BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CALCIOMERCATO/ Roma, piace il giovane Sala. Quanto è mancato Osvaldo...

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Jacopo Sala (al centro), 20 anni, centrocampista dell'Amburgo (INFOPHOTO)  Jacopo Sala (al centro), 20 anni, centrocampista dell'Amburgo (INFOPHOTO)

CALCIOMERCATO ROMA, INTERESSA JACOPO SALA DELL'AMBURGO - La Roma ha messo gli occhi su Jacopo Sala, giovane talento italiano dell'Amburgo. Il 21enne centrocampista, nato a Bergamo nel 1991 e cresciuto nelle giovanili dell'Atalanta, è uno di quei casi di giovani strappati ai vivai dalle grandi straniere. Infatti a soli 15 anni Sala lasciò l'Atalanta per il Chelsea, con la quale ha trascorso anni molto buoni nelle selezioni giovanili. Il ragazzo milita in Germania dal 2011. Dopo due presenze nella squadra riserve dell'Amburgo, ha esordito in prima squadra nello stesso anno, ed oggi è considerato uno dei giocatori più interessanti dell'organico della formazione teutonica. Stando alle indiscrezioni di calciomercato circolanti in queste ore, il ragazzo, che è sotto contratto fino al 2014 con l'Amburgo, sarebbe seguito con molta attenzione dai giallorossi. Il prezzo del suo cartellino si aggira sui 2 milioni e mezzo di euro. Sala, che vanta tre presenze ed una rete nella Nazionale Under 21 (tutte con il nuovo ct Mangia), potrebbe essere molto utile alla Roma, soprattutto per la sua capacità di ricoprire più ruoli sul fronte offensivo. D'altronde si sa che la Roma è sempre molto attenta sul fronte giovani, e riportare in Italia un talento nostrano che era espatriato a soli 15 anni sarebbe una bella soddisfazione per Baldini e Sabatini. In attacco, comunque, i giallorossi continueranno in questi mesi a puntare sulla freschezza di Destro e sul senso del gol di Osvaldo. Il primo, per la verità, deve ancora ingranare. Il Destro che avevamo ammirato a Siena nella passata stagione, finora, non si è ancora visto, anche perchè permane un certo equivoco tattico sulla sua reale posizione in campo. Dovuto, guarda caso, proprio all'ingombrante presenza dell'italoargentino: infatti, se sta bene, il ruolo di centravanti spetta di diritto ad Osvaldo. Del resto, nelle prime quattro partite stagionali, tra Roma e Nazionale, l'italo-argentino ha messo a segno ben quattro reti. Niente male, non c'è che dire. L'assenza di Osvaldo si è fatta sentire contro il Bologna. La squadra, dopo un ottimo primo tempo, è letteralmente crollata nella ripresa. Al di là del calo atletico, avere uno come l'ex Espanyol lì davanti, bravo a tenere palla e a far salire la squadra, sarebbe stato sicuramente utile ad una Roma a corto di ossigeno. Ora, però, è inutile piangersi addosso.



  PAG. SUCC. >