BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calciomercato

PELLEGRI ALLA JUVENTUS? / Calciomercato news, la chiave per l'attaccante può essere Sturaro

Pietro Pellegri piace molto alla Juventus e in questa sessione di calciomercato i bianconeri potrebbero affondare il colpo per il giovane attaccante del Genoa, per poi lasciarlo in prestito

Pietro Pellegri, attaccante del Genoa: piace alla Juventus (Foto LaPresse)Pietro Pellegri, attaccante del Genoa: piace alla Juventus (Foto LaPresse)

Potrebbe essere Stefano Sturaro la contropartita giusta per arrivare a Pietro Pellegri? La Juventus continua a valutare l’acquisto dell’attaccante del Genoa in questa sessione di calciomercato, con l’obiettivo di farlo maturare altrove (stiamo parlando di un ragazzo di 16 anni); tuttavia come abbiamo già riportato il Grifone valuta il suo attaccante 30 milioni di euro ed è una cifra che la società bianconera non vorrebbe spendere per intero, volendo anche puntare su Han Kwang-Song. Così il cartellino di Sturaro diventa importante: il centrocampista è in uscita dalla Juventus avendo poco spazio (ieri sera ha giocato uno spezzone proprio contro il Genoa) e tornerebbe volentieri in rossoblu, squadra nella quale è cresciuto e che lo ha fatto esordire in Serie A. Massimiliano Allegri aveva chiesto di tenerlo fino a giugno e così potrebbe essere: Sturaro potrebbe comunque rimanere a Vinovo sino al termine della stagione, ma allo stesso tempo diventare un calciatore di proprietà del Genoa nel momento in cui Pellegri firmerà per i bianconeri, con i due giocatori che si muoveranno nel corso della sessione estiva. (agg. di Claudio Franceschini)

LA JUVENTUS TRATTA PELLEGRI

La Juventus continua a puntare giovani talenti sul calciomercato e adesso si parla anche di Pietro Pellegri. In questa sessione invernale i bianconeri non dovrebbero rinforzare l’attuale rosa: sono abbastanza coperti in tutti i reparti e non dovrebbero esserci troppe occasioni di migliorare il gruppo in maniera sostanziale. Tuttavia la società campione d’Italia guarda al futuro: se nei giorni scorsi la Juventus ha fatto importanti passi avanti per il nordcoreano Han Kwang-Song (gioca nel Perugia ma è di proprietà del Cagliari, dove gioca anche Nicolò Barella), oggi il nome forte è quello di Pietro Pellegri. Che in estate sembrava destinato all’Inter, tanto che i nerazzurri avevano sostanzialmente chiuso l’affare; poi le cose sono cambiate e adesso i bianconeri potrebbero essere in vantaggio. Il Genoa sa di avere in mano un attaccante che può avere un futuro luminoso e giustamente vuole farsi pagare: al momento si parla di una richiesta di 30 milioni di euro. C’è ancora distanza rispetto all’offerta della Juventus, che non dovrebbe superare i 20 milioni; tuttavia si tratta ed è probabile che a breve si trovi un accordo, con i bianconeri pronti a mettere subito le mani su Pellegri per poi lasciarlo in prestito. Un po’ la strategia utilizzata con Mattia Caldara, ma qui parliamo di un giocatore che ha 7 anni meno del difensore attualmente nell’Atalanta. 

I GIOVANI IN ORBITA BIANCONERA 

Come dicevamo, non solo Pellegri nel mirino della Juventus: i bianconeri sono sempre alla ricerca di giovani talenti da acquistare per rinforzare la rosa del futuro. Se in passato Beppe Marotta aveva messo le mani su Rolando Mandragora (in prestito al Crotone) e sul coetaneo Riccardo Orsolini - che ha poco spazio nell’Atalanta e potrebbe finire al Bologna, dove si spera possa giocare di più - oggi si guarda in casa del Cagliari dove Nicolò Barella sta crescendo partita dopo partita, ed è ormai un titolare fisso nello scacchiere tattico di Diego Lopez. Domenica ha segnato contro il Milan - poi si è fatto espellere - e alla Juventus piace parecchio: Marotta spera di imbastire una trattativa con il Cagliari che includa anche il cartellino di Han Kwang-Song. Il primo nordcoreano nel campionato italiano aveva impressionato nel Torneo di Viareggio di un anno fa, e nel finale di stagione aveva anche esordito in Serie A trovando il primo gol; andato in prestito a Perugia, ha chiuso il girone di andata segnando 7 reti e avendo un fantastico avvio di campionato. Si è progressivamente spento come tutta la squadra, ma resta un talento da coltivare; è un classe ’98 (come Barella) e dunque tanti margini di miglioramento. Ovviamente è impensabile che possa trovare spazio nella Juventus odierna, ma può essere un ottimo colpo con vista sul futuro anche a breve termine.

© Riproduzione Riservata.