BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

RISULTATI EUROPA LEAGUE / Diretta gol live score: già sei le squadre virtualmente agli ottavi

Risultati Europa League: diretta gol live score, nell’andata dei sedicesimi bene solo il Milan che vince in Bulgaria. Perdono Atalanta, Lazio e Napoli: al ritorno sarà dura per tutte e tre

Risultati Europa League - LaPresseRisultati Europa League - LaPresse

Si è chiusa ieri la giornata dedicata all’Europa League e alle partite di andata dei sedicesimi di finale. Fra una settimana si giocheranno le gare di ritorno, ma è già possibile individuare le squadre virtualmente qualificate alla fase successiva. Un gruppo composto da sei formazioni, fra cui il Milan, che dopo il tre a zero di ieri contro il Ludogorets in Bulgaria, giocherà senza dubbio in tranquillità il ritorno, fra le mura di casa dello stadio San Siro. Situazione molto simile per lo Sporting di Lisbona che ha battuto tre a uno in trasferta l’Astana, mentre l’Arsenal ha "passeggiato" in Svezia, chiudendo la gara contro l’Ostersunds con il risultato finale di tre a zero, che ovviamente premia i Cannonieri di Wenger. Bene anche i baschi di Bilbao, con l’Athletic che torna dalla fredda Russia battendo per tre a uno lo Spartak, mentre attenzione al Nizza di Balotelli, che ha perso 3 a 2 in casa contro il Lokomotiv, e che a Mosca cercherà l’impresa. Sembra già condannato anche il nostro Napoli, che al San Paolo è caduto per tre a uno con il Lipsia, e in Germania sarà davvero complicato ribaltare il risultato di ieri. Infine, fra le squadre già virtualmente agli ottavi di finale, c’è l’Atletico Madrid di Simeone, la grande favorita per la vittoria della Coppa, che a Copenhagen ha battuto i danesi 4 a 1. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

RISULTATI EUROPA LEAGUE: SERATA NO PER LE ITALIANE

Terminate le partite di Europa League: serata decisamente negativa per le squadre italiane, che soffrono e rischiano l’eliminazione nelle partite di ritorno avendo perso entrambe in questa andata. A Napoli Adam Ounas segna il (bel) primo gol della sua avventura partenopea e porta in vantaggio gli azzurri, ma poco dopo Timo Werner impatta per il Lipsia e al 74’ Bruma porta addirittura in vantaggio i tedeschi; nel Napoli entra anche Lorenzo Insigne ma la squadra di Maurizio Sarri non ha la lucidità dei giorni migliori e all'ultimo secondo subisce il tris ancora con Werner. Qualificazione possibile sulla carta, ma non con questo atteggiamento. La Lazio alza il baricentro e crea occasioni, ma la Steaua nel secondo tempo ha anche la palla per pareggiare: se non altro i biancocelesti Tra gli altri risultati, l’Atletico Madrid archivia la pratica Copenaghen trovando anche il terzo e il quarto gol con Antoine Griezmann e Vitolo, rendendo il ritorno del Wanda Metropolitano una passeggiata; sarà invece battaglia al Madrigal per l’altra spagnola, il Villarreal che subisce due reti in pochi minuti dal Lione e poi anche il terzo con Depay, ma trova nel mezzo il gol della speranza con Fornals, abile a dare tutto un altro sapore alla doppia sfida. Pareggi nelle sfide tra outsider a Belgrado e Atene, ed è tecnicamente ancora in bilico la sfida tra Celtic e Zenit (gli scozzesi hanno vinto con un gol di McGregor). Tra una settimana le sfide di ritorno. (agg. di Claudio Franceschini)

RISULTATI EUROPA LEAGUE, ANDATA SEDICESIMI

INTERVALLO: LAZIO SOTTO, PARI NAPOLI

Eccoci all’intervallo di queste partite di Europa League: inizio shock per la Lazio, che subisce un gol clamoroso con un contropiede fulminante da parte dello Steaua Bucarest, dopo aver dominato e sfiorato il gol del vantaggio con Caicedo (e nel finale di frazione Milinkovic-Savic ha colpito la traversa). Il Napoli prova a fare la partita contro il Lipsia e sfiora la rete con Callejon (bella risposta di Gulacsi), ma la squadra tedesca è viva e dà sempre la sensazione di poter essere pericolosa in contropiede con la qualità di Werner. L’Atletico Madrid parte male a Copenaghen: sotto la neve Viktor Fischer, ex stellina dell’Ajax, porta in vantaggio i danesi ma la reazione dei Colchoneros è veemente. Segnano Saul Niguez e Kevin Gameiro: partita ribaltata, e con questo risultato la qualificazione agli ottavi non sarebbe troppo lontana. Succede poco sugli altri campi, a dirla tutta (a parte ad Atene, dove la Dinamo Kiev trova un importante gol appena prima del 20’ minuto): la partita più attesa, quella tra Lione e Villarreal, fino a qui ha regalato ben pochi spunti e le due squadre non stanno affondando più di tanto. Rimane però il secondo tempo da giocare, al Parc Olympique Lyonnais come sugli altri campi: dunque staremo a vedere quello che succederà perchè la serata è appena cominciata e può regalare tante altre emozioni. (agg. di Claudio Franceschini)

TRIS MILAN, ATALANTA SCONFITTA

Le partite delle ore 19:00 in Europa League sono finite, e spalancano le porte alle sette che si giocano alle ore 21:05 tra cui, ovviamente, Napoli e Lazio. Intanto però Atalanta e Milan hanno fatto bene: tutto facile per i rossoneri che vincono 3-0 a Razgrad e prenotano la qualificazione contro il Ludogorets. Nel secondo tempo Cutrone è ancora protagonista conquistando un calcio di rigore che Ricardo Rodriguez trasforma con freddezza, poi arriva il tris di Fabio Borini: la partita di San Siro tra una settimana dovrebbe essere una formalità. Dovrà ancora soffrire l’Atalanta, che però è stata fantastica a Dortmund: 2-2 contro il Borussia con uno scatenato Josip Ilcic che nel giro di sei minuti ha pareggiato e ribaltato la partita, prima che Michy Batshuayi (5 gol in tre partite con i gialloneri) realizzasse il gol del pareggio e ancora quello del sorpasso. Tutto ancora aperto per la qualificazione, ma l’Atalanta con un 1-0 in casa sarebbe agli ottavi: continua dunque la grande stagione europea per la Dea. Cade malamente il Nizza: avanti 2-0, si fa battere in casa dalla Lokomotiv Mosca di uno scatenato Mario Fernandes che segna una tripletta e manda i russi ad un ritorno nel quale saranno nettamente favoriti. Conto chiuso anche per l’Athletic Bilbao (nonostante il gol di Luiz Adriano per lo Spartak Mosca) e l’Arsenal, che nel secondo tempo trova il tris con Mesut Ozil; vicinissimo agli ottavi l’Olympique Marsiglia che nel giro di cinque minuti segna il 2-0 e il 3-0 sul Braga, mentre è grande equilibrio tra Salisburgo e Real Sociedad: 2-2, al ritorno sarà grande battaglia. (agg. di Claudio Franceschini)

INTERVALLO: MILAN AVANTI, ATALANTA SOTTO

Siamo all’intervallo nelle partite di Europa League: il Milan ha sbloccato la partita contro il Ludogorets proprio nel finale, autore del gol il solito Patrick Cutrone che si conferma sempre più rapace d’area di rigore e mette in discesa la strada per i rossoneri, che adesso hanno segnato quel gol in trasferta tanto importante. Sotto invece l’Atalanta a Dortmund: la Dea gioca senza timori reverenziali, ma al 30’ minuto una magia di Andre Schurrle in allungo, su un pallone che sembrava preda di Etrit Berisha, costa la rete dello svantaggio. Bene però la squadra di Gian Piero Gasperini nel non crollare e tenere botta: il secondo tempo potrebbe presentare una squadra decisamente più concreta. Il Nizza scatta con una doppietta del sempre più ispirato Mario Balotelli - il secondo gol su rigore - ma proprio nel finale di primo tempo Mario Fernandes (ancora dal dischetto) riapre tutto il discorso qualificazione per la Lokomotiv Mosca. L’altra squadra della capitale russa, lo Spartak di Massimo Carrera, crolla in casa contro l’Athletic Bilbao: l’eterno Aritz Aduriz (37 anni compiuti domenica) ne fa due, il terzo sigillo è di Mikel Rico. Vantaggio immediato dell’Olympique Marsiglia con Valère Germain, mentre l’Arsenal per il momento non trema sul campo della rivelazione Ostersunds: segna subito Nacho Monreal, il raddoppio arriva con un’autorete di Papagiannopoulos. Autogol anche a San Sebastian: quello goffo e sfortunato di Oyarzabal, che permette al Salisburgo di vincere all’intervallo. Ora una breve pausa, poi torneremo con i secondi tempi di queste partite. (agg. di Claudio Franceschini)

INIZIANO MILAN E ATALANTA

E' lo Sporting Lisbona la prima squadra a vincere in questa serata di Europa League: i portoghesi si impongono per 3-1 sul campo dell'Astana, dopo un primo tempo nel quale erano sotto (gol a freddo di Tomasov) hanno impiegato appena otto minuti per trovare le tre reti (con Bruno Fernandes su rigore, Gelson Martins e Seydou Doumbia) e di fatto archiviare con una settimana di anticipo la pratica sedicesimi, visto che nella partita di ritorno all'Alvalade potranno anche permettersi di perdere con due gol di scarto. Adesso spazio a tutte le altre partite: il Milan e l'Atalanta sono impegnati in trasferta, rispettivamente sui campi di Ludogorets e Borussia Dortmund. Per i rossoneri potrebbe essere una formalità anche se l'attenzione andrà mantenuta ai massimi livelli, la Dea invece vuole continuare a sognare e non c'è modo migliore di farlo se non con una sfida affascinante su uno dei campi più belli e importanti in Europa. Diamo allora nuovamente la parola al campo e stiamo a vedere quello che succederà in queste partite, finalmente si gioca! (agg. di Claudio Franceschini)

INIZIA ASTANA SPORTING LISBONA

Tutto è pronto: fra pochi minuti avrà inizio Astana Sporting Lisbona, la prima partita del giovedì valida per l’andata dei sedicesimi di finale di Europa League. Una sfida fra due realtà diversissime, come spesso succede in Europa League: un club come l’Astana che da pochi anni è competitivo a livello europeo ed espressione del Kazakistan che non da moltissimo è passato dalla Federazione asiatica a quella europea affronta una squadra di lunga storia e grande blasone come lo Sporting Lisbona, che rappresenta una tradizionale grande potenza del calcio come il Portogallo. Inoltre Astana e Lisbona rappresentano due estremi opposti anche dal punto di vista strettamente geografico: le due città sono separate in linea d’aria da circa 6.100 km, che diventano addirittura oltre 7.000 per quanto riguarda il percorso stradale. Queste sono le curiosità che spesso l’Europa League ci regala, ma adesso è meglio tornare all’attualità calcistica più stringente: i sedicesimi di finale stanno per cominciare! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

IN GIRO PER IL VECCHIO CONTINENTE

L’Europa League è il torneo che concede spazio a quasi tutte le Nazioni del Vecchio Continente. L’Italia è sicuramente fra le grandi protagoniste con le sue quattro squadre, cioè Atalanta, Lazio, Milan e Napoli; a quota quattro rappresentanti troviamo anche la Spagna con Athletic Bilbao, Atletico Madrid, Real Sociedad e Villarreal, ma pure la Russia grazie a Cska Mosca, Lokomotiv Mosca, Spartak Mosca e Zenit San Pietroburgo (ma non ha più squadre in Champions League). Ottimamente rappresentata la Francia, a quota tre grazie a Lione, Olympique Marsiglia e Nizza. A quota due ecco la Germania con Borussia Dortmund e Lipsia e il Portogallo che è presente grazie a Sporting Lisbona e Braga, ma pure la Serbia che si fa valere grazie a Stella Rossa e Partizan. A quota uno invece troviamo di tutto, dalle grandi potenze ben rappresentate in Champions fino a nazioni medie o anche piccole che festeggiano per essere ancora in corsa: Ucraina con la Dinamo Kiev; Repubblica Ceca con il Viktoria Plzen; Inghilterra con l’Arsenal; Austria con il Salisburgo; Kazakistan con l’Astana; Bulgaria con il Ludogorets; Grecia con l’Aek Atene; Danimarca con il Copenaghen; Romania con la Steaua Bucarest; Svezia con l’Ostersund e infine Scozia con il Celtic. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

I MARCATORI DEL TORNEO

Nel giorno in cui l’Europa League torna in campo, andiamo a ricordare la classifica marcatori come era stata fissata al termine della fase a gironi e considerando solo quella (dunque niente preliminari e playoff). Ricordiamo allora che al comando troviamo una coppia formata dall’argentino Emiliano Rigoni dello Zenit San Pietroburgo e dal portoghese André Silva del Milan. Un sorriso per il lusitano, che però sembra avere confidenza con il gol solamente in Europa League: un problema che a febbraio non è ancora stato risolto. Lo Zenit è indiscutibilmente protagonista nella classifica marcatori, perché oltre al leader Rigoni possiamo trovare a quota 5 gol il russo Aleksandr Kokorin. Il gruppo a quota 4 gol è invece più folto e comprende anche il miglior bomber italiano di questa Europa League, cioè Mario Balotelli. A quota 3 gol troviamo invece, fra gli altri, la strana coppia formata da Bryan Cristante e Patrick Cutrone, cioè il centrocampista simbolo - anche in zona gol - dell’eccellente stagione dell’Atalanta e il nome nuovo dell’attacco del Milan. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

IL CALENDARIO COMPLETO DEI SEDICESIMI

Torna oggi protagonista dunque l’Europa League, anche se a dire il vero un assaggio lo avevamo già avuto martedì con Stella Rossa-Cska Mosca. Oggi comunque può essere considerato il giorno in cui comincia la strada ancora molto lunga che ci separa dalla finale che avrà luogo mercoledì 16 maggio a Lione. Sappiamo però che l’Europa League è una competizione che sembra infinita: oggi le partite d’andata dei sedicesimi e giovedì prossimo il ritorno, poi avremo il sorteggio per definire il tabellone degli ottavi, che avranno luogo per quanto riguarda l’andata giovedì 8 marzo e il ritorno sette giorni dopo, giovedì 15 marzo. Un nuovo ritorno stabilirà gli accoppiamenti dei quarti, che si disputeranno giovedì 5 (andata) e giovedì 12 aprile (ritorno), seguiti dall’ultimo sorteggio che servirà a definire quali saranno le semifinali, per le quali si tornerà in campo il 26 aprile e il 3 maggio, che naturalmente saranno altri due giovedì. Saranno tre mesi intensissimi per chi arriverà fino in fondo. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

LE PARTITE DEI SEDICESIMI DI ANDATA

Dopo l’assaggio di martedì, quando l’andata dei sedicesimi di finale di Europa League ci ha già proposto Stella Rossa-Cska Mosca, oggi giovedì 15 febbraio entra definitivamente nel vivo il primo appuntamento con la fase ad eliminazione diretta della seconda competizione europea. Come sempre, il giovedì di Europa League sarà intensissimo e ci proporrà la bellezza di quindici partite, delle quali la prima già alle ore 17.00 per esigenze di fuso orario, cioè Astana-Sporting Lisbona. Altre sette partite, fra le quali le prime due italiane, sono invece in programma alle ore 19.00: Borussia Dortmund-Atalanta, Ludogorets-Milan, Nizza-Lokomotiv Mosca, Olympique Marsiglia-Sporting Braga, Ostersund-Arsenal, Real Sociedad-Salisburgo e Spartak Mosca-Athletic Bilbao. Le sette partite rimanenti, fra le quali le ultime due italiane in lizza in questa Europa League, avranno invece inizio alle ore 21.05: Aek Atene-Dinamo Kiev, Celtic-Zenit San Pietroburgo, Copenaghen-Atletico Madrid, Lione-Villarreal, Napoli-Lipsia, Partizan-Viktoria Plzen e Steaua Bucarest-Lazio.

SEDICESIMI EUROPA LEAGUE: LE PARTITE DELLE ITALIANE

Alle ore 19.00 dunque scenderanno in campo Atalanta e Milan. I nerazzurri di Gian Piero Gasperini hanno scritto pagine storiche per la Dea vincendo un difficilissimo girone che comprendeva Lione, Everton e Apollon Limassol con quattro vittorie e due pareggi: i sorteggi però continuano ad essere maligni per l’Atalanta, che così adesso deve vedersela nei sedicesimi contro il Borussia Dortmund, avversario di immensa esperienza internazionale in arrivo dalla Champions League. Di nuovo sarà una sfida affascinante e impegnativa, l’Atalanta proverà a regalarsi e regalare ai suoi tifosi una nuova impresa. Il Milan invece come ‘premio’ per la vittoria del proprio girone ha avuto un’avversaria sulla carta decisamente più abbordabile, i bulgari del Ludogorets: un vantaggio che gli uomini di Gennaro Gattuso dovranno adesso sfruttare nel migliore dei modi.

In prima serata invece ecco Napoli e Lazio. Per i partenopei naturalmente essere in Europa League è una delusione, come per tutte le squadre ‘retrocesse’ dalla Champions League. Gli uomini di Maurizio Sarri adesso diventano sicuramente una delle grandi favorite per il successo finale della Europa League, ma può pesare la priorità che andrà sicuramente alla lotta scudetto, senza dimenticare che i tedeschi del Lipsia saranno un ostacolo certamente impegnativo. Infine la Lazio, certamente favorita contro la Steaua Bucarest: gli uomini di Simone Inzaghi però dovranno tornare a marciare come avevano fatto fino a poco tempo fa, in questo caso potrebbero anche sognare in grande, sempre a patto di reggere fino al termine della stagione il doppio impegno.

RISULTATI EUROPA LEAGUE, ANDATA SEDICESIMI

RISULTATO FINALE Astana-Sporting Lisbona 1-2 - 7' Tomasov (A), 48' rig. Bruno Fernandes (S), 50' Gelson Martins (S), 56' S. Doumbia

RISULTATO FINALE Borussia Dortmund-Atalanta 3-2 - 30' Schurrle (B), 51' Ilicic (A), 56' Ilicic (A), 65' Batshuayi (B), 91' Batshuyai (B)

RISULTATO FINALE Ludogorets-Milan 0-3 - 45' Cutrone, 63' rig. Ri. Rodriguez, 92' Borini

RISULTATO FINALE Nizza-Lokomotiv Mosca 2-3 - 4' Balotelli (N), 28' rig. Balotelli (N), 45' rig. Mario Fernandes (L), 69' Mario Fernandes (L), 77' Mario Fernandes (L)

RISULTATO FINALE Olympique Marsiglia-Sporting Braga 3-0 - 4' Germain, 69' Germain, 74' Thauvin

RISULTATO FINALE Ostersund-Arsenal 0-3 - 13' Monreal, 24' aut. Papagiannopoulos, 59' Ozil

RISULTATO FINALE Real Sociedad-Salisburgo 2-2 - 27' aut. Oyarzabal (S), 57' Odriozola (R), 80' Januzaj (R), 94' Minamino (S)

RISULTATO FINALE Spartak Mosca-Athletic Bilbao 1-3 - 22' Aduriz (A), 39' Aduriz (A), 45'+1' Mikel Rico (A), 61' Luiz Adriano (S)

RISULTATO FINALE Aek Atene-Dinamo Kiev 1-1 - 19' Tsyhankov (D), 80' Ajdarevic (A)

RISULTATO FINALE Celtic-Zenit San Pietroburgo 1-0 - 78' McGregor

RISULTATO FINALE Copenaghen-Atletico Madrid 1-4 - 15' Fischer (C), 21' Saul Niguez (A), 37' Gameiro (A), 71' Griezmann (A), 77' Vitolo (A)

RISULTATO FINALE Lione-Villarreal 3-1 - 46' Ndombele (L), 49' Fekir (L), 63' Fornals (V), 82' Depay (L)

RISULTATO FINALE Napoli-Lipsia 1-3 - 52' Ounas (N), 61' Werner (L), 74' Bruma (L), 93' Werner (L)

RISULTATO FINALE Partizan-Viktoria Plzen 1-1 - 59' Tawamba (P), 81' Reznik (V)

RISULTATO FINALE Steaua Bucarest-Lazio 1-0 - 29' Gnoheré

© Riproduzione Riservata.