BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Video/ Shakhtar Napoli (2-1): highlights e gol della partita. Il commento di Milik (Champions League girone F)

Video Shakhtar Napoli (risultato finale 2-1): gli highlights e i gol della partita, le azioni salienti della sfida giocata per la prima giornata del girone F in Champions League

Video Shakhtar Napoli 2-1, Champions League (Foto LaPresse)Video Shakhtar Napoli 2-1, Champions League (Foto LaPresse)

Al termine di Shakhtar Donetsk-Napoli si è presentato ai microfoni di Mediaset Premium l’attaccante degli azzurri, Milik. Il bomber della nazionale polacca ha analizzato la sconfitta contro gli ucraini in questo modo: «E’ difficile capire quello che è successo, perché questo accade, non abbiamo giocato la palla come avremmo voluto, non abbiamo fatto i movimenti che avremmo voluto fare. Anche con l’Atalanta è successo, e non solo contro il Bologna e questa sera. Qualcosa deve cambiare anche se nei venticinque minuti finali il Napoli è stato il Napoli che tutti si aspettavano di vedere. Qualcosa deve per forza cambiare in questa squadra. Mertens? Da quando è entrato Dries tutto è cambiato perché è un grande giocatore, ti fa la giocata, ti da la scossa, aiuta i compagni con le sue giocate, quindi il Napoli è cambiato». Per vedere ed ascoltare le dichiarazioni integrali di Milik, il video più in basso. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

IL COMMENTO DI SARRI

E’ un Maurizio Sarri amareggiato quello che si è presentato al termine della sconfitta contro lo Shakhtar Donetsk, ai microfoni di Mediaset Premium. Il tecnico del Napoli non è soddisfatto dell’approccio iniziale dei suoi alla gara di Champions League giocata ieri: «Abbiamo avuto un approccio alla partita che non è stato giusto, ed è la terza partita volta consecutiva che succede. In campionato siamo riusciti a rimediare mentre a questi livelli diventa molto più difficile ritrovare il nostro gioco dopo venti minuti scadenti. Abbiamo reagito più di nervi che di logica, anche se alla fine potevamo pareggiare, ma è evidente che sbagliando gli approcci ci mettiamo in grande rischio. Non abbiamo pressato bene in zona alta, e loro ripartivano bene; abbiamo perso la misura anche a centrocampo, e ci mettevano in difficoltà. Non hanno creato tantissime palle gol ma sicuramente ci hanno creato delle difficoltà. Con un approccio diverso potevamo tenerli dentro la loro metà campo e in quello sono meno bravi». Per vedere le dichiarazioni integrali di Sarri, il video qui in basso. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

IL COMMENTO DI SACCHI

Brutta sconfitta del Napoli, che all’esordio in Champions League contro gli ucraini dello Shakhtar di Donetsk, capitola con il risultato di due reti a uno in proprio sfavore. Prosegue quindi il periodo no della squadra partenopea, e il commento di Arrigo Sacchi, dagli studi di Mediaset Premium, è perentorio: «Sono dispiaciuto, non ci resta che piangere. Se in tre partite riusciamo a collezionare un punto con le prime due della classifica… Gli ucraini abbiano meritato, il Napoli non è mai riuscito a carpire il centrocampo, forse nel secondo tempo, ma più per il cuore che per altro. Un Napoli confuso, con poche idee e con una brillantezza di gambe limitata. S’è visto con l’Atalanta e ancor di più a Bologna, ma qui il livello è diverso dal campionato italiano: se tu giochi in Champions come contro il Bologna, a quel punto perdi». Per ascoltare e vedere le dichiarazioni integrali di Sacchi e degli altri opinionisti Mediaset, il video qui sotto. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

SHAKHTAR-NAPOLI: VIDEO DI GOL E HIGHLIGHTS

Alla vigilia della gara contro lo Shakhtar Donetsk in pochi avrebbero pensato che il Napoli sarebbe uscito dal Metalist di Kharkiv con le ossa rotte, invece il turn-over indebolisce notevolmente la formazione di Sarri che senza Dries Mertens fa molto meno paura agli avversari. Gli uomini di Paulo Fonseca hanno affrontato due squadre diverse: nella prima ora di gioco i padroni di casa sono andati a segno per due volte approfittando degli svarioni dei partenopei in fase difensiva, nell'ultima mezz'ora con il belga in campo gli ospiti hanno cambiato marcia e per poco non sono riusciti a rimontare due gol di svantaggio, fermandosi però sull'1-2. Possesso palla: 47% Shakhtar, 53% Napoli; a conferma che con gli interpreti sbagliati il fraseggio è fine a se stesso. Tiri in porta: 5 Shakhtar, 7 Napoli; i padroni di casa sono stati sicuramente più cinici mentre gli ospiti su azione non hanno mai messo realmente paura a Pyatov. Calci d'angolo: 0 Shakhtar, 11 Napoli; questo dato è molto significativo perché fa capire come l'undici di Sarri sia rimasto costantemente in zona d'attacco senza però trovare l'ultimo passaggio e affondare il colpo. Ben 26 chiusure per gli uomini dello Shakhtar che grazie ai tanti palloni recuperati hanno reso la manovra offensiva del Napoli sterile e inefficace.

CLICCA QUI PER IL VIDEO CON GOL E HIGHLIGHTS DI SHAKHTAR DONETSK-NAPOLI (2-1)

LE DICHIARAZIONI

Le parole di Lorenzo Insigne ai microfoni di Premium Sport dopo il triplice fischio: "Sapevamo che lo Shakhtar fosse una buona squadra con giocatori di qualità in attacco, sinceramente non so cosa abbiamo sbagliato stasera, ora ci confronteremo con il mister per capire dove abbiamo sbagliato e prendere le contromisure a riguardo con l'obiettivo di correggere gli errori commessi. Forse ci siamo svegliati troppo tardi, abbiamo avuto qualche buona occasione nella ripresa ma non l'abbiamo sfruttata al meglio. Ora lavoreremo a testa bassa e penseremo a preparare i prossimi impegni".

Anche Allan è intervenuto ai microfoni di Premium Sport parlando anche della scelta di Sarri di non schierarlo dal primo minuto: "Siamo tutti pronti a giocare ma anche a rimanere in panchina all'occorrenza, bisogna rispettare le decisioni del mister. La squadra è piena di elementi di valore e non possiamo giocare tutti contemporaneamente visto che in campo ci vanno non più di undici uomini. Lo Shakhtar lo conoscevo da tempo, sapevo che sarebbe stata dura, in attacco sono devastanti, questa sconfitta ci serva da lezione: mai sottovalutare l'avversario, da qui in avanti non possiamo più permetterci ulteriori passi falsi, inoltre dobbiamo giocare in maniera più compatta. Sul rigore l'intervento di Stepanenko su Mertens è stato duro e scomposto ma ci può stare, l'espulsione sarebbe stata eccessiva".

Le dichiarazioni di Maurizio Sarri ai microfoni di Premium Sport: "Abbiamo avuto un approccio alla partita inadeguato, è la terza volta di fila che ci capita, in campionato siamo riusciti a rimediare a gara in corso, in Champions diventa molto più dura ritrovare il bandolo della matassa a due terzi di partita. La nostra è stata una reazione di nervi, alla fine potevamo anche pareggiarla ma sicuramente ci siamo complicati la vita da soli con un primo tempo non all'altezza. Lo Shakhtar pur non creando tantissime gol ci ha messo in difficoltà, con una determinazione di livello superiore avremmo sicuramente trovato il modo di non farli uscire dalla loro metà campo. Mertens è un giocatore straordinario di cui non farei mai a meno ma essendo uno scattista non può fare 55 partite complete senza mai tirare il fiato, ogni tanto devo anche preservarlo e concedergli al massimo uno spezzone come stasera".

CLICCA QUI PER IL VIDEO CON GOL E HIGHLIGHTS DI SHAKHTAR DONETSK-NAPOLI (2-1)

© Riproduzione Riservata.