BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

RISULTATI SERIE C / Classifica aggiornata, diretta gol live score: le partite serali. Girone C (5^ giornata)

Risultati Serie C, 5^ giornata girone C: classifica aggiornata e diretta gol live score delle nove partite che si giocano sabato 24 settembre, quinto turno del campionato della terza serie

Risultati Serie C: il Monopoli è capolista del girone C (Foto LaPresse)Risultati Serie C: il Monopoli è capolista del girone C (Foto LaPresse)

Il girone C di Serie C sta per tornare in campo: infatti per completare il quadro dei risultati e la classifica del gruppo meridionale dopo la quinta giornata mancano ancora le quattro partite che sono in programma alle ore 20.30, match molto interessanti perché riguardano diverse big del girone e anche la capolista a sorpresa, cioè il Monopoli che ospiterà il Matera, che dal canto suo ha vissuto invece un inizio di stagione più difficile del previsto e deve inseguire. Il Catania ospiterà al Massimino la Fidelis Andria, attenzione anche a un sempre interessante Catanzaro-Lecce e naturalmente al derby campano che vedrà la Juve Stabia di scena sul campo della Paganese. La serata dunque si annuncia ricca: lo spettacolo può ricominciare, la parola torna ai campi! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

SIRACUSA IN EVIDENZA

Si sono da poco concluse le quattro partite del girone C di Serie C che erano cominciate alle ore 16.30, andiamo dunque a vedere i risultati e i riflessi sulla classifica del gruppo meridionale. Pareggio per 1-1 in Bisceglie-Sicula Leonzio, sfida fra neopromosse, poi ecco due importanti vittorie in trasferta con il minimo scarto in Casertana-Akragas e Rende-Virtus Francavilla, entrambe finite con il punteggio di 0-1, l’unico successo casalingo dunque è arrivato da Siracusa-Cosenza, finita 4-2. Di conseguenza proprio il Siracusa sale a quota 9 punti in classifica, mentre Akragas e Virtus Francavilla avanzano a braccetto salendo a quota 7. Anche il Bisceglie con il pareggio odierno ha 7 punti, mentre la Sicula Leonzio sale a quota 5. Ricordato ancora una volta che nella fascia delle 18.30 non ci saranno partite, le ultime quattro sfide del girone C saranno tutte alle ore 20.30. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

GLI INTERVALLI

Siamo arrivati all'intervallo delle gare delle ore 16.30 di Serie C Gruppo C. Tutte e quattro le gare giocate hanno visto cambiare il loro risultato e nessuna di questa è sullo 0-0. Bisceglie-Sicula Leonzio è sull'1-0, partita aperta dalla giocata di Delic che è andato in rete dopo appena otto minuti. Bella gara anche Caseratana-Akragas con gli ospiti che sono avanti grazie a una rete arrivata proprio nelle ultime battute della prima frazione di gioco. La terza gara che abbiamo visto è Rende-Virtus Francavilla con gli ospiti che al momento sono in vantaggio grazie alla rete di Saraniti al minuto 31. La partita però più emozionante è stata senza dubbio Siracusa-Cosenza che ha chiuso il primo tempo sul risultato di 2-2. Gli ospiti erano andati sul doppio vantaggio con le reti di Mendicino e Mungo. La squadra di casa però ha accorciato le distanze con Grillo e poi pareggiato con Catania. (agg. di Matteo Fantozzi)

REGGINA CORSARA

Il gol di Marino ha fissato il primo risultato della quinta giornata del girone C di Serie C, la vittoria esterna della Reggina sul campo del Fondi. Di conseguenza, i calabresi salgono a quota 8 punti in classifica, almeno temporaneamente al secondo posto, mentre il Fondi resta ultimo con un solo punticino e una situazione che si fa sempre più difficile. Intanto stiamo decisamente entrando nel vivo di questa quinta giornata, perché alle ore 16.30 prenderanno il via la bellezza di quattro partite: si tratta di Bisceglie-Sicula Leonzio, Casertana-Akragas, Rende-Virtus Francavilla e Siracusa-Cosenza. Ci attendiamo dunque molti importanti verdetti e speriamo anche spettacolo ed emozioni. Ricordiamo inoltre che nella fascia delle 18.30 non ci saranno partite, mentre le ultime quattro sfide del girone C saranno tutte alle ore 20.30. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

IL PRIMO TEMPO

Ferma ancora sullo 0-0 la prima partita del sabato di Serie C, quella tra Fondi e Reggina che apre il turno del gruppo meridionale essendo stata anticipata dalle ore 16.30 alle ore 14.30: finora però il punteggio non è cambiato, dunque non abbiamo gol da annotare oltre a quello di ieri sera nell'anticipo che ha visto il Ravenna battere il Modena per 1-0, ma naturalmente nel girone B. Il sabato invece in questi mesi è dedicato al C, che per ora però non ci ha regalato gol. Ricordiamo che a seguire ci saranno quattro partite alle ore 16.30, poi altrettante alle ore 20.30 per chiudere la giornata. (aggiornamento di Mauro Mantegazza)

SI COMINCIA

Cominciano le partite della Serie C: c’è grande attesa per scoprire come finirà questa quinta giornata di campionato e come cambierà la classifica del gruppo. La squadra che riposa in questo turno è il Trapani di Alessandro Calori: dopo la retrocessione dalla Serie B, arrivata ad un solo anno dalla finale playoff persa contro il Pescara, la squadra siciliana è ripartita con rinnovato entusiasmo e si sta rivelando come una delle formazioni di maggiore livello nel girone. C’è già stato un passo falso (la sconfitta di Lecce) ma tutto sommato la squadra gira: lo ha dimostrato alla prima giornata battendo il Siracusa e poi con la vittoria netta, in rimonta, sul campo della Juve Stabia. In mezzo un pareggio interno contro la Sicula Leonzio: la stagione è lunga ma il Trapani intanto ha già segnato 5 gol. I marcatori sono appena due: il difensore Luca Pagliarulo, veterano del gruppo (è qui dal 2010, quando il Trapani era in Seconda Divisione della vecchia Lega Pro) ha segnato una bella doppietta lo scorso sabato mentre il capocannoniere è Jacopo Murano, arrivato in prestito dalla Spal e messo al centro del progetto offensivo di Calori, che può contare anche su grandi veterani come il trentacinquenne Felice Evacuo e il trentaquattrenne Reginaldo, nell’ultima stagione 11 gol alla Paganese ma autore di 19 gol in Serie A e 26 in Serie B. Ora parola ai campi, perchè le partite della quinta giornata stanno finalmente per iniziare. (agg. di Claudio Franceschini)

PORTE GIREVOLI

Il Lecce è la grande candidata alla promozione diretta nel girone C della Serie C, ma ancora una volta i salentini attraversano momenti di confusione e incertezza. Per il sesto anno consecutivo il Lecce prova la scalata verso il campionato cadetto, ma le cose non sono mai andate bene: tra finali playoff perse, eliminazioni precoci e fallimenti, i giallorossi sono ancora in Serie C e in questa stagione sono partiti con il freno a mano tirato. Pareggio sul campo della Virtus Francavilla, vittoria di misura contro il Trapani e poi il primo ko stagionale, la netta sconfitta di Catania (0-3). La vittoria di misura sul Rende ha fatto riprendere la marcia al Lecce, che oggi per la partita di Catanzaro avrà un nuovo allenatore: clamorosamente infatti Roberto Rizzo - subentrato lo scorso anno - è saltato dopo le prime tre partite, e lo scorso sabato in panchina c’era il vice Primo Maragliulo in attesa di definire il contratto con Fabio Liverani, che arriva in Salento dopo aver salvato la Ternana. E’ forse questo uno dei principali problemi di casa Lecce: la mancanza di un progetto che tenga davvero nel tempo al netto dei risultati. Dal 2012 a oggi si sono alternati in panchina Franco Lerda, Antonio Toma, Elio Gustinetti, Francesco Moriero, Dino Pagliari, Alberto Bollini, Antonino Asta, Piero Braglia, Pasquale Padalino, Roberto Rizzo e, appunto, Maragliulo e Liverani: 12 allenatori in poco più di cinque stagioni, con Lerda che per di più era stato richiamato da un anno con l’altro e due stagioni da tre allenatori, tre con questa. Sarà la volta buona per la promozione? (agg. di Claudio Franceschini)

FALSA PARTENZA

Tra le squadre che sono partite male nel girone C della Serie C c’è sicuramente il Cosenza: i Lupi occupano attualmente la penultima posizione in classifica con appena 2 punti, vanno ancora a caccia della prima vittoria stagionale e non stanno riuscendo a far valere il loro peso specifico. Difficile il lavoro di Gaetano Fontana, che lo scorso anno aveva vissuto l’esonero con la Juve Stabia: la sua formazione non decolla e rischia di non dare seguito alle belle stagioni con Giorgio Roselli, che avevano portato alla vittoria della Coppa Italia Lega Pro (2015) e alla partecipazione ai playoff dell’anno passato, con eliminazione nei quarti di finale. La squadra è competitiva: può contare per esempio sull’attaccante francese Alain Baclet che è un lusso per la categoria, ma anche sul veterano Massimo Loviso che ha in mano le redini del centrocampo e sul duo Ettore Mendicino-Giuseppe Caccavallo. Eppure per il momento il Cosenza non gira: ha perso le prime due partite contro Monopoli e Paganese, poi ha raccolto due pareggi contro Matera e Fidelis Andria ma lo scorso sabato è arrivata la beffa con un gol subito in pieno recupero. Adesso si punta a vincere la prima partita, ma non sarà affatto semplice: sul campo del Siracusa il Cosenza rischia grosso e la panchina di Fontana dà la sensazione di essere già piuttosto calda. (agg. di Claudio Franceschini)

LA CAPOLISTA

Abbiamo già marginalmente parlato del Monopoli, capolista del girone C in Serie C: approfondendo il discorso, dobbiamo dire che la squadra pugliese è partita alla grande ed è con pieno merito in testa al gruppo: lo è in maniera sorprendente perchè nelle ultime due stagioni si è sempre salvata per il rotto della cuffia, giocando i playoff nel 2016 e affidandosi a quattro diversi allenatori. In panchina quest’anno è tornato Massimiliano Tangorra, che aveva guidato il Monopoli nelle prime 29 giornate di due anni fa; per il momento i due grandi protagonisti sono soprattutto Giuseppe Genchi e Mario Mercadante. Il difensore ha realizzato una splendida doppietta all’esordio, nel 3-1 contro il Cosenza; l’attaccante ha fornito il bis nell’ultima giornata affondando la Sicula Leonzio, ed era stato anche il marcatore che aveva permesso ai pugliesi di vincere in trasferta sul campo del Fondi. Tre i gol realizzati da questo attaccante che già lo scorso anno aveva vestito la maglia del Monopoli, ma si era fermato a 6 reti; ha fatto benissimo in Serie D con il Taranto (48 gol in due stagioni) e l’Ancona (19 reti nel 2011-2012), oggi ha 32 anni e può essere il grande trascinatore della squadra verso le più alte vette del girone C. (agg. di Claudio Franceschini)

LE PARTITE DI OGGI

Si gioca la quinta giornata nel campionato di Serie C 2017-2018: come sempre, almeno in questo momento della stagione, il sabato è il giorno dedicato al girone C e sono dunque nove le partite cui assisteremo oggi. Possiamo già vederle in elenco: alle ore 16:30 si parte con Bisceglie-Sicula Leonzio, Casertana-Akragas, Fondi-Reggina, Rende-Virtus Francavilla e Siracusa-Cosenza. Si chiude alle ore 20:30 con Catania-Fidelis Andria, Catanzaro-Lecce, Monopoli-Matera e Paganese-Juve Stabia.

IL BIG MATCH

Il big match del turno è senza ombra di dubbio quello che si gioca al Ceravolo: qui infatti il Catanzaro ospita il Lecce, ed è una sfida tra due delle squadre che inseguono la capolista. Per il Lecce, come nelle ultime stagioni, l’obiettivo è la promozione: finora sempre fallito tra tanti bassi e pochi alti, regular season sempre chiuse nelle prime posizioni ma senza mai riuscire a fare il vero salto di qualità nei playoff. Il Catanzaro ha avuto tanti problemi nei mesi e negli anni passati: scarsi risultati, rischio di retrocedere in Serie D e contestazioni dei tifosi. In questo avvio di campionato però le cose sono andate decisamente meglio, tanto che i calabresi oggi hanno un ampio sguardo sui playoff pur sapendo che il campionato è appena iniziato e che la vera sfida sarà quella di confermarsi nei mesi e nelle giornate a venire.

LA CAPOLISTA

Partita difficile per il Monopoli: la formazione pugliese con grande sorpresa di tutti guarda le avversarie dall’alto in basso ed è una delle due squadre ancora imbattute del girone C. Anche un anno fa il Monopoli era partito bene per poi calare, dunque dovrà ora provare a tenere il livello ricordandosi che il primo obiettivo è sicuramente quello della salvezza e tutto il resto sarà guadagnato. Oggi al Veneziani arriva il Matera, ed è quindi una prova non indifferente: la squadra lucana è una delle grandi favorite per la promozione. Non è sicuramente partita bene (4 punti, sarebbero 5 senza la penalizzazione) ma ha tanta qualità nella sua rosa e sa di dover riscattare una stagione in cui le cose non sono andate come previsto, a causa di un calo netto nella seconda metà del campionato che ha precluso la possibilità di giocarsi davvero la promozione diretta.

SUL FONDO

La classifica è mestamente chiusa dal Fondi: l’anno scorso questa squadra ha clamorosamente centrato i playoff da neoopromossa, stupendo tutti in un girone C che aveva vissuto di tanti risultati altisonanti (anche Siracusa e Virtus Francavilla avevano fatto più di quanto auspicato). Quest’anno invece il Fondi è partito davvero male: è una delle quattro squadre che non sono ancora riuscite a vincere una partita, ha segnato soltanto 2 gol e ha 1 punto nella graduatoria del girone, rischiando di finire già staccato dalla concorrenza per la salvezza. Oggi al Purificato arriva la Reggina: sarà fondamentale provare a vincere per non aggravare ulteriormente una situazione già complicata.

 

RISULTATI GIRONE C, 5^ GIORNATA

FINALE Fondi-Reggina 0-1

FINALE Bisceglie-Sicula Leonzio 1-1

FINALE Casertana-Akragas 0-1

FINALE Rende-Virtus Francavilla 0-1

FINALE Siracusa-Cosenza 4-2

ore 20:30 Catania-Fidelis Andria 0-0

ore 20:30 Catanzaro-Lecce 0-0

ore 20:30 Monopoli-Matera 0-0

ore 20:30 Paganese-Juve Stabia 0-0

 

CLASSIFICA GIRONE C

Monopoli 10

Siracusa 9

Reggina 8

Catania, Lecce, Catanzaro, Trapani, Akragas, Virtus Francavilla, Bisceglie 7

Rende 6

Sicula Leonzio 5

Matera (-1), Casertana, Paganese 4

Fidelis Andria 3

Juve Stabia, Cosenza 2

Fondi 1

© Riproduzione Riservata.