BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

PAGELLE/ Russia Arabia Saudita (5-0): i voti. Cherchesov VS Pizzi (Mondiali 2018 gruppo A)

Le pagelle di Russia Arabia Saudita 5-0: i voti con i migliori e i peggiori della partita inaugurale dei Mondiali 2018 di Russia. Netto predominio dei padroni di casa alla Luzhniki Arena.

Pagelle Russia Arabia Saudita, Mondiali 2018 gruppo A (Foto LaPresse)Pagelle Russia Arabia Saudita, Mondiali 2018 gruppo A (Foto LaPresse)

Nelle pagelle fissate dalla nostra redazione al triplice fischio finale del match tra Russia e Arabia saudita, partita inaugurale dei Mondiali 2018 di Russia, ovviamente non sono mancati anche i voti per i rispettivi tecnici, ieri in campo. Alla Luzhniki Arena infatti sia Cherchesov che Pizzi quindi non sono sfuggiti ai nostri giudizi anche se va detto che i voti rimediati son diametralmente opposti. Da una parte ecco il ct della Russia, che come il resto della sua squadra, ha ricevuto ben un 7: dalla sua non solo il risultato sul tabellone ma pure una prestazione imponente da parte dei suoi. Decisive le sue mosse dalla panchina: due giocatori entrasti a match in corso e tre gol. Affatto positivo il voto in pagella del tecnico della Arabia Saudita Pizzi, che ha rimediato appena un 5 scarso. Benchè certo la formazione araba non abbia chissà quali ambizioni per questa edizione della competizione iridata, di certo ci si aspettava una maggior condizione e convinzione. (agg Michela Colombo)

OCCHIO A GOLOVIN

Tra gli osservati speciali della sfida inaugurale dei Mondiali di Calcio in Russia, c'era il talento dei padroni di casa, Golovin. Uno dei giocatori ad avere maggior mercato in questa sessione estiva e sul quale, secondo insistenti rumors, si sono posati anche gli occhi della Juventus. E Golovin sembra aver risposto nella maniera migliore agli aspettativi, fornendo due assist per i gol di Gazinskiy e Dzyuba e, soprattutto, deliziando nel finale il pubblico dello stadio Luzniki di Mosca con una magistrale punizione a fil di palo, che ha fissato il risultato sul 5-0 finale. Una prestazione che potrebbe portare i bianconeri a chiudere al più presto l'affare: una situazione che potrebbe dunque regalare un rinforzo per Allegri quasi a sorpresa, considerando che in molti avevano espresso perplessità che per ora Golovin ha spazzato via con una eccellente prestazione. (agg. di Fabio Belli)

CINQUINA DEI PADRONI DI CASA

La Russia demolisce l’Arabia Saudita: nell’esordio dei Mondiali 2018 al Luzhniky la nazionale di casa si impone con un netto 5-0. A dire il vero due dei cinque gol arrivano nel recupero del secondo tempo, ma è un dettaglio: la differenza tra le due nazionali oggi in campo è stata davvero netta, l’Arabia Saudita ha fatto davvero poco per cambiare il corso di una sfida indirizzata già nel primo tempo e poi chiusa definitivamente nella ripresa. Ecco adesso le pagelle della partita del gruppo A, con i voti a tutti i protagonisti della sfida. VOTO RUSSIA 7 Qualcosa da rivedere e sicuramente in attesa di avversari più tosti, ma la squadra c’è: la solidità difensiva può essere la chiave, in attacco ci sono giocatori che possono fare la differenza ma bisogna limitare qualche svolazzo di troppo. VOTO ARABIA SAUDITA 4 Non era nemmeno partita male, ma si è sciolta nel secondo tempo: crollo inaccettabile a questi livelli, praticamente nulla nei 20 metri offensivi nonostante qualche buon presupposto. Serve maggiore concretezza in tutti i reparti. VOTO ARBITRO (NESTOR PITANA) 6,5 La prima con la Var è… senza Var, nessun episodio dubbio ma bravo anche il fischietto argentino a far scorrere il match ed evitare di spezzettarlo inutilmente.

LE PAGELLE DELLA RUSSIA

AKINFEEV SV Impossibile giudicarlo: mai impegnato, tocca il pallone solo perchè gli viene passato dai compagni per alleggerire la manovra.

MARIO FERNANDES 6,5 La Russia attacca spesso sulla sua fascia e lui cresce con il passare dei minuti: il gol di Dzyuba nasce da un suo duetto con Golovin, spinge tanto ma sa anche difendere.

IGNASHEVICH 7 Avevamo raccontato di un avvio timido e impacciato: da lì non sbaglia più nulla, giganteggia e infonde sicurezza a tutto il reparto con la sua esperienza.

KUTEPOV 6,5 Anche lui fa ampiamente il suo senza mai tremare: chiaramente, e vale per tutta la linea, lo aspettiamo a compiti più ostici (leggi Suarez e Cavani, ma anche Salah se ce la farà).

ZHIRKOV 6 Compitino da parte del veterano: sempre presente ma mai con gli acuti cui ci aveva abituati. Era in campo anche agli Europei 2008, quelli della semifinale: gli anni passano per tutti.

GAZINSKIY 7,5 Che bella sorpresa: sblocca la partita con un colpo di testa, sfiora il bis nel finale, in mezzo al campo recupera su tutto e tutti e non si stanca mai. Può essere il segreto di questa Russia.

ZOBNIN 7 Mezzo voto in meno, ma siamo ai dettagli. Rispetto al compagno di reparto mette più qualità ma sa anche darle e prenderle, suo l’assist per il primo gol di Cheryshev.

SAMEDOV 6 Parte bene ed è il più ispirato dei suoi, con il tempo però la sua spinta cala e infatti Cherchesov lo sostituisce prima che arrivi la metà del secondo tempo.

(64’ KUZYAEV 6 Entra per fare legna, non si mette in grande luce ma nemmeno combina danni. Sufficiente)

DZAGOEV 6 Sfortunato: si rompe dopo appena 24 minuti, e adesso bisognerà valutare se il suo Mondiale potrà proseguire.

(24’ CHERYSHEV 7,5 Entra a freddo, segna il raddoppio nel finale di primo tempo e si inventa la doppietta stupenda nel finale. A volte egoista, non lo fosse non avrebbe timbrato due volte)

GOLOVIN 7 Manda in gol Gazinskiy e Dzyuba, nel finale timbra su punizione con la complicità del portiere. La Juventus ci ha visto lungo? Da valutare con altri avversari, la classe c’è.

SMOLOV 5,5 Si sbatte tanto, combina poco: compito ingrato quello del centravanti boa, fa tantissimo movimento ma la lucidità per fare la giocata non è quella delle migliori giornate.

(70’ DZYUBA 7,5 Una manciata di secondi per entrare, segnare il 3-0 e fornire l’assist a Cheryshev. Anni fa era la grande speranza russa, arrivato alla soglia dei 30 anni può ancora dare tanto)

ALL. CHERCHESOV 7 Manda in campo due giocatori dalla panchina e questi segnano tre gol: meglio di così… imposta una Russia coriacea e attenta, ma davanti con altri avversari bisognerà fare di più.

LE PAGELLE DELL’ARABIA SAUDITA

AL-MAYOUF 4,5 Rovina la sua prestazione muovendosi come un bradipo sulla prevedibile punizione di Golovin, in precedenza due buoni interventi ma anche una mezza papera sventata dai compagni.

AL-BURAYK 5 Inizio incoraggiante, crollato con tutta la squadra quando c’era invece bisogno di alzare il ritmo.

OSAMA HAWSAWI 5,5 Nel primo tempo l’intervento su Golovin in area è da difensore top, ma soffre tantissimo le palle alte e naufraga insieme agli altri.

OMAR HAWSAWI 5,5 Stesso voto, stesso giudizio: chiude alla grande nella ripresa, ma il gioco aereo dell’Arabia Saudita in area di rigore è un pianto.

AL-SHAHRANI 6 Dura un tempo, ma quel che fa vedere nei 45 minuti iniziali è ottimo: tanta spinta e cross di qualità. Poi Mario Fernandes e Golovin lo travolgono.

AL-FARAJ 4,5 Dovrebbe essere il metronomo della squadra: a sua discolpa si mette sempre in visione dei compagni, ma sbaglia tantissimo e la velocità non è il suo piatto forte.

AL-SHEHRI 6 Anche lui era partito alla grande, con personalità e velocità; è anche stato l’ultimo ad arrendersi, se non altro non era in campo in occasione degli ultimi due gol.

(73’ BAHBRI SV Entra appena incassata la terza rete, commette un paio di falli, prova a rendersi utile ma il suo cameo di fatto non è giudicabile)

ATEEF 4,5 Uno dei peggiori dei suoi, anche perchè ci si aspettava molto da lui: lo si nota invece solo per i palloni persi a metà campo, gli è mancato davvero tutto oggi.

(64’ AL-MUWALLAD 4 Scompare tra i giganti della difesa russa, il cambio offensivo di Pizzi decisamente non funziona)

AL-JASSIM 4 La sua partita è tutta riassunta nel pallone sul quale non riesce ad arrivare a due passi dalla porta: avrebbe potuto cambiare la storia del pomeriggio, rimarrà un rimpianto.

AL-DAWSARI 5 Ci ha provato nel primo tempo rivelandosi tra i più mobili, di fatto è rimasto negli spogliatoi dopo l'intervallo perchè nessuno l’ha più visto.

AL-SAHLAWI 4 Disastroso. Anticipato bene da Kutepov nel primo tempo, ha perso ogni singolo duello con i difensori russi e non ha mai creato un singolo presupposto per mettersi in evidenza.

(84’ ASIRI SV Sei minuti e spiccioli per dire di aver esordito ai Mondiali: visto l’Al-Sahlawi di oggi, forse contro l’Uruguay lo vedremo per molto più tempo)

ALL. PIZZI 5 Non ha colpe particolari, anzi ci aveva anche provato con un cambio offensivo; se però una squadra esce così dagli spogliatoi, anche se è l’Arabia Saudita, qualcosa da rivedere c’è.

LE PAGELLE DEL PRIMO TEMPO

La Russia è in vantaggio 2-0 sull’Arabia Saudita al termine del primo tempo, nella partita inaugurale dei Mondiali 2018: decidono i gol di Yuri Gazinskiy al 12’ e di Denis Cheryshev al 43’, andiamo allora a vedere le pagelle di questa prima frazione. Russia davvero compatta in difesa: lo stesso Gazinskiy (6,5) in gol con un colpo di testa su cross di Golovin (6,5) fa legna in mezzo al campo mentre alle sue spalle Kutepov (6,5) rimedia a qualche sbandamento di Ignashevich (5,5) che non ha più lo scatto dei giorni migliori. L’Arabia Saudita se l’è giocata: benissimo sulla corsia destra un attivo Al-Shehri (7), peperino che ha messo più di una volta in difficoltà la retroguardia avversaria, mobile anche l’attaccante Al-Shalawi (6) che ha provato a proporsi anche se gli è mancato il guizzo giusto. Sua però l’occasione migliore, con un colpo di testa che Kutepov ha deviato in angolo appena prima della metà del tempo.

RUSSIA ARABIA SAUDITA: I VOTI DEL PRIMO TEMPO

VOTO RUSSIA 6,5 Attenta dietro, compatta e capace di non dare spazi agli avversari. Davanti bene, ma manca un po’ di imprecisione ai 16 metri e il killer instinct delle grandi. MIGLIORE RUSSIA: ZOBNIN 7 Non solo l’intelligente assist per il raddoppio: in mezzo domina lui, recupera palla e fa ripartire l’azione. PEGGIORE RUSSIA: SMOLOV 5,5 Corre e si impegna, ma la prende raramente. Centravanti boa, utile per aprire spazi ma poco lucido. VOTO ARABIA SAUDITA 6 Non demerita, fa la sua partita e si difende senza troppi affanni. Troppo poco però in attacco, e un paio di distrazioni costate carissimo. MIGLIORE ARABIA SAUDITA: AL-SHAHRANI 6,5 Corre tantissimo a sinistra, spesso su quella corsia è l’uomo più avanzato e mette anche cross interessanti. PEGGIORE ARABIA SAUDITA: ATEEF 5 In mezzo al campo non si vede mai, dovrebbe unire i reparti ma corre spesso a vuoto e non è nel vivo dell’azione.

© Riproduzione Riservata.