BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Probabili formazioni/ Dinamo Kiev Lazio: diretta tv, orario, notizie live. Luis Alberto dalla panchina?

Probabili formazioni Dinamo Kiev Lazio: diretta tv, orario, le notizie live sugli schieramenti delle due squadre. Simone Inzaghi dovrebbe confermare gli stessi undici della sfida di andata

Probabili formazioni Dinamo Kiev Lazio, Europa League (Foto LaPresse)Probabili formazioni Dinamo Kiev Lazio, Europa League (Foto LaPresse)

Volendo parlare della composizione delle panchine di Dinamo Kiev Lazio, approfondiamo il discorso su Luis Alberto: impressionante la differenza di rendimento di un giocatore che lo scorso anno ha messo insieme 382 minuti in tutta la stagione segnando un solo gol, e che a metà marzo di questa annata ha 2791 minuti e 8 gol (conditi da 12 assist). A Formello giurano che l’esplosione era annunciata: da più parti si è detto di come Simone Inzaghi abbia gestito lo spagnolo di San José Del Valle, facendolo crescere per poi lanciarlo al momento giusto. Sicuramente l’infortunio di Felipe Anderson (e quello di Nani, va aggiunto) ha contribuito ad accelerare questo percorso; Luis Alberto si è preso il proscenio con grandi meriti e le sue prestazioni con la maglia della Lazio hanno fatto colpo anche su Julen Lopetegui, che gli ha regalato prima convocazione ed esordio nella nazionale spagnolo. Sono 2 i gol che Luis Alberto in Europa League; lo mettiamo in panchina perchè all’andata non è stato impiegato, per due volte non è stato nemmeno convocato (contro lo Zulte Waregem e a Bucarest, nell’andata dei sedicesimi) e all’Allianz Riviera di Nizza è entrato a partita in corso. Alla fine però Luis Alberto potrebbe giocare titolare visto che si tratta di una partita importante e delicata; il ballottaggio comunque riguarda lui e Felipe Anderson, sarà difficile vederli in campo insieme come anche seduti fianco a fianco in panchina. Domani vedremo in che modo Simone Inzaghi sceglierà per la sua formazione. (agg. di Claudio Franceschini)

IMMOBILE TITOLARE?

Sarà Ciro Immobile a guidare l’attacco in Dinamo Kiev Lazio: questo abbiamo visto nelle probabili formazioni della partita, e questo dovrebbe essere confermato giovedì sera. La stagione del ventisettenne di Torre Annunziata fino a questo momento è stata strabiliante: il bomber della Lazio ha già segnato 34 gol in 36 partite, in Europa League sono 6 in altrettante gare e con questi numeri è già stato sbriciolato il precedente primato, che era di 28 gol con la maglia del Pescara (tutti nel campionato di Serie B) e risalente al 2011-2012. Strana storia quella di un attaccante che dopo l’expolit della prima esperienza a Torino (22 gol in 33 partite di campionato) si era perso per strada, non riuscendo a tenere il livello nell’anno passato all’estero e diviso tra Borussia Dortmund e Siviglia (14 gol totali, in 49 apparizioni); arrivato alla Lazio è esploso, e oggi il suo ruolino di marcia parla di 60 reti in 77 partite ufficiali. In più quest’anno Immobile corre per la Scarpa d’Oro: la partita di giovedì a Kiev non conterà in tal senso, ma l’impresa serve per raccontare la decisività del giocatore: con 24 reti in Serie A il numero 17 biancoceleste condivide la prima posizione nella speciale classifica con tre mostri sacri come Leo Messi (Barcellona), Edinson Cavani (Francia) e Harry Kane (Tottenham). Altri giocatori possono inserirsi nella corsa (in ordine sparso: Mohamed Salah e Sergio Aguero, Luis Suarez e Cristiano Ronaldo, Robert Lewandowski), che Immobile sia al loro livello se non addirittura davanti è già un grande riconoscimento. (agg. di Claudio Franceschini)

IL CENTROCAMPO

Proseguendo lo studio delle probabili formazioni di Dinamo Kiev Lazio, parliamo del centrocampo e in particolare di un giocatore come Alessandro Murgia. Classe ’96, è uno degli innumerevoli prodotti del settore giovanile biancoceleste, un giocatore che Simone Inzaghi conosce molto bene per averlo allenato nella Under 19. Murgia con la Primavera ha vinto due volte la Coppa Italia e una la Supercoppa, ma già lo scorso anno è riuscito a mettere insieme 18 presenze con la prima squadra; quest’anno è partito alla grande segnando, in pieno recupero, il gol che ha consegnato alla Lazio la Supercoppa vinta contro la Juventus, e poi si è ripetuto nella prima partita di Europa League (contro il Vitesse) andando in rete nel suo esordio in campo internazionale. Gioca come mezzala, anche se può disimpegnarsi come regista; in Europa League Simone Inzaghi lo ha sempre schierato non rivedendo mai le sue scelte, sapendo di poter contare su un ragazzo che sa cosa significhi indossare questa maglia. In passato compagni di Primavera come Simone Palombi, Danilo Cataldi, Luca Crecco e Cristiano Lombardi avevano provato ad affacciarsi alla prima squadra; le loro fortune sono state alterne, c’è chi ha fatto meglio e chi ha fatto peggio e sicuramente tra tutti loro è Murgia quello che è emerso di più. Anche il prossimo anno il centrocampista dovrebbe essere confermato in prima squadra, ma intanto proverà a condurre la Lazio alla vittoria dell’Europa League. Dovesse arrivare, il numero 96 biancoceleste saprebbe di essere un grande fautore del successo internazionale. (agg. di Claudio Franceschini)

FOCUS IN DIFESA

Scandagliando le probabili formazioni di Dinamo Kiev Lazio, dobbiamo innanzitutto partire dalla difesa: questo è sicuramente il reparto nel quale i biancocelesti hanno la maggiore varietà di scelte. Anche al netto del problema muscolare occorso a Martin Caceres - acquisto di gennaio, dal Verona - le soluzioni sono molteplici: in questo c’è molto la mano di Simone Inzaghi che fin dall’anno scorso è riuscito a far crescere esponenzialmente due giocatori fisici e arcigni come Bastos e Wallace, che di fatto sono diventati titolari aggiunti, ma anche a convertire Patric - un esterno ai tempi del Barcellona - in un difensore in grado di agire in una linea a tre, quella su cui l’allenatore della Lazio ha sempre puntato. Il punto fermo inossidabile rimane Stefan De Vrij: purtroppo la Lazio lo perderà in estate a parametro zero visto il mancato accordo sul rinnovo del contratto, ma nelle quattro stagioni biancocelesti l’olandese ha saputo avere un rendimento sempre in ascesa fino a diventare uno dei migliori difensori nel panorama europeo. Stefan Radu è il grande veterano, arrivato a Formello nel 2008 e capace di giocare sia come terzino sinistro (ruolo naturale) che in un centrocampo a tre. Quest’anno invece il ventenne Luiz Felipe si è fatto notare alla grande: alla Lazio è arrivato nel 2016ma lo scorso anno è stato in prestito alla Salernitana. Ha giocato poco, ma tornato alla base è riuscito a diventare un elemento importante per la squadra, tanto che in alcune uscite Inzaghi lo ha schierato anche al fianco di De Vrij, del quale sembrava invece essere il sostituto ideale al centro dello schieramento. (agg. di Claudio Franceschini)

LE ULTIME NOTIZIE

Dinamo Kiev Lazio si gioca alle ore 19:00 di giovedì 15 marzo: è il ritorno degli ottavi di finale di Europa League 2017-2018. Per i biancocelesti c’è in palio la qualificazione ai quarti, che non è impossibile anche se si è complicata dopo la partita di andata: la scorsa settimana infatti è terminata 2-2 e la squadra di Simone Inzaghi ha così sprecato la possibilità di chiudere i conti o comunque presentarsi al NSK Olimpiyskiy con un risultato favorevole. Adesso per qualificarsi la Lazio dovrà vincere, a meno che non riesca a pareggiare segnando almeno tre gol; tuttavia i rapporti di forza ci parlano ancora dei biancocelesti come superiori, e dunque c’è ottimismo per questa sfida. Vediamo intanto in che modo le due squadre potrebbero presentarsi sul terreno di gioco giovedì sera, analizzando in maniera più approfondita le probabili formazioni di Dinamo Kiev Lazio.

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Dinamo Kiev Lazio sarà trasmessa soltanto sui canali della televisione satellitare a pagamento: dunque l’appuntamento con la diretta tv è su Sky Sport 1 e Sky Calcio 4 (qui con codice d’acquisto 414088 per chi non avesse sottoscritto il pacchetto Calcio) con la solita possibilità di assistere alla sfida di Europa League anche in diretta streaming video, attivando senza costi aggiuntivi l’applicazione Sky Go su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone.

PROBABILI FORMAZIONI DINAMO KIEV LAZIO

I DUBBI DI KHATSKEVICH

Tegola per la Dinamo Kiev, che dovrà giocare la partita di ritorno senza lo squalificato Garmash: sulla trequarti allora potrebbe agire Derlis Gonzalez, lasciato in panchina all’andata e pronto a essere impiegato alle spalle della prima punta. Che dovrebbe essere Junior Moraes, inspiegabilmente in panchina una settimana fa ma poi subentrato e autore del definitivo gol del 2-2, il suo settimo in questa Europa League. Il sacrificato per Aleksandr Khatskevich dovrebbe essere quindi Besiedin; a destra giocherà Tsygankov, l’uomo che aveva sbloccato la partita all’Olimpico; alle spalle di questi quattro giocatori offensivi (a sinistra ci sarà capitan Morozyuk), ecco la cerniera mediana che dovrebbe essere composta ancora da Shaparenko e Buyalsky. In difesa, a protezione del portiere Boyko, la coppia centrale che sarà formata da Burda e Kadar (ma occhio all’esperienza di Khacheridi, che potrebbe tornare utile giovedì sera) mentre sugli esterni i titolari dovrebbero essere senza troppi scossoni Kedziora (a destra) e Pivaric (a sinistra).

LE SCELTE DI INZAGHI

Simone Inzaghi dovrebbe presentare in campo una Lazio molto simile a quella vista una settimana fa: l’unico cambio potrebbe riguardare il settore di destra dove Marusic, che ha saltato le ultime due partite di campionato per squalifica, può prendere il posto di Basta. In difesa De Vrij verso la conferma: con lui dovrebbero giocare Wallace e Radu nella linea difensiva che si posizionerà davanti al portiere Strakosha. Solito centrocampo a cinque con la conferma di Lucas Leiva in posizione di playmaker, dovrebbe esserci anche Murgia secondo le solite scelte dell’allenatore per l’Europa League e a completare questo schieramento ecco Milinkovic-Savic, che domenica a Cagliari è partito dalla panchina, A sinistra Jordan Lukaku rimane favorito su Lulic; nel reparto offensivo invece dovrebbe essere ancora Felipe Anderson a fare coppia con Immobile, che cercherà anche di vincere la classifica cannonieri di questo torneo (e per farlo avrà bisogno di qualificarsi per i quarti).

PROBABILI FORMAZIONI DINAMO KIEV LAZIO: IL TABELLINO

DINAMO KIEV (4-2-3-1): 71 Boyko; 94 Kedziora, 26 Burda, 44 Kadar, 23 Pivaric; 29 Buyalski, 40 Shaparenko; 15 Tsygankov, 25 D. Gonzalez, 9 Morozyuk; 11 Junior Moraes

A disposizione: 72 Rudko, 34 Khacheridi, 42 Mykolenko, 8 Shepelev, 46 Alibekov, 41 Besiedin, 13 Khlyobas

Allenatore: Aleksandr Khatskevich

Squalificati: Garmash

Indisponibili: -

 

LAZIO (3-5-2): 1 Strakosha; 13 Wallace, 3 De Vrij, 26 Radu; 77 Marusic, 96 Murgia, 6 Lucas Leiva, 21 S. Milinkovic-Savic, 5 J. Lukaku; 10 Felipe Anderson, 17 Immobile

A disposizione: 23 Guerrieri, 4 Patric, 15 Bastos, 16 Parolo, 18 Luis Alberto, 7 Nani, 20 Caicedo

Allenatore: Simone Inzaghi

Squalificati: -

Indisponibili: D. Di Gennaro

© Riproduzione Riservata.