BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

DIRETTA/ Atalanta Everton (risultato finale 3-0) info streaming video e tv: lezione calcistica di Gasperini!

Diretta Atalanta-Everton: info streaming video e tv, probabili formazioni, orario, quote e risultato live della partita di Europa League in programma giovedì 14 settembre 2017

Diretta Atalanta-Everton, LaPresseDiretta Atalanta-Everton, LaPresse

DIRETTA ATALANTA - EVERTON (RISULTATO FINALE 3-0): FINE PARTITA

All'81esimo anche mister Gasperini esaurisce le sostituzioni a disposizione. Cristante lascia il posto a Kurtic. L'Atalanta gestisce bene il vantaggio mentre l'Everton non riesce a impostare alcuna azione degna di nota. Una giornata bruttissima per gli inglesi guidati dall'ex Barcellona Koeman. L'immarcabile Papu Gomez intanto cerca Cornelius con un cross a spiovere ma calibra male. Il danese non ci arriva e l'azione si perde sul fondo. All'86esimo l'Everton riesce a combinare qualcosa da calcio d'angolo. Cross in area raccolto di testa da Jagileka che gira verso il secondo palo liberando Mirallas che è disattento. Il suo colpo di testa è totalmente impreciso e si perde sul fondo. Poco dopo Sandro Ramirez ci prova con un tiro piuttosto telefonato. Berisha blocca a terra con sicurezza. Cornelius risponde con un tiro da posizione defilata. Nessun problema per Stekelenburg. Nel finale si scatena la festa dei tifosi atalantini. Serata storica per Bergamo.

ATALANTA EVERTON, DIRETTA LIVE

ENTRANO CALDARA E CORNELIUS TRA LE FILA NERAZZURRE

L'Atalanta prova a rallentare il gioco, facendo correre a vuoto gli avversari. Possesso palla prolungato da parte della squadra allenata da Gasperini. Ammonito intanto Sigurdsson. Koeman prova a svegliare i suoi con una doppia sostituzione e un cambio modulo. Entrano Sandro Ramirez e Klaassen al posto di Rooney e Schneiderlin. L'Everton si ridisegna con un 4-2-3-1, con Calvert-Lewin trequartista, Sigurdsson e Vlasic sugli esterni e Klaassen al fianco di Besic in mediana. Sandro Ramirez punta centrale. Segue una fase tranquilla del match. L'Everton non combina nulla nonostante i cambi di Koeman. Masiello intanto alle prese con qualche grattacapo muscolare (niente di grave) lascia il posto a Mattia Caldara. Koeman invece esaurisce i cambi a disposizione mandando in campo Mirallas al posto di Calvert-Lewin. Poco dopo esce anche Petagna ed entra il danese, Cornelius.

TRAVERSA DI FREULER AL 55°

Nessun cambio effettuato dai due tecnici. In campo gli stessi 22 del primo tempo. Subito in avanti l'Everton. Rooney ci prova da fuori area ma Berisha respinge a lato. L'Atalanta risponde subito. Hateboer soffia il pallone dai piedi di Jagielka ed allarga la sfera sulla destra per Petagna: la punta si accentra e calcia verso il primo palo, ma Stekelenburg devia sul fondo. L'Everton insiste. Rooney sfida la sorte dalla distanza, ancora una volta con un pallonetto quasi impossibile: Berisha, in due tempi, fa suo il pallone. Quasi rassegnato a bordocampo intanto Ronald Koeman: il tecnico dell'Everton non è affatto soddisfatto dell'atteggiamento dei suoi. L'Atalanta intanto sfiora il poker. Petagna protegge bene palla e avanza in area avversaria. Tocco sulla sinistra per Gomez che spara alto da posizione favorevole. Al 55esimo ecco una nuovo ripartenza micidiale dei nerazzurri. Hateboer per Petagna e tocco per Freuler che calcia di prima intenzione dal limite ma centra in pieno la traversa.

 

GOL DI GOMEZ AL 42° E CRISTANTE AL 44°

 C'è una sola squadra in campo e si chiama Atalanta. Gomez fugge via ad Holgate e mette al centro un pallone da spingere in porta: Petagna, però, arriva con un secondo di ritardo e perde l'attimo per colpire. La banda di Gasperini cerca il raddoppio. Tiro forte e teso in diagonale di Hateboer da distanza ravvicinata che diventa un assist: Gomez e Petagna, colti di sorpresa, non riescono a buttarla dentro a pochi passi dalla linea di porta. Ammonito intanto Masiello. Poco dopo ancora una chance per Masiello ma Stekelenburg con un'ottima uscita lo mura. Al 36esimo Alejandro Gomez chiama l'uno-due a Masiello, lo ottiene e calcia basso e teso. Il portiere avversario blocca. L'Everton si affida alle idee di Rooney. Spunto dell'ex United, che prova a trascinare i suoi in avanti: lancio lungo alla ricerca di Calvert-Lewin in area di rigore, ma pallone che termina direttamente sul fondo. Nel finale di tempo l'Atalanta tritura gli avversari. Gomez riceve palla da Petagna, si accentra dalla sinistra, mira l'angolino sul secondo palo ed infila il pallone lì, dove Stekelenburg non può arrivarci. Non è finita. Contropiede fulmineo, palla a Petagna che serve Cristante che in area non sbaglia firmando il tris. Atalanta padrona assoluta del campo.

GOL DI MASIELLO AL 27°

All'undicesimo minuto Schneiderlin interviene malamente su Gomez: il talento argentino resta per qualche secondo a terra. Graziato il mediano francese dell’Everton. Poco dopo primo squillo dei blues. Tiro dalla distanza di Sigurdsson, che ci prova da oltre venti metri: la conclusione è tesa, ma centrale e Berisha se la cava con i pugni. Ancora Everton. Rooney riceve palla sulla trequarti da Sigurdsson e tenta un pallonetto dal limite dell’area: Berisha osserva il pallone finire sopra la traversa. Di nuovo Rooney. Ci prova l’attaccante inglese dalla distanza, ma Berisha è ancora bravo a non farsi sorprendere. Nel frattempo la variabile vento minaccia la spettacolarità del match. L'Atalanta prova a reagire alzando il proprio baricentro. Cristante sfoggia un ottimo dribbling in area e va al tiro ma Jagielka lo mura. Al 26esimo palla in area a Petagna che serve Masiello sulla sinistra ma l'ex Bari si divora il gol calciando addosso a Stekelenburg. Sul corner seguente la difesa dell'Everton non riesce a spazzare ma serve Masiello che sul secondo palo gonfia la rete proprio sotto la curva atalantina. Delirio a Reggio Emilia.

INIZIO GARA

Atalanta in campo con il 3-4-1-2. Tra i pali Berisha, in difesa Toloi, Palomino e Masiello. A centrocampo da destra verso sinistra Hateboer, De Roon, Freuler e Castagne. In avanti c'è Cristante, in supporto di Petagna e Gomez.
L'Everton risponde con il 4-2-3-1. In porta Stekelenburg, linea difensiva composta da Holgate, Keane, Jagielka e Baines. In mediana Schneiderlin e Besic mentre in attacco troviamo Sigurdsson, Vlasic e Rooney, pronti a rifornire Calvert-Lewin, unica punta. I nerazzurri partono bene pressando subito gli avversari. Hateboer avanza palla al piede sulla destra e triangola con Cristante: entra in area, vince un duello tutto fisico con Rooney e pesca in area un compagno di squadra. Il colpo di testa di Petagna, poi, viene deviato in angolo da Stekelenburg. L'Atalanta resta padrone del campo ma l'Everton prova a pungere in contropiede. Toloi ferma l'azione avversaria. L'Atalanta prova a ragionare. Gasperini invita i suoi alla calma. Partenza positiva degli orobici.

PRE-PARTITA

Primo confronto europeo tra Atalanta ed Everton che stanno per scendere in campo a Bergamo per l’Europa League. La sfida vedrà di fronte Gian Piero Gasperini e Ronald Koeman. L'allenatore dell'Atalanta, nato a Grugliasco nel 1958, ha incantato tutti la scorsa stagione con il suo 3-4-2-1. Iniziata la carriera nelle giovanili della Juventus, ha avuto la sua grande occasione nell'Inter nel 2011. La sua avventura è durata appena 5 gare. Approdato a Bergamo nel 2016 in 44 partite ha una media punti di 1,84. L'olandese Ronald Koeman guida l'Everton dal 2015. Nato a Zaandam in Olanda nel 1963, fa giocare la sua squadra con il 4-2-3-1. Dopo varie esperienze in Olanda, Portogallo e Spagna. è approdato in Inghilterra al Southampton nel 2014. In seguito è passato al suo club attuale, l'Everton. Sfida davvero bella tra due tecnici che hanno dimostrato di saper far giocare bene le loro squadre. Tecnicamente la compagine inglese è leggermente superiore ma il match si preannuncia molto equilibrato. I tifosi della Dea non vedono l'ora di assistere ad una partita ricca di fascino. Ecco dunque le formazioni ufficiali di Atalanta Everton. ATALANTA (3-5-2): 1 E. Berisha; 3 Toloi, 6 Palomino, 5 A. Masiello; 33 Hateboer, 4 Cristante, 11 Freuler, 15 De Roon, 21 Castagne; 29 Petagna, 10 A. Gomez. A disposizione: 91 Gollini, 32 Haas, 95 Bastoni, 13 Caldara, 27 Kurtic, 7 Orsolini, 9 Cornelius. Allenatore: Gian Piero Gasperini EVERTON (4-2-3-1): 22 Stekelenburg; 30 Holgate, 6 Jagielka, 3 M. Keane, 3 Baines; 21 Besic, 2 Schneiderlin; 10 Rooney, 27 Vlasic, 18 G. Sigurdsson; 29 Calvert-Lewin. A disposizione: 1 Pickford, 15 Martina, 5 A. Williams, 17 Gueye, 20 Klaassen, 9 Sandro Ramirez, 11 Mirallas. Allenatore: Ronald Koeman 

LE STATISTICHE

Sta per iniziare la partita tra Atalanta ed Everton, una sfida che si preannuncia divertente in questa Europa League. Andiamo ad analizzare le statistiche delle due squadre. La squadra guidata da mister Gasperini ha un possesso palla medio del 49,4% con una precisione nei passaggi del 76.7%. La media dei tiri a partita è di 13 mentre i contrasti sono 22 match. La compagine orobica non cerca molto il dribbling con una media a partita di 9,7. L'Everton risponde con un possesso palla medio del 47,8% con una precisione nei passaggi del 77,7%. Molto combattiva la compagine inglese con una media di contrasti a partita di 17,5. La voce dribbling scende addirittura a 4,3 mentre i cartellini sono 8 gialli e 1 rosso. Dalle statistiche stagionali si evince una dura battaglia per l'Atalanta. L'Everton della stella Rooney è una squadra compatta che lascia poco agli avversari. L'Atalanta di Gasperini ha dalla sua parte un gioco collaudato nonostante la partenza di parecchi big. Ci attende una gara piacevole e molto combattuta.

I TESTA A TESTA

Dopo 27 lunghissimi anni di assenza, l’Atalanta torna in Europa. Questa sera, a partire dalle ore 19:00, l’esordio in EuroLeague contro gli inglesi dell’Everton, sfida che si giocherà allo stadio Atleti Azzurri d’Italia di Bergamo. Non è mai successo nella storia dei due club che entrambi si affrontassero in scontri diretti, e di conseguenza la gara di stasera sarà una vera e propria novità. Tra l’altro i nerazzurri, vista anche la tradizione europea non proprio lunghissima, non hanno mai incontrato in precedenza un club della Premier League inglese. Diversa situazione invece in casa Everton, con i Toffess che hanno giocato sei volte contro squadre della Serie A, vincendo un solo match, pareggiandone due e terminando con una sconfitta le tre gare giocate in Italia. L’ultimo precedente è però favorevole agli inglesi, visto che ebbero la meglio sulla Fiorentina per due reti a zero, nel ritorno degli ottavi di Coppa Uefa della stagione 2007-2008.

L'ARBITRO

La partita Atalanta-Everton di oggi, valida per l’esordio in Europa League della squadra bergamasca, sarà diretta dal fischietto di origini russe Vladislav Bezborodov. Si tratta di un direttore di gara classe 1973, 44 anni compiuti lo scorso gennaio. Nato in Russia, a Leningrado, divenuta poi San Pietroburgo dopo la caduta del comunismo, è un arbitro Fifa dal 2009. In carriera ha diretto 305 partite in totale, fra cui due gare di Champions League e sei di qualificazione alla Champions, ventisei di Europa League e 7 di qualificazione all’EuroLeague, 4 partite valevole per le qualificazioni ai Mondiali, e cinque per quelle agli Europei. Un arbitro quindi con una discreta esperienza anche se non hai mai diretto fino ad ora una finalissima di una competizione importante. Bezborodov sarà assistito da Valeri Danchenko e Maksim Gavrilin, con il quarto uomo che sarà Aleksei Luney, e infine gli addizionali Kirill Levnikov e Igor Fedotov.

SI GIOCA ALLE ORE 19

Atalanta-Everton, giovedì 14 settembre 2017 alle ore 19.00, è diretta dal russo Vladislav Bezborodov e sarà la sfida che segnerà il gran ritorno dei bergamaschi sulla scena calcistica europea a ventisei anni di distanza dalla loro ultima apparizione, nella Coppa UEFA 1990/91. Allora l'Atalanta di Mondonico si spinse fino ai quarti di finale poi persi contro l'Inter, stavolta quella di Gasperini vuole stupire l'Europa dopo aver conquistato il quarto posto in Italia nella scorsa stagione.

STREAMING VIDEO E TV, DOVE VEDERE LA PARTITA DI EUROPA LEAGUE

Atalanta-Everton, giovedì 14 settembre 2017 alle ore 19.00, si potrà seguire in diretta tv sui canali 203 e 252 del satellite (Sky Sport 3 HD e Sky Calcio 2 HD), in esclusiva per tutti gli abbonati Sky che potranno vedere la partita anche in diretta streaming video via internet sul sito skygo.sky.it.

LA SITUAZIONE

Per gli orobici, subito una sfida di grande prestigio contro l'Everton che ha ritrovato quest'anno Wayne Rooney, che dopo una carriera piena di successi al Manchester United, è tornato nel club del quale è stato sempre tifoso e in cui ha mosso i primi passi nel mondo del calcio. L'inizio di stagione per l'Atalanta è stato difficile, con i nerazzurri a secco nelle prime due giornate, complice un calendario difficile che ha opposto subito la Dea a Roma e Napoli. Nel match interno contro il Sassuolo di domenica scorsa è arrivata la prima riscossa, vittoria in rimonta per due a uno con i gol del danese Cornelius e di Petagna che hanno regalato i primi tre punti stagionali. L'Everton è invece reduce da due sconfitte consecutive in Premier League contro Chelsea e Tottenham, quest'ultima un pesante zero a tre in casa a Goodison Park. I Toffees sono sedicesimi con quattro punti raccolti su quattro partite giocate, l'effetto Rooney a livello di risultati ancora non si è fatto sentire come sperato.

LE PROBABILI FORMAZIONI

Le probabili formazioni. L'Atalanta scenderà in campo con l'albanese Berisha tra i pali e una difesa a tre schierata con Caldara, il brasiliano Toloi e Masiello. L'esterno laterale di destra sarà il belga Castagne, mentre il laterale mancino sarà il tedesco Gosens. Per vie centrali a centrocampo si muoveranno Cristante e l'olandese De Roon, mentre in attacco lo sloveno Ilicic e il capitano argentino della squadra, il 'Papu' Gomez', supporteranno il centravanti Petagna.

Risponderà l'Everton con il portiere Pickford alle spalle dei due centrali di difesa, Keane e il gallese Williams, con la linea a quattro difensiva completata dall'esterno di Curacao Martina a destra e Baines, capitano della squadra, a sinistra. A centrocampo il francese Schneiderlin e il senegalese Gueye saranno i playmaker arretrati, con l'islandese Sigurdsson, Wayne Rooney e l'olandese Klaassen schierati avanzati a supporto dello spagnolo Ramirez, unica punta di ruolo. La partita si disputerà a Reggio Emilia, al Mapei Stadium che sarà la casa europea dell'Atalanta per questa stagione: lo stadio Atleti Azzurri d'Italia di Bergamo non è omologato per le competizioni UEFA e vedrà partire una lunga ristrutturazione che lo farà diventare, entro tre anni, un impianto nuovo di zecca e di proprietà del club bergamasco.

LA CHIAVE TATTICA

3-4-2-1 per l'Atalanta di Gasperini che anche in Europa manterà la cifra stilistica tattica che l'ha contraddistinta nella scorsa, esaltante stagione in Serie A. 4-2-3-1 per l'Everton di Ronald Koeman che sicuramente ha in avanti il suo peso specifico maggiore. L'Atalanta ha avuto accesso direttamente alla fase a gironi di Europa League, l'Everton ha dovuto invece superare due turni preliminari, eliminando prima gli slovacchi del Ruzomberok e poi i croati dell'Hajduk Spalato. Si tratta del primo confronto in assoluto per l'Atalanta non solo contro l'Everton, ma in generale contro una formazione inglese in una competizione UEFA. In passato l'Everton ha affrontato tre volte una squadra italiana nelle Coppe, l'Inter nel 1963, il Milan nel 1975 e la Fiorentina nel 2008, venendo sempre eliminato.

QUOTE E PRONOSTICI

Atalanta favorita dai bookmaker, col fattore campo considerato più influente della maggiore esperienza internazionale degli inglesi. Vittoria interna quotata 2.40 da William Hill, mentre Bet365 propone a 3.30 la quota del pareggio e Bwin a 3.10 la quota per il successo esterno.

© Riproduzione Riservata.