione insufficiente, molto inferiore rispetto ai biancocelesti, soprattutto considerando le forze in campo... A sottolineare ciò, in particolare, il dato sulle palle perse: 41 per la Juve, 26 per la Lazio, vera chiave di volta di una sfida che ha visto Inzaghi vincere la partita a scacchi con Allegri. Allargando il discorso all'Albo d'Oro, sfuma per la Juventus e per Buffon la possibilità di staccare in vetta alle rispettive classifiche (di Supercoppa) la concorrenza: i bianconeri restano primi con 7 vittorie assieme al Milan, il capitano primo con 6 successi personali assieme a Stankovic. Per la Lazio, invece, è il quarto trionfo, ad 8 anni di distanza dall'ultimo, nel 2009. JUVENTUS-LAZIO: IL VIDEO DI GOL E HIGHLIGHTS

ALLEGRI A RAI SPORT: "SIAMO STATI DEI POLLI!"

LE DICHIARAZIONI - Allegri a 'Rai Sport' è molto chiaro: "Indipendentemente dal gol alla fine in cui siamo stati polli noi, la Lazio ha meritato la vittoria. Ha giocato meglio e combattuto di più, noi fino a 30 minuti dalla fine non abbiamo giocato e questo ci deve far riflettere e ci deve riportare con i piedi per terra. Vincere non è semplice e bisogna rimettere tutto in discussione. Loro andavano più forte, poi sono calati e noi li abbiamo messi lì, con la doppietta di Dybala. Indipendentemente dal fatto che potevamo andare ai supplementari, la Lazio ha meritato di vincere". Simone Inzaghi invece fatica a contenere la gioia: "È stata fatta giustizia per la partita che abbiamo giocato, praticamente perfetta senza concedere quasi nulla a loro. È dal 4 luglio che pensavamo a questa partita, volevamo la rivincita dopo la sconfitta nella finale di Coppa Italia... Onore a questi ragazzi, sapevo che non mi avrebbero tradito; ora godiamoci questa grande vittoria insieme alla nostra gente. Keita? Se n'è parlato anche troppo. Sappiamo che serve ancora qualcosa sul mercato per competere su due fronti ma abbiamo un direttore sportivo che lavora benissimo, 24 ore su 24 e faremo il necessario anche in questo senso".

Video Juventus Lazio (risultato finale 2-3): gli highlights e i gol 

© Riproduzione Riservata.