BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Basket

DIRETTA / Varese Torino (89-92) info streaming video e tv: risultato finale, match concluso! (basket Serie A)

Diretta Varese Torino, info streaming video e tv: orario e risultato live della partita che si gioca al PalA2A ed è valida per la quindicesima giornata del campionato di basket Serie A1

Diretta Varese Torino, basket Serie A1 (Foto LaPresse)Diretta Varese Torino, basket Serie A1 (Foto LaPresse)

DIRETTA VARESE TORINO (89-92) MATCH CONCLUSO

Finisce Varese Torino al Pala2a, coi piemontesi che conquistano la vittoria in rimonta. Le due squadre si sono affrontate a viso aperto, regalando al pubblico una bella partita. Primo tempo che strizza l'occhio ai biancorossi, bravi ad aggiudicarsi il primo quarto ventidue a diciotto. Il distacco aumenta nel secondo quarto, con Varese che avanza ancora e chiude ventinove a ventidue. La reazione piemontese non si fa attendere ulteriormente e Varese se ne accorge nel terzo quarto. Diciotto-Venticinque il parziale, decisiva l'ultima frazione con Torino che porta a casa la vittoria con un venti-ventisette. Ottantanove a novantadue il risultato finale. (Aggiornamento Jacopo D'Antuono)

TERZO QUARTO

E' appena ricominciata la partita di pallacanestro tra Varese Torino, con la formazione biancorossa che scalda il pubblico del Pala2a con un cinquantuno a quaranta che lascia ben sperare per il prosieguo della sfida. Torino ha chiuso il secondo quarto sotto di sette punti, cinque in più rispetto alla prima frazione. I padroni di casa cercano di aumentare il vantaggio, forti di un attacco decisamente più incisivo. Entusiasmo pazzesco suigli spalti, dove il pubblico biancorosso continua a far sentire il proprio sostegno ai ragazzi. Anche i due allenatori si stanno facendo sentire, Torino vuole provare a riaprirla nel terzo quarto che inizierà a breve. (Aggiornamento Jacopo D'Antuono)

SECONDO QUARTO

Siamo arrivati al secondo quarto del match di Basket tra Varese Torino, coi padroni di casa che hanno chiuso ventidue a diciotto la prima frazione. Partita abbastanza divertente ed equilibrata in queste prime battute di gioco, coi lombardi che hanno mostrato maggiore brillantezza sul fronte offensivo. Torino compatto e organizzato, ma meno lucido sotto canestro. Secondo quarto ricominciato da alcuni minuti, con Varese che prova ad allungare passo entro l'intervallo. Servirà una reazione da parte di Torino per restare in partita. Ci aspettiamo un prosieguo appassionante. (Aggiornamento Jacopo D'Antuono)

SI GIOCA

Siamo arrivati alla palla a due di Varese Torino, e dunque siamo pronti a vivere questa interessante partita. Come abbiamo detto in precedenza, la Openjobmetis è coinvolta nella lotta per la salvezza; finora ha battuto in casa Pistoia e Capo d’Orlando rispettivamente di 8 e 24 punti (le altre affermazioni sono arrivate contro Cantù e Trento), ma ha perso a Pesaro (-3) e Brindisi (-5). Due sconfitte che hanno sensibilmente peggiorato la situazione della squadra lombarda; vero è anche che Attilio Caja riesce sempre a tirar fuori il meglio nei gironi di ritorno, come del resto aveva fatto vedere lo scorso anno e anche nella sua prima esperienza con Varese (quando aveva preso il posto di Gianmarco Pozzecco); in più gli scarti subiti da Vuelle e Happy Casa sono ampiamente ribaltabili, e dunque per Varese c’è una buona possibilità di migliorare la sua situazione e prendersi una salvezza anche tranquilla. Staremo a vedere; certo battere Torino sarebbe un bel passo avanti, ma in questo momento la Fiat è una squadra decisamente superiore. Come andranno allora le cose al PalA2A? Lo scopriremo insieme a breve: diamo subito la parola al campo, finalmente Varese Torino comincia! (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Varese Torino è una delle partite che in questa giornata di Serie A1 saranno trasmesse in diretta tv: l’appuntamento è su Eurosport 2, e ovviamente in assenza di un televisore potrete seguire la gara anche in diretta streaming video su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone. Per attivare la piattaforma Eurosport Player dovrete pagare una quota per abbonarvi; inoltre sul sito www.legabasket.it troverete informazioni utili su questa partita, soprattutto il tabellino play-by-play e le statistiche dei giocatori in campo.

FOCUS SU VANE

Varese Torino sarà la seconda partita in maglia biancorossa per Siim-Sander Vene, che nel frattempo è stato anche presentato ufficialmente con una conferenza stampa. Il ventisettenne estone, miglior giocatore nazionale lo scorso anno, è il nuovo acquisto della Openjobmetis: la società cercava soprattutto una guardia che sostituisse Antabia Waller, ma la scelta è ricaduta su un giocatore di 203 centimetri che può ricoprire i ruoli di 3 e 4 (sostanzialmente come Stanley Okoye e Giancarlo Ferrero), lasciando dunque intendere che forse Varese tornerà sul mercato per prendere un’altra guardia. Intanto Vene, che per otto stagioni è stato di proprietà dello Zalgiris Kaunas senza mai davvero giocarci e lo scorso anno ha militato nel Nizhny Novgorod, ha fatto il suo esordio nella trasferta di Cremona: Attilio Caja gli ha concesso 13 minuti sul parquet e lui ha risposto con 7 punti tirando 2/6 (1/4 dall’arco) e catturando 4 rimbalzi con un assist, chiudendo con 9 di valutazione. Ovviamente è ancora presto per giudicarlo, ma Vene ha fatto intravedere qualcosa di buono e Varese spera che il suo contributo possa essere determinante per arrivare alla salvezza.

ORARIO E PRESENTAZIONE PARTITA

Varese Torino si gioca alle ore 18:00 di domenica 14 gennaio; anche al PalA2A si conclude il girone di andata del campionato di basket Serie A1 2017-2018. Siamo dunque nella quindicesima giornata: situazioni molto diverse per due società storiche della nostra pallacanestro. La Openjobmetis è in caduta libera, non riesce a rialzare la testa ed entra nella giornata con il penultimo posto in classifica, ancora una volta dovendo lottare per evitare la retrocessione come già accaduto nelle ultime stagioni. A favore dei lombardi gioca il fatto che tante sfide dirette al ritorno saranno in casa e gli scarti da rimontare non sono impossibili, ma certamente questa Varese era attesa a ben altro campionato pur se l’obiettivo principale rimaneva quello della salvezza. Torino invece è una delle squadre già qualificate alla Final Eight di Coppa Italia; sta facendo benissimo anche in Eurocop e, nonostante qualche tentennamento che poteva essere previsto – il roster di fatto è tutto nuovo o quasi – la squadra di Luca Banchi sta tenendo fede a quelle che erano le ambiziose aspettative estive, dimostrando di aver davvero costruito un gruppo che può lottare per grandi traguardi. Vincendo a Masnago, la Fiat chiuderebbe il girone di andata con 10 vittorie in 15 partite: niente male davvero, e soprattutto la conferma di potersi addirittura giocare il primo posto in regular season se il trend resterà questo.

QUI VARESE

Quattro sconfitte consecutive per la Openjobmetis: passino quelle contro Reggio Emilia e Cremona (che in trasferta è sempre stata una bestia nera), quelle che invece bruciano sono arrivate contro Virtus Bologna e Brindisi. La prima in casa dopo un supplementare, e con errori scolastici che hanno negato due punti ampiamente alla portata; la seconda contro l’ultima in classifica, anche qui in overtime, in una gara che se vinta avrebbe quasi chiuso i conti e regalato ai biancorossi ben altro scenario. Le cose stanno progressivamente declinando: Varese non ha mai vinto in trasferta in questo campionato e recentemente ha perso anche Antabia Waller per un grave infortunio, dovendo intervenire sul mercato con l’acquisizione dell’ex Nizhny Novgorod Siim-Sander Vene. In più l’atmosfera intorno alla squadra è tesa: dopo la trasferta di Cremona un gruppetto di ultras ha passato i limiti consentiti  in un alterco con il direttore sportivo Claudio Coldebella, un diverbio nel quale si è venuti anche alle mani. Di certo non è questo quello che serve alla Openjobmetis: Attilio Caja sa bene che dal punto di vista fisico il suo gruppo deve ancora emergere e, almeno su questo, il tecnico è una garanzia come già dimostrato lo scorso anno. Tuttavia attenzione a tirare troppo la corda, perché la situazione è davvero complessa: una vittoria importante sarebbe l’ideale per ridare fiducia a tutto l’ambiente e, in questo senso, battere una grande squadra come Torino farebbe tornare un po’ di sereno in seno alla squadra, che poi si lancerebbe con molta più autostima nel girone di ritorno che dovrà essere il vero e definitivo banco di prova.

QUI TORINO

La Fiat sta senza ombra di dubbio disputando un ottimo campionato, ma deve ancora svoltare in trasferta: l’ultima vittoria esterna risale al 5 novembre contro Venezia ed è stata la seconda di due in campionato. Da allora Torino è caduta a Pistoia, Bologna e Trento: certo siamo ai dettagli perché il rendimento al PalaRuffini è eccellente, ma per avere davvero una possibilità di vincere la regular season – significherebbe avere il vantaggio del fattore campo per tutti i playoff – bisognerà iniziare a piazzare qualche colpo esterno per fare davvero la differenza rispetto a squadre che al momento attuale appaiono decisamente più strutturate, e che dunque hanno più possibilità di mettere a segno una striscia. Resta che questa Auxilium sta gestendo alla grande il doppio impegno campionato-Eurocup; Luca Banchi in più si sta dimostrando un ottimo tecnico perché in questa prima parte di stagione ha già dovuto risolvere alcuni problemi come la presenza “ingombrante” di Sasha Vujacic e Lamar Patterson, non a caso entrati nelle cronache dal verso sbagliato per una presunta difficoltà nei rapporti. Casualmente o meno, Patterson da quel momento ha iniziato a giocare il suo miglior basket e anche Vujacic ha dato ottimi segnali di ripresa; la crescita di Torino però passa inevitabilmente dalle piccole cose garantite dai gregari (su tutti uno scintillante Antonio Iannuzzi) e sulla consapevolezza che Diante Garrett è riuscito a prendersi in termini di leadership. Il playmaker può essere il giocatore giusto per portare Torino a grandi risultati: staremo a vedere se sarà così, intanto vincere a Varese sarebbe un ottimo modo per finire il girone di ritorno e dimostrare a tutto l’ambiente torinese che questa squadra può ancora togliersi enormi soddisfazioni.

© Riproduzione Riservata.