BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

DIRETTA / Venezia Pescara (risultato finale 0-0) streaming video e tv: Pescara salvo! Venezia ai playoff

Diretta Venezia Pescara info streaming video e tv: probabili formazioni, quote, orario e risultato live al Penzo nella 42^ giornata di Serie B (oggi 18 maggio)

Diretta Venezia Pescara (LaPresse)Diretta Venezia Pescara (LaPresse)

DIRETTA VENEZIA PESCARA (RISULTATO LIVE 0-0): FINE GARA

Venezia ancora in spinta: Zigoni prova a tenere alto il pallone per far salire la sua squadra, ma la difesa del Pescara chiude. Doppia sostituzione effettuata al 67esimo dai lagunari: escono Zigoni e Firenze, entrano Littieri e Fabiano. La gara continua a non decollare. Il ritmo del match è basso e anche i nuovi ingressi non sembrano aver avuto effetto. Tra le fila degli abruzzesi esce anche Capone, rilevato da Campagnaro. Poco dopo dentro Falco per Mancuso. Intanto Litteri va vicino al gol. Cross di Geijo per la deviazione dell'ex Cittadella, bravissimo Fiorillo a deviare in calcio d'angolo. Venezia all'attacco: Garofalo calcia da corner, il pallone resta in area, c'è Stulac pronto a concludere a rete, ma la difesa del Pescara si salva. Negli ultimi minuti il Venezia ci prova, il Pescara si difende con ordine.

ESPULSO INZAGHI

I due tecnici non hanno effettuato cambi durante l'intervallo. Il Venezia manovra, il Pescara si difende in modo ordinato. Al 50esimo Valzania viene ammonito per fallo su Geijo. Il Venezia prova ad attaccare: Garofalo sulla sinistra prova a saltare Fiamozzi ma sbaglia e il pallone termina a lato. Possesso palla del Venezia, ma non c'è il cambio di passo. Il Pescara, fin qui, non ha corso particolari pericoli. Ci prova il Venezia: Domizzi lancia lungo dalla difesa, Geijo si trova a tu per tu con Fiorillo, ma tutto inutile per una segnalazione di fuorigioco. Il Venezia continua a spingere, ma senza fretta. Il ritmo della gara continua ad essere basso. Ammonito nel frattempo Frey. Successivamente l'arbitro Serra espelle Inzaghi per proteste.

FINE PRIMO TEMPO

Attento Andelkovic in chiusura difensiva. Riparte il Venezia. Il Pescara fa girare il pallone, ma senza tanta qualità negli ultimi 20 metri. Il ritmo della gara, adesso, è meno intenso. Il Venezia chiude bene i varchi, il Pescara si accontenta. Tentativo di Coulibaly. Conclusione da fuori area del centrocampista, Audero non si fa sorprendere e para il tiro del centrocampista degli ospiti. Valzania cerca Capone sulla trequarti, ma l'esterno non trova lo spazio per concludere a rete. Riparte il Venezia. Altra conclusione di Falzerano, questa volta di sinistro, pallone che viene facilmente fermato da Fiorillo. Bel numero di Pettinari che elude la marcatura di Modolo e conclude verso Audero: palla che termina a lato. Nel finale di primo tempo la traversa nega la gioia del vantaggio a Stulac. Piazzato del numero 5 su azione di calcio d'angolo, Fiorillo battuto, ma palla che sbatte sul legno e poi finisce sul fondo.
  

VENEZIA IN PRESSIONE

Inzaghi schiera il Venezia con il consueto 3-5-2. Tra i pali Audero, in difesa Andelkovic, Modolo e Domizzi. A centrocampo da destra verso sinistra Frey, Falzerano, Stulac, Firenze e Garofalo. In avanti Zigoni e Geijo. Pillon replica con il 4-3-3. In porta Fiorillo, difesa con Fiamozzi, Gravillon, Perrotta e Crescenzi. In mediana Coulibaly, Machin e Valzania mentre in attacco ecco Mancuso, Pettinari e Capone. Il Pescara ci prova subito, ma il destro di Fiamozzi viene parato senza problemi da Audero. Attacca il Venezia con la conclusione di Geijo che viene murata dalla difesa, sulla ribattuta c'è Garofalo il cui tiro viene nuovamente respinto dalla difesa del Pescara. Ancora i padroni di casa. Bella palla difesa da Zigoni, scarico all'indietro per Geijo: tiro che viene parato in due tempi da Fiorillo. Buon ritmo al Penzo. Il Venezia attacca, ma non si scompone in difesa. Il Pescara si difende con ordine.

LE FORMAZIONI UFFICIALI

Venezia-Pescara sta finalmente cominciare: la squadra di mister Filippo Inzaghi è migliore in fase realizzativa (56 gol vs 50) e come numero di conclusioni (482 vs 481). Allo stesso modo, i contrasti danno ragione ai veneti (558 vs 519). Gli abruzzesi si fanno invece preferire nella trama di gioco (16.589 vs 18.663 passaggi). Entrambe le squadre hanno rimediato 5 espulsioni, ma il Pescara ha all'attivo un numero maggiori di cartellini gialli (66 vs 91). Con 12 vittorie, 5 pareggi e 3 ko davanti al proprio pubblico, il Venezia si appresta ad affrontare in casa il Pescara, che fuori casa ha subito 9 sconfitte, con 4 vittorie e 7 pareggi. Un Venezia che vuole blindare la sua quinta posizione nei playoff innanzitutto, per poi andare a caccia di una storica terza promozione consecutiva e del ritorno in Serie A: allora vediamo subito quali sono le formazioni ufficiali che scendono in campo al Penzo, poi sarà il tempo di vivere pienamente questa Venezia Pescara! VENEZIA: Audero; Andelkovic, Modolo, Domizzi; Frey, Falzerano, Stulac, Firenze, Garofalo; Zigoni, Geijo. Allenatore: Filippo Inzaghi. PESCARA: Fiorillo; Fiamozzi, Gravillon, Perrotta, Crescenzi; Machin, Valzania, Coulibaly; Capone, Pettinari, Mancuso. Allenatore: Giuseppe Pillon. (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Venezia Pescara sarà visibile in diretta tv esclusivamente sui canali della televisione satellitare, dal momento che solo Sky detiene i diritti per trasmettere le partite del campionato cadetto. La copertura della partita sarà dunque garantita su Sky Calcio 5, inoltre per gli abbonati sarà possibile seguire la partita dello stadio Penzo anche in diretta streaming video, attivando su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone l’applicazione Sky Go, che non comporta costi aggiuntivi.

TESTA A TESTA

Sfida ad alta tensione quella tra Venezia e Pescara con i padroni di casa che devono difendere la quinta posizione in vista dei play off sperando magari di scalare posizioni in caso di un passo falso del Palermo, il Pescara potrebbe invece essere condannato ai play out in caso di sconfitta e vittorie contemporanee di Avellino e Ascoli. I padroni di casa, dopo cinque vittorie di fila, sono caduti pesantemente a Cremona, mentre il Pescara potrebbe pagare seriamente l'ultima sconfitta in casa con l'Ascoli. Dando uno sguardo agli ultimi cinque precedenti assoluti tra le due compagini il Venezia ha vinto una volta contro le due vittorie del Pescara e due pareggi. (agg. Umberto Tessier)

PROTAGONISTI

Il Venezia deve riscattare l'incredibile tonfo in casa della Cremonese dove ha subito ben cinque reti. Il Pescara si sta giocando ancora la salvezza in una sfida che si preannuncia infuocata. La compagine guidata da Filippo Inzaghi si affida a Gianluca Litteri, sette reti, per piegare gli abruzzesi. Il classe 94' Leo Stulac, sei reti e quattro assist, è la vera sorpresa stagionale dei lagunari mentre Davide Marsura può continuare a stupire. Il Pescara, in grandissima difficoltà, punterà tutto su Stefano Pettinari, bomber calato tantissimo nella seconda parte di campionato. Leonardo Mancuso e il classe 96' Luca Valzania, possono essere armi decisive per centrare un obiettivo che si è maledettamente complicato. (agg. Umberto Tessier)

L'ARBITRO

Venezia-Pescara si gioca tra poche ore: come abbiamo ricordato, è diretta dall’arbitro Marco Serra che appartiene alla sezione AIA di Torino. Gli assistenti di linea saranno Grossi e Pagliardini, quarto uomo Sozza. Marco Serra ha all'attivo 17 direzioni in Serie B, per un totale di 66 cartellini gialli e due rossi. Nel corso di questa stagione Serra ha incrociato il Venezia soltanto una volta, a fine marzo nella sconfitta sul campo del Frosinone: partita che i lagunari stavano vincendo, e che se condotta in porto avrebbe portato la squadra ad un passo dalla promozione diretta in Serie A. Con il Pescara invece i precedenti sono due, ed entrambi in casa: a metà settembre un 2-2 contro la Virtus Entella, a metà marzo la sconfitta interna subita dal Carpi, quando in panchina c’era Massimo Epifani che da poco aveva sostituito l’esonerato Zdenek Zeman - aveva già perso nettamente contro il Parma pochi giorni prima, 1-4. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE DEL MATCH

Venezia Pescara sarà diretta dall’arbitro Serra; la partita della 42^ giornata di Serie B si gioca oggi, venerdì 18 maggio, in contemporanea a tutti gli altri incontri di questo ultimo turno del campionato cadetto alle ore 20.30 presso lo stadio Penzo del capoluogo veneto. La partita sarà importante per entrambe le compagini: il Venezia è quinto con 66 punti ed è già certo di un posto ai playoff, traguardo notevole per una squadra neopromossa. Tuttavia la posizione esatta dei lagunari nella griglia degli spareggi promozione va ancora definita e questo è un dettaglio che potrebbe avere grandissima importanza, dunque il Venezia sicuramente andrà alla ricerca della vittoria. Dall’altra parte però la posta in palio potrebbe essere fondamentale anche per il Pescara, che è ad un passo dalla salvezza, che però non è ancora del tutto certa. Basterebbe un pareggio per essere tranquilli, ma in caso di sconfitta potrebbero scattare scomodi calcoli su classifiche avulse e confronti di scontri diretti.

PROBABILI FORMAZIONI VENEZIA PESCARA

Andiamo adesso a leggere le probabili formazioni di Venezia Pescara. Cominciando dai padroni di casa, il mister Simone Inzaghi dovrebbe schierare il Venezia secondo il modulo 3-5-2: Audero in porta; retroguardia a tre composta da Cernuti, Domizzi e Modolo; nel folto centrocampo a cinque dei lagunari ecco da destra a sinistra Bruscagin, Falzerano, Stulac, Suciu e Garofalo; infine il tandem d’attacco formato da Zigoni e Marsura. Per il Pescara di Giuseppe Pillon ecco invece il 4-3-3: Fiorillo fra i pali; Fiamozzi terzino destro, Gravillon e Bovo difensori centrali, Crescenzi a sinistra; Machin, Falco e Valzania a comporre il terzetto di centrocampo, mentre nel tridente d’attacco dovremmo vedere Mancuso, Pettinari e Capone.

QUOTE E PRONOSTICO

Pronostico favorevole ai padroni di casa per questa partita fra Venezia e Pescara, almeno secondo le quote che ci vengono proposte in merito dall’agenzia di scommesse sportive Snai. Il segno 1 che indica naturalmente una vittoria casalinga del Venezia infatti pagherebbe 2,75 volte la posta in palio, mentre la quota è decisamente più alta per la vittoria esterna del Pescara, visto che il segno 2 raggiunge la quota di 5,25. Curiosamente però è il pareggio l’esito considerato più probabile e con una quota insolitamente bassa per il segno X, che per la sfida del Penzo infatti è proposto a 1,83.

© Riproduzione Riservata.