BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

DIRETTA / Lecce-Matera (risultato finale 3-0) streaming video Sportube.tv: punto esclamativo di Megelaitis

Diretta Lecce Matera, streaming video Sportube.tv: probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita che si gioca per gli ottavi di finale della Coppa Italia Serie C

Diretta Lecce Matera, Coppa Italia Serie C (Foto LaPresse)Diretta Lecce Matera, Coppa Italia Serie C (Foto LaPresse)

DIRETTA LECCE-MATERA (RISULTATO FINALE 3-0): PUNTO ESCLAMATIVO DI MEGELAITIS

Il Lecce approda ai quarti di finale della Coppa Italia riservata alle squadre di Serie C: la squadra di Liverani, imponendosi per 3 a 0, elimina dal torneo il Matera e accede così al turno successivo dove se la vedrà con la vincente di Cosenza-Trapani, gara ancora in corso al San Vito-Marulla. Gli ospiti non riescono nemmeno a trovare il gol della bandiera, al 78' Chironi è bravo a sventare il tentativo di Dammacco che col sinistro aveva cercato il bersaglio grosso. Quattro minuti più tardi, dall'altra parte, viene annullato un gol a Persano, pizzicato in offside dall'assistente di D'Ascanio. L'appuntamento con il tris è solamente rinviato, all'88' Megelaitis su assist di Mancosu trova la conclusione vincente che non lascia scampo a Golubovic. Nel recupero non succede nulla di significativo, allo scadere del 94' l'arbitro D'Ascanio manda tutti sotto la doccia. (agg. di Stefano Belli)

DUBICKAS SFIORA LA DOPPIETTA

Quando siamo giunti alla mezz'ora del secondo tempo il Lecce è sempre in vantaggio sul Matera per 2 a 0, la squadra di Liverani è ormai a un passo dai quarti di finale dove incontrerà la vincente di Cosenza-trapani. In questa fase del match i padroni di casa hanno pensato soprattutto a gestire la situazione, evitando di dare agli avversari la possibilità di accorciare le distanze e rifarsi sotto, al 60' Dubickas sfiora la doppietta personale, Golubovic sventa il sinistro del numero 20 avversario e salva i suoi dallo 0-3 che di fatto metterebbe il punto esclamativo sulla contesa. Nonostante i due gol di differenza Liverani si fa prendere dal nervosismo e si lascia scappare qualche parola di troppo nei confronti del direttore di gara che allontana dall'area tecnica l'allenatore del Lecce. (agg. di Stefano Belli)

COSTA FERREIRA FIRMA IL RADDOPPIO

Allo Stadio di Via del Mare è ricominciato dopo l'intervallo il match valido per gli ottavi di Coppa Italia Serie C tra Lecce e Matera, al decimo minuto del secondo tempo il punteggio vede gli uomini di Liverani in vantaggio per 2 a 0. A inizio ripresa il copione della partita ricalca quello della prima frazione di gioco con i padroni di casa che fanno la partita e surclassano gli avversari sul piano del gioco. I salentini sfiorano il raddoppio con Costa Ferreira il cui pallonetto scavalca Golubovic ma si spegne di pochissimo a lato: poco male per il trequartista portoghese che al 50' troverà finalmente l'appuntamento con il gol dopo l'errore di Dammacco che regala il pallone a Mancosu, autore dell'assist per il numero 8 locale che questa volta non ha alcun problema a battere l'estremo difensore ospite. Gli uomini di Auteri non ci stanno e si riversano in avanti nel tentativo di riaprire i giochi, al 53' Chironi sbaglia l'uscita e lascia la porta praticamente sguarnita per De Franco che non riesce però ad approfittarne. (agg. di Stefano Belli)

DUBICKAS SBLOCCA LA CONTESA

Il primo tempo di Lecce-Matera, gara valida per gli ottavi di Coppa Italia riservata alle squadre di Serie C, va in archivio sul parziale di 1 a 0 in favore della formazione di Liverani che a pochi minuti dall'intervallo è riuscita a sbloccare la contesa e a portarsi in vantaggio. Il gol porta la firma di Dubickas che al 39' brucia la difesa avversaria, la trappola del fuorigioco non funziona e così l'attaccante dei salentini può involarsi verso la porta trafiggendo Golubovic che non può opporsi in nessuna maniera. Timide proteste degli ospiti per un offside che il direttore di gara e i suoi assistenti non tengono assolutamente in considerazione, palla al centro e gara in salita per l'undici di Auteri che dovrà cercare di rimontare e scoprirsi in avanti, con il rischio concreto di esporsi alle ripartenze del Lecce che ora cerca il raddoppio per mettere la partita in ghiaccio il prima possibile. (agg. di Stefano Belli)

SALANDRIA KO, ENTRA DAMMACCO

Quando siamo giunti alla mezz'ora del primo tempo Lecce e Matera rimangono sempre sullo 0-0. Allo stadio di Via del Mare sono sempre i padroni di casa a proporsi nell'area di rigore avversaria, se quello dei salentini non è un monologo poco ci manca. Al 17' non riesce per un soffio il dai-e-vai tra Torromino e Costa Ferreira, ancora una volta è De Franco a togliere le castagne dal fuoco a Golubovic anticipando il trequartista avversario un attimo prima che potesse andare al tiro da posizione molto invitante. A metà della prima frazione Auteri deve fare i conti con l'infortunio di Salandria che si fa male al ginocchio ed esce dal campo in barella, al suo posto entra Dammacco. Al 27' Torromino ci prova con una conclusione al volo che non impensierisce Golubovic, sul capovolgimento di fronte successivo Battista mette un pallone interessante al centro per Corado, anticipato dall'uscita di Chironi. (agg. di Stefano Belli)

PADRONI DI CASA SUBITO ALL'ATTACCO

Allo stadio di Via del Mare l'arbitro D'Ascanio ha dato il via alle ostilità tra Lecce e Matera che si affrontano negli ottavi di Coppa Italia riservata alle squadre di Serie C, al decimo minuto del primo tempo il punteggio è fermo sullo 0-0. I salentini provano subito a rompere gli indugi anche se De Franco è bravo a fare buona guardia su Torromino portandogli via il pallone in zona tiro. Gli uomini di Liverani avanzano sia per vie centrali che per quelle laterali, il canovaccio del match è presto chiaro: la capolista del girone C avrà l'incarico di sviluppare il gioco mentre gli ospiti dovranno limitare i danni in fase difensiva per poi eventualmente approfittarne in contropiede, qualora dovessero trovare i varchi giusti per ripartire. (agg. di Stefano Belli)

IN CAMPO, SI GIOCA!

Eccoci pronti a vivere Lecce Matera. Come abbiamo detto la partita non è certamente una priorità impellente per le due squadre, in particolar modo per i salentini che hanno nel mirino la promozione diretta in Serie B; tuttavia può essere un’occasione per inaugurare il 2018 con una vittoria, andando dunque a prendere fiducia in vista di un campionato che sta per tornare. Il Lecce alla ripresa se la vedrà nientemeno che con il Catania: avrà la grande possibilità di mettere 7 punti tra sé e gli etnei e andare definitivamente in fuga, oltre ovviamente alla suggestione di vendicare lo 0-3 del Massimino. Il Matera invece sarà atteso alla trasferta di Cosenza: dovrà fare attenzione perché i lupi sono in grande ripresa e hanno chiuso il 2017 riprendendosi la zona playoff, all’andata inoltre questa partita giocata al XX Settembre-Franco Salerno si era chiusa sullo 0-0 e dunque i lucani cercano riscatto. Staremo a vedere, ma intanto ci dobbiamo tuffare in questo appassionante ottavo di finale della Coppa Italia Serie C: diamo senza indugiare oltre la parola al campo e mettiamoci comodi, Lecce Matera sta per cominciare! (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Lecce Matera non verrà trasmessa in diretta tv, ma potrà comunque essere seguita da tutti gli appassionati che abbiano a disposizione un dispositivo mobile come PC, tablet o smartphone; l’appuntamento è sul portale elevensports.it – che è raggiungibile anche digitando il vecchio indirizzo sportube.tv – che propone, pagando una quota per abbonarsi, la diretta streaming video di tutte le partite della stagione di Serie C, dunque campionato e Coppa Italia, anche nel caso di una diretta tv proposta dalla televisione di stato.

TESTA A TESTA

Lecce e Matera sono alla seconda partita diretta nella loro stagione: all’andata di campionato però si è giocato al XX Settembre-Franco Salerno, stadio dei lucani, e il Lecce ha avuto la meglio con un gol di Marco Mancosu. Era la fine di ottobre; il ritorno tra queste due squadre, al Via del Mare, verrà disputato nel fine settimana del 10-11 marzo. In generale sono tante le partite disputate, perché negli ultimi anni sono state ospitate nello stesso girone di Serie C; il trend è a favore del Matera che era imbattuto dall’ottobre 2015, quando il Lecce si era imposto in casa, in Coppa Italia grazie ai gol di Abou Diop e Gianmarco Monaco. Da allora si sono giocate sei partite e tre – peraltro consecutive – le hanno vinte i lucani; due di queste al Via del Mare, nell’aprile 2016 un 2-1 con Mirko Carretta e Francesco De Rose e nel dicembre 2016, scorso campionato, un netto 3-0 con Maikol Negro, Marco Armellino e Nicola Strambelli a timbrare le reti del colpo biancazzurro. In Coppa Italia il Matera si è imposto per due volte negli ultimi anni: un secondo turno nel novembre 2016, prima ancora (ottobre 2014) un’affermazione ai calci di rigore sempre nel secondo turno. (agg. di Claudio Franceschini)

L'ARBITRO

Lecce Matera verrà diretta dall’arbitro Marco D’Ascanio: affiliato alla sezione AIA di Ancona, è alla dodicesima direzione in questa stagione e se vogliamo questo rappresenta il suo big match, perché per la prima volta si trova a fischiare in una partita tra due squadre di primo livello. Nel 2017-2018 D’Ascanio ha diretto la Viterbese sul campo del Prato, il Siena contro la Pro Piacenza e il Pordenone a Santarcangelo; la sua ultima risale al 23 dicembre, i suoi numeri ci dicono che ammonisce poco (praticamente 3 gialli a partita) ma ha già fischiato 5 calci di rigore e soprattutto ha comminato la bellezza di otto espulsioni, sette delle quali (ed è la cifra che incuriosisce di più) per rosso diretto, con doppio provvedimento già in due partite di questa stagione. Impegnato anche nel campionato Primavera 1 in un Sassuolo-Chievo, D’Ascanio è alla prima di sempre con Lecce e Matera, che non ha mai incrociato nel corso della carriera; del resto in Serie C ha arbitrato ancora poco, tanto che la squadra che si è trovato a dirigere più volte è la Viterbese (4 partite) con Bologna e Cesena Primavera che seguono a ruota con tre direzioni ciascuna (i felsinei Under 19 hanno sempre vinto quando l’arbitro è stato lui). (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE PARTITA

Lecce Matera, che sarà diretta da Marco D’Ascanio, è in programma domenica 14 gennaio alle ore 15:00 e si gioca allo stadio Via del Mare per gli ottavi di finale della Coppa Italia Serie C 2017-2018. Il turno prevede gara secca con la possibilità di tempi supplementari e calci di rigore per determinare la squadra qualificata; torniamo a respirare aria di terza divisione, il campionato è fermo per la sosta ma qui a Lecce va in scena una partita davvero interessante. Il Matera è la finalista della passata edizione di Coppa Italia, e in generale queste due squadre sono tra le migliori di tutto il movimento: entrambe giocano nel girone C, il Lecce lo comanda mentre i lucani si trovano in quinta posizione, anche se al netto della penalizzazione (2 punti) occuperebbero il quarto posto. Lecce e Matera dunque stanno dando continuità agli anni passati; forse la Coppa Italia non è il principale obiettivo ma certamente entrambe tengono a fare bene, perché una vittoria oggi darebbe fiducia in vista del ritorno al campionato e inoltre mettere un trofeo in bacheca sarebbe comunque motivo di orgoglio e prestigio.

IL CONTESTO

Dobbiamo tornare al 21 novembre per trovare le ultime partite di Lecce e Matera in Coppa Italia, ma nel frattempo queste due squadre hanno giocato in campionato: il Lecce sente che questo può finalmente essere l’anno buono per centrare una promozione che attende ormai da sei anni. Dopo i fallimenti degli anni passati i salentini sono riusciti a trovare continuità di rendimento e comandano il loro girone con 4 punti di vantaggio sul Catania. Gli etnei sono l’unica squadra che è riuscita a battere il Lecce di Fabio Liverani, ma è successo il 9 settembre: da allora i giallorossi hanno vinto 12 partite pareggiandone 5, e hanno strappato sulla concorrenza. Il Matera sta dimostrando di essere ormai diventato una solidissima realtà della Serie C: aveva già giocato i playoff in due occasioni e l’anno scorso, come detto, ha raggiunto la finale di Coppa Italia perdendola contro il Venezia. In questo campionato non è partito benissimo – 5 punti nelle prime cinque e ancora un sensibile calo a novembre – ma ha saputo rimediare: l’ultima sconfitta risale al 18 novembre, da allora quattro vittorie e due pareggi e nel girone di ritorno i lucani potranno andare a caccia anche del terzo o del secondo posto, se non addirittura attaccare la promozione diretta

PROBABILI FORMAZIONI LECCE MATERA

Possiamo ipotizzare due formazioni simili a quelle che hanno giocato nel turno precedente: dunque Lecce in campo con Chironi tra i pali, Drudi e Riccardi a formare la coppia centrale e Gambardella e Valeri a presidiare le corsie laterali. In mezzo al campo Arrigoni dovrebbe avere la fascia di capitano (se Lepore sarà in panchina) e agirà come playmaker basso avvalendosi dell’aiuto di Tsonev e del lituano Megelaitis; ci sarà un trequartista che potrebbe essere Pacilli, Dubickas e Torromino formeranno invece la coppia offensiva. Fabio Liverani dovrebbe lasciare in panchina i big, così dovrebbe fare Gaetano Auteri che non avrà a disposizione lo squalificato Maimone, e potrebbe sostituirlo in mezzo al campo con Francesco Berardi. Il quale dovrebbe affiancare Urso, mentre De Falco e Salandria potrebbero essere i due esterni nel 3-4-3; in porta Tonti, Sernicola e Scognamillo saranno i due giocatori che aiuteranno l’italo-uruguaiano Buschiazzo in difesa. Nel tridente offensivo invece Battista e Corado dovrebbero partire larghi, con Dugandzic schierato da prima punta.

QUOTE E PRONOSTICO

Le quote fornite dall’agenzia di scommesse Snai seguono quanto sta succedendo in campionato e il fattore campo: per questo ottavo di Coppa Italia Serie C a essere favorito è il Lecce, che ha una quota per la vittoria (segno 1) di 1,65. Il Matera si difende ma il valore assegnato a una sua eventuale affermazione, per la quale dovrete giocare il segno 2, è di 4,75 e dunque la differenza tra le possibilità delle due squadre è evidente. E’ il segno X quello che invece dovrete giocare per un pareggio nei 90 minuti: in questo caso il vostro guadagno sarebbe di 3,50 volte la somma che avrete deciso di mettere sul piatto.

© Riproduzione Riservata.