BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Diretta/ Indian Wells 2018 info streaming video e tv: Cirstea e Puig al secondo turno

Diretta Indian Wells 2018, info streaming video e tv: orario e risultato live. La seconda giornata nel torneo di tennis sancisce l'inizio del tabellone Atp, Federer il numero 1 del draw

Roger Federer si presenta a Indian Wells 2018 da campione in carica (Foto LaPresse)Roger Federer si presenta a Indian Wells 2018 da campione in carica (Foto LaPresse)

Nessun match tra quelli in programma nel torneo maschile di Indian Wells 2018 si è ancora concluso: siamo infatti al tie break del secondo set tra Julien Benneteau e Jeremy Chardy - l’avversario sfiderà Fabio Fognini al secondo turno - mentre è già 1-1 tra Taylor Fritz e Reilly Opelka nel derby americano. Dunque, dobbiamo andare al torneo femminile per trovare chi ha superato il primo turno: la veterana belga Yanina Wickmayer, arrivata dalle qualificazioni, si è liberata con un agile 6-3 6-2 della giovane Kayla Day, vittoria anche per l’oro olimpico Monica Puig che con il risultato di 6-3 7-6 ha eliminato la brasiliana Beatriz Haddad Maia. Vola al secondo turno anche Sorana Cirstea, che conferma un percorso di crescita già iniziato lo scorso anno: per la rumena convincente 6-2 6-3 in uno dei derby di giornata, quello contro Monica Niculescu che nelle qualificazioni aveva eliminato la nostra Roberta Vinci. In campo tante altre giocatrici: attenzione soprattutto ad Ekaterina Makarova, già semifinalista Slam (agli Us Open) impegnata contro un’altra esperta belga, ovvero Kirsten Flipkens. (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME SEGUIRE IL TORNEO

Sono due gli appuntamenti con la diretta tv di Indian Wells 2018. Il torneo Atp (maschile) è infatti su Sky Sport 2, che lo trasmetterà per i suoi abbonati con la possibilità di attivare la diretta streaming video senza costi aggiuntivi, grazie all’applicazione Sky Go. Per quanto riguarda il torneo Wta (femminile), dovete andare su SuperTennis: la web-tv federale è in chiaro per tutti al numero 64 del telecomando, ma chi dovesse essere già sul decoder satellitare potrà selezionare il canale 224. La diretta streaming video, per seguire gli incontri su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone, è garantita visitando il sito www.supertennis.tv.

INIZIANO I MATCH

Stanno finalmente per prendere il via i match al torneo Indian Wells 2018: i primi a scendere in campo per il primo turno Atp sono soprattutto Julien Benneteau e Jeremy Chardy, un derby francese che come abbiamo già detto ci interessa molto da vicino, perchè da questa sfida uscirà lo sfidante di Fabio Fognini. Il sanremese ancora una volta non è stato particolarmente fortunato nel sorteggio: vero che prima o poi per arrivare in fondo bisogna affrontare i big, ma certamente avere Roger Federer agli ottavi di finale riduce sensibilmente le possibilità di far registrare il miglior risultato nel Master 1000 del deserto della California. Fognini è, insieme a Thomas Fabbiano, l’unico rappresentante italiano nel tabellone: Matteo Berrettini è stato eliminato nelle qualificazioni, Paolo Lorenzi e Andreas Seppi hanno dato forfait e così la presenza azzurra a Indian Wells 2018 è ridottissima. Dovremmo sfogliare gli almanacchi, ma nel torneo femminile dovremo tornare indietro di parecchi anni per trovare l’ultima volta in cui nessuna azzurra è riuscita a prendersi il tabellone principale: Roberta Vinci ha perso la sfida decisiva contro Monica Niculescu, in precedenza era stata eliminata Francesca Schiavone. Tempi duri, ma teniamo botta nella speranza che le giovani - in particolare Deborah Chiesa, in grande spolvero un mese fa in Fed Cup - si facciano strada. Ora però diamo la parola ai vari campi, perchè finalmente si gioca! (agg. di Claudio Franceschini)

SHAPOVALOV SUBITO PROTAGONISTA

Nella giornata inaugurale del torneo Atp a Indian Wells 2018 troviamo in campo anche Denis Shapovalov. Giova ricordare che il canadese, che oggi affronta Ricardas Berankis, ha appena 18 anni: nato in Israele da genitori russi, ha scelto però la cittadinanza canadese e in questo Paese la madre gestisce un’accademia di tennis. Lo abbiamo visto protagonista alla Atp NextGen di Milano lo scorso autunno: nell’occasione Shapovalov non ha superato il primo turno, ma le sue doti tecniche sono state rivelate a tutti. Giocatore che chiaramente paga ancora un certo gap di esperienza rispetto ad altri, è mancino e dotato di grande visione di gioco: rispetto ad altri sa dove piazzare la palla e i colpi gli riescono con particolare efficacia. Nella sua giovanissima carriera ha già battuto Rafa Nadal - a Montréal - ed è entrato nei primi 50 della classifica mondiale; un predestinato e uno dei giocatori più giovani nel circuito Atp, sicuramente farà parlare di sè e intanto può già dire di aver giocato gli ottavi di uno Slam. E’ successo agli Us Open dello scorso settembre: nell’occasione ha eliminato Medvedev, Tsonga - senza lasciargli un solo set - ed Edmund prima di cadere contro Carreno Busta. Partiva dalle qualificazioni: oggi potrebbe già aspirare ad entrare nel seeding del Roland Garros, ma molto dipenderà anche da come giocherà a questo Indian Wells 2018. (agg. di Claudio Franceschini)

SHARAPOVA SUBITO ELIMINATA

Prosegue il torneo di Indian Wells 2018: oggi non ci sono italiani in gara, dovremo aspettare domani per assistere al match di Thomas Fabbiano che sfiderà l’americano Bradley Klahn, match che incrocia la testa di serie numero 8 Jack Sock al secondo turno. Intanto però le sorprese non sono mancate nel primo turno Wta: su tutte l’eliminazione di Maria Sharapova, che ha vinto questo torneo nel 2006 e nel 2013 giocando anche la finale del 2012 - persa contro Victoria Azarenka. La russa sta ancora lottando per tornare ai livelli di un tempo, ma si è dovuta arrendere alla promettente giapponese Naomi Osaka che, battendola 6-4 6-4, ha dimostrato ancora una volta di essere una giocatrice da tenere d’occhio non solo per il futuro ma anche per questo periodo. Ha vinto anche Belinda Bencic, che ha superato in rimonta Timea Babos: 1-6 6-1 7-6 il risultato a favore della svizzera, che al secondo turno se la vedrà con Jelena Ostapenko in una battaglia tra coetanee (entrambe sono del ’97). Prosegue invece il torneo di Samantha Stosur - 3-6 6-3 6-3 a Lauren Davis - mentre alla fine ha perso Shelby Rogers, che ha buttato via il suo incontro e si è fatta sorprendere dalla classe ’98 Caroline Dolehide (3-6 7-6 6-3), una giocatrice che ha vinto tre titoli ITF in carriera e che grazie a una wild card ha avuto la grande occasione di arrivare a questo torneo. Per ora ha sfruttato in pieno la concessione; nel secondo turno giocherà contro la testa di serie numero 30 Dominika Cibulkova. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE DEL TORNEO

Prosegue con la seconda giornata il torneo Indian Wells 2018: oggi finalmente vedremo anche il primo turno dell’Atp, che prende il via nella giornata di giovedì 8 marzo. Il “quinto Slam”, come è conosciuto tra addetti ai lavori, si gioca nel deserto della California, e rappresenta una sorta di spartiacque nella stagione: se gli Australian Open avevano fatto da ideale chiusura a un primo mese caratterizzato dagli appuntamenti oceanici (e in generale nella parte Orientale del mondo), da marzo il grande tennis torna in Occidente, prima con questo BNP Paribas Open nel deserto della California e subito a seguire con Miami, poi con tutta una serie di tornei che apriranno anche alla stagione sulla terra rossa e condurranno al Roland Garros. Indian Wells è sicuramente la tappa più affascinante: un Master 1000 per gli uomini e un Premier Mandatory per le donne, dopo gli Slam è certamente l’appuntamento più importante per tutti.

IL RITORNO DI FEDERER

Dopo il trionfo (il secondo consecutivo) al Melbourne Park, abbiamo avuto modo di seguire Roger Federer nell’ennesima, grande impresa: vincendo il titolo di Rotterdam lo svizzero è diventato il più anziano numero 1 del circuito Atp da quando esiste la classifica ufficiale, tornando in vetta a distanza di anni e riprendendosi quel posto da un Rafa Nadal che, purtroppo, è uno dei grandi assenti da questo Indian Wells. Non ci sono ormai più aggettivi per descrivere Federer che - ricordiamo - viaggia verso i 37 anni ma è ancora il più forte di tutti; certo si può dire che il suo ritorno al dominio sia coinciso con i crolli fisici dei Djokovic e dei Murray, assenti o lontani dalla condizione perfetta, ma certamente riuscire a vincere quasi ovunque si giochi a questa età, anche solo a livelli di stimoli non è affatto semplice. Già, le motivazioni: il fatto è che Federer si diverte, per cui se gli obiettivi specifici c’erano (tornare al numero 1 era uno di questi), adesso il Re è animato dalla pura voglia di scendere in campo e competere, e far vedere di essere ancora più bravo di tutti gli altri. Se perde si arrabbia: lo aveva fatto vedere agli Us Open. Questo è uno dei segreti: tenere sempre alta l’asticella, sono gli altri a dover minacciarne il regno.

ASSENTI ANNUNCIATI

Federer, come Fabio Fognini, esordirà al secondo turno: l’azzurro è testa di serie numero 16, e dunque ha il bye come esordio a Indian Wells 2018. Un torneo dal quale mancano in tanti, anzi troppi: ce la fa Novak Djokovic che però agli Australian Open ha fatto vedere di essere ancora poco competitivo, gli altri sono rimasti a casa. Rafa Nadal, come già detto, ha dato forfait ancora al torneo di Acapulco e si è poi trovato costretto a saltare anche il Sunshine Double; Andy Murray non gioca da un Wimbledon che, da campione in carica e padrone di casa, ha onorato in maniera eroica ma cadendo al primo avversario di vero livello, e poi non si è più visto con una racchetta in mano. A loro si aggiungono Stan Wawrinka e Jo-Wilfried Tsonga - uno che nei Master 1000 dà sempre filo da torcere - ma anche David Goffin: Milos Raonic è presente ma è testa di serie numero 32, Kei Nishikori sta lentamente provando a rientrare come grande protagonista ma, avendo avuto parecchi problemi al polso, non sarà subito una minaccia. Insomma: è davvero un periodo sfortunato per il tennis mondiale, buono perchè gli Alex Zverev e i Dominic Thiem - ma anche altri, come lo stesso Grigor Dimitrov - ne approfittino ma sicuramente anche privo di grandi protagonisti.

© Riproduzione Riservata.