BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Buffon, addio alla Juventus, ma il futuro resta incerto/ E se affrontasse la Signora in Champions?

Gigi Buffon, conferenza stampa in diretta: addio alla Juventus. Dove andrà? Attenzione all’ipotesi PSG, con Gigio Donnarumma. Il portiere si commuove anche con un piccolo tifoso...

Gigi Buffon durante la conferenza stampa di addio - YoutubeGigi Buffon durante la conferenza stampa di addio - Youtube

E’ ancora da scrivere l’ultimo capitolo della storia firmata Gigi Buffon. Lascerà la Juventus con la partita di sabato sera contro l’Hellas Verona, ma non è da escludere possa giocare altrove, ovviamente all’estero. Molto caldeggiata nelle ultime ore l’ipotesi Paris Saint Germain, con cui l’ormai ex capitano bianconero giocherebbe la Champions League 2018-2019. In molti quindi si domandano cosa potrebbe succedere se l’anno prossimo San Gigi dovesse trovare proprio la Vecchia Signora come avversario nella coppa “dalle grandi orecchie”. E’ il caso ad esempio del noto giornalista e opinionista Alberto Cerruti, che attraverso i microfoni di Tuttomercatoweb spiega: «Ha capito che alla Juventus non c’è più posto e quindi sta cercando un altro club. Mi chiedo cosa succederà se si troverà in Champions contro la Juventus…». Una domanda legittima anche se la risposta appare scontata: essendo un grande professionista, Gigi Buffon rispetterà i propri avversari, ancor di più per ovvi motivi, ma nel contempo, cercherà di batterli, per alzare al cielo quel trofeo che sogna fin da bambino. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

MOGGI: "BUFFON SARA' IL MIO EREDE"

Si chiude l’era in bianconero di Gigi Buffon, ma si apre un nuovo capitolo della strepitosa carriera dell’estremo difensore numero uno al mondo. Difficile capire dove giocherà la prossima stagione il portierone juventino, visto che sono molte le voci, alcune incontrollate, di queste ultime ore. C’è anche chi è convinto che alla fine Buffon possa appendere realmente i guantoni al chiodo, per iniziare una nuova carriera da dirigente. Di questo secondo parere è Luciano Moggi, ex storico direttore generale della Vecchia Signora, che attraverso le colonne di Libero ha scritto: «Ora Buffon smette e il suo immediato futuro è nei vertici della società bianconera. Il carisma acquisito nel tempo e la credibilità indiscussa nello spogliatoio lo faranno diventare sicuramente un grande dirigente, anche perché è un grande intenditore di calcio. Ha davanti una brillante carriera e alla Juve potrà essere un nuovo Moggi, con la prospettiva di diventare anche vicepresidente. Più avanti, se servisse l’uomo giusto in Figc, Gigi avrebbe tutti i requisiti per far rinascere il calcio italiano». (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

IL PICCOLO TIFOSO COMMUOVE BUFFON

Nel giorno in cui ha dato l'addio alla Juventus, Gianluigi Buffon è stato ospite di una scuola primaria di Cuneo per la cerimonia di consegna de “Il mio diario” agli studenti, cioè l'agenda scolastica voluta dalla Polizia di Stato per educare i ragazzi a temi come il rispetto delle regole, della sicurezza in rete e del vivere civile. Alla presenza del capo della Polizia Franco Gabrielli, un piccolo fan ha chiesto alla madrina Elisa Isoardi di poter fare una domanda al capitano della Juventus. «Abbiamo saputo che sabato sarà la tua ultima partita con la maglia della Juventus e volevo dirti che mi dispiace tanto», gli ha detto il piccolo alunno. E Buffon, visibilmente commosso, ha rassicurato il giovane supporter: «Non devi essere triste, al mio posto ci sarà un portiere bravo almeno quanto me». Poi ha proseguito: «Non devi essere triste anche perché sono felice per tutti questi anni con la Juventus». Clicca qui per il video del siparietto col piccolo tifoso. (agg. di Silvana Palazzo)

DOVE ANDRÀ? IN FRANCIA SICURI: PSG IN CONTATTO

L'unica cosa certa riguardo il futuro di Gianluigi Buffon è che lascerà la Juventus. Il portiere potrebbe rimandare invece il ritiro, quindi giocare altrove. Ma dove? Non in Italia, impossibile che approdi in Argentina, nonostante l'ex compagno di squadra Carlos Tevez abbia provato a convincerlo a raggiungerlo al Boca Juniors per provare a vincere la Coppa Libertadores. Buffon potrebbe restare in Europa: sono quattro le squadre che potrebbero tentarlo. La più accreditata è il Paris St Germain. Fonti francesi - da Canal+ a InfoSport e Le Parisien - segnalano primi contatti tra Buffon e il club di Nasser Al Khelaifi, con la possibile offerta di un contratto biennale. Reduce da una stagione flop in Europa, il Psg cerca un'estremo difensore all'altezza, visto che Trapp non si è dimostrato tale, e ha già manifestato l'intenzione di andar via in estate, e Areola non ha offerto prestazioni rassicuranti. (agg. di Silvana Palazzo)

IL BORUSSIA MONCHENGLADBACH LO CHIAMA: “VIENI DA NOI”

Proseguono i saluti a Gigi Buffon, dopo che lo stesso portierone della Juventus ha annunciato il suo addio al club bianconero. Moltissimi coloro che hanno dedicato un pensiero all’ormai ex capitano della Vecchia Signora, fra cui quello simpatico del Borussia Monchengladbach. Poco tempo fa lo stesso Buffon aveva espresso la propria simpatia nei confronti della società tedesca, e oggi gli stessi tedeschi hanno colto la palla al balzo, chiamando via Twitter il 40enne estremo difensore: è stata infatti pubblicata una foto di Buffon con la sciarpa del Borussia, con la scritta bianca su fondo nero “A german team”. La squadra di Monchegladbach ha quindi commentato: "Ultima partita con la Juventus, huh". Sicuramente a Gigi Buffon sarà scappato un sorriso dopo aver visto questo tweet, ma dubitiamo che la proposta della compagine tedesca possa essere così stimolante per il numero uno bianconero. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

IL SALUTO DELL'AMICO CASILLAS

Avversari in campo, ma con il rispetto che ha contraddistinto le loro carriere. Iker Casillas e Gianluigi Buffon si sono riabbracciati, ma virtualmente. L'ex portiere del Real Madrid ha scritto infatti un messaggio su Twitter al capitano della Juventus nel giorno in cui quest'ultimo ha annunciato l'addio al club bianconero. «Ti auguro il meglio nella prossima fase che inizia per te. Ti meriti il meglio, amico mio». Ma anche i compagni di squadra di Buffon hanno seguito la conferenza stampa in diretta. L'erede della fascia di capitano, Giorgio Chiellini, era in prima fila, gli altri giocatori invece erano a casa ad ascoltare le parole del portiere. Miralem Pjanic e Claudio Marchisio ad esempio hanno realizzato delle Instagram Stories per documentare il momento di grande commozione. «Unico», scrive il centrocampista bosniaco. «Grande Capitano», gli fa eco il Principino. Al coro si è unito Mattia De Sciglio: «Grazie per tutto capitano». (agg. di Silvana Palazzo)

LA JUVENTUS OMAGGIA BUFFON CON UN VIDEO COMMOVENTE

Gianluigi Buffon dice addio alla Juventus in una conferenza stampa emozionante, ma lo è anche il video che ha realizzato il club bianconero per ringraziarlo. «Nessuno difenderà la nostra maglia come te. Nessuno parerà l'impossibile come te. Nessuno sarà come te», il messaggio della Juventus nella clip diffusa anche sui social. Oltre due minuti di video che racchiudono alcune delle tantissime parate del portiere e ripercorre la sua storia. Uno dei tanti modi per rendere omaggio al campione e all'uomo che ha annunciato il suo addio al club che lo ha consacrato. «Non possiamo che dirti una sola parola, Capitano. GRAZIE». Ma il video si conclude con una parola che racchiude l'essenza di Buffon e che diventa tra l'altro un hashtag di tendenza: #Un1co. Solo su Twitter oltre 5mila persone stanno parlando parlando del video. Una cosa è certa: Buffon resterà sempre il numero 1. Clicca qui per vedere il video. (agg. di Silvana Palazzo)

“OLIVER? HO ESAGERATO, SE LO INCONTRO LO ABBRACCIO”

Durante la lunga conferenza stampa in cui Gianluigi Buffon ha dato il suo addio alla Juventus e alla Nazionale, il portiere è tornato sulla sfida di Champions League con il Real Madrid e sull'espulsione che potrebbe costargli una squalifica. Consapevole che potrebbe esserci per le dichiarazioni post-partita, Buffon ha spiegato: «Credo che in campo l'arbitro abbia decretato un'espulsione per la quale ancora oggi non riesco a capire la ragione». Per il capitano bianconero anche la stampa avrebbe dovuto concentrarsi «di più su un'azione che non trova un riscontro coerente», anziché focalizzarsi sulle sue dichiarazioni. Ma Buffon è senza dubbio convinto di aver esagerato con le dichiarazioni rilasciate dopo il match del Bernabeu: «È evidente che abbia trasceso, di quello ne sono estremamente dispiaciuto perché in 23 anni di Champions non sono stato né espulso e né mai squalificato, quindi penso di aver sempre avuto una condotta educata e sportiva con tutti». Una situazione particolare che lo ha portato a dire a caldo quelle cose, ma nessun rancore per l'arbitro Oliver. «Se avessi incontrato l'arbitro qualche giorno dopo lo avrei abbracciato perché non porto rancore però gli avrei detto che poteva andarci più piano, quello si». (agg. di Silvana Palazzo)

LA PROSSIMA SETTIMANA IL FUTURO

Si chiuderà sabato la carriera nella Juventus di Gigi Buffon. Lo ha annunciato lo stesso capitano bianconero, in lacrime, durante la conferenza stampa conclusasi poco fa. Contro l’Hellas Verona si chiuderà quindi il ciclo bianconero di San Gigi, ma lo stesso potrebbe continuare a giocare. Ha delle proposte interessanti, ha spiegato il capitano uscente della Vecchia Signora, sia dentro che fuori dal campo, e la prossima settimana, dopo attenta riflessione, deciderà il da farsi. Chiusa la sua avventura anche con la nazionale italiana: «Se Buffon era un problema tre mesi fa, figuriamoci adesso - dice Gigi - diventerebbe complicato gestirla e voglio tenermene lontano perché non penso di meritarmelo. E poi l'Italia ha grandi e giovani portieri che è giusto facciano le loro esperienze. Quindi non vestirò la maglia azzurra per la sfida con l'Olanda». Da più parti si parla di un’idea Paris Saint Germain, ma non sono da escludere altre offerte dall’estero, come ad esempio il Real Madrid, che ha attualmente in rosa Navas e Casilla, tutt’altro che fenomeni. C’è quindi il Liverpool, che è un’altra opzione da non scartare, e attenzione anche al Bayern Monaco, magari in una staffetta con Neuer, le cui condizioni fisiche non sono ancora al top. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

"HO RICEVUTO PROPOSTE STIMOLANTI"

Prosegue la conferenza stampa di Gigi Buffon. Il portiere della Juventus ha voluto annunciare il suo addio ai colori bianconeri, ma la sua esperienza sul rettangolo di gioco potrebbe proseguire altrove. E’ stato infatti lo stesso calciatore di Massa ad ammettere: «Fino a 15 giorni fa era risaputo che avrei smesso di giocare, adesso sono arrivata delle proposte e delle sfide stimolanti sia in campo che fuori dal campo e la più importante fuori dal campo me l'ha fatta pervenire proprio Andrea». Buffon ammette che si prenderà un attimo di pausa, e la prossima settimana, dopo attente riflessioni, deciderà cosa fare: «Prenderò la decisione definitiva e certa che alla fine sarà quella di seguire ciò che urla la mia indole e la mia natura». Fra le certezze, oltre all’addio alla porta della Juventus, anche quello alla nazionale italiana: «Non se ne parla per l'Italia – dice perentorio Buffon - ci poteva essere un ritorno al Parma, ma sono cose romanzate, ma niente di più». Il neo-ct Mancini aveva spiegato di voler colloquiare con Buffon per capire meglio il futuro dello stesso, ma a questo punto, non sembra esservi nulla di cui discutere. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

"SABATO LA MIA ULTIMA CON LA JUVE"

E’ iniziata puntuale attorno alle ore 11:30 la conferenza stampa di Gianluigi Buffon, per fare chiarezza sul suo futuro. Dopo l’introduzione del presidente Agnelli, ha preso la parola lo stesso capitano della Juventus, che ha ammesso che quella di sabato contro l’Hellas Verona all’Allianz Stadium sarà la sua ultima partita nelle vesti di portiere bianconero. «Sabato sarà la mia ultima partita con la Juventus – dice - e credo che sia il modo migliore per finire questa avventura». Come ha più volte spiegato in passato, Buffon temeva di arrivare a fine carriera a pezzi, ma tale paura non si è materializzata: «Posso dire che non è cosi – ha proseguito Buffon - e sono orgoglioso di aver potuto esprimere il mio meglio in campo. Per me questa è la più grande gratificazione. Non è così scontato per uno sportivo». Un finale di carriera ad alto livello, merito della stessa compagine torinese: «Grazie alla Juventus, nel 2001 hanno preso un talento straordinario e se ora è diventato un campione è perche la Juve ha fatto sì che accadesse. Se a 40 anni sono ancora qui è solo merito della mentalità Juve. Questa filosofia l'ho fatta mia e la userò anche in futuro nel post calcio se dovesse servire». (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

IPOTESI PSG

Alle ore 11:30 di oggi, si terrà la conferenza stampa di Gigi Buffon. L’estremo difensore, capitano della Juventus e della Nazionale italiana, potrebbe comunicare il suo addio ai bianconeri, ma bisognerà capire se si tratterà di un ritiro definitivo dai campi da gioco o meno. Del resto, il Buffon dell’ultimo periodo, è apparso tutt’altro che un giocatore a fine carriera, senza dubbio ancora fra i migliori in assoluto nel suo ruolo, se non il numero uno al mondo. La Juventus sembrerebbe però aver deciso di voler affidare la casacca da titolare a Szczesny, reduce da una stagione positiva, e di conseguenza Gigi Buffon potrebbe essere costretto a cercarsi una nuova sistemazione. Impossibile vedere il portiere 40enne in un altro top club italiano, mentre la chiusura della carriera all’estero è uno scenario tutt’altro che da escludere. Varie sono a riguardo le ipotesi circolanti nelle ultime ore, a cominciare dal Paris Saint Germain, che con Areola e Trapp non ha di certo la porta blindata, e che potrebbe puntare appunto su Buffon, magari affiancato da Donnarumma. Uno scenario decisamente suggestivo, due portieri che si conoscono molto bene e che potrebbero “staffettare” per tutta la prossima stagione, fino al ritiro definitivo di Gigi e all’investitura da titolare dell’attuale giovane guardiano di casa Milan. Siamo comunque nel campo delle ipotesi, e a questo punto non ci resta che aspettare un’oretta per scoprire cos’avrà da comunicarci Buffon. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

COSA FARA' GIGI?

La conferenza stampa di giovedì sicuramente chiarirà i progetti futuri di Gigi Buffon. Si potrebbe arrivare all'annuncio del ritiro di quello che è stato uno dei più importanti interpreti del ruolo del portiere nella storia del calcio, o alla comunicazione, sorprendente (ma non troppo), dell'intenzione di continuare almeno un altro anno. E in questa decisione, più che la voglia di tentare un ultimo assalto a quella Champions League mai vinta né con la maglia del Parma negli anni d'oro dell'era Tanzi, né con la maglia della Juventus (nonostante tre finali perse), ci sarebbe lo zampino del nuovo Commissario Tecnico dell'Italia, Roberto Mancini. Non è un mistero che Buffon vorrebbe scrivere altri capitoli in azzurro, successivi a quelli della bruciante eliminazione dai prossimi Mondiali in Russia. Mancini ha aperto alla sua permanenza in Nazionale, e potrebbe, se il fisico lo sorreggerà, mantenere Buffon fino all'appuntamento dei prossimi Europei che si giocheranno anche in Italia. (agg. di Fabio Belli)

LA SORELLA VERONICA ALIMENTA LE SPERANZE

La sorella di Gianluigi Buffon alimenta il sogno dei tifosi della Juventus di vedere il calciatore continuare ancora un anno con la maglia bianconera sulle spalle. Proprio a ventiquattro ore dalla conferenza stampa già annunciata dalla squadra sette volte Campione d'Italia ha parlato Veronica Buffon che a Tuttosport ha sottolineato: "Sinceramente vedo Gigi Buffon ancora sul campo, non mi sembra un calciatore sul viale del tramonto. Io erao una pallanuotista e avevo mille motivi di smettere a 27 anni, invece mi chiedo quale sia la ragione per cui debba farlo Buffon. Ha 40 anni, e allora? Parliamo del portiere protagonista del settimo Scudetto consecutivo vinto dalla Juventus e della quarta Coppa Italia di fila. In Champions League al Bernabeu è stato fantastico. Gigi Buffon è un patrimonio dell'Unesco e fidatevi di me che ho praticato sport ad alto livello, a San Siro al minuto 86 vinci grazie agli uomi e non grazie ai campioni". Parole che potrebbero spiegare un'eventuale sorpresa con Gigi Buffon che potrebbe quindi anche decidere di continuare.

DOMANI LA CONFERENZA STAMPA D'ADDIO?

Gigi Buffon e la Juventus hanno annunciato che domani mattina ci sarà una conferenza stampa tenuta proprio dal capitano bianconero. Al momento non è stato chiarito cosa dirà l'estremo portiere dei sette volte campioni d'Italia che veste la maglia del club allenato da Massimiliano Allegri dal 2001. In molti però sono sicuri che questa servirà per annunciare l'addio al calcio giocato di quello che dal 2006 a oggi è stato il capitano della Nazionale, per poi ovviamente anche svelare quale sarà il suo futuro. Su questo si sono sbilanciati in diversi, sottolineando come probabilmente Gigi Buffon non continuerà con la maglia della Juventus neanche da dietro la scrivania, ma come sembra ancora più probabile l'ipotesi che il portiere diventi un membro dello staff di Roberto Mancini nuovo commissario tecnico della nazionale azzurra.

IL VIDEO TRIBUTO DELLA JUVENTUS A BUFFON

© Riproduzione Riservata.