BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Diretta / Dinamo Kiev Aek Atene (risultato finale 0-0) streaming video e tv: gli ucraini volano agli ottavi!

Diretta Dinamo Kiev-AEK Atene: info streaming video e tv, probabili formazioni, orario, quote e risultato live della partita di Europa League che vede di fronte ucraini e greci.

Diretta Dinamo Kiev-AEK Atene, LaPresseDiretta Dinamo Kiev-AEK Atene, LaPresse

DIRETTA DINAMO KIEV AEK ATENE (RISULTATO FINALE 0-0): GLI UCRAINI VOLANO AGLI OTTAVI!

Finale palpitante allo stadio “Olimpiyskiy” di Kiev, dove una Dinamo non certo irresistibile prova a resistere agli ultimi attacchi di un AEK Atene che pure, per quanto visto nell’arco dell’intero match, avrebbe meritato almeno di segnare un gol. E invece, dopo la giostra dei cambi andata in scena tra il 71’ e l’81’ (ben quattro su entrambi i versanti), gli ultimi 10 minuti vedono i gialloneri faticare per costruire ancora nuove chances e impensierire un Boyko in grande serata: anzi, al 79’, è l’esterno sinistro ucraino Tsgankov a testare i riflessi di un Barkas quasi inoperoso, mentre intanto Shojaei si becca un’ammonizione (la quinta per i padroni di casa). Per paradosso, a finire in crescendo è proprio la Dinamo, sfruttando la stanchezza degli avversari, tanto che è proprio un greco, Kacheridi, a sfiorare il gol-beffa che chiuderebbe il discorso qualificazione. E così, al termine di un recupero forse un po’ breve (solo tre minuti concessi dall’arbitro), l’undici di Khatskevich strappa il pass per gli ottavi di finale stoppando sullo 0-0 un AEK volitivo ma poco preciso e, di fatto, capitalizzando al massimo il prezioso 1-1 ottenuto in terra ellenica solamente una settimana fa. (agg. di R. G. Flore)

OCCASIONE PER CHRISTODOULOPOULOS!

Come era facile immaginare, anche nelle battute d’avvio della ripresa è l’AEK di Jimenez a provare a mettere un ritmo indiavolato alla contesa: non a caso, al minuto 51 la prima chance è per i gialloneri, con Bakakis che si vede negare la gioia del gol da un Boyko in gran serata; sul successivo tiro dalla bandierina, arriva pure il tentativo dell’iraniano Shojaei ma questa volta la sfera si perde sul fondo. La risposta timida dei padroni di casa è tutta in un cross pericoloso al 56’, sul quale il centralone di difesa Kadar soffia il tempo a tutti, ma la sua inzuccata finisce fuori. Al 59’, intanto, il direttore di gara estrae il terzo giallo della serata, ancora una volta a carico di un giocatore dell’AEK (Galo): il nervosismo comincia infatti a serpeggiare tra le fila degli ospiti per quella rete che non arriva. Al minuto 64, invece, come accaduto due volte nel primo tempo, è ancora Christodoulopoulos a provarci dalla distanza e per l’ennesima volta Boyko gli si oppone con prontezza di riflessi: per Jimenez è il segnale che qualcosa va cambiato e al minuto 71 si gioca il primo cambio, con Bakasetas che lascia il campo a Klonaridis. (agg. di R. G. Flore)

GRECI VICINI AL GOL-QUALIFICAZIONE!

Dopo che il primo tempo si era chiuso sul risultato di 0-0 (ma con l’AEK vicino più volte al gol, ricordando anche il salvataggio ucraino sulla linea su tiro di Shojaei al 27’ e un tentativo poco preciso di Bakasetas al 39’), le due squadre tornano in campo con i greci alla ricerca dello squillo che varrebbe loro il passaggio del turno a scapito di una Dinamo troppo passiva: né Khatskevich, né Jimenez operano dei cambi e così si ricomincia con gli stessi effettivi (4-2-3-1 per entrambi e nessun cambio effettuato all’intervallo), e lo stesso copione tattico praticamente invariato, coi gialloneri che paiono più determinati a sbloccare un match con quella rete che consentirebbe loro di volare agli ottavi di finale a dispetto di una Dinamo attendista ma che in qualche circostanza ha rischiato troppo. (agg. di R. G. Flore)

SUBITO PERICOLOSI I GRECI!

Allo stadio “Olimpiyskyi”, Dinamo Kiev e AEK Atene ripartono dall’1-1 maturato in Grecia una settimana fa, risultato che promuoverebbe gli ucraini al turno successivo: anche per questo motivo, a partire più forte sono i gialloneri allenati da Jimenez che provano subito a rimettere il discorso-qualificazione dalla loro parte con una incursione di Christodoulopoulos al quarto minuto. Il centrocampista infatti impegna severamente l’estremo difensore di casa, Boyko, costretto a rifugiarsi in angolo: ed è proprio l’ex mezzala offensiva del Bologna l’elemento che, in questo avvio, mette maggiormente in ambasce la Dinamo di Khatskevich, troppo timorosa nel corso dei primi dieci minuti. Infatti, al 12’, è ancora Christodoulopoulos ad andare vicino allo 0-1 dopo che tre minuti prima era andato al tiro pure Bakasetas: tuttavia, anche se con più facilità rispetto al primo tentativo, Boyko fa buona guardia. Il doppio pericolo scuote gli ucraini che provano a farsi vedere soprattutto sulle fasce con una incursione di Gonzalez al 14’ e poi di nuovo al 25’, tra i più attivi tra i suoi. Anzi, pian piano i bianchi si risistemano dopo le sbandate iniziali e impedisco all’AEK di alzare i ritmi del match. Intanto al 20’ Simoes finisce, tra gli ospiti, sul taccuino del direttore di gara: è l’unica nota di una fase centrale di frazione che vede entrambi gli schieramenti difendersi con accortezza rispetto all’avvio un po’ svagato (soprattutto da parte dell’undici di Khatskevich). (agg. di R. G. Flore)

IN CAMPO, SI GIOCA!

Dinamo Kiev AEK Atene comincia fra pochissimo: ricordiamo che gli ucraini hanno fin qui brillato in Europa League, con 4 vittorie, 2 pareggi e una sola sconfitta. Vantano una media di 2,3 gol segnati a partita (per un totale di 16 gol) e 77 tiri in porta. Meno bene il dato sul possesso palla (50 per cento). La difesa non è stata fin qui delle migliori, con 10 gol subiti in 7 gare. Il brasiliano Junior Moraes è l'attaccante più forte su cui può contare la Dynamo Kiev, avendo segnato 6 gol in 8 presenze. L'AEK arriva a questa sfida dopo che nelle 7 partite precedenti ha vinto soltanto 1 partita, pareggiando le altre 6. Complessivamente, ha segnato 7 gol (subiti 6) e ha tirato in porta 87 volte. Male anche il possesso palla, inferiore al 50 per cento (49 per cento). I tifosi greci si augurano che la stella argentina Araujo faccia la differenza, in una partita che vedrà Livaja (vecchia conoscenza del calcio italiano) assente per squalifica.

STREAMING VIDEO E TV, DOVE VEDERE LA PARTITA

La diretta tv della sfida Dinamo Kiev AEK Atene si potrà seguire con aggiornamenti su azioni salienti e gol in tempo reale con un abbonamento Sky collegandosi sul canale numero 206 del satellite (Sky Sport 1 HD) con il contenitore Diretta Gol Europa League, visibile anche in diretta streaming video via internet connettendosi sul sito skygo.sky.it.

L'ARBITRO

La partita tra i padroni di casa della Dinamo Kiev ed i greci dell’Aek Atene sarà diretta dal signor Matej Jug della federazione calcistica slovena. Sul terreno del leggendario NSK Olimpiyskyi scenderanno assieme al signor Jug anche gli assistenti di linea Matej Zunic e Manuel Vidali, gli assistenti addizionali di porta Nejc Kajtazovic e Dejan Balazic mentre sarà chiamato ad operare da quarto uomo il signor Tomislav Pospeh. Il signor Jug ha 37 anni ed in questa stagione ha complessivamente diretto 17 gare delle quali 2 sono state relative proprio all’Europa League e 2 alla Champions League. Andando ad analizzare i suoi dati statistici lascia piuttosto correre (4,6 cartellini gialli a match) con 2 cartellini rossi sventolati (uno diretto ed uno per somma di ammonizioni) ed ha assegnato soltanto 2 calci di rigore.

ORARIO E PRESENTAZIONE PARTITA

Dinamo Kiev-AEK Atene, giovedì 22 febbraio 2018 alle ore 19.00, sarà una delle sfide del ritorno dei sedicesimi di finale di Europa League. L'AEK Atene si è dimostrata un osso duro in questa campagna europea, partendo dai preliminari di Champions ma arrivando a giocarsi i gironi di Europa League riuscendo a piazzarsi alle spalle del Milan, e guadagnandosi così la qualificazione ai sedicesimi di finale. Domenica scorsa con una tripletta del bosniaco Vranjes e una rete di Bakasetas i gialloneri hanno travolto quattro a zero lo Xanthi e si sono mantenuti al secondo posto in classifica, a due lunghezze di distanza dal PAOK Salonicco capolista. Una stagione che potrebbe dunque spalancare per la seconda volta consecutiva le porte della Champions ad un club che un lustro fa aveva conosciuto l'onta della retrocessione in terza serie per debiti.

Dall'altra parte, la Dinamo Kiev è comunque in piena lotta per il titolo in patria, nell'eterno duello degli ultimi anni con lo Shakhtar Donetsk. L'uno a uno dell'andata comunque sembra mantenere gli ucraini come favoriti, considerando la qualità espressa anche ad Atene, dove solo nel finale gli ellenici sono riusciti a riequilibrare la situazione. Da sottolineare come l'AEK non perda un incontro ufficiale da ben quattro mesi, dalla sfida interna del 23 ottobre 2017 contro l'Atromitos, mentre la Dinamo Kiev ha appena ripreso il campionato ucraino battendo di misura l'Olimpik Donetsk con una rete di Tsygankov.

LE PROBABILI FORMAZIONI DI DINAMO KIEV AEK ATENE

Allo NSC Olimpiyskiy Stadium di Kiev scenderanno in campo queste probabili formazioni. Padroni di casa della Dinamo Kiev schierati con il numero uno Boyko tra i pali alle spalle del polacco Kedziora impiegato in posizione di terzino destro, Morzyuk impiegato in posizione di terzino sinistro e l'ungherese Kadar e Burda schierati al centro della difesa. Rotan e Shepelev saranno i vertici arretrati di centrocampo, con il paraguaiano Derlis Gonzalez, Garmash e Tsygankov incursori offensivi alle spalle del brasiliano Moraes, che sarà l'unica punta di ruolo. Risponderà l'AEK Atene con il portiere Barkas alle spalle di una difesa a quattro schierata dalla fascia destra alla fascia sinistra rispettivamente con il brasiliano Galo, il bosniaco Vranjes, Lambropoulos e Bakakis. A centrocampo giocheranno Galanopoulos e il portoghese Simoes, mentre in avanti giocheranno il croato Livaja, Bakasetas e il belga Klonaridis di supporto al centravanti Giakoumakis.

LA CHIAVE TATTICA E I PRECEDENTI

Moduli speculari per le due squadre, col 4-2-3-1 che sarà la scelta tattica sia del tecnico della Dinamo Kiev, il bielorusso Khatskevich, sia dell'allenatore dell'AEK Atene, lo spagnolo Jimenez. Pareggio col punteggio di uno a uno all'andata tra le due formazioni, al gol del vantaggio di Tsygankov per la Dinamo Kiev hanno risposto i greci a dieci minuti dal novantesimo con una rete di Ajdarevic.

QUOTE E SCOMMESSE

Le quote sul match vedono gli ucraini favoriti in maniera abbastanza netta dai bookmaker, con successo interno quotato 1.83 da William Hill, mentre il pareggio viene proposto a 3.39 da Bet365 e la quota del successo esterno degli ellenici viene offerta a 4.75 da Bwin. Per Unibet, over 2.5 quotato 2.38 e under 2.5 quotato 1.58.

© Riproduzione Riservata.