BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CALCIOMERCATO/ Roma, Borriello-Pizarro, Sabatini vuole cedere i due big!

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Marco Borriello: futuro ancora incerto (Foto Infophoto)  Marco Borriello: futuro ancora incerto (Foto Infophoto)

CALCIOMERCATO ROMA – Inizia ufficialmente oggi la stagione 2012-2013 della Roma. Prima del ritiro di giovedì prossimo (sarà a Riscone di Brunico), i giallorossi si ritrovano a Trigoria per la classica preparazione pre-ritiro. Il numero di calciatori a disposizione di Zeman non sarà quello definitivo, come spesso accade con il calcio di luglio: in tutto dovrebbero essere una trentina, ma tenendo conto dei calciatori di proprietà capitolina alla fine l’esercito dovrebbe essere composto da circa 40/45 giocatori. Un numero esagerato, che il direttore sportivo Walter Sabatini, in concerto con il direttore generale Franco Baldini e il tecnico boemo, deve necessariamente ridurre. Entro giovedi sembra impossibile che accada qualcosa, pur se la volontà della società c'è. Dunque, la Roma partirà per Brunico con un gruppo decisamente separato in due tronconi: quello dei confermati per la prossima stagione, e quello di chi sa già che, in un modo o nell'altro, partirà. Sappiamo bene che Zeman non vorrebbe avere a disposizione più di 26 giocatori, perchè preferisce rose limitate con elementi di sicuro affidamento, credendo poco nel turnover (e inoltre la Roma non farà le Coppe, quindi almeno per questa stagione non ci sarà bisogno di una rosa troppo ampia); Sabatini avrà un bel da fare per accontentare il suo allenatore. Nella lista degli di proscrizione figura ad esempio Marco Borriello: "Non rientra nei piani della Roma, ma farà il ritiro con i giallorossi", ha detto il suo procuratore Tiberio Cavalleri. In attesa di nuova sistemazione: la Juventus lo ha scaricato, Zeman non lo vede utile al suo progetto. Vale la stessa cosa per David Pizarro, che a gennaio era volato a Manchester per vincere la Premier League con il City di Mancini. Il cileno, come volontà personale, rimarrebbe in giallorosso, ma la Roma sembra avere altri piani: futuro incerto, può trovare sistemazione in qualche squadra di serie A in cerca di un regista di esperienza, o continuare all'estero. Poi, Simplicio, Brighi e Guberti: gli ultimi due rientrano da prestiti (Atalanta e Torino) in cui hanno giocato poco per infortuni. Difficile che Zeman possa puntare su di loro. Insomma, l'unico ad essersi quasi sistemato, a conti fatti, è Heinze: andrà a Bologna, pur se non c'è ancora nulla di definitivo. Insomma, tante incertezze, poche le cose sicure per la Roma: una di queste è l'arrivo di Dodò, sbarcato ieri a Roma e pronto ad aggregarsi ai nuovi compagni (clicca qui per approfondire). Intanto dalla stampa brasiliana rimbalza un'indiscrezione: i giallorossi avrebbero già chiuso un paio di settimane fa con Leandro Castan, obiettivo primario per la difesa della Roma (anche perchè Kjaer è destinato alla Fiorentina). Il centrale del Corinthians (come Dodò) è già stato visionato da Baldini, monitorato a lungo e infine scelto come nuovo corso della retroguardia della Roma. La trattativa era già data in dirittura d'arrivo, ora si scopre addirittura che sarebbe già fatta. Chiaro, in caso fosse davvero così, l'intento: 



  PAG. SUCC. >