BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

DIRETTA / Barcellona-Juventus (risultato finale 3-0) streaming video e tv: bianconeri demoliti dai blaugrana!

Diretta Barcellona-Juventus: info streaming video e diretta tv, probabili formazioni, quote, orario, risultato live. La partita di Champions League si gioca martedì 12 settembre 2017

Diretta Barcellona-Juventus, Champions League 2017-2018 (LAPRESSE) Diretta Barcellona-Juventus, Champions League 2017-2018 (LAPRESSE)

DIRETTA BARCELLONA-JUVENTUS (RISULATO FINALE 3-0): BIANCONERI DEMOLITI DAI BLAUGRANA!

Resa dei conti al Camp Nou, vittoria netta del Barcellona che batte la Juventus per 3 a 0 restituendole quindi il favore di cinque mesi fa quando ai quarti di Champions League i bianconeri vinsero con lo stesso punteggio. Soprattutto nella seconda frazione di gioco la superiorità dei blaugrana è stata schiacciante mentre agli uomini di Allegri si è improvvisamente spenta la lampadina proprio come nella finale di Cardiff contro il Real Madrid. Ospiti sfortunati che non riescono nemmeno a trovare il gol della bandiera con Ter Stegen che chiude Dybala in calcio d'angolo, Piqué che sulla linea nega la rete dell'1-3 a Benatia che aveva impattato il pallone di testa sugli sviluppi del tiro dalla bandierina, Bernardeschi cerca la porta ma il suo tiro è troppo debole e centrale per spaventare la retroguardia avversaria. Allo scadere dei due minuti di recupero l'arbitro Skomina manda tutti sotto la doccia. (agg. di Stefano Belli) BARCELLONA-JUVENTUS, DIRETTA LIVE

DOPPIETTA DI MESSI, BIANCONERI KO!

Quando mancano dieci minuti al novantesimo è cambiato nuovamente il punteggio al Camp Nou tra Barcellona e Juventus, ora i padroni di casa conducono per 3 a 0. Nella ripresa i bianconeri hanno ceduto di schianto dopo un buon primo tempo, gli uomini di Valverde monpolizzano il terreno di gioco e prendono il largo. Al 61' Messi su punizione potrebbe centrare nuovamente il bersaglio grosso, Buffon gli dice di no dopo che il pallone aveva scavalcato la barriera; Allegri nel frattempo cerca di correre ai ripari togliendo Bentancur per inserire il più fresco Bernardeschi, ma la mossa non cambia l'inerzia della partita, al 69' i padroni di casa calano il tris ancora con Messi che ubriaca la difesa avversaria, si accentra e libera un sinistro imprendibile che si infila nell'angolino, nulla da fare per Buffon e tre punti in cassaforte per il Barça. Non pervenuta la reazione della Juventus, solamente un tentativo al 76' con Bernardeschi il cui tiro assomiglia più a un passaggio per Ter Stegen. Tre minuti dopo Suarez gonfia la rete a gioco fermo per una segnalazione di fuorigioco, adesso c'è una sola squadra in campo. (agg. di Stefano Belli) 

RADDOPPIA RAKITIC!

Al Camp Nou è ricominciato il match valido per la fase a gironi di Champions League 2017-18 tra Barcellona e Juventus, sono passati dieci minuti da quando l'arbitro Skomina ha fatto riprendere il gioco e il punteggio vede la formazione di Valverde avanti per 2 a 0. Bianconeri a caccia del pareggio, al 48' Dybala entra in area e da buona posizione libera il sinistro spedendo il pallone direttamente sopra la traversa. I blaugrana pensano più che altro a contenere l'irruenza degli avversari ma quando ripartono in contropiede rischiano di far nuovamente male agli uomini di Allegri che al 52' la scampano bella quando Messi stampa il pallone sul palo dopo aver liberato un sinistro che sarebbe stato imprendibile per Buffon. L'appuntamento con il raddoppio del Barça è rinviato solamente di qualche minuto, al 56' Messi il pallone in mezzo per Rakitic che gonfia la rete col sinistro, Sturaro non riesce a liberare e Buffon viene trafitto per la seconda volta. (agg. di Stefano Belli) 

GOL DI MESSI ALLO SCADERE DI FRAZIONE!

Intervallo al Camp Nou dove si è appena concluso il primo tempo di Barcellona-Juventus, le due squadre rientrano negli spogliatoi per la pausa sul punteggio di 1 a 0 in favore dei padroni di casa. In questa fase del match Allegri deve fare i conti con l'infortunio di De Sciglio che si fa male alla caviglia destra (si teme una distorsione) dopo un contrasto, il numero 2 bianconero prova a tenere duro ma il dolore gli impedisce di giocare bene come a inizio gara, l'ex-difensore del Milan commette inoltre un errore grossolano regalando il pallone a Dembélé che non trova la porta solamente per l'intervento provvidenziale di Alex Sandro che lo chiude in calcio d'angolo. De Sciglio è dunque costretto a gettare la spugna, al suo posto entra Sturaro che di solito gioca in una posizione più avanzata. Al 43' Matuidi viene chiuso in calcio d'angolo da Semedo, e proprio allo scoccare del 45' su un pallone ingenuamente perso a centrocampo arriva il gol del Barcellona, dai-e-vai tra Suarez e Messi con l'argentino che deposita il pallone in rete, Buffon non può arrivarci e proprio in chiusura di frazione i blaugrana rompono l'equilibrio. (agg. di Stefano Belli) 

REGNA L'EQUILIBRIO AL CAMP NOU

Barcellona-Juventus 0-0 alla mezz'ora del primo tempo. I padroni di casa provano a fare la partita e a tenere palla, ma sono gli ospiti a creare le azioni più interessanti: al 12' Pjanic calcia all'improvisso, Ter Stegen blocca in due tempi anticipando Dybala che stava arrivando per il tap-in. Messi prova a inventare ma viene letteralmente accerchiato dalla retroguardia bianconera che non gli concede spazio, al 16' Busquets cerca Dembélé che viene anticipato dall'uscita di Buffon che allontana la sfera col petto. Sale in cattedra Andres Iniesta che passa in mezzo a tre avversari prima di essere atterrato da Matuidi procurandosi in questa maniera una punizione dal limite, il tiro di Messi viene respinto dalla barriera mentre Buffon pensa a neutralizzare il tap-in di Suarez. Al 24' Douglas Costa apre per Bentancur che al momento del tiro viene chiuso in angolo da Jordi Alba che toglie le castagne dal fuoco a Ter Stegen. Altri quattro giri di lancette e arriva il primo tiro in porta di Gonzalo Higuain che è poco più di un passaggio per Ter Stegen. (agg. di Stefano Belli)

BIANCONERI PERICOLOSI CON DE SCIGLIO!

Al Camp Nou è cominciato il match valido per la prima giornata del gruppo D di Champions League 2017-18 tra Barcellona e Juventus, sono passati circa dieci minuti da quando l'arbitro sloveno Skomina ha dato il via alle ostilità e il punteggio è fermo sullo 0-0. A inizio gara sono i blaugrana a far girare palla e a prendere l'iniziativa, al 3' Alex Sandro scivola e spiana la strada al contropiede dei padroni con Suarez che serve Dembélé, decisivo l'intervento di Benatia che chiude l'ex-centravanti del BVB in calcio d'angolo. La risposta degli ospiti arriva tre minuti più tardi con De Sciglio che dalla distanza per poco non trova il bersaglio grosso, Ter Stegen si allunga e con la punta delle dita devia la sfera in angolo, il direttore di gara però non si accorge del tocco e concede la rimessa dal fondo al Barça. Al 9' altro contropiede dei bianconeri, Dybala affonda sulla corsia di sinistra e libera il tiro, nessun problema per Ter Stegen che blocca senza patemi d'animo. (agg. di Stefano Belli)

FORMAZIONI UFFICIALI

Prende il via Barcellona-Juventus: Ernesto Valverde, nato il 9 febbraio 1964, da calciatore è stato un buonissimo attaccante come dimostrano i 44 gol segnati nelle 170 gare disputate con la maglia dell'Athletic Bilbao, inoltre ha militato anche nelle seguenti squadre: Alaves, Espanyol, Barcellona e Maiorca. A 40 anni diventa allenatore, la sua prima esperienza in panchina è proprio con l'Athletic Club, successivamente assumerà la guida tecnica di Espanyol, Olympiacos, Villarreal, Valencia e infine Barcellona, ora Valverde dovrà dimostrare tutto il suo valore in uno dei più grandi club d'Europa. Massimiliano Allegri, nato l'11 augusto 1967, non ha fatto faville da calciatore nonostante avesse un gran talento rimasto comunque inespresso, passando per Pisa, Pavia, Pescara, Cagliari, Perugia, Padova, Napoli, Pistoiese e chiudendo nell'Aglianese che è anche la prima squadra da allenatore. Dopo Spal, Grosseto e Sassuolo arriva il debutto in Serie A con il Cagliari, le soddisfazioni più importanti arrivano sulla panchina di Milan e Juventus. Ecco le formazioni ufficiali: Allegri scioglie le riserve, gioca De Sciglio a destra mentre è titolare Bentancur in quello che dovrebbe essere un 4-3-3 cno Dybala che parte a destra, campo anche per Douglas Costa. BARCELLONA (4-3-3): 1 Ter Stegen; 2 N. Sémedo, 3 Piqué, 23 Umtiti, 18 Jordi Alba; 4 Rakitic, 5 Sergio Busquets, 8 Iniesta; 10 Messi, 9 L. Suarez, 11 O. Dembélé. A disposizione: 13 Cillessen, 20 Sergi Roberto, 14 Mascherano, 6 Denis Suarez, 15 Paulinho, 21 André Gomes, 16 Deulofeu. Allenatore: Ernesto Valverde JUVENTUS (4-3-3): 1 Buffon; 2 De Sciglio, 15 Barzagli, 4 Benatia, 12 Alex Sandro; 14 Matuidi, 30 Bentancur, 5 Pjanic; 10 Dybala, 9 Higuain, 11 Douglas Costa. A disposizione: 23 Szczesny, 24 Rugani, 22 Asamoah, 27 Sturaro, 34 Merio, 38 Caligara, 33 Bernardeschi. Allenatore: Massimiliano Allegri.

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA DI CHAMPIONS LEAGUE

La partita di Champions League tra Barcellona e Juventus sarà trasmessa in diretta tv da Mediaset sul canale Premium Sport, il numero 370 del digitale terrestre disponibile anche in alta definizione (HD) al numero 380. I clienti Premium potranno seguire il match anche in diretta streaming video, tramite l’applicazione PremiumPlay disponibile per pc, tablet e smartphone. 

I TESTA A TESTA

Barcellona e Juventus si trovano di nuovo di fronte dopo il match della scorsa stagione nei quarti di finale di Champions League, una delle più belle performance in assoluto della squadra di Allegri che ha vinto 3-0 il match d’andata a Torino per poi pareggiare senza reti al Camp Nou. Una rivincita della sconfitta nella finalissima della massima competizione europea datata 6 giugno del 2015, in cui i bianconeri vennero sconfitti 3-1 dai blaugrana. Tre precedenti negli ultimi tre anni, quando Barcellona e Juventus non si incontravano da 12 anni in partite ufficiali, da quando i bianconeri espugnarono il Camp Nou il 22 aprile del 2003, sempre nei quarti di finale di Champions League. Sia il Barcellona sia la Juventus hanno vinto le prime tre partite disputate in campionato. I catalani hanno superato Betis Siviglia, Alaves e con un 5-0 nel derby l’Espanyol. La Juventus ha battuto il Cagliari, il Genoa e sabato il Chievo. (agg. di Fabio Belli)

LE STATISTICHE

In vista di Barcellona Juventus, diamo i numeri sull’inizio di stagione delle due squadre che si affrontano nel big match di Champions League - numeri che sono naturalmente relativi alle prime uscite in campionato delle due squadre. Il Barcellona, nonostante un’estate turbolenta culminata con la doppia sconfitta nella Supercoppa di Spagna, ha cominciato la Liga in modo spettacolare: tre vittorie su altrettante partite giocate, 9 gol segnati e nessuno subito, dunque attacco sempre ottimo ma anche difesa imperforabile, e proprio questa è la notizia forse più interessante. Discorso molto simile in casa Juventus: sconfitta in Supercoppa Italiana, ma poi tre vittorie su tre in Serie A. Per i bianconeri di Massimiliano Allegri i gol segnati sono addirittura 10, ma ci sono anche 2 reti al passivo, dunque curiosamente numeri migliori in attacco e peggiori in difesa - anche se dovuti solo al pazzescco inizio della partita contro il Genoa. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

L'ARBITRO

C'è grande attesa per vedere per Barcellona Juventus, diretta dallo sloveno Damir Skomina. Questi sarà coadiuvato dagli assistenti Jure Praprotnik e Rober Vukan, il quarto uomo sarà Tomaz Klancinik e gli addizionali Matej Jug e Slavko Vincic. Damir Skomina è nato a Capodistria il 5 agosto 1976 e viene considerato uno dei direttori di gara più capaci del momento. Diventa arbitro nel 1995 dopo aver seguito tutte le trafile minori ed arrivando così ad accumulare un discreto numero di presenze fino ad oggi. E' internazionale dal gennaio del 2003 quando ha diretto l'amichevole Ungheria-Lussemburgo terminata col risultato di 5-1. Nel 2007 arriva il primo incarico importante con gli Europei Under 21 di cui dirige due gare nei gironi e poi anche la finale Olanda-Serbia. L'esordio in Champions League arriva nel 2008 con la gara Psv Eindhoven-Olympique Marsiglia. Non ha partecipato mai a un Mondiale, ma è stato impiegato sia agli Europei del 2012 che a quelli del 2016. E' un arbitro molto rigido e che non ammette strattonate in area di rigore. Per questo bisognerà fare molta attenzione soprattutto nelle situazioni di calci da fermo. (agg. di Matteo Fantozzi)

Barcellona-Juventus, diretta dall'arbitro sloveno Skomina è una delle partite che aprono la fase a gironi della Champions League 2017-2018: appuntamento al Camp Nou dalle ore 20:45 di martedì 12 settembre. Si tratta del quinto precedente in questa competizione tra le due squadre, che si sono affrontate anche nelle ultime due edizioni: il 6 giugno 2015 il Barcellona vinse la finale di Berlino per 3-1, mentre l’anno scorso la Juventus ebbe la meglio nel doppio confronto dei quarti (vittoria 3-0 in casa e 0-0 in trasferta).

LA SITUAZIONE

Il Barcellona si è aggiudicato la Champions League nella stagione 2014-2015, la quinta della sua storia, battendo proprio la Juventus a Berlino, mentre nelle ultime due annate si è fermato ai quarti di finale. L’estate dei catalani è stata animata dalla cessione di Neymar: l’attaccante brasiliano ha deciso di cercare una nuova sfida accettando la corte del PSG, che lo ha ingaggiato versando ai catalani i 222 milioni della clausola rescissoria. Non che in entrata il club blaugrana sia rimasto a guardare, anzi, i soldi incassati sono stati reinvestiti quasi per intero; alla corte del nuovo allenatore Ernesto Valverde sono arrivati il terzino portoghese Nelson Semedo, il centrocampista brasiliano Paulinho e l’attaccante francese Ousmane Dembele, pagato ben 105 milioni (giocava nel Borussia Dortmund). In più è tornato alla base Gerard Deulofeu, che ha convinto la società dopo il positivo prestito al Milan. Per la Juventus la Champions League sta diventando una sorta di ossessione, dopo le due finali perse negli ultimi 3 anni: i campioni d’Italia sono comunque ripartiti a spron battuto cercando di allestire una squadra il più competitiva possibile, che possa puntare al bersaglio grosso anche quest’anno. Il gruppo D comprende anche i greci dell’Olympiakos e i portoghesi dello Sporting Lisbona.

PROBABILI FORMAZIONI

Modulo 4-3-3 per il Barcellona che deve fare a meno dei centrocampisti Raffina, Arda Turan e probabilmente anche Rakitic, tutti alle prese con problemi fisici. Valverde dovrebbe proporre un 4-3-3 con il tedesco tre Stegen in porta, Piqué e il francese Umtiti al centro della difesa, Sergi Roberto nel ruolo di terzino destro e Jordi Alba sulla corsia mancina. In mezzo al campo Sergi Busquets affiancato da Paulinho ed Iniesta, mentre nel tridente d’attacco Messi e Dembele affiancheranno il Pistolero Luis Suarez. Nella Juventus Cuadrado è squalificato mentre Chiellini, Marchisio e Pjaca sono indisponibili per i rispettivi infortuni. Massimiliano Allegri dovrebbe optare per il 4-2-3-1 con Buffon a protezione della porta, Barzagli e Benatia difensori centrali, De Sciglio (oppure il tedesco Howedes) e Alex Sandro terzini. A metacarpo Khedira e Pjanic mentre Dybala agirà nel ruolo di trequartista centrale; esterni alti Douglas Costa e Mandukic, centravanti Higuain.

QUOTE E SCOMMESSE: IL PRONOSTICO SULLA PARTITA

Quote favorevoli al Barcellona per questa sfida di Champions League. il portale online snai.it propone il segno 1 per il successo dei catalani a 1,80, poi il segno X per l’eventuale pareggio a 3,70 e il segno 2 per la vittoria esterna della Juventus a 4,25. Ai bianconeri il compito di ribaltare il pronostico. Dalla lavagna SNAI riportiamo anche le quote per le opzioni Under (2,00), Over (1,77), Gol (1,65) e NoGol (2,10).

© Riproduzione Riservata.