BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

DIRETTA / Italia Belgio (risultato finale 3-0): Ivan Zaytsev, capitano decisivo (Mondiali volley 2018)

Diretta Italia Belgio, risultato finale 3-0: la nostra nazionale vince anche la seconda partita ai Mondiali volley 2018, strepitoso Ivan Zaytsev e fantastica prestazione al servizio

Diretta Italia Belgio - LaPresse (repertorio)Diretta Italia Belgio - LaPresse (repertorio)

Italia Belgio 3-0 è stata la seconda vittoria consecutiva degli azzurri ai Mondiali di pallavolo, che sono dunque iniziati nel miglior modo possibile per la nostra Nazionale di volley. Tutti hanno fatto benissimo per ottenere questo successo contro una formazione di ottimo livello, tuttavia a livello individuale spiccano i 20 punti di Ivan Zaytsev, il capitano che è stato il più cercato dai giornalisti in zona mista al termine della partita. Un dato su tutti per Zaytsev: 88% in attacco, con 15 su 17. la gioia del capitano è evidente: "Questa è stata una bellissima partita. Siamo riusciti a mettere in pratica quello che ci eravamo detti nello spogliatoio, mettere sotto pressione il Belgio con il ritmo alto. Il risultato parla chiaro. Siamo entrati in campo sul pezzo, concentrati a dovere, ma non possiamo permetterci di rilassarci e gongolare troppo. Sono tutte gare difficili e non possiamo fermarci". (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

PROSSIMO AVVERSARIO L'ARGENTINA

Archiviata la pratica Belgio, l'Italia sfiderà ora l'Argentina nel proseguimento del suo cammino Mondiale. Il 3-0 ai Diavoli Rossi, che a loro volta avevano piegato in precedenza i sudamericani allenati da una vecchia conoscenza del volley italiano come Julio Velasco, rappresenta di sicuro un risultato incoraggiante in un cammino comunque ancora ricco di insidie. L'Italia ora dovrà tornare in campo sabato 15 settembre alle ore 21.15 per affrontare l'Albiceleste di Julio Velasco in una partita che potrebbe essere strategicamente fondamentale per la qualificazione e soprattutto per il primo posto nel girone. Superando l'ostacolo argentino, l'Italia infatti avrebbe poi un compito relativamente facile contro quella che viene considerata la cenerentola del girone, la Repubblica Dominicana, centrando un potenziale filotto di vittorie che renderebbe meno ostico l'impegno finale della prima fase contro la quotata Slovenia. (agg. di Fabio Belli)

DIRETTA ITALIA BELGIO (3-0): 25-20, 25-17, 25-16

Italia Belgio 3-0: la nostra nazionale vince anche la seconda partita ai Mondiali volley 2018, battendo i Diavoli Rossi con i parziali di 25-20, 25-17, 25-16 e volando a 6 punti nella classifica del gruppo A. L’Italia scatta bene nel terzo set, cavalca la verve di Pippo Lanza e Andrea Anastasi deve chiamare timeout nelle prime battute (6-3) per provare ad arginare la nostra nazionale. Con Daniele Mazzone arriviamo al primo timeout tecnico avanti 8-4; con il quarto ace di Ivan Zaytsev e altri due attacchi dello Zar allunghiamo ulteriormente. Il Belgio chiama il numero di Hendrik Tuerlinckx per provare a ricucire e l’opposto belga non sbaglia un pallone, ma Pieter Verhees manda lungo il servizio; due errori del Belgio fanno arrabbiare Anastasi che cambia praticamente tutto il sestetto, e con l’errore in battuta di Stijn D’Hulst si arriva al 16-9 per il secondo timeout tecnico. Altro allungo con Mazzone e il quinto ace di uno scatenato Zaytsev, assoluto MVP della partita, e l’Italia è sul 18-11; Osmany Juantorena che si era un po’ perso per strada conferma il +7 che ci tiene tranquilli, nel Belgio Tuerlinckx è il giocatore più continuo ed è devastante in attacco. E’ con Simone Giannelli che arriva l’ennesimo ace, il servizio questa sera è stato un’arma fantastica per gli azzurri e ce ne sono due in serie per il palleggiatore; a chiudere è un grande Anzani. (agg. di Claudio Franceschini)

DIRETTA ITALIA BELGIO (2-0): 25-20, 25-17

Italia Belgio 2-0: anche il secondo set è azzurro, con il risultato di 25-17. Al Nelson Mandela Forum gli azzurri sentono la tensione e vanno ancora sotto, ma poi sfruttano qualche errore degli avversari, vincono ancora un challenge (fallo di piede in battuta) e con il ritorno a punto di Osmany Juantorena allungano a 8-6 per arrivare al primo timeout tecnico. Zaytsev è indemoniato e arriva in doppia cifra, il Belgio però si dimostra squadra tignosa e sempre in partita, non molla di un centimetro e rimane attaccato al punteggio. Una serie di tre punti consecutivi sul servizio di Juantorena ci fa allungare, poi è lo stesso italo-cubano a sbagliare la battuta ma ci pensa subito Zaytsev (14-10) assistito dall’ace di Simone Anzani, sempre più dentro la partita (in precedenza un muro granitico) e dal muro di Daniele Mazzone con il quale andiamo al secondo timeout tecnico sul 16-10. Con due ace consecutivi dello Zar l’Italia vola sul +8, tocca quota 20 con il primo tempo di Mazzone e fa entrare Gabriele Nelli, sul cui servizio Simone Giannelli inchioda il ventiduesimo punto. A chiudere il set pensano Anzani e l'ace di Juantorena: la vittoria si avvicina, ma non dobbiamo dare nulla per scontato. (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV, COME SEGUIRE IL MATCH

Ricordiamo a tutti gli appassionati che in occasione dell’edizione casalinga dei Mondiali 2018 di volley maschile tutte le partite degli azzurri saranno visibili in diretta tv su Rai Due, dando così alla nostra Nazionale la platea della televisione generalista. Proprio per questo motivo tra l’altro Italia-Belgio si giocherà con inizio alle ore 21.15, al termine del telegiornale della seconda rete Rai. Ci sarà anche la diretta streaming video della partita, disponibile gratuitamente per tutti tramite il sito o l’applicazione di Rai Play.

ITALIA BELGIO, STREAMING VIDEO SU RAI DUE

DIRETTA ITALIA BELGIO (1-0): 25-20

Italia Belgio 1-0: gli azzurri partono bene a Firenze e sono in vantaggio di un set (25-20) contro i Diavoli Rossi. L’Italia inizia bene con Osmany Juantorena e Ivan Zaytsev, prende un mini break di vantaggio ma il Belgio è vivo, sfrutta i nostri errori di imprecisione e riesce a ribaltare la situazione, arrivando al primo timeout tecnico avanti 8-6. Zaytsev e Pippo Lanza (grazie alla battuta velenosa di Anzani) pareggiano subito i conti confermando l’equilibrio, un attacco out di Sam Deroo ci riporta avanti (9-8) con allungo grazie all’ace di Simone Anzani. Dobbiamo però aspettare il doppio attacco di Zaytsev e Juantorena per tornare ad avere un distacco superiore al punto (15-13), con Anzani giriamo 16-14 al secondo timeout tecnico. L’Italia da lì allunga: Zaytsev diventa imprendibile, Anzani e Mazzone fanno malissimo dal centro e ci aiuta anche un challenge vinto (invasione belga) per farci volare sul 22-15. Il Belgio ritrova un po’ di mordente con un mini-parziale frutto anche della nostra sufficienza; Gianlorenzo Blengini chiama timeout per non perdere il treno buono, ci pensa come sempre lo Zar con una schiacciata e un ace. Sei set point consecutivi costruiti dal numero 9, che chiude con 8 punti nel primo parziale anche se a finire la pratica è Lanza. (agg. di Claudio Franceschini)

DIRETTA ITALIA BELGIO (0-0): SI COMINCIA!

Tutto è pronto per Italia Belgio: tra pochi minuti a Firenze avrà inizio la seconda partita per la nostra Nazionale ai Mondiali di volley 2018. Dopo l’apertura al Foro Italico di Roma, da oggi gli azzurri sono protagonisti al Mandela Forum di Firenze, dove l’Italia giocherà quattro partite nello spazio di soli sei giorni. D’altronde la formula dei Mondiali di pallavolo impone ritmi impressionanti: per chi arriverà fino in fondo, saranno ben 12 le partite da disputare in cerca tre settimane, al ritmo di più di un match ogni due giorni. Inoltre la formula stabilisce pure che i risultati della prima fase saranno validi anche per la classifica della seconda fase, dunque già fin d’ora ogni passo falso potrebbe complicare il cammino verso la terza fase. La morale della favola è che già da ora vincere ogni partita potrebbe essere fondamentale, ma d’altronde le forze andranno anche gestite: lavoro non facile per gli allenatori, ma la spinta del tifo potrebbe dare una mano agli azzurri da questo punto di vista. Adesso però la parola passa al campo: Italia Belgio sta davvero per cominciare! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

I PRECEDENTI

Il bilancio storico dei confronti fra Italia e Belgio è naturalmente nettamente favorevole agli azzurri. Il Belgio quasi mai ha avuto una Nazionale di volley davvero competitiva e il miglior risultato internazionale della sua storia è il quarto posto agli Europei 2017, ma proprio il ricordo dell’anno scorso ci dice che oggi il Belgio è avversario da prendere con le pinze. Era il 31 agosto 2017 quando all’Arena Spodek di Katowice, nei quarti di finale proprio degli Europei polacchi che videro il Belgio chiudere poi al quarto posto, i nostri avversari odierni travolsero per 3-0 l’Italia di Gianlorenzo Blengini ponendo fine a un Europeo decisamente deludente per l’Italia, affondata per 25-21, 25-11, 25-23. Oggi le aspettative sono diverse: il 2017 è stato un anno difficile per la nostra Nazionale, che ora sembra tornata su livelli molto più simili a quelli di due anni fa, quando arrivò l’argento olimpico di Rio de Janeiro, in più c’è la spinta del magnifico pubblico italiano che certamente sosterrà gli azzurri. Il precedente però vale da avvertimento: il Belgio di oggi è avversario che può essere temibile. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

PARLA SIMONE GIANNELLI

Avvicinandoci a Italia Belgio, sulla ribalta c’è ancora Simone Giannelli, probabilmente il migliore in campo domenica sera a Roma contro il Giappone. Il regista azzurro di certo è abituato a bruciare le tappe (titolare a 20 anni alle Olimpiadi, per dirne una), ma l’emozione di un Mondiale casalingo a soli 22 anni è comunque forte, in particolare se davanti a oltre 11.000 spettatori, come al Foro Italico: “Una figata incredibile, molto difficile perché a giocare all’aperto perdi tutti i punti di riferimento, però ne è valsa proprio la pena, perché è una cosa indescrivibile”, aveva raccontato Giannelli al termine della sfida con il Giappone. Problemi particolari di certo Simone non ne ha avuti, dato che ha giocato molto bene, e con lui tutta la squadra: “Abbiamo giocato molto bene dall’inizio alla fine. Nel terzo abbiamo concesso qualcosa, ma ci sta. Siamo stati proprio bravi, non abbiamo mai avuto momenti di vera difficoltà. C’era tanta gente importante a vederci e questo è un grandissimo segnale per la pallavolo”. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

GLI AZZURRI CONTRO ANASTASI

Italia Belgio sarà naturalmente la partita di Andrea Anastasi, che si ritroverà nella strana situazione di allenare il Belgio contro la nostra Nazionale, per di più in Italia. Certamente sarà qualcosa di particolare avere come avversario un uomo che ha contribuito a fare la storia della pallavolo italiana, sia in campo sia in panchina. Da giocatore Andrea Anastasi fece parte della Generazione di Fenomeni e vinse gli Europei del 1989, i Mondiali 1990 e due edizioni della World League, pochi anni dopo arrivò da commissario tecnico sulla panchina degli azzurri e anche da allenatore il palmares è eccellente, con due vittorie in World League nel 1999 e nel 2000 e l’oro europeo del 1999 oltre al bronzo olimpico di Sydney 2000, poi una seconda esperienza meno positiva dal 2007 al 2010, con piazzamenti comunque di rilievo ma due quarti posti alle Olimpiadi 2008 e ai Mondiali casalinghi del 2010. Da molti anni però Anastasi è ormai un allenatore internazionale, visto che è arrivato sulla panchina del Belgio dopo avere guidato anche Spagna e Polonia. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

INFO E PRESENTAZIONE DELL'EVENTO

Italia-Belgio si gioca questa sera, giovedì 13 settembre, alle ore 21.15 al Mandela Forum di Firenze: per la nostra Nazionale di pallavolo è il secondo impegno nel girone A dei Mondiali 2018 di volley, ospitati proprio in Italia congiuntamente alla Bulgaria. Attenzione al Belgio, allenato da Andrea Anastasi e che negli ultimi anni è cresciuto molto, con la perla del quarto posto agli Europei dell’anno scorso dopo avere eliminato ai quarti proprio l’Italia con un perentorio 3-0. Va però anche detto che per gli azzurri del c.t. Blengini questi Mondiali casalinghi devono segnare il ritorno ai massimi livelli, come due anni fa quando conquistammo una bellissima medaglia d’argento alle Olimpiadi di Rio de Janeiro. La spinta del pubblico finora ha dato solo benefici, come testimoniato dalla vittoria per 3-0 contro il Giappone nella partita inaugurale, giocata a Roma nella cornice del Foro Italico davanti a 11.170 spettatori, compreso il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. La pressione naturalmente c'è, ma d'altronde l'occasione di giocare un Mondiale in casa non capita tutti i giorni, come hanno sottolineato con un pizzico di rammarico i campioni della Generazione di Fenomeni che negli anni Novanta ci regalarono tre titoli iridati consecutivi, ma mai in casa nostra.

RISULTATI E PRECEDENTI

Come già accennato, il 3-0 incassato l’anno scorso agli Europei brucia ancora, ma può anche essere una utile lezione: guai a sottovalutare il Belgio, anche perché la particolare e complessa (forse troppo) formula dei Mondiali prevede che nella seconda fase ci si porti dietro i risultati di questo primo girone, dunque fin da adesso ogni passo falso potrebbe rendere più difficile la strada verso Torino, dove si giocheranno la terza fase a sei squadre e poi semifinali e finali. Intanto domenica contro il Giappone sono arrivati ottimi segnali da tutta la squadra, con l’unica eccezione del servizio: 18 errori in battuta sono decisamente troppi, anche perché di contro sono arrivati appena due ace. Troppe forzature dunque e senza nemmeno che il rischio abbia portato benefici concreti: non se ne faccia un dramma perché per il resto da Roma sono arrivate solamente buone notizie, diciamo che questo è l’ultimo tassello da sistemare per poter pensare davvero in grande e far sognare tutta l’Italia e un pubblico fantastico, grazie al quale  si annuncia il tutto esaurito anche per le restanti partite di questa prima fase, che da oggi l’Italia vive a Firenze come le altre squadre del girone A.

© Riproduzione Riservata.