BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Classifica Serie A / Risultati, Juventus Genoa 1-0: basta un acuto di Douglas Costa (21^ giornata)

Classifica Serie A, risultati 21^ giornata: Juventus Genoa chiude il turno e può consentire ai bianconeri di mantenere un punto di distanza dal Napoli capolista. In coda situazione animata

Il Napoli è primo in classifica in Serie A (Foto LaPresse)Il Napoli è primo in classifica in Serie A (Foto LaPresse)

Soffre probabilmente più del previsto la Juventus, al rientro dalla sosta del campionato di Serie A. Basta però un gol di Douglas Costa al 16' del primo tempo per i bianconeri per domare il Genoa e mantenere più che mai viva la lotta per lo Scudetto, con gli uomini di Max Allegri che tornano ad un punto di distanza dal Napoli. Il gol dell'ex Bayern Monaco sembrava il preludio ad una partita in discesa per la Juventus, invece i bianconeri sono stati molto poco incisivi in attacco, con Genoa che è riuscito a restare in partita fino all'ultimo secondo, facendo sudare freddo il pubblico dell'Allianz Stadium su un paio di mischie pericolose. Per la Juventus qualche velleitario tiro dalla distanza, ma una giornata no per un appesantito Higuain. Juventus a quota 53, a -1 dal Napoli e a +10 dalla Lazio (che ha però una partita in meno) e dall'Inter. Genoa fermo a quota 21, diminuiscono da 6 a 5 i punti di vantaggio sulla Spal terzultima in zona retrocessione. (agg. di Fabio Belli)

VERSO JUVENTUS GENOA

Si gioca tra poco il posticipo tra Juventus e Genoa, che chiuderà il quadro nella ventunesima giornata di Serie A: se prima abbiamo parlato della corsa allo scudetto, è giusto ora fare un focus sulla lotta per la salvezza che si sta facendo sempre più entusiasmante. A oggi le retrocesse sarebbero Benevento, Verona e Spal: un caso davvero più unico che raro perchè si tratterebbe esattamente delle stesse squadre che la scorsa primavera hanno centrato la promozione dalla Serie B. Da quando sono state introdotte le tre retrocessioni - stagione 2004-2005 - non era mai successo che le tre squadre arrivate dal campionato cadetto tornassero immediatamente in Serie B all’unisono; se è vero che negli ultimi sei campionati disputati ce n’è sempre stata almeno una in grado di salvarsi, questa statistica lascia intendere come dalla Serie B 2016-2017 siano arrivate squadre poco attrezzate. Del resto potevamo immaginarlo: il Benevento non aveva mai giocato prima in Serie A mentre la Spal non ci arrivava da quasi 50 anni. Pure, qualche caso del passato (i più eclatanti sono forse quelli di Parma, Chievo e Sassuolo in ordine cronologico) lasciavano intendere che provando a programmare si potesse fare il colpo; a oggi sembra non essere così, ma del resto manca ancora molto alla fine del campionato e ci sono squadre pericolanti (Crotone e Genoa su tutte) che potrebbero prendere il posto di una delle tre che attualmente occupano le ultime posizioni della classifica. (agg. di Claudio Franceschini)

CLASSIFICA SERIE A 2017-2018 (21^ GIORNATA)

LA LAZIO PUO' AMBIRE ALLO SCUDETTO?

La Serie A attende il posticipo tra Juventus e Genoa per definire il quadro della classifica al termine della seconda giornata di ritorno. Volendo approfondire quanto abbiamo detto in precedenza, la corsa allo scudetto in questa stagione potrebbe presto essere un discorso riservato al Napoli e ai bianconeri. I quali, vincendo, confermerebbero il punto che li separa dai partenopei ma si porterebbero anche a +10 su Lazio e Inter e +13 sulla Roma. Un distacco importante, che non sarebbe troppo scalfito dal fatto che le due romane devono recuperare una partita; attenzione però ai biancocelesti, che almeno sulla carta possono reinserirsi nella corsa. Mercoledì la Lazio recupera la sfida contro l’Udinese; in caso di vittoria si porterebbe a -7 dalla Juventus (se i bianconeri dovessero vincere questa sera) e ovviamente -8 dal Napoli. In più, la squadra di Simone Inzaghi ha già battuto i campioni d’Italia all’Allianz Stadium e giocherà la partita di ritorno all’Olimpico (a inizio marzo): dovesse vincere, la Lazio avrebbe solo 4 punti da recuperare alla Juventus, sempre che nel corso delle giornate di mezzo abbia confermato - nella peggiore delle ipotesi - il suo ritardo. Chiaramente sulla possibilità dei biancocelesti di rientrare influirà molto anche la sfida diretta del San Paolo (10 febbraio): in quel caso il Napoli potrebbe infliggere un colpo decisivo alle speranze della Lazio, che però al momento pur non pensando allo scudetto sa che il discorso potrebbe non essere del tutto chiuso. (agg. di Claudio Franceschini)

NUMERI E CURIOSITA' DEL TURNO

Aspettando il Monday Night tra Juventus e Genoa, sono stati 26 gol segnati nelle nove partite della 21^ giornata di Serie A. Due i dati da segnalare: il fatto che non ci sia stato alcuno 0-0 e che ben 15 delle 18 squadre del campionato siano riuscite a segnare almeno una rete. Le uniche eccezioni sono Atalanta, Verona e Benevento; le prime due squadre sono state anche due delle tre a perdere in casa, l’altra è il Cagliari sconfitto dal Milan. Nella partita della Sardegna Arena si sono registrate due espulsioni in pochi minuti: prima Ricardo Rodriguez, poi Nicolò Barella che ha ripristinato la parità numerica. La terza espulsione di giornata è stata quella di Bruno Zuculini in Verona Crotone; il record di gol nella singola partita spetta a Lazio Chievo, terminata 5-1 in favore dei biancocelesti che sono anche la squadra con più reti nel turno. Tre i pareggi e tutti curiosamente per 1-1 (Sassuolo Torino, Udinese Spal e Inter Roma); da segnalare due importanti ritorni al gol, quello di Domenico Berardi che non vedeva la porta da inizio ottobre e quello di Dries Mertens che in Serie A non segnava dal 29 dello stesso mese. Nella 21^ giornata abbiamo poi assistito alle doppiette di Sergej Milinkovic-Savic e Luis Alberto, entrambe per la Lazio, e di Franck Kessie per il Milan; tripletta per Fabio Quagliarella, unico marcatore nel 3-1 che la Sampdoria ha rifilato alla Fiorentina. (agg. di Claudio Franceschini)

IL MONDAY NIGHT JUVENTUS GENOA

La ventunesima giornata di Serie A 2017-2018 si completa questa sera con Juventus Genoa: alle ore 20:45 l’Allianz Stadium apre le porte su un Monday Night davvero importante per entrambe le squadre. Il perchè è presto detto: vincendo, la Juventus riuscirebbe a tenere il passo del Napoli confermando il punto di svantaggio dai partenopei, mentre una frenata inattesa dei campioni d’Italia potrebbe segnare un punto determinante nella corsa allo scudetto nonostante manchi ancora tempo per chiudere la stagione. Il Genoa invece ha registrato la vittoria del Crotone e i pareggi di Spal e Sassuolo: sul fondo la classifica si muove, il Grifone con una vittoria aumenterebbe a 8 i suoi punti di vantaggio sulla terzultima e si metterebbe quasi al riparo da brutte sorprese. Chiaramente Davide Ballardini sa bene che l’Allianz Stadium non è il posto in cui vanno cercati i punti per salvarsi, ma fare risultato sul campo della Juventus spariglierebbe le carte; i rossoblu sono apparsi in ripresa prima della sosta e vogliono sfruttare questo buon momento, magari prendendo spunto dalla sconfitta di Coppa Italia maturata un mese fa, in questo stesso stadio. 

CORSA A SCUDETTO E CHAMPIONS LEAGUE

Un’eventuale vittoria della Juventus spezzerebbe ulteriormente la classifica di Serie A: con i tre punti i bianconeri si porterebbero infatti a quota 53, prendendo dieci lunghezze di vantaggio sulla coppia Inter-Lazio che occupa il terzo posto. Anche considerando un’eventuale vittoria biancoceleste nel recupero di mercoledì, la Juventus manterrebbe comunque un +7: la corsa allo scudetto sarebbe inevitabilmente ridotta ad un testa a testa tra i bianconeri e il Napoli. Più sotto, in tre si giocherebbero i due posti utili per la Champions League: qui diventa fondamentale quella Sampdoria Roma che si giocherà tra due giorni. Una vittoria esterna dei giallorossi amplierebbe a 10 punti il vantaggio sui blucerchiati, e permetterebbe alla squadra di Eusebio Di Francesco di agganciare l’Inter in quarta posizione (con i nerazzurri davanti per la sfida diretta a favore); viceversa, se la Sampdoria dovesse confermare il fattore campo volerebbe a -4 dalla Roma e, anche per il trend delle ultime giornate del campionato, andrebbe considerata a tutti gli effetti in corsa per prendersi il quarto posto. 

LA LOTTA SALVEZZA

Anche sul fondo della classifica la situazione si sta movimentando. Il Benevento presumibilmente è condannato a retrocedere, deve rimontare 11 punti per la salvezza e finora ne ha fatti 7 nelle 21 giornate disputate. Per il resto però ci sono sette squadre che vogliono evitare penultima e terzultima posizione: il crollo verticale del Chievo - raggiunto dal Sassuolo - ha aumentato la pattuglia delle formazioni nella zona calda. Al momento Verona e Spal sarebbero condannate e gli scaligeri sono a -5 dalla quartultima posizione del Crotone, che vincendo al Bentegodi ha ottenuto tre punti fondamentali; Cagliari e Genoa danno buone sensazioni ma la classifica è pericolante, il Sassuolo di riffa o di raffa ha preso punti importanti mentre appunto il Chievo è la squadra che al momento sta vivendo le maggiori difficoltà, perchè dopo un grande avvio di stagione non riesce più a ritrovarsi. Sostanzialmente salvo il Bologna: con il 3-0 al Benevento ha aumentato a 11 i punti di vantaggio sulla Spal, difficile a questo punto che i felsinei possano essere nuovamente coinvolti nella corsa.

SERIE A 20172018, 21^ GIORNATA

FINALE Juventus Genoa 1-0 - 16' Douglas Costa

CLASSIFICA SERIE A 2017-2018

Napoli 54

Juventus 53

Lazio*, Inter 43

Roma* 40

Sampdoria* 33

Milan 31

Atalanta 30

Udinese*, Torino 29

Fiorentina 28

Bologna 27

Chievo, Sassuolo 22

Genoa 21

Cagliari 20

Crotone 18

Spal 16

Verona 13

Benevento 7

* una partita in meno

© Riproduzione Riservata.