BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CALCIOMERCATO/ Roma, Rosi e Okaka al Parma. via libera per Torosidis?

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Aleandro Rosi, 25 anni (Infophoto)  Aleandro Rosi, 25 anni (Infophoto)

CALCIOMERCATO ROMA: ROSI E OKAKA AL PARMA.  - Il calciomercato in uscita della Roma resistra due successi. Il primo riguarda Aleandro Rosi. Ed è ufficiale: già nel corso della giornata vi avevamo detto di come il difensore e il Parma fossero vicini, al termine di un lungo abboccamento, ma stavolta ci sono anche le notizie apparse sui siti delle rispettive società: il terzino destro della Roma lascia la capitale dopo due anni interamente trascorsi in giallorosso e firma, dopo aver rescisso consensualmente il contratto, un quinquennale con il Parma. Domani, alle ore 16, avverrà la presentazione allo stadio Tardini. Si conclude così una trattativa che era in piedi da tempo: Rosi andrà a ricoprire, presumibilmente, il ruolo di esterno destro nel 3-5-2 di Donadoni, dovendo vincere la concorrenza di Biabany (possibile che sarà impiegato in partite dall'atteggiamento più difensivo). La particolarità di Aleandro Rosi è quella di aver cominciato nelle giovanili della Lazio e poi, dopo due anni, di essere passato alla Roma: forse anche per questo non ha mai sfondato completamente in giallorosso. Già nel maggio del 2005 Spalletti lo faceva esordire in serie A, anche se nel corso di quella stagione l'esterno ha giocato con la squadra Primavera vincendo tra l'altro lo scudetto. Poi due anni in prestito, con Chievo e Livorno: a Roma Rosi non trovava spazio per la presenza di Panucci e Cicinho, per cui Spalletti pensò bene di mandarlo a fare esperienza in squadre dove potesse mettersi in luce con più minuti a disposizione. Terminato il prestito a Livorno, il difensore non tornò però a Trigoria: il Siena si interessò a lui e riuscì a ottenerne le prestazioni per un anno (acquistando la metà del cartellino). Qui, forse, il giocatore ha vissuto la miglior stagione in carriera; all'inizio del 2010/2011, Ranieri (che nel frattempo aveva sostituito Spalletti) decise di puntare su di lui come terzino destro, nonostante l'esperimento di arretrare Taddei sulla linea del reparto arretrato. Riscattato, Rosi tornò dunque in giallorosso, dove però le cose non andarono come aveva sperato: solo 16 presenze in campionato, chiuso ancora una volta nel ruolo. Le cose non migliorarono con l'arrivo di Montella che prese il posto di Ranieri, ma cominciarono a farlo con l'arrivo di Luis Enrique: il tecnico asturiano dimostrò presto di avere fiducia in lui, dandogli il posto da titolare. Chiuderà con 21 presenze e la 100esima partita in maglia giallorossa festeggiata (per modo di dire) nella disastrosa trasferta di Lecce (persa 4-2). Con Zeman, sembrava in un primo momento che Rosi fosse destinato a rimanere: il tecnico boemo aveva dato segnali di volerlo valutare. Evidentemente, le valutazioni sul campo hanno dato esiti negativi: l'acquisto di Piris, e l'idea Torosidis (per ora in stand by), non lasciavano più spazio a Rosi, al quale è stato chiaro che bisognava cambiare aria. Lo prende il Parma, dove sulla carta dovrebbe avere l'occasione, a 25 anni, di ripartire con una carriera da protagonista. Questa operazione potrebbe risbloccare l'affare Torosidis che piace molto a Sabatini. ha caratteristiche diverse da quelle di Piris: ha una maggior corsa e vocazione all'attacco che lo avvicinano molto di più a Dodò e Balzaretti che operano sulla corsia di sinistra. Zeman sarebbe per rimanere con la rosa attuale utilizzando il jolly Taddei. Di diverso parere Sabatini che memore della...



  PAG. SUCC. >