BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

DIRETTA/ Juventus Brondby (risultato finale 2-2) streaming video e tv: rimedia Bonansea! (donne)

Diretta Juventus Brondby donne, streaming video e tv: probabili formazioni, orario e risultato live della partita di Champions League femminile andata dei sedicesimi ed esordio bianconero

Diretta Juventus Brondby, Women Champions League (da Twitter @JuventusFCWomen)Diretta Juventus Brondby, Women Champions League (da Twitter @JuventusFCWomen)

DIRETTA JUVENTUS BRONDBY (2-2): LE SVEDESI LA RIBALTANO MA BONANSEA PAREGGIA

A inizio ripresa ci riprova Cernoia dalla distanza ma il suo tiro viene deviato dalla difesa danese. Sulla respinta Galli anticipa tutte ma la sua conclusione non crea problemi al portiere avversario. Bianconere vicine al raddoppio al 49esimo. Bonansea, sempre, va via sulla sinistra e ritarda un po’ troppo la rifinitura per l’accorrente Girelli, tentando un tiro cross che attraversa tutta l’area di rigore rivale senza però trovare la deviazione di nessuna delle proprie compagne. Poco dopo è il Brondby a sfiorare il pareggio. La solita Gejl va via sulla sinistra, seminando il panico nella retroguardia juventina. Il suo cross trova Christiansen, che da due passi spreca clamorosamente. La rete del pari arriva al 58esimo. Gol di Sorensen. L’attaccante danese libera di colpire di testa a centro area supera Giuliani che stavolta non può nulla. Primo cambio per la Juventus: fuori Sikora, dentro Aluko. Guarino vuol dare maggior efficacia al proprio attacco e passa ad un 4-3-3. Primo cambio pure per il Brondby: fuori Ahtinen, dentro Oling. Al 72esimo si ribalta il risultato. Brondby in vantaggio. Su un cross basso dalla destra, movimento perfetto a tagliare l’area di Christiansen che supera Giuliani: 2-1 per le danesi. Vecchia Signora che spinge in cerca del gol del nuovo vantaggio. Gama prova la conclusione ma la difesa danese chiude bene sul capitano bianconero. Altro cambio tra le fila del Brondby: dentro Lindhart, fuori Gejl. La Juve trova il pari all'82esimo. Cernoia sfiora il 2-2 per un intervento miracoloso di Abel ma sulla respinta c’è Bonansea che con un destro implacabile non dà scampo all’estremo difensore avversario. Al 93esimo la Juve va vicina al sorpasso. Aluko ci prova con una conclusione dal limite e la palla sfiora la traversa di Abel. L’attaccante bianconero chiede il corner insistentemente, rimediando l’ammonizione.

AL 43' LA SBLOCCA BONANSEA

Juventus in campo con il 4-3-3. In porta Giuliani, linea difensiva con Hyyrynen, Gama, Salvai e Boattin. In mezzo al campo Sikora, Ekroth e Galli mentre in attacco troviamo Bonansea, Girelli e Cernoia. Il Brøndby replica invece con il 4-4-2. Tra i pali Abel, in difesa Henriksen, Karlsen, Sevecke e Sorensen. A centrocampo da destra verso sinistra ecco Athinen, Winter, Tavlo-Petersson e Gejl. In avanti Christiansen e Svava. Squadre che si confrontano subito a viso aperto con grande ardore in mezzo al campo. Partita spezzettata in queste prime battute ed è Boattin a commettere fallo su Henriksen sull’out destro d’attacco del Brøndby. Svava conquista un corner grazie ad un’ottima azione personale ma sul tiro della bandierina calciato dalla stessa giocatrice, Salvai svetta su tutte e allontana la minaccia. Al 17esimo Girelli cerca di trovare la compagna di reparto Bonansea in profondità, ma il pallone termina a lato. Troppo lungo il lancio della n.10 bianconera. La Juve non gestisce bene un pallone in uscita e il Brondby prova ad approfittarne, ma il traversone di Geji non trova nessuna delle sue compagne ed il pallone è preda facile di Giuliani. Poco dopo Sorensen prova a sfruttare un errore in disimpegno Gama  ma Salvai è puntuale in chiusura, rendendosi protagonista di un preziosismo di tacco per  anticipare l’avversaria. Occasione Juve al 40esimo. Grande conclusione da fuori area di Cristiana Girelli che trova una deviazione della difesa avversaria e la traiettoria per poco non si infila in rete. Poco dopo si sblocca il risultato e la Juve passa in vantaggio. Ci pensa Bonansea. Fa tutto lei e con un sinistro micidiale trova l’angolino su cui Abel non può nulla. Eccezionale l’attaccante bianconera.

FORMAZIONI UFFICIALI!

Juventus Brondby sta per cominciare, e dunque siamo pronti a vivere l’esordio bianconero nella Women Champions League: esordio che non avverrà per Martina Rosucci, centrocampista della Juventus e della Nazionale che ha riportato la rottura del legamento crociato nel corso di un’amichevole contro l’Orobica. Operata lo scorso giovedì, per lei è iniziata la lunga fase di riabilitazione: tornerà in campo presumibilmente non prima di marzo, con il rischio di saltare tutta la stagione. Una perdita importante per le bianconere: l’anno scorso ha segnato 5 gol nelle 26 partite giocate ma soprattutto è stata una delle fedelissime di Rita Guarino, giocando come playmaker basso o mezzala di inserimento. Cristiana Girelli le ha dedicato l’ultimo gol in nazionale, il rigore contro il Belgio: a tale proposito, la Rosucci potrebbe tornare in tempo per i Mondiali della prossima estate, o almeno quello è certamente l’obiettivo. Adesso non ci resta che metterci comodi, leggere le formazioni ufficiali e lasciar parlare il campo: la partita di Women Champions League Juventus Brondby prende finalmente il via! JUVENTUS (4-3-3): 1 Giuliani; 2 Hyyrynen, 3 Gama, 23 Salvai, 13 Boattin; 25 Sikora, 19 Ekroth, 4 Galli; 11 Bonansea, 10 Girelli, 7 Cernoia. Allenatore: Rita Guarino BRONDBY (4-3-3): 1 Abel; 8 Henriksen, 4 Sevecke, 13 Karlsen, 12 Svava; 9 N. Christiansen, 17 Tavlo-Petersson, 10 L. Kristiansen; 2 Ahtinen, 16 N. Sorensen, 22 Gejl. Allenatore: Per Nielsen (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Juventus Brondby, salvo variazioni di palinsesto, non sarà trasmessa in diretta tv; la partita però dovrebbe essere disponibile in diretta streaming video su Juventus Tv, che da quest'anno è solo online e necessiterà dunque di apparecchi mobili come PC, tablet e smartphone. Ricordiamo anche che le informazioni utili sulla squadra bianconera potranno essere trovate sulle pagine ufficiali che la società mette a disposizione sui social network. In particolare la Juventus femminile ha un account interamente dedicato su Twitter, lo troverete digitando l’indirizzo @JuventusFCWomen.

I VOLTI NUOVI IN BIANCONERO

In Juventus Brondby vedremo anche l’esordio ufficiale di alcune giocatrici che sono arrivate in estate a rinforzare una rosa già altamente competitiva, che come detto costituisce l’ossatura della nazionale italiana. La prima a essere presentata è stata Eniola Aluko: inglese di origine nigeriana, per sei anni ha militato nel Chelsea vincendo tre campionati e quattro coppe, con 32 gol in 73 partite e contribuendo anche ai successi dei tre leoni. E’ connazionale Lianne Sanderson, centrocampista offensivo che può giocare anche in attacco: per lei una carriera spesa tra tante squadre di club, ultima delle quali i Western New York Flash nel campionato americano, dove aveva militato anche con la maglia degli Orlando Pride (squadra nella quale milita attualmente Alex Morgan, una delle migliori calciatrici al mondo). Aleskandra Sikora è una polacca di 27 anni che lo scorso anno ha perso lo scudetto contro la Juventus, visto che giocava nel Brescia; per lei una sola stagione con le Rondinelle - è un difensore centrale o centrocampista difensivo - mentre sono cinque quelle di Cristiana Girelli, 114 reti in 157 partite con il Brescia e con 18 titoli nazionali, 6 dei quali con il Bardolino Verona. E’ lei certamente il grande acquisto dell’estate juventina. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

Juventus Brondby, che sarà diretta dall’arbitro russo Anastasia Pustovoitova, va in scena mercoledì 12 settembre alle ore 19:30 e, presso lo stadio Silvio Piola di Novara, vale per l’andata dei sedicesimi della Women Champions League 2018-2019. Per la Juventus femminile questo è un giorno a suo modo storico: l’esordio nella massima competizione continentale, in quello che è solo il secondo anno della sua nascita. Dopo lo scudetto dunque ecco un’altra possibilità di lasciare un segno: non sarà facile perchè il Brondby, nonostante i risultati internazionali non siano eccelsi, ha decisamente più esperienza del gruppo bianconero, che però ha altre carte da giocarsi e dovrà essere bravo a far valere il fattore campo.

RISULTATI E PRECEDENTI

Gran parte della rosa della Juventus femminile compone la nazionale che, agli ordini di Milena Bertolini, ha conquistato la qualificazione ai Mondiali 2019 e tornerà a giocare la fase finale di una Coppa del Mondo dopo 20 anni; da questo punto di vista le ragazze di Rita Guarino hanno l’esperienza giusta per superare questo turno. Una squadra nata lo scorso anno, che ha attinto molto dal vincente Brescia (oggi sparito, e acquisito ufficialmente dal Milan) e che ha subito messo le cose in chiaro in Italia, andando a vincere lo scudetto proprio nello spareggio contro le Rondinelle; come detto il Brondby parte probabilmente favorito, perchè gioca in Champions League per il nono anno consecutivo e in un paio di occasioni ha anche raggiunto i quarti di finale, dimostrandosi dunque una formazione che ha tutte le carte in regola per fare strada. Come detto sarà importante provare a vincere in casa, magari con uno scarto importante che costringa le danesi a segnare più gol nella sfida di ritorno.

PROBABILI FORMAZIONI JUVENTUS BRONDBY

Per larga parte, la Juventus femminile ricalca la formazione dell’Italia; Rita Guarino gioca con un 4-2-3-1 nel quale Laura Giuliani è il portiere, Gama e Salvai le due centrali e i terzini che sono la finlandese Hyyrynen e Lisa Boattin. In mediana agiscono Galli e Sikora; davanti a loro, come trequartisti, dovremmo vedere Valentina Cernoia da una parte e Barbara Bonansea dall’altra, da valutare chi tra Girelli e Eniola Aluko, arrivata dal Chelsea, sarà la prima punta ma è comunque possibile che giochino entrambe, in alternativa Lianne Sanderson può agire alle spalle del centravanti aprendo dunque il ballottaggio tra l’attaccante della nazionale italiana e l’inglese.

© Riproduzione Riservata.