BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

DIRETTA / Alessandria Pontedera (risultato finale 0-0): pareggio senza troppe emozioni (Coppa Italia Serie C)

Diretta Alessandria Pontedera: risultato finale 0-0. Termina senza reti l'andata della semifinale di Coppa Italia Serie C, al ritorno ai piemontesi basterà un pareggio con almeno un gol

Diretta Alessandria Pontedera, Coppa Italia Serie C (Foto LaPresse)Diretta Alessandria Pontedera, Coppa Italia Serie C (Foto LaPresse)

DIRETTA ALESSANDRIA PONTEDERA (RISULTATO FINALE 0-0)

Alessandria Pontedera 0-0: è finita, la semifinale di andata della Coppa Italia Serie C termina con un pareggio senza reti. Un risultato sicuramente favorevole agli ospiti, che proseguono nel loro torneo di alto livello; l’Alessandria però, pur delusa per non essere riuscita a sfruttare il fattore campo, sa di avere a disposizione due risultati perchè un pareggio con gol, in virtù della regola sui gol in trasferta, la favorirebbe. I piemontesi però dovranno fare molto più di così: questa sera hanno deluso le aspettative, hanno sì fatto qualcosa in più rispetto al Pontedera ma le occasioni da rete sono state davvero poche. La migliore al 62’, quando Bellazzini di testa ha impattato il pallone arrivato da un cross di Pablo Gonzalez ma ha trovato la splendida parata di Biggeri. Poi davvero poco, fino al 93’ con un tiro-cross dello stesso Gonzalez che è stato letto male dalla difesa, il portiere del Pontedera ha dovuto salvare con un bel colpo di reni. Non resta ora che aspettare la partita di ritorno per vedere chi sarà a qualificarsi per la finale. (agg. di Claudio Franceschini)

DIRETTA ALESSANDRIA PONTEDERA (0-0): ENTRA RISALITI

Alessandria Pontedera 0-0 e ancora nulla di fatto nella partita di Coppa Italia Serie C. Una semifinale che si sta disputando su ritmi bassi e ancora senza troppe occasioni da rete. Nel secondo tempo, iniziato senza sostituzioni, l’Alessandria non è riuscito a cambiare ritmo alla gara: ancora bravo Fissore, già protagonista nel primo tempo, ma il suo colpo di testa sulla punizione di Bellazzini non ha inquadrato lo specchio della porta. Il Pontedera dà l’impressione di controllare senza affannarsi troppo; adesso vedremo se Marcolini proverà qualche alchimia dalla panchina, ricordiamo che ci sarà un ritorno da giocare nel quale il Pontedera - che al 60’ ha fatto uscire Romiti (ammonito) mettendo in campo Risaliti - avrà la possibilità di segnare un solo gol senza incassarne per qualificarsi alla finale. Questo ovviamente se il risultato di oggi non cambierà; staremo a vedere. (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Alessandria Pontedera non verrà trasmessa in diretta tv; per questa partita di Coppa Italia Serie C sarà a disposizione, come sempre, il servizio di diretta streaming video sul portale elevensports.it (la nuova versione di Sportube) che ormai da qualche anno fornisce il quadro completo delle partite di terza divisione, anche e soprattutto quelle di campionato. Per accedere alle immagini potrete acquistare il singolo evento oppure versare una quota per sottoscrivere un abbonamento; gli account ufficiali che le due società mettono a disposizione sui social network offriranno poi informazioni utili su questa sfida.

DIRETTA ALESSANDRIA PONTEDERA (0-0): INTERVALLO

Alessandria Pontedera 0-0: siamo all’intervallo allo stadio Moccagatta, e la situazione non è cambiata molto rispetto all’aggiornamento di metà tempo: le due squadre non riescono a incidere in fase offensiva e per il momento sono riuscite unicamente a farsi il solletico. Nel corso della partita Michele Marcolini ha anche invertito gli esterni: sono stati loro a creare un potenziale pericolo al 38’ con Gonzalez che ha saggiato in verticale la velocità di Sestu, cross in allungo ma nessuno dei compagni ha tagliato verso la porta per spingere dentro il pallone del vantaggio. In precedenza era stato il Pontedera a bussare con un destro a giro di Calcagni, facile preda di Vannucchi; qualche timido approccio nei sedici metri c’è dunque stato, ma di occasioni vere e proprie ancora ben poco. Vedremo se nel secondo tempo le due formazioni riusciranno a creare di più; l’Alessandria deve stare attenta perchè il Pontedera in questa Coppa Italia ha sempre vinto in casa, e dunque in vista del ritorno al Mannucci la situazione per i grigi si potrebbe complicare. (agg. di Claudio Franceschini)

DIRETTA ALESSANDRIA PONTEDERA (0-0): RITMI BASSI

Alessandria Pontedera 0-0: iniziata la partita di Coppa Italia Serie C. Le due squadre sono disposte con moduli diversi: Michele Marcolini non rinuncia a Pablo Gonzalez schierandolo da attaccante esterno con Chinellato al centro, nel Pontedera la coppia offensiva è quella formata da Luigi Grassi e Pinzauti. Poco da segnalare per il momento: si gioca sui 180 minuti e questo ovviamente contribuisce a rendere il ritmo della prima fase ancora basso. Le due squadre si studiano senza affondare il colpo; il Pontedera prova a farsi vedere dalle parti di Vannucchi e al 7’ minuto batte un calcio d’angolo, nulla di fatto però con la difesa dei grigi che allontana il pericolo. Al 13’ la prima occasione capita sui piedi dei padroni di casa: Fissore va via a sinistra e mette al centro, Biggeri deve impegnarsi per mettere in calcio d’angolo (dalla bandierina non arrivano pericoli per la difesa del Pontedera). Ora staremo a vedere quello che succederà più avanti: sulla carta al Pontedera potrebbe stare bene chiudere la partita in parità, l’Alessandria cercherà di vincere e anche di non subire un gol che potrebbe essere determinante a favore della squadra toscana in vista della sfida di ritorno. (agg. di Claudio Franceschini)

DIRETTA ALESSANDRIA PONTEDERA (0-0): FORMAZIONI UFFICIALI!

Eccoci al via di Alessandria Pontedera. La curiosità se vogliamo è legata al fatto che la squadra piemontese è stata la prima a mettere le mani sulla Coppa Italia Serie C: era la stagione 1972-1973 e per la prima volta veniva organizzato questo torneo, la cui finale si disputava ancora in gara unica e in campo neutro (a Roma in quell’occasione); partecipavano tutte le squadre della terza divisione più 18 di Serie D (seconda e terza di ciascun girone nell’anno precedente). Un maxi-torneo: 77 squadre divise in 17 gironi, poi quattro partite (a sorteggio tra le qualificate, una pratica crudele) per completare il tabellone degli ottavi dal quale si era iniziato a giocare in andata e ritorno. L’Alessandria, vincendo sempre in casa e pareggiando sempre in trasferta, era arrivata alla finale per sfidare l’Avellino, cinque vittorie su sei a partire dagli ottavi. Al Flaminio finiva 4-2 dopo i tempi supplementari: Giuseppe Lorenzetti, scomparso cinque anni fa, era il giocatore che realizzava i due gol decisivi nell’extra time. Ad aprire i conti era invece Attilio Maldera, conosciuto più comunemente come Maldera II secondo la pratica dei tempi: fratello minore di Luigi e maggiore del più celebre Aldo, anche lui aveva iniziato nel Milan con cui però non aveva mai giocato (ci sarebbe tornato in seguito per allenatore le squadre giovanili). Ora però tocca alle due squadre di oggi: non resta allora che mettersi comodi e lasciar parlare il campo, perchè finalmente questa interessantissima ed incerta Alessandria Pontedera comincia! ALESSANDRIA (4-3-3): 1 Vannucchi; 2 Celjak, 13 F. Piccolo, 14 Giosa, 16 Fissore; 8 Nicco, 24 Gazzi, 21 Bellazzini; 18 P. Gonzalez, 23 Chinellato, 7 Sestu. Allenatore: Michele Marcolini PONTEDERA (3-5-2): 12 Biggeri; 3 Romiti, 6 Borri, 20 Frare; 2 Tofanari, 19 Calcagni, 8 Caponi, 21 Paolini, 16 Corsinelli; 10 L. Grassi, 11 Pinzauti. Allenatore: Ivan Maraia (agg. di Claudio Franceschini)

I PRECEDENTI

Alessandria Pontedera sarà il terzo incrocio stagionale tra queste due squadre: in campionato infatti si sono già affrontate entrambe le volte, visto che questa gara è stata sorteggiata come prima giornata. Al Mannucci l’Alessandria riprendeva un campionato di Serie C che non avrebbe voluto e dovuto giocare, visto il modo in cui si era clamorosamente lasciata sfuggire la promozione qualche mese prima. Nuovo allenatore (Cristian Stellini) e morale ancora sotto i tacchi: al Mannucci Massimiliano Pesenti sbloccava la partita al 62’ minuto e il Pontedera sognava la vittoria, poi ci pensava il solito Pablo Gonzalez che timbrava il pareggio a cinque minuti dal 90’. Totalmente diversa la partita di ritorno, giocata qui al Moccagatta: l’Alessandria aveva ripreso la marcia e si presentava con tre vittorie consecutive nelle quali aveva segnato 8 gol. Al Pontedera la squadra di Michele Marcolini ne segnava cinque in una volta sola: al 50’ l’Alessandria era già in vantaggio per 5-0 con una spaventosa dimostrazione di forza. Nel giro di 13 minuti Michele Marconi ne faceva due; tra il 21’ e il 48’ era il turno di Pablo Gonzalez di realizzare la sua doppietta personale, poi arrivava il tris di Marconi con entrambi gli attaccanti che si portavano a quota 8 reti in campionato. Serviva a ben poco il gol di Lorenzo Pinzauti nel finale: il Pontedera non salvava la faccia e tornava a casa con un risultato umiliante sul groppone. Da segnalare che l’anno prima - a maggio - l’Alessandria aveva battuto 2-1 il Pontedera con Riccardo Bocalon e Gonzalez: serviva a poco, la Cremonese vinceva e per la sfida diretta a favore festeggiava quel giorno la promozione diretta in Serie B. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

Alessandria Pontedera sarà diretta da Ivan Robilotta, della sezione di Sala Consilina; si gioca alle ore 19:30 di mercoledì 21 febbraio, e presso lo stadio Moccagatta questa partita rappresenta la semifinale di andata della Coppa Italia Serie C 2017-2018. Per la prima volta in questa competizione si disputa un turno su doppia sfida; questo toglie un po’ di suspense dalla partita di oggi, ma chiaramente l’esito dell’andata influirà in maniera diretta sul ritorno. L’Alessandria ha girato una stagione che era iniziata malissimo, arriva a questo appuntamento in grande forma e spera dunque di vincere oggi senza subire gol; il Pontedera è la rivelazione di questa Coppa Italia e l’obiettivo del giorno è quello di segnare almeno una rete, che renderebbe certamente meno complicata la sfida di ritorno al Mannucci. Staremo a vedere; giunti a questo punto è davvero difficile pronosticare in che modo andranno le cose, anche se forse un leggero vantaggio sulla carta può essere dato all’Alessandria.

IL CONTESTO

L’Alessandria arriva alla semifinale avendo battuto il Renate una settimana fa; solo una delle vittorie che ha colto in un periodo straordinario. L’ultima sconfitta dei piemontesi risale a fine novembre: a Piacenza era il terzo ko consecutivo che arrivava all’esordio di Michele Marcolini in panchina. Da allora però l’Alessandria non si è più fermata: in campionato sei vittorie consecutive e sette nelle ultime nove (con due pareggi), in Coppa Italia tre vittorie di cui una (contro l’AlbinoLeffe) ai rigori. Una squadra totalmente trasformata, nel gioco e nelle motivazioni: oggi è sesta nel girone A e, anche se non può più correre per la promozione diretta, è quasi certa di un posto nei playoff e potrà dunque tornare a sperare nella salita in Serie B. Il Pontedera ha fatto il colpo grosso contro il Padova: vittoria per 2-1 contro la dominatrice del girone B e semifinale conquistata. I toscani a oggi sono salvi nel girone A, ma hanno perso tre delle ultime sette partite; ne hanno però anche vinte tre e sono reduci da due affermazioni e un pareggio. Campionato sostanzialmente positivo per una squadra che puntava alla salvezza e che sta rispettando le aspettative. Curiosità: sia l’Alessandria che il Pontedera hanno pareggiato per 0-0 in casa tre giorni fa. I piemontesi contro il Monza, i toscani contro l’Arezzo: da questo punto di vista risultato identico e stessi giorni di riposo.

PROBABILI FORMAZIONI ALESSANDRIA PONTEDERA

L’Alessandria farà turnover in Coppa Italia, ma Marcolini perde Leonardo Gatto e Ranieri per squalifica: dunque in mediana dovrebbe rivedere Gazzi come perno unico davanti alla difesa, mentre sulla linea delle mezzepunte al fianco di Nicco potrebbe e dovrebbe giocare Sestu, che accentra la sua posizione mandando invece Ahmed-Kadi a fare l’esterno di destra. Il resto della formazione dovrebbe rimanere invariato: Vannucchi in porta, Celjak e Fissore sulle fasce con Felice Piccolo e Giosa al centro della linea difensiva. A sinistra agirà Fischnaller, matchwinner nei quarti; la prima punta dovrebbe essere Chinellato, con Pablo Gonzalez che sarà a disposizione per il secondo tempo. Il Pontedera di Ivan Maraia può confermare in toto gli undici che hanno battuto il Padova: significa schieramento con Romiti, Borri e Francesco Ferrari davanti a Biggeri, con Tofanari e Gargiulo che agiranno come esterni in mediana e avranno il compito di percorrere tutta la fascia. A fare legna in mezzo al campo saranno i due interni Pandolfi e Spinozzi; Paolini dovrebbe invece essere schierato come regista. Il tandem d’attacco sarà invece composto da Luigi Grassi e Raffini: quest’ultimo ha segnato il secondo gol nella partita dei quarti di finale.

© Riproduzione Riservata.