BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Probabili formazioni/ Roma Frosinone: notizie live, orario e diretta tv. Altra occasione per Zaniolo?

Probabili formazioni Roma Frosinone: diretta tv, orario, le notizie live alla vigilia della partita di Serie A su moduli e titolari all’Olimpico (26 settembre)

Probabili formazioni Roma Frosinone (LaPresse) Probabili formazioni Roma Frosinone (LaPresse)

Nelle probabili formazioni di Roma Frosinone è giusto parlare di un giocatore che sarà molto probabilmente in panchina, ma che potrebbe cambiare la storia di questa partita entrando a gara in corso: Nicolò Zaniolo ha avuto il suo battesimo del fuoco al Santiago Bernabeu, quando Eusebio Di Francesco lo ha lanciato titolare nella prima di Champions League tra lo stupore generale. Il ragazzo, schierato come mezzala, non ha nemmeno demeritato: come detto dal suo allenatore ha alternato buone cose a qualche errore ma, se pensiamo che fino a poche settimane fa giocava con la Primavera dell’Inter, si può ben capire che i margini di miglioramento ci siano. Decisivo con l’Under 19 nerazzurra, Zaniolo nel 4-3-3 di Di Francesco deve adattare la sua posizione essendo di fatto un trequartista; la concorrenza in quella zona di campo è feroce, ma lui sa di avere ben poco da perdere e aspetta comodamente la sua occasione, che potrebbe arrivare anche in questa giornata contro il Frosinone, dove vista la situazione l’allenatore giallorosso avrà bisogno di tutti i suoi effettivi per provare a migliorare la posizione in classifica. (agg. di Claudio Franceschini)

SCHICK OSSERVATO SPECIALE

L’osservato speciale nelle probabili formazioni di Roma Frosinone è Patrik Schick: non è detto che il ceco giocherà titolare, anzi visto il momento difficile della squadra giallorossa è più probabile che sia sempre Edin Dzeko a partire dal primo minuto nella partita dello stadio Olimpico. Tuttavia Schick è chiamato a dare una risposta: le occasioni che Eusebio Di Francesco gli ha concesso in questa stagione non sono state sfruttate, il giovane attaccante arrivato dalla Sampdoria ha dato l’impressione di essere involuto e di non essersi calato del tutto negli schemi di una squadra alla quale si è già unito un anno fa. In generale la Roma non ha segnato poco (7 gol) ma quando Dzeko non gira la situazione diventa complicata: è proprio Schick a dover essere in grado di cambiare passo, fornendo una valida alternativa al reparto offensivo della squadra e togliendola dai guai. Sugli esterni invece si potrebbe cavalcare nuovamente Diego Perotti e il giovane Justin Kluivert. (agg. di Claudio Franceschini)

OCCHIO A PASTORE

Roma Frosinone si avvicina; i giallorossi non girano ma, leggendo le probabili formazioni della partita, appare molto probabile che tornerà Javier Matias Pastore. L’argentino, subito a segno contro l’Atalanta con una magia ma poi fermato da problemi fisici, è arrivato a Trigoria per accendere la luce: certo la società e l’allenatore non pensavano a lui come il sostituto naturale di Radja Nainggolan (tutt’altre caratteristiche) ma speravano che il Flaco avrebbe preso il posto del Ninja come capacità di portare esperienza e leadership sul terreno di gioco. Al momento queste doti sono mancate a Pastore, ma rimane sempre lui l’uomo che deve suonare la carica: a centrocampo la Roma può disporre di elementi di grande personalità, su tutti ovviamente capitan Daniele De Rossi ma anche Steven Nzonzi. E’ da questo reparto che deve rinascere il progetto giallorosso, anche e soprattutto in virtù del fatto che i troppi gol incassati sono da imputare soprattutto al poco filtro che la mediana riesce a garantire quando la squadra si dispone in atteggiamento difensivo. (agg. di Claudio Franceschini)

TORNA KOLAROV

Eccoci all’analisi approfondita delle probabili formazioni di Roma Frosinone: il turnover messo in atto domenica da Eusebio Di Francesco non ha funzionato, e dunque il tecnico giallorosso dovrebbe tornare a riproporre Aleksandar Kolarov sulla corsia sinistra. A Bologna in quella zona di campo ha giocato Ivan Marcano, un centrale adattato: DI Francesco non si è fidato di Luca Pellegrini e Davide Santon, che sicuramente sono valide alternative per la corsia mancina. Il resto non dovrebbe cambiare, anche perchè Rick Karsdorp non è al 100% della condizione e dunque Alessandro Florenzi diventa imprescindibile, ma anche perchè al centro Kostas Manolas, nonostante il periodo difficile che sta attraversando, resta per leadership e capacità di recuperare in campo aperto il miglior difensore di cui la Roma possa disporre, soprattutto nella coppia con Federico Fazio che ormai si conosce molto bene. Anche Robin Olsen sta alzando l’asticella delle sue prestazioni, e allora il problema dei gol subiti riguarda tutta la fase difensiva della squadra, a partire dal centrocampo per il quale però bisogna affrontare un altro discorso. (agg. di Claudio Franceschini)

INFO E ORARIO

Roma Frosinone si gioca domani sera alle ore 21.00: le due formazioni scenderanno infatti in campo allo stadio Olimpico per la partita valida per la sesta giornata di Serie A, la prima che si disputa in turno infrasettimanale. Il derby regionale arriva in un momento durissimo per entrambe le squadre: il Frosinone si presenta a Roma con un solo punto all’attivo e nessun gol segnato, ma in proporzione è la crisi dei giallorossi a fare più rumore. La Roma non vince da oltre un mese e la strada appare in salita sia in campionato sia in Champions League: domani deve vincere, altrimenti la panchina di Eusebio Di Francesco potrebbe davvero vacillare. Andiamo allora a vedere adesso le probabili formazioni alla vigilia di Roma Frosinone.

INFO STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Roma Frosinone non sarà visibile in diretta tv. La partita dell’Allianz Stadium sarà infatti una esclusiva di Dazn e di conseguenza la partita di domani sera a Torino sarà visibile esclusivamente in diretta streaming video, tramite dispositivi mobili o al massimo una smart tv abilitata, sulla nuova piattaforma che ha acquisito il diritto di trasmettere tre partite per ogni giornata di Serie A.

PROBABILI FORMAZIONI ROMA FROSINONE

LE MOSSE DI DI FRANCESCO

Partita delicatissima per la Roma: se vince, ha fatto solo il proprio dovere; se pareggia o peggio perde, la crisi diventa gravissima. In difesa comunque non si annunciano rivoluzioni rispetto a domenica a Bologna, anche se dovrebbe tornare titolare Kolarov. Più delicata la situazione negli altri due reparti, dove Di Francesco potrebbe rimescolare le carte in modo netto: a centrocampo ad esempio potrebbero essere riproposti titolari Pastore (al Dall’Ara entrato nella ripresa) e Nzonzi, che invece è rimasto in panchina per tutta la partita a Bologna. Nuovi cambiamenti anche in attacco, dove ci sono almeno un paio di ballottaggi ancora aperti e anche Dzeko non ha garantito il posto dal primo minuto per domani sera.

LE SCELTE DI LONGO

Il Frosinone invece ha almeno fatto una buona figura contro la Juventus e potrebbe dunque confermare sostanzialmente la stessa formazione, un 3-5-2 che in fase difensiva diventerà naturalmente spesso un 5-3-2. Mister Moreno Longo sarà costretto a fare certamente almeno un cambio nella formazione titolare, a causa del fastidio muscolare rimediato da Maiello: per sostituirlo, Cassata sembra favorito su Crisetig. Non dovrebbero esserci dubbi sulla difesa, che contro i bianconeri ha retto per oltre 80 minuti, semmai in attacco ci sono delle possibili novità, con Campbell e Ciano in lotta per affiancare Perica, che dovrebbe essere sicuro titolare nel tandem d’attacco ciociaro.

IL TABELLINO

ROMA (4-3-3): Olsen; Florenzi, Manolas, Fazio, Kolarov; Cristante, Nzonzi, Pastore; Under, Dzeko, El Shaarawy. All. Di Francesco.

A disposizione: Mirante, Fuzato, Santon, Marcano, Juan Jesus, Lu. Pellegrini, Zaniolo, De Rossi, Lo. Pellegrini, Perotti, Kluivert, Schick.

Squalificati: nessuno.

Indisponibili: nessuno.

FROSINONE (3-5-2): Sportiello; Goldaniga, Salamon, Capuano; Zampano, Chibsah, Hallfredsson, Cassata, Molinari; Perica, Campbell. All. Longo.

A disposizione: Bardi, Krajnc, Ghiglione, Brighenti, Ariaudo, Beghetto, Maiello, Crisetig, Soddimo, D. Ciofani, Ciano, Pinamonti.

Squalificati: nessuno.

Indisponibili: Ardaiz, Gori, Paganini, Dionisi.

© Riproduzione Riservata.