BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Video/ Juventus-Sampdoria (3-0): highlights e gol della partita (Serie A 32^ giornata)

Video Juventus Sampdoria (risultato finale 3-0): gli highlights e i gol della partita. I bianconeri non sbagliano: Mandzukic, Howedes e Khedira sanciscono il tris contro i blucerchiati

Video Juventus Sampdoria, Serie A 32^ giornata (Foto LaPresse)Video Juventus Sampdoria, Serie A 32^ giornata (Foto LaPresse)

Juventus sempre più lanciata verso il 7^ scudetto consecutivo, a 6 giornate dal termine del campionato i bianconeri possono contare su 6 punti di vantaggio nei confronti del Napoli che a San Siro non è andato oltre lo 0-0 contro il Milan, mentre la squadra di Allegri non ha avuto problemi a regolare la Sampdoria per 3 a 0. Domenica prossima nello scontro diretto potrebbe arrivare il colpo di grazia che spegnerebbe una volta per tutte le residue speranze del gruppo di Sarri. Quello che sembrava un cattivo presagio, l'infortunio di Pjanic che ha dovuto alzare bandiera bianca poco prima dell'intervallo, si è invece rivelata la chiave di svolta del match, con l'ingresso di Douglas Costa che al primo pallone toccato ha letteralmente mandato in porta Mandzukic: l'attaccante croato non ha dovuto far altro che appoggiare la sfera in rete, con la complicità di Viviano che si era addormentato in mezzo ai pali e si è fatto sorprendere dal guizzo del numero 17 avversario. Nella ripresa la vecchia Signora ha legittimato il vantaggio con le reti di HowedesKhedira, anche il secondo e terzo gol porta la firma di Douglas Costa che ha letteralmente spaccato la partita con tre assist (roba che non si vede tutti i giorni). Il brasiliano avrebbe meritato il gol per la prestazione superlativa ma non è riuscito a inquadrare la porta a pochi passi da Viviano. Poco importa, per la Juve era importante fare risultato dopo la rocambolesca eliminazione per mano del Real Madrid e dell'arbitro Oliver che ha assegnato ai blancos un rigore (su cui possiamo discutere in eterno se ci fosse o meno) a tempo scaduto. Allegri non poteva ottenere reazione migliore da parte dei suoi uomini che nelle ultime 19 giornate di campionato hanno subito solamente 4 gol, a ennesima conferma che i campionati si vincono con le difese e non con gli attacchi devastanti. Nel dubbio, la Juve si conferma il miglior attacco della Serie A con 77 gol, scavalcando la Lazio: la differenza reti di +59 ribadisce (se ce ne fosse bisogno) la superiorità sempre più schiaccianti dei bianconeri in Italia che ancora non riescono a primeggiare in Europa, l'ultimo successo in Champions risale al 1996 nella finalissima di Roma contro l'Ajax vinta dopo i calci di rigore, da allora solamente grandi delusioni. Altra battuta d'arresto per la Sampdoria che resta al nono posto dietro l'Atalanta e con il Torino che si fa sempre più minaccioso alle spalle dei blucerchiati, protagonisti di uno strepitoso girone d'andata che poteva essere il preludio al ritorno in Europa, invece nella seconda parte di campionato è arrivato un brusco calo che ha allontanato la compagine di Giampaolo dalle posizioni di vertice della graduatoria.

LE DICHIARAZIONI

Breve dichiarazione flash di Douglas Costa al termine della gara: "Non sono l'unico ad aver giocato bene, anche i miei compagni sono stati protagonisti di un'ottima partita. Sono contento di aver dato una mano ai compagni, abbiamo dimostrato di metterci il cuore in campo, serviva una prestazione di forza e carattere dopo quanto accaduto mercoledì giusto contro il Real Madrid".

Il commento di Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus, ai microfoni di Sky Sport: "Per quanto riguarda la lucidità, i ragazzi sono stati molto bravi, non era facile mantenere il self-control dopo la gara di mercoledì, invece la prestazione è stata impeccabile sotto questo punto di vista. Ho già detto ai giocatori che il successo di oggi è merito di Pjanic che si è fatto male, altrimenti Douglas Costa non sarebbe mai entrato... Scherzi a parte, sapevamo che la Samp sarebbe partita fortissimo e abbiamo aspettato che i blucerchiati calassero per scatenarci. Sei punti di vantaggio non sono pochi ma non dobbiamo scomporci, mercoledì dobbiamo affrontare il Crotone che lotta per salvarsi e non ci farà sconti, da giovedì cominceremo a pensare al Napoli. La squadra ha chiuso in crescendo, a conferma che la condizione fisica generale è ottima".

Le parole di Marco Giampaolo, tecnico della Sampdoria: "Nel primo tempo abbiamo fatto anche ottime cose: non avevamo paura degli avversari ed eravamo anche riusciti ad alzare il baricentro. I dettagli a questi livelli fanno la differenza, quando un campione come Douglas Costa ti gioca contro puoi opporre ben poca resistenza. A Torino abbiamo provato a giocarcela cercando di strappare più punti possibili, fino allo 0-0 la partita è stata piuttosto equilibrata, dopo il gol di Mandzukic sono cominciati i dolori e non abbiamo saputo più ricompattarci, eravamo troppo scollacciati in mezzo al campo. La Juve avrebbe vinto comunque, l'unica cosa su cui potevamo fare un po' meglio era tenere aperta la partita più a lungo. Fondamentale recuperare energie in vista del turno infrasettimanale".

JUVENTUS SAMPDORIA, GOL E HIGHLIGHTS: IL VIDEO DELLA PARTITA

© Riproduzione Riservata.