BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Risultati Serie A/ Classifica aggiornata, diretta gol, live score: la Roma non sbaglia, tris al Verona

Risultati Serie A classifica aggiornata, diretta gol, live score: le partite degli anticipi (4a giornata). Inter a punteggio pieno con il 2-0 di Crotone, vincono anche Fiorentina e Roma

Luciano Spalletti, allenatore Inter - LaPresse Luciano Spalletti, allenatore Inter - LaPresse

La Roma non sbaglia: nell’anticipo serale della quarta giornata di Serie A 2017-2018 i giallorossi battono il Verona per 3-0. Allo stadio Olimpico una partita a senso unico: nel primo tempo arrivano i gol di Radja Nainggolan e Edin Dzeko che rendono la rimonta del Verona una montagna da scalare. Le cose non cambiano nella ripresa: anzi, la Roma trova il gol del 3-0 con la doppietta di Dzeko (terzo centro in campionato) e per gli scaligeri è notte fonda, anche perchè poco dopo arriva l’espulsione di Samuel Souprayen per somma di ammonizioni. La squadra di Fabio Pecchia riesce a segnare con Giampaolo Pazzini, entrato al posto di un impalpabile Moise Kean, ma la rete viene annullata (con ritardo) per una posizione di fuorigioco. Nel finale c’è tempo anche per l’esordio di Patrik Schick in maglia giallorossa; la Roma, aspettando gli impegni delle altre, sale a quota 6 punti con una partita da recuperare. Il Verona affonda: non è ultimo in classifica solo perchè il Benevento è ancora al palo, ma in quattro partite ha subito 11 gol (8 nelle ultime due) e non segna da 277 minuti, ovvero dal rigore di Giampaolo Pazzini contro il Napoli alla prima giornata. Tradotto e approfondito, gli scaligeri non sono ancora riusciti a fare un gol su azione in questo campionato, un quadro decisamente negativo e preoccupante per la squadra di Pecchia. Per quanto riguarda il completamento della quarta giornata, domenica 17 settembre si parte alle ore 12:30 con il lunch match che sarà Sassuolo-Juventus. (agg. di Claudio Franceschini) RISULTATI E CLASSIFICA SERIE A

INTERVALLO: ROMA AVANTI DI DUE GOL

La Roma domina allo stadio Olimpico: il primo tempo dell’anticipo di Serie A termina sul 2-0 a favore dei giallorossi. Una Roma che non ha mai sofferto le iniziative di un Verona che ha anche provato ad affacciarsi dalle parti di Alisson, senza però trovare efficacia; i giallorossi invece hanno impiegato poco tempo a sbloccare la partita. Imbeccata di El Shaarawy per la conclusione di prima intenzione di Radja Nainggolan, che segna la prima rete del suo campionato e porta in vantaggio la squadra di casa. Poco dopo arriva anche il raddoppio che mette al sicuro il risultato: Florenzi, tornato titolare questa sera, crossa dalla destra e trova perfettamente la testa di Edin Dzeko che, lasciato solo in mezzo all’area di rigore, fulmina Nicolas. Seconda rete in campionato per l’attaccante bosniaco e Roma che in questo momento sale a 6 punti in classifica, lasciando invece gli scaligeri a quota 1, mestamente verso il fondo della graduatoria. Ora vedremo cosa ci riserverà il secondo tempo della sfida. (agg. di Claudio Franceschini) 

COMINCIA IL POSTICIPO DELL'OLIMPICO

Riprende subito il campionato di Serie A 2017-2018: si gioca Roma-Verona, ultimo posticipo nella quarta giornata. Archiviate le vittorie di Inter e Fiorentina, adesso tocca ai giallorossi: la Roma arriva da una lunga pausa, l’ultima partita che ha giocato infatti risale ancora a fine agosto perchè, dopo la sosta, la sfida di Marassi contro la Sampdoria è stata rinviata per l’allerta meteo - e potrebbe essere recuperata addirittura a ridosso del match di ritorno. La squadra di Eusebio Di Francesco non è comunque rimasta a guardare: martedì ha giocato in Champions League prendendosi un buon punto contro l’Atletico Madrid, soffrendo certo nel secondo tempo ma anche avendo le sue occasioni e reclamando per un calcio di rigore - piuttosto evidente - non concesso dall’arbitro. Ora all’Olimpico arriva il Verona, reduce dai cinque gol subiti in casa contro la Fiorentina e ancora a caccia della prima vittoria stagionale: gli scaligeri non segnano dalla prima giornata (contro il Napoli, una rete inutile) e la panchina di Fabio Pecchia è già piuttosto calda. Staremo a vedere quello che succederà: siamo infatti pronti a dare la parola al campo per vivere questa partita dall’inizio alla fine. (agg. di Claudio Franceschini) 

LA FIORENTINA BATTE IL BOLOGNA

La Fiorentina vince la seconda partita consecutiva in Serie A: nella quarta giornata i viola battono il Bologna per 2-1 e si portano a 6 punti in classifica, scavalcando i felsinei che restano a quota 3. E’ stata una vittoria sofferta: il secondo tempo è stato entusiasmante, l’esatto opposto della prima frazione. Al 51’ minuto è arrivato finalmente il primo squillo stagionale di Federico Chiesa, che ha sbloccato la partita; nemmeno il tempo di esultare però che la Fiorentina è stata raggiunta, errore difensivo e primo gol con la maglia del Bologna da parte di Rodrigo Palacio, che ha riscattato così un primo tempo decisamente opaco. La Fiorentina a quel punto si è riversata in avanti alla ricerca del gol della vittoria e lo ha trovato al 69’ minuto, altra prima volta: colpo di testa vincente di German Pezzella. I viola poi se la sono dovuta sudare: Palacio di testa ha colpito il palo facendo tremare tutto il Franchi, ma alla fine la Fiorentina è riuscita a portare a casa la vittoria. Seconda consecutiva per Stefano Pioli, mentre il Bologna cade ancora dopo averlo fatto contro il Napoli; per chiudere gli anticipi della quarta giornata di Serie A aspettiamo ora il match serale tra la Roma e il Verona. (agg. di Claudio Franceschini) 

INTERVALLO AL FRANCHI

Fiorentina e Bologna pareggiano per 0-0 al termine del primo tempo: partita povera di spunti quella del Franchi, nella quale i viola hanno provato a tenere in mano il pallino del gioco ma non sono mai stati pericolosi. Per il Bologna sarebbe nu buon punto, ma anche la squadra di Roberto Donadoni dà la sensazione di dover fare qualcosa in più: atteggiamento passivo quello dei felsinei, che hanno scarso peso offensivo con Rodrigo Palacio (preferito a Mattia Destro nella formazione titolare) che di fatto non si è mai visto. Il secondo tempo potrebbe vedere nuovi giocatori in campo, magari da subito: la Fiorentina non vuole sprecare l’occasione di giocare un turno casalingo e ha fretta di sbloccare il risultato. Da segnalare soltanto tre ammonizioni nei primi 45 minuti: due per il Bologna (Palacio e Federico Di Francesco) e una nella Fiorentina, Federico Chiesa. (agg. di Claudio Franceschini) 

SI GIOCA FIORENTINA BOLOGNA

Si torna a giocare in Serie A: il secondo anticipo è quello dello stadio Artemio Franchi, dove si affrontano la Fiorentina e il Bologna. Stefano Pioli gioca contro la squadra che ha allenato in passato, e con la quale aveva fatto davvero bene guadagnandosi la chiamata di una Lazio che aveva portato in Europa; oggi è sulla panchina dei viola, che dopo un avvio difficile (due sconfitte e cinque gol subiti) hanno dominato sul campo del Verona (5-0) e vanno a caccia della seconda vittoria consecutiva, sapendo di avere ancora tante cose da sistemare come amalgama e tattica ma anche di poter contare su un gruppo di talento e pronto a esplodere. Il Bologna per ora ha seguito un percorso inverso: imbattuto nelle prime due (un pareggio e una vittoria), è caduto a Napoli dove però per oltre un’ora ha giocato forse la miglior gara della stagione e degli ultimi mesi. Adesso ci sono in palio punti importanti: entrambe si porterebbero nei piani alti della classifica di Serie A con una vittoria. Sulla carta i felsinei potrebbero anche accontentarsi di un pareggio, visto che giocano fuori casa e puntano alla salvezza; in questo senso un punto al Franchi sarebbe comunque prezioso. La Fiorentina invece vuole vincere, per dimostrare alla concorrenza che anche lei può dire la sua in ambito della qualificazione alle coppe europee. Ora dunque diamo subito la parola al campo: sta per cominciare questa interessante Fiorentina Bologna e non vediamo l’ora di raccontarne lo sviluppo e vedere quale sarà il secondo dei risultati di questi anticipi di Serie A, dopo la sofferta ma importantissima vittoria dell’Inter capolista sul campo del Crotone. (agg. di Claudio Franceschini) 

L'INTER VINCE A CROTONE

Con grande fatica l’Inter vince anche a Crotone e vola in testa alla classifica, aspettando gli impegni di Juventus e Napoli: allo Scida finisce 0-2 con i gol di Milan Skriniar e Ivan Perisic. Gol che arrivano negli ultimi dieci minuti: per i nerazzurri una vittoria fondamentale, perchè queste sono le partite che possono segnare tutta una stagione. Inter brutta nel primo tempo ma anche nella ripresa: Luciano Spalletti ha cambiato presto, inserendo Matias Vecino per uno spento Gagliardini e poi inserendo Nagatomo per Dalbert; alla fine Skriniar, una delle note più positive in questo inizio di stagione, ha trovato la porta sfatando la maledizione e Perisic, abbonato ai gol nel recupero, ha messo il secondo timbro sui tre punti. Inter che quindi vola a 12 punti in classifica: per il momento Spalletti va in fuga, ma come detto Juventus e Napoli giocano domani e avranno la possibilità di effettuare l’aggancio. Intanto, tra circa un’ora inizia il secondo anticipo in questa quarta giornata di Serie A, vale a dire la partita dell’Artemio Franchi tra la Fiorentina dell’ex Stefano Pioli e il Bologna di Roberto Donadoni. (agg. di Claudio Franceschini) 

INTERVALLO ALLO SCIDA

Allo Scida siamo arrivati al termine del primo tempo: ancora senza reti la partita tra Crotone e Inter. I ciociari tengono: per il momento pochi pericoli alla porta di Alex Cordaz, l’Inter ha sicuramente fatto la partita ma si è reso decisamente poco insidioso nell’area di rigore avversaria, rischiando anche qualcosa in termini difensivi. L’occasione migliore è forse capitata sui piedi di Joao Mario: al 29’ minuto il centrocampista portoghese ha lasciato partire una conclusione che però non ha trovato lo specchio della porta. Per il resto il Crotone ha tenuto piuttosto bene; Handanovic ha dovuto compiere un intervento al 13’ per disinnescare un tiro da fuori di Ante Budimir. Pareggio meritato dagli squali, ma c’è ancora un tempo da giocare e dunque Luciano Spalletti può provare a vincere la partita, magari anche con qualche cambio che riesca a modificare l’inerzia di una gara nella quale il Crotone non ha nessun interesse ad alzare i ritmi, a differenza dei nerazzurri che dovranno inventarsi qualcosa per rimanere a punteggio pieno nella classifica del campionato di Serie A. (agg. di Claudio Franceschini) 

INIZIA LA PARTITA DELLO SCIDA

Gli anticipi della quarta giornata di Serie A 2017-2018 prendono il via allo stadio Scida con Crotone-Inter delle ore 15:00. La squadra nerazzurra si presenterà all’Ezio Scida come capolista con tre vittorie su tre, e nove punti ottenuti. Se la compagine meneghina dovesse battere anche i calabresi, Luciano Spalletti stabilirebbe un record personale. Il tecnico di Certaldo non ha infatti mai vinto le prime quattro partite del campionato italiano, ottenendo però questo traguardo in Russia, quando era alla guida dello Zenit di San Pietroburgo. L’ultima volta che inanellato tre vittorie nei primi 180 minuti, fu la stagione 2007-2008, con Spalletti che allenava la Roma e con la squadra giallorossa che chiuse quella stagione proprio dietro ai nerazzurri. La Lupa, dieci anni fa, battè il Palermo all’esordio, poi il Siena e la Reggina, fermandosi però all’Olimpico contro la Juventus, chiudendo il match in parità con il risultato di due a due. 

Fra le partite in programma quest’oggi per gli anticipi della quarta giornata di Serie A, anche quella dell’Artemio Franchi di Firenze delle ore 18:00, fra la Fiorentina e il Bologna. Tanti i giocatori interessanti in campo, come ad esempio i due giovani figli d’arte, leggasi Giovanni Simeone da una parte, e Federico Di Francesco dall’altra. I padri si sono incontrati sulle panchine nella serata di martedì, quando la Roma ha sfidato l’Atletico Madrid in Champions League, ed ora toccherà ai figli vedersela, ma sul rettangolo di gioco. 23 anni per Di Francesco, uno in meno per Simeone, entrambi giocano nel ruolo di attaccante, anche se il primo occupa stabilmente l’area avversaria, mentre il secondo è più un esterno. I due hanno realizzato una rete a testa in questa stagione, mentre nel torneo passato, dodici le reti messe a segno dal Cholito, contro le quattro di Di Francesco junior, con quest’ultimo che però ha giocato meno rispetto al collega. Tra l’altro in campo ci sarà un terzo figlio d’arte, quel Federico Chiesa figlio di Enrico, che sicuramente vorrà dire la sua: fra i due litiganti…

IL TIFOSO FELSINEO DOC

Ad assistere alla sfida di Serie A dell’Artemio Franchi fra la Fiorentina e il Bologna ci sarà anche un tifoso speciale. Si tratta precisamente di Edoardo Corvinelli, sfegatato supporter dei felsinei, che ha deciso di fare il percorso Bologna-Firenze a piedi. Partito quattro giorni fa insieme alla figlia Alice, che lo accompagna da diverse anni nelle partite, Edoardo si è presentato in Toscana con la maglia storica di Angiolino Schiavio giusto in tempo per il calcio di inizio. Corvinelli è partito nella giornata di martedì 12 settembre dal centro del campo dello stadio Dall’Ara, e l’impresa ha voluto ricordare quella del nonno dello stesso, che il 25 novembre del 1928, partì appunto dall’Emilia per vedere dal vivo la partita con la Fiorentina, vinta dai rossoblu per 3 a 2 grazie ad una tripletta di Schiavio. «Sarà dura - ha detto Corvinelli alla partenza del viaggio di 120 chilometri - ma so che mi verrà in soccorso il grande amore che ho per il Bologna...».

L'INTER CERCA LA QUARTA VITTORIA

Nella quarta giornata di Serie A tenterà l’impresa il Crotone di Nicola. Questo pomeriggio la squadra calabrese ospiterà all’Ezio Scida l’Inter: le due compagini sono nettamente differenti in quanto a tasso tecnico, ma i crotonesi proveranno a ripetere il clamoroso successo della passata stagione. Pochi mesi fa, precisamente il 9 aprile del 2017, l’Inter allenata da Stefano Pioli, crollò sotto i colpi degli avversari, proseguendo una serie di partite davvero terrificanti, che condussero i meneghini fuori dall’Europa. I nerazzurri, a detta di molti, giocarono il peggior primo tempo della stagione allo Scida, entrando in campo svogliati, molli e senza alcuna motivazione. Di contro, i calabresi apparvero frizzanti e sempre sul pezzo, e solo Handanovic riuscì a far evitare una figuraccia ai suoi, con interventi importanti. Le reti del Crotone giunsero nei primi 22 minuti di gioco: Trotta al 17esimo e poi Falcinelli. Il pareggio interista arrivò invece al 20esimo del secondo tempo, firmato D’Ambrosio, ma nonostante il forcing finale interista, alla fine la spuntò la squadra di casa.

GLI ANTICIPI DELLA 4^ GIORNATA

Anche oggi seguiremo con voi i risultati di Serie A, aggiornandovi costantemente col nostro live. Dopo le sfide di Champions League ed Europa League, e i relativi verdetti, torna la Serie A. Quest’oggi, sabato 16 settembre, si comincia con tre anticipi davvero interessanti visto che in campo ci sarà la capolista Inter, ma anche la Roma e la Fiorentina. Domani toccherà invece alle altre due capolista, Juventus e Napoli, nonché al Milan e alla Lazio. Ma andiamo a vedere brevemente il programma delle partite di oggi.

IL PROGRAMMA DELLE PARTITE DI OGGI

L’anticipo è decisamente atipico, visto che alle ore 15:00, proseguendo di fatto la tradizione del cosiddetto calcio “spezzatino” tanto odiato dai puristi, si giocherà il match dell’Ezio Scida di Crotone fra gli omonimi padroni di casa e l’Inter di Luciano Spalletti. Un nuovo interessante esame per la compagine nerazzurra, che volerà in Calabria da prima della classe, con nove punti ottenuti sui nove disponibili, bottino pieno. Inter che ha iniziato quindi la stagione attuale in maniera senza dubbio superba, battendo la Fiorentina all’esordio, superando la Roma all’Olimpico, e ottenendo quindi i tre punti lo scorso weekend contro la Spal al Meazza. Sta decisamente peggio il Crotone che invece è ancora a quota uno, ma in casa risulta essere sempre squadra molto pericolosa. Il secondo anticipo sarà la sfida delle ore 18:00, la gara dello stadio Artemio Franchi di Firenze fra la Fiorentina e il Bologna. La Viola viene dalla prima vittoria in campionato e dai primi punti ottenuti in questa stagione, grazie al roboante cinque a zero ottenuto al Bentegodi ai danni dell’Hellas Verona.

La squadra di Pioli ha quindi saputo rialzare la testa dopo le due sconfitte contro l’Inter e il Torino, ed ora vuole proseguire a vincere approfittando del pubblico di casa. Buon inizio di stagione invece dei felsinei, che vengono dalla sconfitta col Napoli ma che in precedenza avevano battuto il Benevento, pareggiando poi all’esordio col Torino. A chiusura del programma di oggi, la sfida delle ore 20:45 dell’Olimpico di Roma, il match fra i giallorossi e l’Hellas Verona. La squadra di Di Francesco ha riposato lo scorso weekend per via dell’annullamento per maltempo della sfida contro la Sampdoria. Roma che è reduce dal pareggio interno contro l’Atletico Madrid in Champions, mentre in campionato, l’ultima gara giocata, è la sconfitta dell’Olimpico contro l’Inter, seppur giocando bene. Verona che invece fino ad oggi ha ottenuto un solo punto, quello dopo il pareggio di Crotone per zero a zero.

I RISULTATI DELLA 4a GIORNATA DI SERIE A

RISULTATO FINALE Crotone-Inter 0-2 - 83' Skriniar, 93' Perisic

RISULTATO FINALE Fiorentina-Bologna 2-1 - 51' F. Chiesa (F), 52' Palacio (B), 69' Ge. Pezzella (F)

RISULTATO FINALE Roma-Verona 3-0 - 22' Nainggolan, 34' Dzeko, 62' Dzeko. Note: 66' esp. Souprayen (V)

 

CLASSIFICA SERIE A

Inter** 12

Juventus, Napoli 9

Lazio, Torino 7

Roma, Sampdoria*, Milan, Fiorentina** 6

Spal, Bologna** 4

Udinese, Atalanta, Chievo, Cagliari 3

Genoa, Sassuolo, Crotone**, Verona** 1

Benevento 0

* una partita in meno

** una partita in più

© Riproduzione Riservata.