BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

PROBABILI FORMAZIONI/ Russia Egitto: quote, le ultime novità live. Il bomber a sorpresa (Mondiali 2018)

Probabili formazioni Russia Egitto: quote, le ultime novità live su moduli e titolari per la partita del girone A dei Mondiali 2018 (oggi 19 giugno)

Probabili formazioni Russia Egitto (LaPresse)Probabili formazioni Russia Egitto (LaPresse)

Segnare una doppietta nella prima partita della tua vita in un Mondiale è una bella soddisfazione, a maggior ragione se si tratta del match inaugurale e se avevi iniziato in panchina quell’incontro. Ecco perché nelle probabili formazioni di Russia Egitto è inevitabile ora spendere qualche parola in più su Denis Cheryshev, che contro l’Arabia Saudita giovedì ha segnato una doppietta pur entrando dopo circa 25 minuti al posto dell’infortunato Dzagoev, diventando l’eroe di tutta la Russia. Cheryshev oggi dovrebbe naturalmente essere titolare, una grande soddisfazione per un giocatore che ha vissuto praticamente tutta la carriera lontano da casa dal momento che già nel 2008, ad appena 18 anni, faceva parte della squadra B del Real Madrid. Di certo è più piacevole la fama che si ottiene con una doppietta mondiale più di quella conquistata come motivo della squalifica dalla Coppa del Re del Real Madrid, dovuta al fatto di avere giocato una partita pur essendo squalificato ancora dalla stagione precedente, come a Cheryshev era successo nel 2015… (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

L'ORIUNDO E IL VETERANO

Spendiamo qualche parola in più nelle probabili formazioni di Russia Egitto per la difesa russa e in particolare per due elementi della retroguardia dei padroni di casa. Il primo è Mario Fernandes: non ci vuole molto a capire che le origini del terzino non sono esattamente russe; si tratta di un brasiliano arrivato a Mosca nel 2012 per giocare nel Cska, da cui non si è più mosso; di conseguenza il 13 luglio 2016 è diventato cittadino russo e, avendo in precedenza giocato solo un’amichevole con il Brasile, accetta la convocazione con l’obiettivo proprio di arrivare a giocare questi Mondiali 2018 in “casa”, per lui naturalmente tra virgolette. Il veterano invece è naturalmente Sergej Ignashevich, nato a Mosca il 14 luglio 1979, ancora in piena epoca sovietica. Di Fernandes è compagno di squadra, dal momento che fin dal lontano 2003 milita proprio nel Cska Mosca e in Nazionale vanta la bellezza di 123 presenze, record per un giocatore russo. Ignashevich ha già partecipato agli Europei 2008, 2012 e 2016 e ai Mondiali 2014 prima di questa seconda esperienza iridata alla bella età di 39 anni. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

IL GRANDE RIENTRO

Pur mantenendo una certa cautela, è chiaro che la presenza di Mohamed Salah è una notizia fondamentale per le probabili formazioni di Russia Egitto. Il giocatore del Liverpool è a dir poco decisivo per le sorti della Nazionale allenata da Hector Cuper, come è normale che sia per chi con i Reds ha segnato 32 gol in Premier League e 11 in Champions League nella stagione appena conclusa. Proprio l’infortunio subito nella finale di Champions ha gettato nel panico l’intero Egitto oltre ai tifosi del Liverpool. Salah aveva tentato il recupero in tempi record già per la prima partita, poi persa venerdì scorso contro l’Uruguay, che però l’ex Roma e Fiorentina ha dovuto guardare dalla partita. Quattro giorni dopo sembra essere finalmente arrivato il momento di scendere in campo, anche perché questa potrebbe già essere l’ultima spiaggia per l’Egitto. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

INFO E ORARIO

Russia Egitto si gioca a San Pietroburgo: le due formazioni scenderanno in campo alle ore 20.00 italiane di questa sera, martedì 19 giugno. Si tratta del secondo impegno ai Mondiali 2018 per queste due squadre del girone A, le prime a tornare in campo dopo il debutto di settimana scorsa. La Russia potrebbe già blindare un posto negli ottavi di finale spinta dal pubblico di casa, per l’Egitto una seconda sconfitta sarebbe deleteria. La partita dunque si annuncia stuzzicante, andiamo a vedere in che modo le due formazioni potrebbero disporsi sul terreno di gioco dello stadio che normalmente ospita lo Zenit, analizzando in maniera più approfondita le probabili formazioni di Russia Egitto.

QUOTE E PRONOSTICO

Il pronostico di Russia Egitto pende dalla parte dei padroni di casa: le quote previste dall’agenzia di scommesse sportive Snai parlano in tal senso, in particolare dopo i risultati al debutto. Il segno 1 che indica naturalmente una vittoria della Russia è infatti quotato a 2,15, il che identifica come favorito il Paese ospitante; si sale poi già per il pareggio, dal momento che un intrigante segno X è proposto alla quota di 3,20; se poi voleste puntare su un successo da parte dell’Egitto, ecco che il segno 2 vi ripagherebbe 3,85 volte la posta in palio.

PROBABILI FORMAZIONI RUSSIA EGITTO

LE MOSSE DI CHERCHESOV

Squadra che vince 5-0 non si cambia, questa è la logica base di partenza da cui dovrebbe muoversi il commissario tecnico Stanislav Cherchesov, con un’altrettanta logica eccezione dovuta a Cheryshev, che era entrato a partita in corso al posto dell’infortunato Dzagoev e aveva poi segnato ben due gol all’Arabia Saudita. Ecco dunque che Cherchesov dovrebbe puntare sul modulo 4-2-3-1 con Akinfeev in porta; terzino destro Mario Fernandes, difensori centrali Ignashevich e Kutepov, a sinistra Zhirkov; in mediana la coppia formata da Gazinsky e Zobnin; sulla linea della trequarti ecco Samedov, Golovin e appunto Cheryshev alle spalle della prima punta Smolov.

LE SCELTE DI CUPER

Per Hector Cuper e per tutto l’Egitto la buona notizia è che questa sera dovremmo assistere al ritorno in campo di Mohamed Salah, giocatore evidentemente fondamentale per le sorti della Nazionale egiziana in questi Mondiali in cui i Faraoni sono tornati a disputare la fase finale dopo 28 anni d’assenza. Anche per l’Egitto il modulo dovrebbe essere il 4-2-3-1, con probabili titolari El Shenawy in porta; retroguardia a quattro con Fathy, Gabr, Hegazy e Abdel-Shafi da destra a sinistra; Hamed ed Elneny a formare la coppia di mediani e poi appunto Salah, Elsaid e Trezeguet da destra a sinistra sulla linea della trequarti, in appoggio alla prima punta Mohsen.

IL TABELLINO

RUSSIA (4-2-3-1): Akinfeev; Mario Fernandes, Ignashevich, Kutepov, Zhirkov; Gazinsky, Zobnin; Samedov, Golovin, Cheryshev; Smolov. Allenatore: Stanislav Cherchesov.

EGITTO (4-2-3-1): El Shenawy; Fathy, Gabr, Hegazy, Abdel-Shafi; Hamed, Elneny; Salah, Elsaid, Trezeguet; Mohsen. Allenatore: Hector Cuper.

© Riproduzione Riservata.