BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Rosberg papà bis / L’annuncio dell’ex campione di Formula 1

Nico Rosberg è diventato papà per la seconda volta: dopo aver annunciato di essere il manager di Kubica, prossimo al ritorno in serie A, l'ex pilota annuncia la nascita della seconda figlia.

Rosberg papàRosberg papà

Grande gioia per Nico Rosberg, l’ex campione di Formula 1 che è diventato papà per la seconda volta. L’ex pilota e la moglie Vivian, già genitori della piccola Alaia, due anni, hanno accolto in famiglia la loro seconda bambina che si chiama Naila. Sia la mamma che la piccola stanno benissimo. Ad annunciare il lieto evento è stato lo stesso Rosberg attraverso il suo profilo Twitter. “Sarò impegnato per un po', ed ecco la ragione: è bellissimo accogliere un nuovo membro della famiglia, per noi e per Alaia che ora ha una sorellina. È una sensazione emozionante e stupefacente, forse anche più sorprendente della prima volta: è andato tutto bene e siamo felici", con queste parole Rosberg ha annunciato ai propri tifosi il secondo, grande regalo che la vita ha voluto fargli. Per amore della moglie e della famiglia, Nico Rosberg ha deciso anche di rinunciare alla Formula 1. “Il mio prossimo passo è quello di essere padre e marito", disse all’epoca del suo ritiro Rosberg che, per i prossimi mesi, potrà godersi la sua splendida famiglia prima d’iniziare la sua nuova avventura da manager.

IL RITORNO DI ROSBERG

Dopo aver annunciato l’addio alle corse per cominciare una nuova vita da marito e padre, Nico Rosberg ha scelto di non rinunciare totalmente ai motori. L’ex pilota, infatti, tornerà presto in pista come manager di Robert Kubica. "Sono entusiasta di lavorare con Robert per il suo ritorno in Formula 1. Lui e Lewis sono stati i piloti più veloci contro cui ho corso", ha scritto su Twitter l’ex pilota annunciando l’inizio della sua nuova avventura. Kubica e Rosberg si conoscono da tempo e sono legati da una solida amicizia. Dopo i test effettuati in Ungheria, Kubica ha dimostrato di poter ancora dire la sua in Formula 1 nonostante la ridotta mobilità al braccio. L’obiettivo di Rosberg, dunque, è riuscire a trovare una scuderia che sia disposta a concedergli una chance puntando ancora su di lui.

© Riproduzione Riservata.