BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Luciano Spalletti si racconta/ "65mila persone allo stadio sono un grande stimolo"

Luciano Spalletti si racconta, Inter news: il tecnico di Certaldo ha parlato ai microfoni di Premium Sport riempiendo di elogi i dirigenti Sabatini e Ausilio, accostati a Springsteen e Bono.

Luciano Spalletti si racconta - La PresseLuciano Spalletti si racconta - La Presse

Nell’intervista a Premium Sport, Luciano Spalletti ha comunque valutato con attenzione quelli che possono essere gli obiettivi futuri. A partire dal mercato: “Fino a che i giocatori sono in scadenza, i procuratori determinano. Quando sono sotto contratto, decidiamo noi. Quindi noi agiremo in perfetta sintonia con le necessità dell'Inter" Spalletti ha però fiducia nella proprietà cinese di Suning: “Si vede che hanno a cuore le sorti della società, si potrebbe dire che è una proprietà che dà continuità ai grandi presidenti dell'Inter perché hanno potenzialità, amore verso i colori. Steven è uno competente, e vivi qui perché vuole contribuire a migliorare le cose dell'Inter, di conseguenza noi siamo a posto.” Un pensiero alla gente che sta sostenendo numerosa i colori nerazzurri in questa stagione: “Quello di vedere 65mila sempre allo stadio e se lavoreremo bene, il futuro sarà qualche volta 80mila. Il numero delle persone allo stadio dirà quello che siamo riusciti a fare, loro saranno determinanti.” (agg. di Fabio Belli)

SABATINI E AUSILIO COME SPRINGSTEEN E BONO VOX

Nella lunga intervista a Premium Sport il tecnico Luciano Spalletti ha voluto parlare ovviamente anche di calciomercato, ribadendo la sua fiducia incondizionata verso chi lavora per rendere questa squadra ancora più forte. Spiega: "Penso di avere una squadra forte, poi abbiamo due direttori importanti e di conseguenza se arriverà la possibilità di inserirsi e di andare a concludere un'operazione che possa darci dei vantaggi lo faremo. Sono il Bruce Springsteen e il Bono Vox del calciomercato perché la suonano e la cantano a tutti". Luciano Spalletti non ha richieste precise per ruolo, con la voglia sicuramente di andare avanti a fare il suo lavoro, cercando di ottenere delle risposte dal campo. Su possibili nuovi acquisti spiega: "Non so poi quanto potrebbero farci comodo dei nuovi calciatori. Noi abbiamo le soluzioni per tutto. Siamo già comodi così ed è chiaro che se poi succedono cose straordinarie dovremo inserire qualche altro giocatore". Il tecnico toscano non ha perso poi l'occasione per ribadire ancora una volta quanto tenga ai calciatori presenti in rosa e che possano rimanere ancora in nerazzurro.

I PRIMI SEI MESI ALLA PINETINA

L'Inter vuole tornare a vincere dopo che nelle ultime partite ha fatto non poca fatica contro squadre che sulla carta avrebbe dovuto battere in maniera anche abbastanza facile. Luciano Spalletti ha parlato a Premium Sport, sottolineando: "Stiamo pensando alla Fiorentina dal giorno di San Silvestro anche perché quest'anno il calendario è stato creato nel modo da riempire ogni spazio. Ritengo che sia giusto così perché nelle feste più belle dell'anno è giusto metterci lo spettacolo più bello dell'anno e quello lo può dare solo il calcio con le sue sfide". Sono sei mesi ora che il tecnico di Certaldo è all'Inter e stila un punto di quanto visto fino a questo momento: "Se penso ai punti fatti l'anno scorso e a quelli di quest'anno dico che sono gli stessi, però io devo ambire a fare qualcosa di più. Per cui non sono contento del mio lavoro. Sicuramente l'Inter è qualcosa di emozionante che ti crea una passione vera. Basta guardare dentro la storia e dobbiamo lavorare in maniera di sentirci dentro l'Inter".

© Riproduzione Riservata.